Crea sito

In sacrificio per voi: Solo per vendetta



Non sono uno di quelli che giudicano i film sulla base della trama, ma anch’io ho le mie bestie nere. Nella fattispecie, riconosco sostanzialmente tre tipi di film che mi fanno schifo A PRESCINDERE da regia attori e colonna sonora e montaggio, solo perchè nel plot succede che

  1. tutto quanto, si scopre, sta succedendo nella mente del protagonista;
  2. lui o lei scopre o rivela all’altro/a di avere un male incurabile;
  3. il cattivo in realtà è un autentico patriota e/o un buon cittadino e cagando sull’incolpevole protagonista sta in realtà salvando delle vite.

Potrei fornire un appiglio teorico che metta insieme le tre cose e si ricolleghi ad una mia visione del mondo, ma suonerebbe ancora più patetico di quello che già sono come persona e sarebbe puro e semplice esercizio fisico della mente, non diversissimo da -che so- le duecento flessioni che ho fatto stamattina prima di svegliarmi. Si metta a verbale, in qualsiasi caso, che il plurianticipato Solo per vendetta (dev’essere la prima volta che sui 400 Calci non diamo NESSUNA anticipazione di un film con Nic Cage) fa parte della terza categoria. La quale probabilmente ha bisogno di spiegazioni extra: si tratta di quel genere di film sulla falsariga di Codice Swordfish e relativi parenti nobili. L’eroe si ritrova invischiato nei meandri di un’organizzazione con fini umanitari e troppo grande-scaltra-ben finanziata da poter essere sconfitta dal singolo, fatte salve le possibili evoluzioni della trama. Lo Stato nello Stato eccetera eccetera.

Solo per vendetta si chiamerà, in originale, Seeking Justice. Oppure The Hungry Rabbit Jumps, che di per sé sarebbe bastato e avanzato a farci correre al cinema a piedi nudi tipo Abebe Bikila perchè da un film che si chiama Salta il coniglio bianco con protagonista Nic Cage uno s’aspetta che Nic, in un punto a caso del film, si metta a saltellare vestito da coniglio bianco (è facile immaginare in effetti che il grado di WTF del titolo originale sia l’unico vero motivo irrinunciabile agli occhi di Nicolas per accettare di lavorare alla pellicola). Solo per vendetta invece sembra più il titolo di uno di quei gialli di merda che ti sparavi in prima serata su raidue negli anni novanta per combattere il tedio di un mondo senza internet e quindi senza blog di gattini, fidandoti delle recensioni di TV Sorrisi e Canzoni che gli davano una pallina di erotismo e due di azione (una pallina di erotismo poteva essere anche una tedesca in reggiseno, vabbè). Un titolo o l’altro riuscirebbero a fare poco -comunque- per risollevare le sorti di Solo per vendetta, che è BRUTTO ma brutto parecchio, quel brutto sbagliato che non riesce neanche ad avere l’orgoglio della sua bruttezza, della quale sono responsabili fondamentalmente due fattori e cioè (A) Roger Donaldson, uno che per descriverne il talento nel mandare gli spettatori in coma basta linkare la sua filmografia; e (B) la trama più stronza e ridicola della storia delle trame stronze e ridicole applicate alla categoria 3 di cui sopra.

the Mona Lisa

Se mai ve lo chiedeste, anche dopo aver visto il trailer sopra (il quale comunque contiene tutti i punti salienti del film a parte la resa dei conti finale), la trama è che la moglie di Nicolas Cage viene stuprata da un tizio malmesso, e mentre Nic è all’ospedale viene avvicinato da Guy Pearce che gli propone un patto. “La polizia non farà giustizia, ma se me lo chiedi per favore lo uccideremo noi per te. In cambio una volta mi dovrai fare un favore, tipo portarmi fuori la spazzatura.” Giuro. Poi si scopre che in realtà a uccidere gli stupratori manda i mariti delle vittime di stupri precedenti, e quindi che il favore richiesto a Nicolas è di uccidere un tizio a sua volta. Segue sviluppo a caso degli eventi, con Nic eroe per caso che dovrà difendersi da un esercito di cattivi per caso e sgranare le grane, sullo sfondo di una irrinunciabile New Orleans che ancora stanno lì a mettere i riferimenti a Katrina. Persino i capelli di Nic non sono niente di che, classico taglio all’indietro un po’ triste e sfoltito con un pizzetto incombente a cui al momento non riesco ad associare nulla di umano. Marca male. Lo consiglio giusto ai fan di Guy Pearce, ammesso che ne esistano davvero là fuori, e/o ai sostenitori di Dexter per via di un ruolo femminile totalmente inutile affidato a Jennifer Carpenter. Oltre che tutto sommato a quelli che amano sgamare gli attori che hanno recitato in una serie di 24. Il resto è tutto più o meno da buttare nel cestino ed archiviare alla voce non so davvero che fine abbiano fatto quelle due ore della mia vita, le avevo qui giusto ieri. E al cinema hanno pure aumentato il biglietto di 50 centesimi. Dvd-quote:

“e al cinema hanno pure aumentato il biglietto di 50 centesimi”
Wim Diesel, i400calci.com

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

62 Commenti

  1. Kim Chi Duck

    @Schiaffi: guarda che i cartoni massicci ci sono anche adesso, in giappone manga e anime sono divisi in categorie a seconda del sesso e della fascia d’età a cui sono rivolti, alcuni sono trasmessi a orari improponibili della notte. Il fatto che da noi (oggi) comprino i diritti solo delle cazzate non è colpa dei giapponesi. I Pokemon e quelle altre cose a cui ti riferisci sono roba per bambini e mi sembra inutile incazzarsi con loro…e il Tigre non si può paragonare alle carte dei mostri proprio perchè sono rivolti a un pubblico differente.
    Tutto questo per dire che Alien vs Ninja non va preso sul serio, i personaggi non vogliono essere fighi, fanno finta di voler essere fighi.

  2. Rupert Fumagalli goes to Hollywood

    @Wim
    Sono io che ho chiesto delucidazioni, non volevo far le pulci alla tua rece, solo che controllare di persona comportava subire Travolta in versione Cassano plus parruchini

  3. Schiaffi

    @bruce
    bank job spacca fino al furto, post rapina diventa ‘na rottura.

    @harry
    ma guarda non mi stupisce l’uso di quei topi li’, anzi, gia’ la vita e’ dura e uno giustamente la riempie con i feticismi che meglio crede,diciamo che se la fa passare. Invece chiedere che cazzo di camicia porta quella chiattona che soltanto in italia non so come, e’ una milf sexsymbol della madonna, e’ di una tristezza sconcertante, rende proprio l’idea di quanto sta diventando insulsa la gente di sto paese.
    Supporto assolutamente il gerbillo utilizzato a scopo personale.

    @kim
    Mah, a me pare proprio che negli ultimi anni i cartoon si siano riempiti di finocchetti senza ritegno.
    Se per cartoon massicci ti riferisci a quelle poverinate splatter che girano su youtube, mah, vedere dei preteen alti 1 metro e 1 cazzo che si pigliano a slamate morendo male mi sa di ruffianissima nerdata mista a solite turbe strane jappo sfogate su quei cazzo di disegni.

  4. Kim Chi Duck

    @Schiaffi: anch’io amo gli anime del passato, cosa credi? Guarda che però gli autori giapponesi non è che si sono rimbambiti negli ultimi 10 anni, di roba bella e adatta a un pubblico maturo ce n’è: Shigurui, Monster, Death Note, Detroit Metal City, Gantz sono tutti anime passati sulla TV giapponese (di notte) e non corrispondono alla tua descrizione. Poi è logico che i prodotti più commerciali destinati ai ragazzi di 14 anni strizzino l’occhio alle mode del momento, ma se non hai 14 anni non li guardi, no?
    Un piccolo appunto sulle famose turbe jappo, è pensiero comune che il giapponese medio sia represso e segaiolo (e in parte è anche vero) ma se vai in un sexy shop in Giappone lo trovi pieno di giovani coppie che comprano aggeggi di ogni tipo, sembra di essere al supermercato, hai presente invece l’atmosfera che si respira in sexy shop in Italia?

  5. L

    @Schiaffi: Ninja Vs Alien è esattamente come lo descrivi: “teenager con capelli assurdi, armature, smilzi, poteri, tentacoli, mostri, allusioni sessuali tristissime e via”. Mi sfugge il perchè non ti sia piaciuto.

    basta con sta cosa che una volta era tutto meglio, dai:)

  6. Kim Chi Duck

    Bravo L, basta pensare al passato, proiettiamoci nel futuro…ma non eri morto?

