Crea sito

6 Commenti

  1. Jo

    me lo ero completamente perso, ma viste le premesse me lo recupererò subito, tipo stasera. Mi sa tanto di donnie darko.

    o sbaglio?

  2. Dario

    Cmq dal padre ci va da piccino, o meglio da piccino ha uno stacco che non si ricorda e poi invece torna da piccino e gli fa “babbo ho i tuoi poteri” e il babbo “non li usare” e lui “invece renderò tutto più bello” e il padre “noooooooooooooooooooo” e lo strozza finendo il momento di buio.
    Scena che non torna perchè la prima volta che il babbo lo strozza non poteva avergli detto quelle cose visto che poi cambia il passato andando indietro nel tempo per dire al padre che lui può cambiare il futuro.
    mi sono perso

  3. Però. Siete PREPARATI, ragaz.

    (Non posso pretendere di essre presa sul serio, ma i pesci rossi sono sinceri: io TUTTO quello che ricordo ce lo metto dentro. Il resto lo riempite voi.)

    (Jo: uh, DD è meglio di questo :)

  4. uriele

    a me era piaciuto un casino

    SPOILERONE SUL FINALE:

    il film ha un finale alternativo che è una figata. A metà del film c’è una scena in più in cui il protagonista va dalla zingara a farsi leggere la mano e scopre di non avere la linea della vita “sei un errore che non deve esistere”, la madre esce fuori piangendo e rivela al figlio che lui è stato il terzo tentativo di parto perché tutti gli altri bimbi erano nati morti.

    Alla fine, invece di prendere il filmato della festa della sua amichetta, tira fuori il video del parto e si strangola da solo con il cordone ombelicale. La madre ne soffre un po’ ma poi passa, tutti gli altri hanno una vita felice: l’anomalia è stata eliminata.

  5. Masso

    Io non ero a conoscenza di questo finale alternativo e pensavo fosse uno scherzo talmente era trash..fino a quando l’ho visto su youtube.Questo film secondo me poteva diventare una piccola perla perchè la sceneggiatura era un saccheggio dei soliti topos della letteratura Kinghiana sulla combriccola di adolescenti che condivide un trauma che li segna per tutta la vita e che dovrà affrontare e risolvere nella maturità.A metà sterza e si addobba come commedia universitaria alla “Porky’s”.Poi diventa un biopic drammatico sulla giornata di un invalido alla “Il mio piede sinistro”.Infine c’è un finale bricollage da commedia sentimentale brillante talmente improvvisato che ci si sporca con la colla fresca.Quattro film…montati insieme alla Frankenstein…ma le uniche scene veramente spesse sono quelle coi bambini e la cassetta delle lettere…e il confronto in manicomio tra padre e figlio!

  6. Martinacuoricina

    esistono anche un secondo e un terzo capitolo…non all’altezza ma ci si passa il tempo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *