Crea sito

Anno 2009: il cineblog della morte

Oplà!

Benvenuti in un nuovo, ennesimo, emozionante blog di cinema.
Il mio nome è Nanni Cobretti (è il mio nome vero, lo giuro), e conosco un solo modo per darvi un’idea dell’aria che tirerà da queste parti passando allo stesso tempo immediatamente al sodo.
Via con la lista dei 10 film più attesi del 2009:

10) Fast and Furious
Vin Diesel e Paul Walker si pentono e si dolgono e dopo uno o due turni di riposo tornano umilmente nel quarto capitolo della serie più tamarra dell’Universo. Li attende Justin Lin, regista appunto del terzo, che era sì pataccato a livelli fantascientifici, ma tutto sommato piacevole e girato con competenza. E dopo aver visto quella chicca dopolavoristica che è Finishing the Game (ne riparlerò), da lui mi aspetto cose. Non cose tipo rendere giustizia a un eventuale remake di Oldboy, che per fortuna gli hanno levato dalle manine, ma cose.

9) Terminator Salvation
Non ci avrei scommesso una lira su un seguito di Terminator senza Arnold, ma Christian Bale non fa mai male, e il trailer è più figo di quanto si potesse onestamente sperare. Chissà.

8) Fighting
Dopo l’interessante e autobiografico Guida per riconoscere i tuoi santi, piu’ o meno una specie di La febbre del sabato sera senza discoteche, Dito Montiel ci propone un po’ a sorpresa il remake di Lionheart. Nel ruolo di Van Damme troviamo Channing Tatum, mentre il suo schiavo negro (quello che lo introduce nel giro di combattimenti clandestini, quello che urla “Lionheart! Il leone forte e coraggioso!” ma che poi nel finale scommette contro di lui) è Terrence Howard. Staremo a vedere. Mi basta sia un po’ meglio di Never Back Down.

7) Transformers: Revenge of the Fallen
Robot enormi che fanno a botte distruggendo la città. Stavolta senza perdere tempo in noiose presentazioni. In mezzo, Megan Fox che finge di avere più di un neurone, un po’ come quella volta che Tara Reid interpretò una stimata antropologista in Alone in the Dark. Sono già in prima fila.

6) Watchmen
Dopo quel wagneriano inno all’omosessualità che fu 300, Zack Snyder ci riprova con qualcosa di più grosso di lui, ovvero la miglior graphic novel di tutti i tempi. Dalle preview c’è chi giura che ha fatto un buon lavoro. Visivamente sono abbastanza sicuro, sul resto sono piuttosto scettico. Speriamo.

5) Inglorious Bastards
Non fanno ridere anche a voi tutti quei siti anglofoni costretti a chiamarlo “BastErds” per chissà quali problemi di volgarità? A me tantissimo. Comunque: è di Tarantino, c’è Brad Pitt coi baffi e c’è un personaggio che si chiama Ed Fenech. Se grazie a questo ristampano tutti i film di Castellari io sono già contento.

4) Ninja Assassin
Finora il miglior Wachowski è stato quello che hanno fatto dirigere a un altro, ovvero V per Vendetta. E qua la situazione è identica. Ma con molti più ninja. Compreso l’obbligatorio Sho Kosugi. Se è brutto giuro che li picchio.

3) Black Dynamite
Le voci che girano sono che sia tre volte meglio di Grindhouse, e che più che un omaggio sembri davvero un gioiello perduto della vecchia blaxploitation. Aldilà che il trailer fa ridere tantissimo, gli occhi sono puntati su Michael Jai White, che in Universal Soldier 2 faceva il culo a strisce a Van Damme e pareva avviato a diventare il nuovo Wesley Snipes.

2) Ong Bak 2
C’è mancato poco che non diventasse per Tony Jaa ciò che Game of Death fu per Bruce Lee. Ma il nostro si è asciugato lacrime e lacrime di frustrazione, ed è riuscito a completarlo. Ad ogni modo: nel primo film gli rubavano un elefante e lui si incazzava a morte. In questo pseudo-prequel, ambientato un numero imprecisato di decenni fa (l’era pre-blog), va molto più semplicemente in cerca di Dio e del senso della vita, spezzando ossa a tutti quelli che gli porgono la mano.

1) Crank 2: High Voltage
Dopo aver visto trailer e poster, e sapendo che la colonna sonora è in mano a Mike Patton, se salta fuori che questo non è il film più figo di tutti i tempi giuro che mi taglio un mignolo come i mafiosi giapponesi e ve lo consegno avvolto in un fazzoletto bianco.

BONUS: The Expendables
È datato 2010, per cui ci vorrà una gran pazienza. Ma state tranquilli che vi terremo aggiornati.

Domande?
Come mi è venuta l’idea di aprire I 400 calci?
Guardando il trailer di 500 Days of Summer.
Altro?

Tags: , , , , , , , , , ,

10 Commenti

  1. anonimo timido

    Primo!

  2. maledetto anonimo (che secondo me è Nanni himself)
    secondo!

    Già vi amo, quattrocentocalci.

  3. WOO-HOO!!! Non ero io il primo, lo giuro, ma non potevo sperare in sverginamento migliore ;)

  4. benvenuti, bastardi (chiunque voi siate) :)

  5. Penso che passerò sovente da queste parti: mi piace l’aria che si respira. Un caro saluto: Conte Nebbia

5 Trackbacks

  • Scritto da » Feedmastering #49 il 22/01/2009 alle 01:45

    […] I 400 calci, un cineblog ovvero un blog sul mondo del cinema che è stato appena aperto. Quale blog leggi di […]

  • Scritto da Frankly, Mr. Spidey « I 400 calci il 26/01/2010 alle 13:01

    […] la vita, il karma… Esattamente un anno e sei giorni fa, il primissimo post dei 400 calci si chiudeva con queste parole: Domande? Come mi è venuta l’idea di aprire I 400 calci? Guardando […]

  • Scritto da Fighting, o Le avventure di Lion-neck « I 400 calci il 01/02/2010 alle 08:01

    […] a sapere… Nel nostro primissimo post di tutti i tempi avevamo segnalato Fighting tra i film più attesi della stagione, poi Dolores l’ha visto, mi […]

  • Scritto da Feedmastering #49 | Dario Salvelli's Blog il 29/06/2010 alle 13:49

    […] I 400 calci, un cineblog ovvero un blog sul mondo del cinema che è stato appena aperto. Quale blog leggi di […]

  • Scritto da Road to Sylvester 2012: -4 « I 400 calci il 20/01/2012 alle 07:01

    […] la cronaca: tre anni fa, proprio il 20 gennaio, nascevano I 400 Calci. Se oggi mi ritrovo a scrivere questa frase, a questo […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.