Crea sito

Le recensioni della domenica: “Cirque Du Freak – The Vampire’s Assistant”.

Quando ti avrò spezzato tutte le dita a cominciare dal pollice imparerai a non fare domande stupide. Ptui.

Quando ti avrò spezzato tutte le dita a cominciare dal pollice imparerai a non fare domande stupide. Ptui.

Cose da sapere: un pischello supernormale va a vedere un circo di fenomeni da baraccone vecchio stile (c’è pure il nano tutto testa), per salvare un amico meno insopportabile di lui diventa lo scudiero mezzo vampiro di un vampiro molto figo, poi si ritrova in una guerra tra mondi e oltremondi dove i fili vengono tirati da un ciccione.

Cose fighe: John C. Reilly che fa il vampiro dall’umorismo secchissimo; Ken Watanabe che fa il ringmaster del circo, è alto sette metri, incute il giusto terrore inarcando un sopracciglio e dovrebbe essere in qualsiasi film d’ora in poi, anche solo mascherato alla Dov’è Waldo?; la quantità esorbitante di facce che piacciono a NOI in mezzo ai freaks; Willem Dafoe si vede per due minuti E BASTA; John C. Reilly vampirizza il protagonista, gli spezza il collo A CRUDO per farlo sembrare un incidente e lo va a disseppellire con Red Right Hand in sottofondo.

Cose meno fighe: il ragazzino è la PEGGIOR faccia da culo mai vista in un prodotto per bambini di SEMPRE (il secondo tempo consiste solo in scene di gente che lo prende a calci, e aiuta); Salma Hayek recita come in un film di Walt Disney degli anni ’60 (per fortuna si vede poco anche lei); il plot riassume tre libri dell’omonima saga, ed è stato palesemente messo su con la speranza di tirarci fuori il nuovo Harry Potter, quindi gli ultimi 10-15′ – quelli dove dovrebbe piovere sangue dalle cataratte del cielo – si risolvono in un anticlimax pauroso, e tutto è lasciato aperto in vista del numero due. Che non verrà fatto. PSYCH.

Candidature ufficiali ai premi Sylvester 2011: John C. (miglior attore, miglior vampiro), il testone di Ken Watanabe (miglior protesi, miglior freak, miglior testone), il ragazzo-serpente (miglior sidekick sfigato), Ray Stevenson quando fa vedere i denti (miglior protesi, miglior vampiro).

In breve: è significativamente meglio di altri tentativi del genere, però durante la visione è lecito sussurrare anche un po’ sticazzi a intervalli regolari. E ora lavatevi le mani se no niente merenda.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

17 Commenti

  1. jessfranco

    il regista sfruttando il tema vampirico ha comunque fatto meglio del fratello, non che ci volesse molto…

  2. Chissà se ne parlano tra loro a Natale.

  3. Uwe Pòl

    il plot riassume tre libri dell’omonima saga, ed è stato palesemente messo su con la speranza di tirarci fuori il nuovo Harry Potter, quindi gli ultimi 10-15′ – quelli dove dovrebbe piovere sangue dalle cataratte del cielo – si risolvono in un anticlimax pauroso, e tutto è lasciato aperto in vista del numero due. Che non verrà fatto. PSYCH.

    Dolò, ti sei dimenticata che la bimba ha dei bellissimi vestiti goth, che carrey è meglio qua che in number 23 e che le scenografie sono davvero sprecate!

    Ah,non era la recensione di Lemony Snicket? Allora, già avvisati, sono davvero dei babbi di minchia.

  4. Non ho mai visto Lemony Snicket, ma a naso direi che questo qui cerca di rimpattare un po’ meglio i sottogeneri “fiction yeah per ragazzetti yeah con eventi uuuuuh” e “film dove deve succedere roba ogni 5/7 minuti”.

  5. Uwe Pòl

    beh lemony snickett è più o meno “il plot riassume tre libri dell’omonima saga, ed è stato palesemente messo su con la speranza di tirarci fuori il nuovo Harry Potter, quindi gli ultimi 10-15′ – quelli dove dovrebbe succedere tutto il brutto ai bambini – si risolvono in un anticlimax pauroso, e tutto è lasciato aperto in vista del numero due. Che non verrà fatto.” e anche qui c’era Jim Carrey villain/protagonista, un ragazzino insipido che fortunatamente per 3/4 di film viene malmenato, la costumista di Sleepy Hollow, La scenografa di Batman Returns, Jude Law, Dustin Hoffman, Meryl Streep che fa la schizofrenica e un nutrito gruppo di freak. Ha incassato il giusto per pagare i vestiti e il trucco di carrey e per pagare le scenografie han dovuto rivenderle a pezzi su ebay, penso.

