Discuti il trailer di “The A-Team” qui

Dio santo, un po’ di pazienza, non è sabato mattina anche per voi??

Le impressioni del Dr. Nanni Cobretti, 32 anni, sagittario:

– La premessa è la stessa: bene
– Il tema musicale è lo stesso, anche se rielaborato: bene
– Il tema musicale non è stato rielaborato da The Edge: bene
Liam Neeson (Hannibal) è bravo e conosce le sue battute: bene
Bradley Cooper (Sberla) è un bell’uomo elegante: bene. Ma è antipatico duro: male.
Rampage Jackson (Baracus). Non fa ridere, non è kitsch, non è minaccioso, e quando apre bocca ti viene l’istinto di portarti le mani alle orecchie nel TERRORE che la battuta gli esca poco convincente. Il trailer è ovviamente pochissimo per giudicare, ma quel pochissimo che c’è è: male.
Sharlto Copley (Murdoch): è come temevo. Cercano di inquadrarlo il meno possibile. È l’uomo inutile della situazione, per quello che nel telefilm era invece il secondo personaggio più figo dopo Baracus. Si vede troppo che è stata una scelta dell’ultimo istante e che è arrivato quando le sedie erano già tutte occupate e i dolcetti alla dispensa già finiti. Male.
– L’atmosfera è più Arma letale che Charlie’s Angels o Starsky & Hutch: bene
Jessica Biel la inquadrano solo mentre limona duro con Sberla: male
– Il furgone nero: bene
– Le esplosioni e gli inseguimenti old school sembrano superare la quantità di CGI: bene
– Sberla che mostra la tartaruga senza motivo al minuto 0:56: Dolores dice “bene”, io dico “male”, ma e’ pura questione di preferenze sessuali, credo.*
– Sberla che spara con un mitra d’assalto da un carroarmato in volo col paracadute: BENE *_*

Un po' ci mancate già, ragazzi

Un po' ci mancate già, ragazzi

*Ne vogliamo parlare? Io sul tema “portare la morosa al cine a vedere i film d’azione” sono generalmente d’accordo. Ma questo si deve limitare a renderglielo piacevole/sopportabile. Che Bradley Cooper sia un bell’uomo elegante, rende a mio avviso l’A-Team sufficientemente piacevole/sopportabile. Che Bradley Cooper mostri la tartaruga – già dal trailer, per di più – sfonda invece quel confine che provoca nella mia morosa l’esigenza fisica di un estemporaneo urletto isterico. Questo non mi va bene. I film d’azione dovrebbero essere il nostro personale mondo paradisiaco in cui siamo felicemente al riparo dagli urletti isterici femminili. È (anche) per quello che li amiamo e li consideriamo preziosi. Se c’è qualcuno a cui è permesso fare urletti isterici durante un film d’azione, per una tartaruga o per il sedere nudo di Van Damme, quelli siamo NOI, in quelle occasionali derive omosessuali che ci prendono quando siamo particolarmente coinvolti o particolarmente distratti (tanto poi una telefonata a Povia risolve tutto).

Dr. Nanni Cobretti, 32 anni, sagittario

E ora dite la vostra.

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *