Crea sito

Venere vs Satana: l’indifferenza di fronte alle donne nude.

Un header meglio di questo trovatemelo voi.

Un header meglio di questo trovatemelo voi.

Evidentemente non paga del proprio fisso connubio, il volto che varò mille rubriche Dolores Point Five presenta Venere vs Satana, un nuovo appuntamento dei 400 Calci dedicato alle cose più frequenti – ma inspiegabili – che vengono fatte fare a uomini e donne nei film dell’orrore.
Dopo la prima puntata, dedicata al rituale che oggi chiamiamo “don’t look back in anger“, passiamo a un altro classicone.

Deacon Frost, te possino.

Deacon Frost, te possino.

La scena: il malvagio o moralmente compromesso Ciccio si apre la strada in un mare di donne nude senza degnarle di uno sguardo. L’andazzo non cambia là dove le donne nude si struscino tra loro, Ciccio raggiunga una stanza privata con donne più nude e più belle, oppure faccia partire lui stesso un video di donne nude per allietare i propri ospiti. Per dare maggiore risalto alla cosa Ciccio potrà essere accompagnato da Pasquale, un cuore semplice che risponderà a tutto quanto come il lupo di Tex Avery. Eccezionalmente diffusa nel filone horror-vampiresco.

A cosa serve? A dimostrare come anni e anni di luridume abbiano totalmente desensitizzato Evil!Ciccio, ormai più attento a riscuotere mazzette / pianificare sequestri / tranciare vene che a reagire come Natura vorrebbe di fronte ai biechi stimoli umani. Nella pratica, può instillare qualche leggero dubbio – voluto o meno – sull’eterosessualità dei partecipanti.

Chi l’ha inventata? Il trucco dev’essere vecchio come il mondo – almeno, io non ricordo che il conte Dracula abbia mai coperto di attenzioni le sue spose – e in Ragazzi Perduti è una prima cartina di tornasole per distinguere i Cicci dai Pasquali, ma la spallata finale in termini di diffusione gliel’ha data la scena di discoteca di Cyclo, dove la papponeria di Tony Leung Chiu Wai e dell’uomo con la sigaretta SEMBRA accresciuta dal loro non batter ciglio davanti a una bellissima donna AMMANETTATA che balla Creep dei Radiohead. (In realtà Tony Leung Chiu Wai angsta a mille.)

Il segreto di un buon blogger: non rivelare le proprie fonti.

Il segreto di un buon blogger: non rivelare le proprie fonti.

Ultimi avvistamenti: a parte le robe di David DeCoteau che NON VALGONO, la serie TV True Blood ne ha fatto un passaggio obbligato per i personaggi vampiri (attenzione, che alcuni di loro, poi, alle donne nude si dedicano eccome); la saga Fast & Furious prevede almeno una scena simile in ogni film, spesso ambientata a una festa dove ogni muro trasuda gnocca dal soffitto al pavimento, una buffa insistenza che promette cose losche per l’imminente Fast Five. Come se già il titolo, poi.

Contro-esempio (solo per stavolta): buoni e cattivi, vergini e draghi, tutti amano la danza di Satanico Pandemonium.

Non mi stancherà MAI.

Non mi stancherà MAI.

Ha una parola-chiave tutta sua su IMdB? Macché. La solita ricerca incrociata ci restituisce cose miserelle: female nudity, stripper, beautiful woman, nightclub, world weariness. Cerchiamo dunque una soluzione insieme:

1. dude, she’s right there

2. I got 99 problems and your tits ain’t one

3. it’s go-go, not bore-bore

4. i danni di Stephen Dorff

5. George Bush doesn’t care about naked chickies

Vale anche in questo caso.

Vale anche in questo caso.

Parenti ricchi: oggi come oggi è assai diffusa – a volte con BUON SENSO, a volte NO – nel cinema europeo con ambizioni, dove rappresenta una scorciatoia per evidenziare la perdita della bussola etica da parte del protagonista maschile. Il cinema americano reinterpreta a modo suo: A prova di morte ne usa una variante molto più vivace, ma solo per creare false aspettative; Sofia Coppola ne deve andare matta, se l’ha messa in due film su quattro.

Conseguenze immediate nel film: Ciccio prosegue il suo tran tran quotidiano come se nulla fosse, perché per lui nulla è; Pasquale si innamora tantissimo della più carina sulla scena. Oppure ci si aggiusta un side deal, a tratti sembra un po’ la stessa cosa.

Conseguenze immediate nel mondo reale: abbiamo un video.

Come si piazza in una scala da zero a LOLLONI? Dipende dalla mimica facciale dell’attore che interpreta Evil!Ciccio. Se è uno bravo, riuscirà a renderci partecipi della sua indifferenza da Cento Acri, e persino a farci simpatizzare con lui, e a darci noi stessi arie da vissuti, che quelle cose lì le vediamo per strada tutte le sere. In caso contrario, s’aprono le porte dell’imbarazzo collettivo. Può persino rappresentare il famigerato punto del non ritorno dei LOLLONI. (Dicesi punto di non ritorno dei LOLLONI il momento dove lo spettatore comincia a privatizzare le tirate di bong, canticchiare I Know What Boys Like, chiedersi se Quentin Tarantino s’è mai trombato Vanessa Ferlito, postulare la fattibilità di Hellraiser nello spazio, eccetera.)

Risolve un problema che altrimenti avrebbe allungato la sceneggiatura di dieci pagine? Al limite ne crea uno. Vedi alla voce “permette di aggirare il nudity rider del’attrice protagonista?”.

La tentazione di aggiungere "... e buco chi non lo dice" è forte, ma va combattuta.

La tentazione di aggiungere "... e buco chi non lo dice" è forte, ma va combattuta.

Permette di aggirare il nudity rider dell’attrice protagonista? Ovviamente NO, anzi, crea le condizioni perché il direttore di produzione debba assumere MUCCHI di ALTRE attrici disponibili a togliersi almeno il pezzo di sopra, e/o debba rivedere il contratto della prescelta, che OVVIAMENTE vorrà PIU’ SOLDI perché sua mamma non ha sgravato una FIGLIA SCEMA. D’altro canto, Roger Corman ama dire che “le bocce sono l’effetto speciale più conveniente”. Take it as you will. (On second thought, don’t.)

Cosa succede se proviamo a rifarlo a casa? Ciccia si spoglia. Ciccio gioca con il BlackBerry. Ciccia gli fa ingerire un volume dell’Enciclopedia Britannica.

Cosa può fare un regista meno cane per ottenere lo stesso effetto? Evil!Ciccio spara in faccia a un bambino, Evil!Ciccio organizza una spedizione al Polo solo per ammazzare pinguini a bastonate, Evil!Ciccio si abbandona a un languido monologo sulle Crociate, Evil!Ciccio fuma con gli occhi volti al soffitto mentre ascolta Barbarism Begins At Home. La mia preferita resta “Evil!Ciccio spara in faccia a un bambino”.

Il parere di Norman:

Norman dice: "se la donna è bella, il gioiello non deve nascondere".

Norman dice: "se la donna è bella, il gioiello non deve nascondere"

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

23 Commenti

  1. Il_Presidente

    E’ una chiave di lettura che si può applicare anche allo Statham di Transporter oppure quello rimane metrosexual/addirittura not straight?

  2. ratto reietto

    Lo Statham di Transporter se non sbaglio era stato scritto come un personaggio gay

  3. Statham si bomba lei, http://vimeo.com/groups/16153/videos/8722055 fa bene a snobbare quelle sciacquette da due lire! :)

  4. ANGSTO E QUOTO!

  5. Pigi

    Giusto per ribadire che i premi come miglior blog cinematografico di sempre dell’universo non si vincono per caso.

  6. Jo

    5)Si, Frank Martin è pensato come personaggio gay, o quantomeno asessuale, ne parlava credo il Cobra qualche mese fa, nella recensione di Transporter 3.

    B)Dolores lo ripeto: INCATENA NORMAN AL TERMOSIFONE FINCHE’ NON SI DECIDE DI SCRIVERE UN LIBRO DI MASSIME. SOLDI FACILI!! Se a Natale metto le mie manine unte e pacioccose su un telefonino Android possiamo anche metterci d’accordo per sviluppare una applicazione. E’ piuttosto facile, e realisticamente a 80 centesimi secondo me un po’ di soldi si tirano su. Non cifre starkiane, ma da gelato la domenica di sicuro.

    °)come ha detto Vinx, mi accodo: angsto e quoto

    1)Just FYI: dopo avere letto questo post (ed essermi tranquilizzato di non essere ancora in nessun modo evil!Ciccio) ho dato mandato ISCRITTO ai miei amici di piantarmi un paletto nel cuore, decapitarmi e affogare il mio corpo nell’acqua corrente nel caso mai manifestassi segni premonitori.
    (anche se ogni tanto al lavoro l’idea di sparare in faccia ad un infanteurlante(TM) non la trovo moralmente opinabile)

    D)Complimenti per il post, una analisi veramente illuminante e ben fatta!

    ultimo)Ci piace pensare che Tarantino due colpi alla Ferlito sia riuscito a darglieli, tra un ciak e l’altro.

  7. Grazie, siete tutti molto puntuali.

    La questione Transporter è insieme delicata e sciocchissima: il regista del secondo capitolo disse “io l’ho messo in scena come un personaggio gay“, però lo disse parecchio tempo dopo che il film era uscito, e in seguito disse “no no, l’ho detto solo così per il LOAL”.

  8. Non CI stancherà MAI.

  9. Jo: l’APP la facciamo quando vuoi tu, non ti possiamo negare niente da quando ci hai procurato il fermo immagine di Jonah Hex.

    Salutate Jo, ragazzi.

    Comunque su Tarantino e Vanessa Ferlito circolano foto del genere, ognuno è libero di interpretarle come gli pare a lui.

  10. Helena Bonham-Skynet

    Comunque la questione Fast and Furious è molto più complessa, perchè perlomeno nella coppia canone Diesel / Walker uno si scopa la sorella dell’altro (ovvio surrogato, ma questa è un’ulteriore parentesi) per cui quando entrano nella discoteca c’è sempre quel momento di sguardo molto pubblicità vecchia sicilia di dolce e gabbana, della serie se tocchi il culo di quella lì ti ammazzo per l’onore di sorema, che comunque è solo lì a nascondere un più sincero ‘amore, ti ho visto che guardavi il culo di quella lì’, mo te meno.

  11. Helena Bonham-Skynet vorrei conoscere i tuoi genitori e stringer loro la mano per il nome che ti han dato!

  12. ” Comunque la questione Fast and Furious è molto più complessa, perchè perlomeno nella coppia canone Diesel / Walker uno si scopa la sorella dell’altro (ovvio surrogato, ma questa è un’ulteriore parentesi) per cui quando entrano nella discoteca c’è sempre quel momento di sguardo molto pubblicità vecchia sicilia di dolce e gabbana, della serie se tocchi il culo di quella lì ti ammazzo per l’onore di sorema, che comunque è solo lì a nascondere un più sincero ‘amore, ti ho visto che guardavi il culo di quella lì’, mo te meno.”

    And just like that, ci s’infrappone il tema del prossimo episodio.

  13. alessandro

    si ma a quello di cyclo è appena stato detto che un rumeno ubriaco gli ha investito moglie e figlia e che ha un tumore al cervello con metastasi ormai ai piedi, ergo, non vale.

  14. Jo (mobile)

    Concordo con Happ Collins, un nome meraviglioso.
    Ci ho già paura a pensare al prossimo post di Dolores che affronta i riferimenti cripto-omo di fast and furious..

  15. Aggiungo che tracce di questo argomento si trovano pure in “Lost Boys: The Thirst”. Ho detto TRACCE e non intendo scriverne, perché è noiosetto.

  16. @Jo
    io ho un android, se può servire lo immolo v(i)olentieri

    @Doll V
    L’idea della desensibilizzazione è corretta ma troppo da tema scolastico. Infatti farsi vedere disinteressato alle gonnelle è da sempre sintomo di appeal: cioè: mi faccio notare di più se mi faccio vedere oppure se non mi faccio vedere ? (chi lo diceva ?)
    Leggendo tutto ciò ho pensato alla Viennetta Cart d’Or. La Viennetta essendo sempre da me stata interpretata come instrumentum regni sessuale. Rocco usa spesso delle Viennette nei suoi film… (voi NON fatelo però!)