  6. uriele

    boh dai, io mi sono divertito a vederlo. Mi è rimasta la curiosità sulla ragazza scimmia (avrà anche i piedi manati?). JC come vampiro è figo (ma Defoe era quello con i baffetti alla stocazzo? Non lo avevo riconosciuto).

  7. Uriele: anch’io mi sono divertita, ma pensando un attimo al lettore medio dei 400K non lo potevo certo vendere come A New Frightening Experiment In EXXXtreme Terror ZOMG. Altrimenti mi sa che avreste scoperto dove abitiamo e mi avreste spaventato il cucciolo.

    Della ragazza scimmia ho molto apprezzato che non avessero preso un’attrice inutilmente gnoccarda/Hannah Montana per interpretarla; Dafoe è il baffo amico di John C., quello che si vede solo all’inizio e alla fine.

    COSE FIGHE CHE HO DIMENTICATO: Jane Krakovski si tronca le dita per darle da mangiare al suo ganzo in una parodia di Lilli e il vagabondo.

  8. Uwe Pòl

    bon, bisognerà vederlo. Tra l’altro, il trailer italico… ma quant’è brutto???

  9. uriele

    Ma in italiano è uscito in DTV o semplicemente non se l’è inculato nessuno?
    @ Dolores: certo non è lo stile del nuovo Unisol (che, cazzo, è davvero divertente), ma dopo tutta la serie di Narnia, Bussola D’oro, Twilight e l’orrendo Scelti dalle Tenebre (e cazzo, a me il libro mi era piaciuto). Una bella storiella caciarona mi mancava e un po’ mi dispiace che non facciano il seguito. Il finale da bimbo felice con la sua bara nuova di pacca quando sta per scoppiare l’apocalissi vampirica è una bella cazzata, specialmente se poi si fermano lì.
    Quando l’ho visto pensavo fosse il pilot di una nuova serie Tv tipo Dresden File o Nessun Dove e mi ero gasato parecchio. Peccato

  10. Guarda, io e il piccolo da tutto il filone pseudo-Narnia ci siamo tenuti lontani. Avesse detto “me lo compri mammà” mi sarebbe toccato portarcelo, ma per fortuna già cucciolo dimostrava un certo gusto per il grand guignol, cosa che mi ha incredibilmente semplificato il lavoro.

    Se non ho capito male, questo esce in sala i primi di maggio.

    Detto ciò, cos’è “Scelti dalle Tenebre”? These Dark Materials? Un’amica mi parlava molto bene dei libri, ma il film penso non se lo sia inculata nemmeno lei. (Tipo Eragon.)

  11. Uwe Pòl

    scelti dalle tenebre è il punto più basso dei film tratti da anne rice.

  12. Uwe Pòl

    ma non è la regina dei dannati poi?

  13. Uwe Pòl

    “these dark materials” è la bussola d’oro, scusate, rispondere al telefono e scrivere= no good -_-

  14. Avete ragione, ho fatto casino pensando a questo, da noi “Il risveglio delle tenebre”:

    http://us.imdb.com/title/tt0484562/

    Per quel che vale, mi parlano male anche di Percy Jackson, tratto da libro apparentemente spassoso ma diretto da un tristo macinatore d’infanzie (cit.).

  15. uriele

    Dei libri di queste materie oscure me ne ha parlato bene mio fratello maggiore, ma il film faceva merda…

    La regina dei dannati (hai ragione) è il brutto accorpamento di Scelti dalle tenebre (The Vampire Lestat) e la regina dei dannati. Il primo libro si fermava a quando Lestat veniva rapito dalla madre di tutti i vampiri. Al tempo andai al cinema portando i miei amici a forza perché ero un fanboy sfegatato (certo il Lestat rockstar mi sembrava una stronzata anche all’epoca, ma aveva un ruolo più marginale e nei libri successivi questa componente era sparita del tutto).

    Alla fine era più divertente e consistente against the dark con quel ciccione coolzen di Steaven Segal (ed era più divertente anche il film di House of the Dead, questa era la cosa davvero triste)
    PS: i miei amici mi pisciano ancora sui piedi ogni volta che mi volto.

  16. Cicciolina Wertmuller

    @Uwe e Dolores: HIS Dark Materials, per la precisione. Dei libri ho sentito parlare benissimo.

  17. Uwe Pòl

    @cicciolina: anche lì, ricordo che alla fine del film dissi agli amici: “sono proprio curioso di vedere i prossimi dove viene distrutta e criticata completamente la chiesa e tutta la dottrina cattolica”.

    Quando esce il secondo, appunto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.