Crea sito

Corto circuiti: The Grandmasters, il teaser

Amici lettori, dateci una mano su questa perché siamo molto confusi.
Sì, lo sappiamo, Wong Kar-Wai ha fatto anche Ashes of Time, non è esattamente la prima volta che si dà al kung fu. Però sono almeno vent’anni che fa solo cose pensose da portare a Venezia e Cannes tanto quanto Michele Zarrillo scrive solo canzoni noiose da portare a Sanremo, al punto che so che il nostro Casanova ha sempre vissuto con difficoltà la sua fastidiosa omonimia. Io in ogni caso sono l’ultima persona a poter giudicare perché non lo seguo, mi sono solo imbattutto una volta in Hong Kong Express e la mia reazione è stata “eh???”. Mi pare abbastanza chiaro che io e lui viviamo su pianeti diversi.
Insomma: per solidarietà ero prevenuto malissimo verso questo The Grandmasters, soprattutto per via del fatto che narra di Ip Man come se Donnie Yen non fosse già il protagonista di una saga di successo sullo stesso argomento il cui più recente capitolo è tipo dell’anno scorso.
Ma con sommo stupore ho dovuto inchinarmi ai fatti.
Questo non sembra “sono un Autore per cui vi mostro il dramma umano interiore di un personaggio storico e gli schiaffi mi interessano relativamente”.
Questo non sembra “sono un Autore per cui giro con sufficienza queste cosacce da poveri buzzurri”.
Questo non sembra “sono un Autore per cui ammiratemi mentre con la mia sensibilità Autoriale mi convinco di reinventare i film di botte e/o li faccio diversi/meglio di tutti gli altri”.
Questo sembra semplicemente il buon sano e vecchio “sono un professionista per cui faccio le cose molto, molto, molto bene e BASTA”.
Il teaser di The Grandmasters è così: niente di nuovo e niente di trascendentale, tanta stilosità ma al servizio delle coreografie e non solo di belle inquadrature. E alla facciaccia di chi sostiene che il mestiere di un teaser sia quello di non far vedere niente, ecco a voi un minuto e ventuno di pizze in faccia (where’s your Batman now?).
Grazie, Wong Kar-Wai. Bentornato.
Se però mi sono sbagliato e il film fa cagare ti spacco gli occhiali in due in un colpo solo con la mano di taglio.

Tags: , , , , , , , ,

65 Commenti

  1. coraado

    e temo che il connubio azione figa – introspezione coatta non accontenterà nessuno.

  2. coraado

    ho cercato notizie qua e là, e ho scoperto che la controfigura di tony leung per le scene d’azione è Henry Araneda, un campione di wing chun DI MELBOURNE.

  3. Phoenix

    @Nanni Per Van Damme poco sopra la media agonistica è decisamente riduttivo per uno che ha vinto gli europei (anche se da giovane). Non menzionarmi Steven Seagull :P Cmq si, non serve essere campioni per sapersi muovere bene.

    A me La Tigre e il Dragone m’è piaciuto (più per la storia e l’atmosfera e gli attori) ma altri wuxia li ho trovati terribili e inguardabili tipo la foresta dei pugnali volanti o Hero.

    Cmq la questione attore/artista marziale è un argomentone che non saprei dove iniziare. Diciamo che se sa troppo di finto (per varie ragioni) può non piacere, per come dire non c’è niente da vedere è tutta fuffa, scena, niente sostanza. Nel caso di Matrix sia i combattimenti che il resto mi sanno di finto.

    Può esser colpa dell’artista marziale, ma anche del coerografo, della sceneggiatura, o dell’attore stesso che fa talmente schifo che pure se mena è noioso.

  4. Ma allora qui non sono tutti cinefilissimi come io avevo sempre pensato leggendo qualche commento.. Le pecche, a quanto leggo in quasi tutti i 53 commenti precedenti, sul cinema orientale sono grosse.. Kar-Wai è un genio, non dubito affatto ne verrà una cosa stilosissima. Era pur sempre il delfino di Patrick Tam (“The sword”), qualcosa avrà imparato. Tony non è un combattente come Donnie, però Ip Man2 era bruttino; qui poi ricompare Brigitte, non cosa da poco..

    PS: Angela, perchè dopvrebbe “far cagare”, (per adoprare il francesismo che hai usato tu)? Se ti piace “Twlight” o “Harry Potter”, è ovvio, stanne lontana..

  5. Angela

    Santjust mi costringi a sboronare. Non so se la mia aderenza al cromosoma xx ti convince del fatto che a me piaccia twilight che manco ho mai visto. Ho una certa età e guardavo a touch of zen quando forse non eri nato e giravano solo VHS senza manco sub in inglese. Vedo questo trailer e ci sento tutto il peso dell’estetizzazione insopportabile che è alla base del wuxia dell’ultimo decennio. Poi mi sbaglierò come mi sono sbagliato per l’ultimo tsui hark. Speriamo

  6. Mmmm, capisco Angelo/a, non c’era bisogno di “sboronare” (come dici tu), chiedevo solamente come potessi giudicarlo tanto male solo dal trailer, non credo d’aver offeso nessuno.. PS: “quando forse non eri nato”, fa sorridere, farei volentieri cambio di anni con te, mi sa che qualcosa ci guadagnerei ;)

  7. ratto negletto

    Dio ci scampi dai cinefili.

  8. coraado

    dio ci scampi dalle discussioni sui cinefili, ancor di più.

  9. Angela

    ahahaha ipotizzi sia maschio perchè mi piaceva il wuxia:))) O perchè scrivo da queste parti? Sono tutto tranne che un uomo. Bruttina e vecchiotta ma non sono un uomo. E’ inequivocabile. Cmq ero scherzosa, mi spiace non si sia capito.
    @Ratto: cinefila dillo a tua sorella:P

  10. Angela

    Ah, ho riletto, avevi un dubbio legittimo causa refuso o invidia freudiana del pene:)

  11. Citare come wuxia solo la tigre e il dragone, hero e la foresta dei pugnali volanti sarebbe come dire: non mi piace il melodramma, non ho mai retto twilight, incompreso e love story.

    Sono film di merda! Se segliete di vedere solo i film di merda di un determinato genere cosa pretendete?

  12. Comunque tra i film sceneggiati da wong kar-wai c’è pure un Saviour of the soul che è un wuxia infarcito di humor cantonese con Andy Lau. Guardate il trailer e vergognatevi!!! :-P

    http://www.youtube.com/watch?v=k6lNyrm4l8A

  13. ratto infetto

    Angela: non mi permetterei mai. era un cinefili sui generis.

  14. sara

    alla Berlinale è tutto un parlare di questa cosa qua…
    io sono una capra ma:
    film di menare + Maestro Ip + Tony Leung<3 + cose che si rompono = :Q___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.