  7. Schiaffi

    #Kim
    Premettendo che di cartoon non ne so niente e che ho tirato le mie conclusioni con quel poco (grazie al cielo) che ho visto in tv, non mi pare che tra i 14enni vada di moda andare in giro 365 giorni l’anno tipo street parade di Zurigo. Pero’ se il mercato chiede questo….vabbe’
    Riguardo feticismi vari, sono pro fetish, si pure con i gerbilli, almeno spaccano la monotonia solita del vaticano e dei medioman vari. E’ la turba nerd gratuita a darmi fastidio quando e’ presente in modo sfigato e senza senso in contesti in cui non c’entra una minchia. Non perche’ va offendere la mia coscienza cristiana che non ho, ma proprio perche’ mi da idea di roba ideata da un coglionazzo nerd assolutamente fuori luogo.

    @L
    Se devo vedere qualcosa di ironico jappo, piglio versus o meatball machine, pieni di cazzate con qualche nerdata ma entro certi limiti.
    Ninja vs alien se fosse onesto dovrebbe chiamarsi Hair vs alien.
    Non penso assolutamente che una volta era tutto meglio, ma sicuramente era tutto piu’ genuino e spartano e non mirato esclusivamente al pubblico adolescente/emo/incompreso ecc ecc.
    Basti vedere i film mainstream, non muore piu’ nessuno, non c’è una goccia di sangue, un cazzo di niente. Solo schiaffetti acrobatici e cagate in cgi.
    Una volta c’era bruce willis che seccava terroristi in canotta lurida, adesso gordon lewitt (che poi chi cazzo e’) che fa i buffetti e le mossine di judo in in doppiopetto e brillantina.
    E mi fermo qui

  8. @Schiaffi
    evidentemente non sei un gerbillo. altrimenti vedresti le cose da un punto di vista leggermente diverso :) la tettona è un cesso ma devi intenderla come un bancomat.
    Sui nippi: va considerato che succede in nipponia una cosa che accade anche in italy, ma da loro succede da molto più tempo: le giovini studentesse si fanno pagare per esibirsi sia web sia live, da vecchi nippi segaioli. I nippi sono poi soggetti al nomadismo lavorativo, che comporta solitudine e insicurezza. E, dunque, si fanno talmente tante seghe da essere il paese con più suicidi al mondo (o quasi).
    Infine, aggiungo che Meatball Machine è insostenibile, non per le schifezze, ma proprio per la noia atomica essendo sgangherato e pieno di tempi morti. E attenzione: è il tipico film di successo presso i Nippiminkia. Gli stessi che possono far diventare delle star certi gruppi metal italiani cagacazzi: e io ne conosco personalmente uno, italiano appunto, nammerda totale, che grazie ai nippiminkia ha venduto un bel pò di dischi e campa di musica. Senza nippiminkia sarebbero a fare gli spazzini.
    Comunque sto pensando ad un nuovo film: Nipponano vs Nappuomo.

  9. L

    @Schiaffi: Versus è un capolavoro.;)
    Capisco cosa intendi e purtroppo in parte è vero, solo alcune cose vanno viste con aspettative e pretese diverse.

  10. Schiaffi

    Meatball e’ uno dei pochi che mi e’ gustato e stranamente non mi ha frantumato i coglioni, pero’ non ho visto la fine xche’ mi si e’ bloccato lo streaming.
    In effetti deve essere dura fare il nerd in jappone con tutte quelle teens in tv anche se poi le tizie jappo che ti becchi live in giro per il mondo fanno tutte cagare e hanno addosso una sfiga disumana.

  11. Kim Chi Duck

    Personalmente in Giappone ho visto la più alta percentuale di figa al mondo (poi sono gusti, un ragazzo sudamericano sosteneva che le giapponesi hanno tutte sbattuto la faccia contro il muro da piccole) però nei luoghi di ritrovo per otaku (nerd) se ne vedevano solo di brutte…

  12. No ma dai. Che dici! Il film è una vera figata. Bellissimo.

    No, un momento, aspetta.
    Ah, si parlava di Solo per vendetta? Ok niente. Avevo sbagliato film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *