Crea sito

Anteprima FF09: Zombie Women of Satan

zombie women of satanHo pensato che se non mettevo qualcosa di clamoroso di lunedì mattina non vi svegliavate. Ha funzionato? Bene.
Sono onesto: sembra il classico caso da manuale di “dove non ci arrivo col film, ci arrivo col titolo”. E il titolo… beh cazzo, quello non si discute. Zombie Women of Satan. Come si fa? Più di così dovevano solo chiamarlo “Guardati questo”.
Però sinceramente puzza di pacco lontano un miglio, per quanto sia capace di puzzare di pacco un film che prevede zombi, donne e Satana.
Il fatto è che a una settimana dalla sua prima mondiale al FrightFest non c’è un trailer, ma soltanto un sito ufficiale ancora in costruzione dal quale ammirare nel frattempo uno slideshow di formose pin-up insanguinate, in scatti un po’ cheap accompagnati da una musichetta da film porno. E c’è un poster che pare già pronto per l’edizione in VHS (se vi ricordate cos’era).
Ad ogni modo, dirige la spietata coppia di avvoltoi approfittatori delle nostre deboli menti formata da Warren Speed e, attenzione, quello Steve O’Brien che per coincidenza è anche direttore della fotografia dell’attesissimo cult dwarfsploitation ShortFellas (tombola!).
E visto che sono sadico, con tutte le pin-up insanguinate che potevo scegliere, qua sotto vi ci sbatto invece una foto di Warren Speed stesso che inizialmente avevo scambiato per Wes Borland (l’abbiamo scampata bella, eh?).

zombie women of satan

Detto questo, vi farò prontamente sapere com’è – ci mancherebbe.

Tags: , , , , , , , , ,

2 Commenti

  1. Che poi è un po’ lo stesso discorso di Lesbian Vampire Killers, il cui titolo si rivela ben più riuscito del film (per quanto dai, alla fine ho visto di peggio). Ma in tutto questo c’è anche un lato positivo: quando sei al bar con gli amici puoi bullarti di aver visto un film con quel titolo e lì per lì fai la figura del figo che guarda film fighi.

  2. Guarda, Lesbian Vampire Killers in realta’ e’ molto piu’ subdolo, perche’ e’ a tutti gli effetti una commedia mainstream inglese con protagonisti due noti comici del posto, e quindi piu’ un tentativo di emulare Shaun of the Dead – e vendere vampire soft-lesbiche a chi non hai mai avuto il coraggio di approcciarsi a titoli del genere – che infilarsi nel filone trash vero e proprio. Che e’ il motivo per cui dopo 15 minuti di sceneggiatura moscia ho sbadigliato e spento il dvd – a sua volta il motivo per cui la rece tarda ad arrivare (ma arrivera’)…
    Insomma, brutto per brutto questo e’ sicuramente piu’ onesto. E che sia proprio brutto alla fine e’ anche tutto da vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *