Crea sito

Maometto qua non c’è mai venuto: Killer Mountain

Questa di fianco è la locandina di Killer Mountain, uno degli ultimi SyFy Original, ci credete? E’ così bella che me la sono appesa qua nello stanzino SyFy insieme alle protesi originali di Sharktopus, me le ha regalate il sindacato nani quella volta che ci siamo ubriacati come spugne a Järfälla, storia complicata. Quello che vedete è un cobra gigante che gioca all’acchiappa scalatori. Quello che vedete è marketing che urla si dimena e fa sesso con stesso. Io Killer Mountain l’ho guardato solo per i cobra giganti che giocano all’acchiappa scalatori, non lo avreste fatto anche voi? Se camminando per strada vi fosse caduto l’occhio su un cobra.gigante.che.gioca.all.acchiappa.scalatori. non avreste urlato di gioia fatto salti mortali ballato le Las Ketchup? Gridolino? No? Vabbè, sta di fatto che io mi sono esaltato. Vero anche che mi esalto con poco, ma comunque, avete presente Gli eredi di King Kong? In locandina c’è King Kong che gioca a lanciare treni, nel film King Kong non c’è perchè Gli eredi di King Kong è un film con Godzilla contro tutti i nemici di Godzilla, e King Kong che gioca a lanciare treni non c’è perchè non c’entra una fava. Ora sostituite lui, mettete il cobra e avrete Jean-Claude che si sfrangia i maroni.

Il sequel di Rubber, solo su SyFy.

La storia in breve è che della gente scala la più pericolosa montagna della terra per andare a recuperare una spedizione colpevole d’aver risvegliato le creature più pericolose della terra. Questo ovviamente lo scoprono quando ormai sono ad un fottio barra casino di metri d’altezza e lo zainetto con le iniezioni per sopravvivere è caduto e di scendere giù manco per il cazzo che abbiamo l’ex moglie da salvare e voi morirete per rattoppare il mio cazzo di matrimonio. La premessa era pure intigrante: gente su montagne con cobra giganti. Ma i cobra giganti non ci sono, ci sono i Drucks. I Drucks sono probabilmente i più brutti mostri che SyFy ci abbia mai proposto, che già il nome è un gran bel programma . Non si capisce bene cosa siano, uno perchè nessuno si prende la briga di spiegarcelo manco con paroline elementari tipo forse sono insetti incazzati che hanno maturato voglie antropofaghe, due perchè uccidono in modi talmente banali da riuscire ad essere noiosi nonostante il bodycount parecchio elevato, tre perchè ogni volta che appaiono sullo schermo non si capisce un sega. Loro sono scuri, la montagna è scura, è notte o forse una mattinata particolarmente scura, non si capisce (davvero), e c’è una tempesta di neve che non finisce mai. Praticamente sono cose nere sul nero che avranno sì e no un paio di riflessi giusto per farci capire che lì c’è qualcosa che si sta muovendo e forse ma dico forse si sta mangiando il protagonista ah no era solo una comparsa. I mostri scuri al buio sono la peggio poverata ed è un cazzo di peccato perchè dal poco che si vede sembrano pure pieni di potenziale con tutte ste zampe e tutti sti denti e sto look che pare un po’ un Alien preistorico mastodontico. Vorrei potervi dire se ricordano una figa ma prima dovrei capire se ricordano dei mostri.

Ecco, qua si vede bene.

Dopo tutti i film SyFy recensiti positivamente è semplicemente giunta l’ora di un film pessimo per davvero, anche se a dispiacere non è tanto questo quanto tutte le idee mandata in vacca da un team di macellai scansafatiche che di realizzare film non ne hanno voglia perchè loro da grandi volevano aprire una pasticceria e fare cupcakes. Verso la fine, soprattutto, ci sono un paio di idee  riguardanti una sacca embrionale piuttosto melmosa piena di enormi sanguisughe dentate che cazzo si vede per 2 minuti ed è una roba molto bella e manco in CGI che avessero approfondito quella parte lì invece di menarla per un’ora con cose di vago interesse e personaggi profondi come pozzanghere forse non sarei qua a parlare male di un film di cui vorrei parlare bene. Che io non mi incazzo quando i film fanno cagare, mi incazzo quando potrebbero piacermi e invece mi fanno cagare. Anche se sono delle semplici produzioni SyFy. Anzi, proprio perchè sono delle semplici produzioni SyFy. Potrebbero sfogare fantasie con la semplice scusa di esserlo e quando lo fanno i risultati si ricordano, resta da capire perchè non lo facciano sempre. Mi incazzo un po’ anche perchè in origine avrei dovuto recensire Robotropolis ma Robotropolis è talmente brutto e senza il minimo motivo di esistere che ho pensato beh pazienza mi guardo l’ultimo SyFy e vado sul sicuro. Porc’.

DVD-quote:

“Datemi i miei cobra giganti che giocano all’acchiappa scalatori.”
Jean-Claude Van Gogh, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , , , , , , , ,

6 Commenti

  1. Jo (now promoted to Rocky Jo)

    @Jean Claude: perdona la pedanteria ma “ci sono un paio di idee riguardanti una sacca embrionale piuttosto melmosa piena di enormi sanguisughe dentate che cazzo si vede per 2 minuti ed è una roba molto bella e manco in CGI che avessero approfondito quella parte lì invece di menarla per un’ora con cose di vago interesse e personaggi profondi come pozzanghere forse non sarei qua a parlare male di un film di cui vorrei parlare bene.” tutto d’un fiato senza punteggiatura non è degno di te! :-P
    Per il resto, grande poverata di SyFy, che tristezza! E dire che Roadkill era bello (tutto considerato), e Ferocious Planet.. vabbè dai, salvo anche quello, non era terribile.

  2. Phoenix

    La più grossa crudeltà è la locandina, che promette una sana colazione. Niente cobra giganti dunque, a parte quelli nello zaino.

  3. @Jo L’ho fatto apposta, va letto in disperata apnea.

  4. Schiaffi

    Ammiro chi ha il coraggio di vedersi dall’inizio alla fine i film di SyFy, un canale che se proprio sei fortunato ti spari Starship Troopers 3 o Tremors 3 e crepi di noia.
    Se hai sfiga, ti tocca Kevin Sorbo che corre per le caverne di cartone inseguito dal magma fatto con la grafica 16-bit del Mega Drive, tipo le fiamme povere di Altered-Beast.
    Si parla tanto di curse of Miike, ma secondo me Jean-Claude se la vede proprio BBrutta oh, ma parecchio.
    Inviero’ in redazione cassa di super alcolici per aiutare a mandare giu’ l’amaro boccone.

  5. Uwe pól

    Non vedo l’ora di leggere la review della MACCHINA di Maometto (ti prego falla tua, Nanni mettiti una mano sul cuore)

  6. B-man

    la poverata più grossa è che non sono nemmeno scesi al più vicino club di arrampicata per prendere a prestito dell’attrezzatura e qualche consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *