Crea sito

Steven Seagal: Lawman. S1, Ep.3/4

Si guadagna da vivere grazie ai film, ma negli ultimi 20 anni è stato anche un poliziotto. Insieme ad alcuni dei migliori ufficiali in servizio protegge la gente di Jefferson Parish, Louisiana. Il suo nome è Steven Seagal. Esatto, Steven Seagal: vicesceriffo. E, una volta alla settimana, Nanni Cobretti vi racconta le dodici avventure contenute nella prima stagione del miglior show che qualunque media audiovisivo potesse offrire all’umanità tutta.
Ah, dimenticavo: “Chuck Norris: Puppagli La Fava”.

steven seagal lawman
EPISODIO 3

Out For Justice (il riassunto): si parte alla grandissima, svaligiamento in corso e Steven Seagal all’inseguimento! Una volta sul posto, la mossa furba è mandare avanti il cane. Che non trova nessuno. Ma in compenso dà lo spunto per il siparietto di oggi: Steven Seagal Animal Trainer (sorry, non è quello che pensate)! Steven spiega di aver comprato nell’Est Europa un nuovo cane assassino, Frankie, da affiancare al suo cane assassino attuale Carl, e lo vediamo mentre con l’aiuto di un addestratore tenta di insegnare loro lo spirito di squadra. Per metterli alla prova, tira fuori dalla tasca un extracomunitario e gli scatena i cagnacci contro. Seguono matte risate. Il caso 2 è l’ora della magica premonizione: “Quei due ragazzi si stanno scambiando qualcosa. Potrebbe essere droga. Mandiamo tre pattuglie.” Le tre pattuglie arrivano e, mentre Steven gironzola senza meta e ripete le cose che dicono gli altri, vengono trovate tracce di marijuana. Sarebbe l’ennesimo nulla di fatto se non fosse che un genio decide di mentire sulla propria identità a un poliziotto che guarda caso andava a scuola con suo fratello. Fesso. Caso 3: qualcuno chiama il 911 e mette giù prima di finire di spiegare. Potrebbe essere in pericolo di morte come potrebbe essere uno scherzone. Stevie, impassibile, intima il collega di lanciare l’auto a tutta velocità. Salta fuori che la padrona di casa aveva chiamato la pulla perché il suo amico era ubriaco e la stava minacciando, poi imparanoiatissima era scappata di casa. Il nostro eroe entra con lei, e si creano le premesse per una scena da leggenda: “Tu mi minacci? E io chiamo Steven Seagal”. Ma in casa non c’è più nessuno. E più velocemente di quanto possiate pensare “che palle” eccoci alla seconda divertentissima parte di Steven Seagal Animal Trainer! Stavolta il nostro tira fuori dalla tasca un italoamericano di nome Donnie e, mentre i suoi amici a quattro zampe se lo divorano vivo, lui si unisce alla festa infierendo sul poveretto a schiaffi. Che simpatia!

Today You Die (l’highlight dell’episodio): di brutto la scena in cui i suoi cani azzannano l’italoamericano tascabile e lui si unisce prendendolo a schiaffi mentre il povero Donnie si rotola a terra desiderando di morire.

Marked for Death (il momento palesemente costruito pro-spettacolo): terzo episodio tragicamente privo di avvenimenti, tocca puntare le scommesse sul pirla che ha mentito sulla propria identità in quanto mossa gratuita che ha regalato un insperato senso a tutta l’imboscata.

The Glimmer Man (le pillole di saggezza): “Negli ultimi 20 anni mi sono dedicato ad allenare pastori tedeschi. Quando sono a casa posso proteggere la mia famiglia senza problemi, ma quando non ci sono conto su di loro.”

The Onion Movie (il momento in cui la realtà si confonde col cinema e/o viceversa): una delle ragazze fermate al presunto scambio di droga riconosce il nostro eroe: “Steven Seagal! Mia zia adora i tuoi film!” “E tu?” “Io non li guardo”.

Il povero Donnie a terra rantolante azzannato dai cani e scalciato alla vigliacca da Steven Seagal Animal Trainer

Il povero Donnie a terra rantolante azzannato dai cani e scalciato alla vigliacca da Steven Seagal Animal Trainer

EPISODIO 4

Out For Justice (il riassunto): un tizio in furgone piglia o non piglia sotto un bambino di due anni, ed è compito di Steven Sherlock Superman Seagal scoprire cos’è successo e ristabilire ordine e giustizia. Il nostro dà aria alla bocca per cinque buoni minuti finché un collega non gli spiega di aver dedotto da un paio di rapidi indizi che il monello è corso incontro al veicolo ed è stato preso solo di striscio. Il nanerottolo è sano, l’autista è ritenuto innocente, e si può passare al siparietto di oggi: Steven Seagal Filantropo! Ecco il nostro eroe visitare il reparto minorenni dell’ospedale di città, regalare cose a caso (massima invidia per il piccolo bastardo che si è cuccato un Lego), scattare foto e scambiarsi saluti in codice. Caso 2: finalmente il colpaccio! L’ex simpatica recluta non-giovane sovrappeso Alex Norman al quarto episodio è già Capitano (il che sputtana silenziosamente al volo metà episodio 1), e nasa un tizio gettare della droga in terra e allontanarsi coi due amici facendo l’indiano. I tre vengono fermati da due auto, Steven si occupa personalmente di perquisire uno di loro e – carramba! – gli trova addosso nientemeno che un fucilazzo a canne mozze. I rallenty sottolineano il momento di gloria. Al ritorno in auto Steven puntualmente si vanta di aver detto al criminale “Non azzardare una sola mossa falsa”, mentre il fido Johnny Fortunato gli fa notare che in realtà ha inframezzato la frase con un 3×2 di imprecazioni fuori luogo (che potrebbe o non potrebbe essere il motivo per cui la telecamera non ci ha mostrato la scena). Ma le chicche non finiscono qui. Un breve stacco sobrio, e “Molti mi conoscono come attore, ma ho suonato il blues tutta la vita”. Signore e signori, ecco a voi Steven Seagal Guitar Hero. Chi vi scrive ha avuto l’immenso onore di assistere alla data londinese dello Steven Seagal Mojo Priest World Tour 2007, ed è un ricordo che non smetterà mai di emozionarlo. Vi garantisco che, contrariamente alle plausibili aspettative, non è stato il concerto piu brutto della mia vita, e vederlo in sala prove mentre prepare un concerto di beneficenza per i bambini malati di cancro è una cosa che riempie il cuore di gioia e ammirazione. Voglio dire: c’è qualcosa che quest’uomo non sa fare, a parte correre? Ma non c’è tempo: caso 3, un’auto sta girando in piena notte a luci spente, e una magica premonizione, sottolineata come al solito dai flash della regia, avverte Steven che tutto ciò è contrario al codice stradale. E lo indovinereste? Il tipo alla guida era ricercato perché in debito con il pagamento degli alimenti verso moglie e figlio. Proprio in tema con l’episodio di oggi! Che coincidenza. Gran chiusura sul concertone, lacrime e tutti a casa.

Today You Die (l’highlight dell’episodio): dopo la mosceria andante dell’episodio precedente, ecco una bomba dalla quale è difficile scegliere. Vada per l’assolo di chitarra.

Marked for Death (il momento palesemente costruito pro-spettacolo): la perquisizione con ritrovamento del fucile, fisso. Era talmente grosso che di sicuro il simpatico Capitano non-giovane sovrappeso Alex Norman l’ha notato a distanza e ha detto a Steven “vai, perquisiscilo tu”, regalandogli il primo vero momento di gloria di tutta la serie.

The Glimmer Man (le pillole di saggezza): “L’arte marziale di cui sono esperto si chiama Aikido, ed è tutta questione di armonia. Quando qualcuno litiga, io intervengo e cerco di portare armonia.” “Per me [visitare i bambini all’ospedale] è la cosa più difficile del mondo. Non puoi permetterti che ti vedano piangere, o crollare, o sembrare a disagio, perché ciò li turberebbe. E allora devi indossare gli occhiali da sole e mantenere un’espressione forte.” “Sono nato e cresciuto circondato da persone con cui suonavo la chitarra sulla veranda. Amo la musica, amo il blues… Non sarei in grado di respirare se non potessi fare musica.” “Non ha messo la freccia, e ha spento le luci. Quando la gente si comporta in modo strano, non mette la freccia, spegne le luci… di solito… ehm, vuol dire qualcosa.” “Amo i bambini. La gente che mi ama e mi conosce lo sa.”

The Onion Movie (il momento in cui la realtà si confonde col cinema e/o viceversa): “Ladies & Gentlemen, Mr. Steven Seagal!”

Eric Clapton, Puppare

Eric Clapton: Puppare Fava

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

15 Commenti

  1. Harry Piotta the king of the hill

    Ecco perché leggo sto sito. Per post come questo.

  2. Pigi

    Tra l’altro Mr. Seagal ha una collezione di chitarre da far impallidire chiunque abbia mai fatto un do maggiore.

  3. Odder

    “c’è qualcosa che quest’uomo non sa fare, a parte correre?” mi ha strappato la prima risata di una settimana in cui da ridere non ce n’è!!! grazie davvero :)

  4. @harry: Felice Natale anche a te!

    @pigi: QUALSIASI cosa fa Mr. Seagal fa impallidire CHIUNQUE ;)

  5. @odder: di nulla, siamo qui per questo :)

  6. ROTFL
    il sito ufficiale del Lawman è GRANDIOSO.
    la pagina relativa alla Filantropia del Nostro sembra lo svolgimento del tema proposto dalle nostre ultime 100 Miss Italia: “il mio più grande desiderio è la Pacenelmondo”

  7. @
    Bacio le mani a vossignoria !!

  8. Fan-boy

    Questa serie è una delle cose più eccezionali che io abbia mai visto:
    Reperto A: mi è venuto da piangere almeno in due o tre occasioni e… non erano neanche momenti realtmente tristi
    Reperto B: dopo l’episodio 3 sto insegnando la via dell’aikido al mio bassotto tedesco nano (non sarà pastore, ma le sue origini crucche ne fanno ugualmente una temibile macchina di morte)
    Reperto C: ora so che per fare il poliziotto devo mettere su almeno una ventina di chili nella zona addominale
    Reperto D: mia nonna ha smesso di vedere sentieri e ora si sta addestrando nella via dell’armonia insieme al suddetto bassotto

    Nanni Cobretti non ti potrò mai ringraziare abbastanza, ma se Steven dovesse mai fare un concerto a Roma sei invitato… i tappi per le orecchie li porto io!

  9. Wulfgar

    grazie mille per questa rubrica/recensione periodica di Lawman, è l’appuntamento che attendo più con ansia.
    tra l’altro in ogni puntata ci sono degli insegnamenti sulla vita che non sono mica da ridere.cazzo, cazzo, cazzo…….

  10. Stanley Buzzanca

    Ma il castoro in testa! Perché nessuno parla del castoro in testa? PERCHE’????????????

  11. LordBaygon

    Penso che la visione di Lawman dovrebbe essere obbligtoria nelle scuole di ogni ordine e grado.

  12. @Buzzanca
    il castoro ormai è morto e imbalsamato. Se lo toglie solo per piantare chiodi nel muro a testate.

    Informativa del politburo:
    Ho saputo da un mio informatore sovietico che nei prossimi episodi Super SS se la vedrà con un branco di modelle russe biondo plantino, ingaggiate come hotess di un famoso attore americano ecc. ecc. lo sviluppo della storia lo sapete già, quindi niente spoilerfobia.

  13. Pipolo Segal

    “Sono nato e cresciuto circondato da persone con cui suonavo la chitarra sulla veranda.”

    http://www.youtube.com/watch?v=2-VO46MPPRw&p=C7E3EE1FF3F14DE7&playnext=1&index=55

  14. Hello there, I found ylur site by the use of Google at the samje time as looking for a comparable topic, your website got here up, it appears to be like great.
    I’ve bookmarked it in my google bookmarks.
    Hi there, just was aware of your eblog via Google, and located that it is really informative.
    I amm going to wztch out for brussels. I will be grateful in case
    you continue this in future. Lots of folks will likely be benefited out of your writing.
    Cheers!

One Trackback

  • Scritto da Steven Seagal: Lawman. S1, Ep.5/6 « I 400 calci il 21/10/2010 alle 07:01

    […] 44 Magnum col cane in carica (sticazzi), ignorando che noi del pubblico abbiamo già scoperto nella puntata precedente che il simpatico non-giovane sovrappeso Alex Norman non è una recluta ma un FOTTUTO CAPITANO, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.