Crea sito

I Mercenari: Arnold Schwarzenegger in “Codice Magnum”

Lo sapevate che Arnold Schwarzenegger ha in bacheca un Golden Globe? Esatto. L’ha proprio vinto, non l’ha comprato. C’è stato un periodo in cui ne assegnavano uno anche al Miglior Esordio, e se lo aggiudicò per Il gigante della strada, battendo il bimbo di The Omen e (gulp) Truman Capote. Schwarzie in realtà aveva già girato il mitico Ercole a New York, ma siccome in esso si era firmato “Arnold Strong” gli venne comodo negare tutto e starsene muto. L’altra cosa che forse non sapete è che venne candidato di nuovo ai Golden Globe nel 1995 come Miglior Protagonista per Junior. In quell’occasione invece fu inculato da Hugh Grant, che vinse per Quattro Matrimoni e un Funerale. Non sto inventando nulla, giuro.
Ma torniamo alle cose serie.
Codice Magnum, oltre ad essere una spettacolosa traduzione italiana dell’originale Raw Deal, fu un passo molto importante per la carriera di Schwarzenegger il quale, come egli stesso fece notare, per la prima volta aveva a disposizione un budget per il guardaroba superiore ai $10. Dopodiché non si hanno notizie precise al riguardo, ma non mi convincerete mai che questo film fosse stato pensato con in mente Arnie piuttosto che l’idea di un produttore che – magari per scommessa, ma anche no, sappiate solo che si tratta di De Laurentiis – deve aver pensato che per fare un film adatto a lui bastasse far sorteggiare un copione a caso da un bambino cieco e appiccicarci sopra il finale di Commando.
Ma sapete che vi dico? Ci voglio provare.

codice magnum

Un lampante esempio di versatilità


TRE FILM A CASO RIADATTATI PER SCHWARZENEGGER GRAZIE ALLA SEMPLICE APPOSIZIONE DEL FINALE DI COMMANDO:

Notting Hill: il timido libraio inglese John Matrix incontra per caso la famosissima star di Hollywood Anna Scott (Brigitte Nielsen) la quale, inaspettatamente, rimane attratta da lui facendo scoppiare un tenero amore clandestino. Ma i loro mondi sono troppo diversi: frequentarsi non è facile, e la gente intorno a loro non capisce. Quando l’altrettanto famoso ex-amante di lei (Jesse Ventura) inizia a dare segni di prepotente gelosia, John decide che è arrivato il momento di dare la svolta decisiva alla situazione. In un montaggio rapido lo vediamo armarsi di tutto punto dopodiché, al ritmo di Run to You di Bryan Adams, si presenta sul set dell’ultimo film di Anna e ammazza tutti.

Clerks – Commessi: Dante “Dutch” Schaefer è un commesso nevrotico in un minimarket costretto a fare doppio turno controvoglia. Assistiamo a quella che pare una stralunata giornata tipo tra clienti assurdi, litigi con la fidanzata, e vivaci scambi di opinioni con l’irriverente impiegato dell’adiacente videonoleggio (James Belushi). Ma quando la tensione emotiva raggiunge il picco, ecco che lo spacciatore locale Silent Bob (Sonny Landham) rompe il suo caratteristico mutismo e lo ispira con un paio di aforismi ben piazzati. In un montaggio rapido vediamo Dutch armarsi di tutto punto dopodiché, al ritmo di Hash Pipe dei Weezer, rientra in negozio e ammazza tutti.

Little Miss Sunshine: una simpatica bambina (Alyssa Milano) è stata iscritta a un concorso di bellezza e parte per la California in compagnia della sua famiglia disfunzionale: il padre ossessionato dal successo (Bill Paxton), la madre nevrotica (Maria Conchita Alonso), il fratello ribelle rinchiuso in volontario mutismo (Edward Furlong), lo zio gay fresco di tentato suicidio (Tom Arnold), il nonno sessodipendente (Charlton Heston)… irrompe Schwarzenegger, fa saltare il loro fottuto furgone Volkswagen con un bazooka ammazzandoli tutti, chiede che ore sono e se ne va. Seguono 80 minuti di carrellata sui cadaveri con in sottofondo una compilation dei Guns’N’Roses.

BONUS: Amleto

Che dire, effettivamente funziona. È pure piuttosto facile.
Ripassiamo quindi la trama di questo Codice Magnum: lo sceriffo di città Mark Kaminsky, dal passato cazzuto e la moglie ubriaca (alla faccia di quel detto popolare che dice che non puoi avere entrambi) viene ingaggiato per infiltrarsi ai piani alti di una gang di mafiosi. Tutto sembrerebbe ancora sufficientemente Arnoldiano fino a che non ci si accorge che il piano consiste nel vestirsi elegante, avere la parlata sciolta e sedurre una donna di alta borghesia. Ce lo vedo De Laurentiis ad esclamare “mi venga un colpo se questo non pare cucito su misura per un culturista austriaco con la faccia da uomo di Neanderthal”. Se nell’86 fosse esistita l’internet, credo che sui forum avremmo letto commenti sarcastici tipo “certo, come no, e poi cosa vogliamo fargli interpretare? Il Governatore della California? LOL”. Esagerando come al solito, visto che Schwarzenegger ovviamente non ha mai interpretato il ruolo del politico in un film.

Non ci credono neanche le due comparse dietro

Non ci credono neanche le due comparse dietro

Insomma, per un’ora si assiste a un goffo e imbarazzante film di fantascienza in cui Schwarzy si pavoneggia in giro come uno Sean Connery di sticazzi, senza combinare gran ché. Poi gli viene l’illuminazione di chiamare l’amico che l’ha ingaggiato: “Oi, perdonami, mi rispiegheresti perché devo infiltrarmi in questo covo di mangiaspaghetti?” “Beh, è per guadagnarti la loro fiducia e poi, quando meno se l’aspettano, coglierli di sorpresa e sterminarli tutti…” “Aaaaah ma è tutto qui??? Non potevi dirmelo prima? Che è sta pagliacciata di farmi vestire come un manichino e fare il frocetto con una delle loro troie? Ci penso io come ho sempre fatto, non ti preoccupare… ma pensa te…” In un montaggio rapido lo vediamo armarsi di tutto punto dopodiché, al ritmo di Satisfaction dei Rolling Stones, si reca in sede e li ammazza tutti. Voi scherzate, ma c’è gente che ha scoperto gli Stones grazie a questa scena.

DVD-quote:

“Attenzione: nessuno dice mai ‘Magnum’ in tutto il film”
Nanni Cobretti, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

E ora, se volete, giocate anche voi al Commandizer (ho visto gente aprire blog di successo per molto meno).

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

23 Commenti

  1. Hap Collins

    “To be or not to be? …not to be.”

    Ogni volta che lo vedo mi fa sbragare!

  2. Cleaned

    Grande Arnie. Non capirò mai perché hai aspettato una vita per comparire in un film con Sly e perché ti sei andato a impelagare con la politica.

    http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2010/08/04/article-1300148-0AADFD32000005DC-56_634x420.jpg

  3. Grande pezzo.
    Poi, se volete ridere, andatevi a vedere chi sono gli sceneggiatori di questo film e che altra roba hanno fatto.

  4. Grazie. Non so quale dei quattro fa piu’ ridere.

  5. Wow Commandizer è il gioco dell’Anno!!

    Sideways
    Jack un bellimbusto mascellone si deve sposare con una delle sorelle di Kim Kardashan. Ne nasce un viaggetto pagato dall’azienda di promozione turistica enograstronimica della California con l’amico di sempre Miles (Billy Crystal) uno scrittore fallito ma con una bella macchina da yuppie milanese, dove tra vigneti e botti scoprono di essere due 50enni sfigati. Ad aumentare le loro seghe mentali rimorchiano due tizie in odore di MILF: una bionda Maya (Gena Lee Nolin) che s’accoppia con Miles ed una asiatica Stephanie (Tia Carrere) che s’innamora di Jack. Scoppia un primo casino quando Stephanie scopre su E! che Jack si sta per sposare e per solidarietà anche Maya pianta Miles.
    Jack allora si schiacci Cammi, una cameriera sovrappeso (Rosie O’Donnel) giusto per marcare, peccato che il suo ragazzo (John Corbett) li scopra e li prende a schiaffazzi.
    Jack non si scoraggia, si arma di tutto punto e stermina la famiglia Kardashan al matrimonio e poi torna a finire le inutili vite dei personaggi incontrati nel viaggio precedente tagliando gole con colli di bottiglie di vini pregiati. Soundtrack Discoteque degli U2

  6. andrea

    Allora VI PREGO VI PREGO VI PREGO :
    http://www.youtube.com/watch?v=PZfPm7aDpQE
    ditemi che è un doppiaggio solo temporaneo, vi scongiuro….Nanni diccelo tu !!! o rinneghero’ l’italia come paese di origine se dovesse restare questo team di doppiatori !!!!!

  7. bello.
    Schwarzenegger che parla come LUI (il bambino)
    http://www.youtube.com/watch?v=NGxJucHEnrQ&NR=1
    è un colpo di genio.

    ma questi sò matti…speriamo sia provvisorio.

  8. Con la morte nel cuore, ho scovato su imdb la scheda… del remake di Commando. Come se qualcuno facesse il remake della Gioconda.

    Il Commandizer s’ha da fare, come disse Manzoni.

  9. @Nanni: ma oggi eri fuori dal cinema di Leicester Square per l’arrivo di Stallone, Statham e Lundgren all’anteprima di Expendables? Io e Raflesia c’eravamo e ci chiedevamo se, nella bolgia, fossi presente pure tu. :D

    Zen

  10. ero DENTRO

  11. gigi

    @Nanni: sei ancora vivo? Sei sopravvissuto? Oppure ti hanno ritrovato morto con un sorriso a 46 denti incollato alla sedia del cinema.

    Rispondi, sono preoccupato.

  12. …io ancora cerco su youtube il link dell'”uccisione morbida” di kenshiro…scusate

  13. Ops, scusate, mi e’ partito l’invio, intendevo dentro in ufficio. A lavorare per voi maledetti. Che tanto il film l’ho gia’ visto…

  14. @luca: cerca cerca che ci tengo!

  15. fre.

    nanni! lo hai già visto e non dici nulla!?
    tu ci vuoi male…

  16. Fratelli, in verita’ vi dico: c’e’ uno specialone da finire, manca pochissimo, attendete e sarete ricompensati. E abbandonate ogni timore, che la gioia dei sensi e’ vicina (ok, forse mi sto lasciando trasportare).

  17. gigi

    Hai raggiunto la pace dei sensi ;)

    Il prossimo speciale sara’ la cronaca del tuo pellegrinaggio scalzo da Londra alla villa di Stallone…

  18. La pace dei sensi forse no… in compenso ora so moltiplicare birra e salsicce e camminare sulla benzina

  19. andrea

    TU avrai la pace Nanni, e solo tu !!! Noi italiano se dovremo sorbirci quel doppiaggio avremo solo mezza pace….non so se aspettare per protesta il dvd e guardarlo in lingua originale, ma so che sarebbe impossibile, prego solo che cambino il doppiaggio.

  20. ilfrancese

    Perchè gli Stones esistevano prima di questo spezzone? Non credo proprio …

    P.S.: Ormai i doppiatori italiani sono uno scandalo, sono 4 e pretendono, ripeto pretendono, di fare 40 film e 5 serie ogni anno. I migliori si danno alle pubblicità radiofoniche. Una desolazione …

  21. Fra X

    Lo presi assieme a “Robocop” con la prima uscita di una bella serie da edicola di cui ora non ricordo il titolo! ^^ Mi fermai alla seconda uscita, Highlander, però.
    Non conoscevo questo film con Schwarzy e non è che m’ impressionò più di tanto se non erro. Rivedendolo di recente l’ ho trovato abbastanza godibile, ma niente di eccezionale. Da come lessi nell’ opuscoletto allegato in cui c’ era anche la riduzione a fumetti (!) del film con immagini proprio della pellicola (praticamente un fotoromanzo action! ^^), che non riesco più a trovare -.-, Arnold fece il film perché era ancora legato al mitico e compianto Dino per ancora una pellicola o qualcosa del genere. Grazie anche al libretto scoprii che nella filmografia del famoso attore-culturista c’ era “L’ implacabile”, film che però ho visto solo di recente.

2 Trackbacks

  • […] per assurdo l’unico film in cui Stallone si veste da donna. Due volte. E poi mi lamento di Schwarzenegger/Bond e Austin/Bourne. La seconda idea era farmi due risate su Demolition Man, e interrogarmi di nuovo […]

  • […] caldo in attesa del prossimo film in cui credere davvero, come un Sorvegliato Speciale o un Codice Magnum. E la reazione davanti a una scoperta del genere è ambigua, perché da una parte uno pensa che per […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.