    @Jo
    Dimenticavo: solo io posso chiamare Cobretti il Cobra. Se lo fa qualcun altro, lui si offende.

  17. Jo

    @Harry: se il progetto “A Norman view on life, movies and everything else” va in porto considerati arruolato come alfa tester. Al momento ho troppo da fare per dare una occhiata seria all’ SDK di Android e tutto il sistema di sviluppo dietro, ma da qui ad un mesetto le cose dovrebbero migliorare, e un pensiero ce lo faccio volentieri, anche solo per farci due risate. vedrem.

    Per quanto riguarda Cobretti chiedo scusa e mi cospargo il capo di cenere.

    Il discorso del “mi faccio vedere disinteressato alle gonnelle per attirare suddette gonnelle” è indubbiamente vero, ma in questo caso fuori bersaglio: qui stiamo osservando soggetti (da ora in poi riferiti con la nomenclatura clinica di Evil!Ciccio) che non ATTEGGIANNO disinteresse ma in realtà bramano gonnelle.. stiamo parlando di soggetti che SONO disinteressati alle suddette… differenza non da poco.
    PS domanda nerd: che telefono con che versione di Android? (Cupcake, Donut, Eclaire, Froyo) (si, alla Google sono stati così nerd da dare alle loro versioni C/D/E/F nomi di dolci.. come i prossimi Gingerbread, Honeycomb e Icecream..)

  18. Simo

    Dolores, ma la variante al femminile di “ogni maledetta domenica” come s’inserisce in tutto questo? Quella con la Diaz che entra a testa alta nello spogliatoio e snobba i tipi che senza calzoncini camminano su tre gambe per dirigersi sicura ed in tailleur verso l’unico con con ancora i calzonicini indosso.
    La declini paro paro chiamando la Diaz “ciccia” e tutte le ragazze portate con l’inganno (ma più facilmente con il traspallet) a vedere un film sul football “pasquala”, oppure si muove qualcosa?

  19. Ci ho pensato e la risposta è “non lo so”. Tu come la vedi?

  20. @jo: anche Harry dovrebbe chiedere scusa, solo la mia morosa lo… ehm, MI puo’ chiamare “il Cobra”

  21. Simo

    Essendo un esemplare caso di donnuomo direi “viva la parità dei sessi” e lascerei tutto così com’è.
    Magari nel caso specifico è più interessante l’aspetto interattivo di sostituzione del personaggio “pasquale” con uno o più elementi pescati a piene mani dal pubblico più che dal film.
    E no, non vale dire che anche nel caso primario ciccio + pasquale + gnocca ignorata c’è un pubblico maschile che si affligge da momentaneo priapismo. Il pubblico maschile di norma non si identifica in un pasquale di buon cuore. Il pubblico maschile si identifica nel duro e cool ciccio che snobba la gnocca perché pure noi, che ciccio non siamo, di passera ne vediamo più che di un cesso pubblico e ormai non ci fa né caldo né freddo. Pfui e tsze.
    Ed anzi direi di più: pure nel caso Diaz + piselloni neri il pubblico maschile rimane affascinato dal Big Bamboo, soprattutto se si lascia sfuggire qualche paragone con ciò che di norma vede la mattina presto e subito dopo i pasti.
    Insomma no, nel caso Diaz + piselloni neri il pasquale c’è ma non è sullo schermo bensì davanti.

  22. @Jo
    :-)
    Con ordine. La disquisizione sul non provare emozioni per le gonne corte indotta da assuefazione al porno è risaputa. Però il punto che sottolineavo è un altro: l’attrazione c’è sempre, anche quando non la si prova: infatti la libido è difficile non averla. Si tramuta, si autoinnesca in livello anatomico differente. Ma c’è. E il concetto di “donna nuda” non è un unicum. Ballard, Bourroughs…
    Android. Htc Desire con Froyo 2.2 last version. Se crei una app con l’app creator io la scarico e la testo volentieri. Keep in touch :)

    @K.O.Bra
    Sei troppo avanti ! Anche io devo recedere dall’appellativo Cobra, e passo al più monastico K.O.Bra (l’ammazza reggiseni?). Bello eh ?

One Trackback

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *