Crea sito

Aggiornamento Jason Statham, parte 1: Blitz

Non so voi, ma se guardo un film con Van Damme, Dolph Lundgren, Steven Seagal, Jet Li, Jason Statham e dopo 22 minuti non c’è stato neanche un combattimento corpo a corpo ben coreografato, una scazzottata mal coreografata o almeno un paio di calci in bocca inizio ad agitarmi. Inizio a pensare “Oh no…” “Vuoi vedere che…” “Sarà mica quel film dove si dice che abbandona i panni del cliché action per mostrare le sue vere doti d’attore?”, “Oh no, Nowhere to Run nooooooo!”.

Se passano 30 minuti e non succede ancora niente m’incazzo, se ne passano 53 su 1h e 33’ mi deprimo. Soprattutto se alla prima scena ho visto Jason spaccare le ossa a quattro ragazzini con una mazza da hurley. Penso a uno specchietto per le allodole. Penso a una trappola.

Transporter andava a 300 all’ora (a trovar la fidanzata cinese), Crank a 500, Blitz a… bah. Il regista Elliott Lester (“Sòccia gira peggio di Guy Ritchie”, sostiene la mia voce interiore) dice di essersi ispirato a Don Siegel. Suppongo dell’ispettore Callaghan del caso Scorpio. Statham è in effetti un autodichiarato Callaghan esaurito, poliziotto iperviolento in crisi depressiva, ma in realtà non è che ci creda più di tanto. Come l’indimenticabile Don Johnson in Dead Bang è l’unico che gli psicologi della polizia li terrorizza per farsi fare una buona perizia, come Callaghan è omofobo, misantropo, intollerante e prima ti spara poi ti parla. Con battute scarse, a dire il vero.

(sono passati 58 minuti, niente)

In un distretto di polizia piuttosto malandato (c’è anche una ex tossica che poi ci ricade) arriva un sergente gay e finisce per trovare un’intesa bipartisan con Statham per dare la caccia a Blitz, il killer di poliziotti (si tratta di questo, in sostanza, c’è un serial killer di poliziotti che spara e smartella e sgozza per il distretto londinese) che riecheggia è vero quello di Scorpio ma per sembrare più matto a volte indossa gli occhiali di Elton John.

"Sono matto, ti dico!"

(1h 04’: dai che c’è un inseguimento a piedi, minimo… dai spaccagli la faccia… niente)

Diretto malissimo, sceneggiato peggio, con alcune delle battute più scarse degli ultimi anni, perché guardare questo film se Statham non ci delizia neppure di una misera scena d’azione?

Non chiedetelo a me, io lo sto vedendo.

Scene inconcludenti e sgangherate, che lasciano l’impressione del “vicolo cieco”, della mancanza completa di una struttura, l’impressione di assistere all’affastellamento di situazioni e personaggi fini a se stessi, senza un minimo, un minimo, pensiero narrativo intorno.

(1h 15 niente. Basta, smetto. No almeno la scena finale cazzo!)

Altro aspetto ormai classico dei brutti film d’azione di oggi: la mancanza di un registro. Realismo o iperrealismo? Drammatico o comico? Noir o Fumetto? Emblematico il personaggio di Statham, Tom Brant. Callaghan sì, ma così ossessionato dalle battute scarse e dagli ammiccamenti da duro si trova sempre in bilico tra Clint Eastwood e il Leslie Nielsen di Una pallottola spuntata. Ve lo ricordate? Leslie: “Se io vedo cinque strani individui in toga che pugnalano un uomo nel bel mezzo di un palco davanti a centinaia di persone, li faccio fuori quei bastardi! Questa è la mia linea politica.” Sindaco: “Quella era la compagnia Shakespeare che aveva messo in scena il Giulio Cesare, imbecille! Lei ha ucciso cinque attori, persino bravi!”

(1h 20: scena finale al cimitero: il serial killer si è mascherato da poliziotto e adesso segue Jason… dai, dai che questa è la volta buona, lo sento com’è vero che mi chiamo Merenda)

C’è da dire che il film non ha grandi pretese, e che neppure Statham sembra crederci più di tanto. Fa quel che deve fare né con voglia né senza.

(1h24: lo picchia, sì lo picchiaaa! Mah… è un attimo… l’altro le prende e basta poi dice che lo denuncia su Facebook o in tv, non ho capito.)

Voglio concludere però con una note positiva, la battuta migliore di Jason del film: “Io vengo da un ramo minore dei Celti, il che mi rende imprevedibile.”

"E per il resto del film lasciatemi recitare in santa pace."

DVD-Quote:

“Fa veramente cagare”
Jean-Luc Merenda,  i400calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , , , , , , , , ,

100 Commenti

  1. Phoenix

    @odder Sta mania per Drive incomincia a dare inquietudine pure a me :) Non vorrei incominciare a vedere davvero in giro gente con quella giacca.

  2. Angela

    Mamma come siete difficili Dio mio. Un filmetto senza infamia e senza lode che nella recensione si fa passare per una boiata senza precedenti. Ma poi non capisco le aspettative. Tra l’altro Crank è divertente ma i Transporter non è che siano sta grande cosa eh. Poi Statham le sue cose le fa e fa anche ridere. Per un film da 5 da cui al massimo ci si poteva aspettare un film da 6, non un film da 0 perchè non è un film da 10. Almeno questa è l’idea che mi da una critica così feroce

  3. La maggior parte dei film di Jason Statham sono infinitamente piu’ belli della maggior parte dei film di Ryan Gosling. Jason Statham e’ infinitamente piu’ simpatico di Ryan Gosling. Ma Drive e’ molto piu’ bello di Blitz. E’ un concetto troppo strano/complesso? Volete che ci facciamo un post?

  4. Michael Jail Black
  5. Jean-Luc Merenda

    @Angela: Noi siamo come i codici binari: o 0 o 1.

  6. Angela

    Ma perchè continuate a confrontarlo con quel capolavoro di Drive. Ma che cavolo c’entra. Uno può avere le passioni cinematografiche che vuole ma Drive è un film impensabile adesso. Per me è il film dell’anno. Refn ci mette tutto sé stesso e vede cinema ovunque, in questo per me è Manniano. Si travalica i generi e si entra nel campo di chi ha una sua visione forte del cinema. Se va valutato per i font e i colori delle giacche lasciate perdere. Ma se parliamo di Blitz e contestualizziamo è ovvio che nella scala di un poliziesco medio di nicchia, Blitz è un film guardabile come no, appunto una robetta da 5, non la merda contro cui scagliarsi come se ci si aspettasse il nuovo Vivere e morire a Los Angeles. Proprio non capisco questi accanimenti.

  7. Jean-Luc Merenda

    Ma chi si aspetta che? Ma che travalica chi? Ma che chi si aspetta Vivere e morire a Los Angeles? Uno guarda un film e se gli fa cagare lo dice, poi se da Statham ci si aspetta qualcosa in più è più che legittimo, vista la buccia del Nostro. E poi Manniano mica vuol dire Fiducia.

  8. Jean-Luc Merenda

    Voglio dire fa cagare non in relazione a dei modelli, fa cagare in sé e per sé. E’ una cagata ontica, per dirla alla Heidegger.

  9. Jean-Luc Merenda

    Non è una cagata platonica.

  10. @Merenda
    Secondo me Drive è una rarefazione ontica.

  11. Jean-Luc Merenda

    Allora non mi resta che dire, solcando soglie metafisiche: Drive safely.

  12. odderflip

    @phoenix: l’agenzia di pulizie che fa le scale nel mio palazzo impiega come divisa una giubba molto simile a quella di drive e io ho da poco cambiato la targhetta del campanello utilizzando un “Lithos” verde fluo.
    @nanni: a me Jason è piaciuto da che me lo ricordo, così mi è capitato anche con Ryan però paragonarli è un po’ come chiedersi se è meglio una pizza di Michele a Forcella o quelle di Gabriele Bonci con lievito madre, a me piacciono entrambe :)

  13. @odderflip/@angela: non l’ho mica detto io “maccome, non vi piace Blitz con Statham ma vi piace Drive con Gosling”

  14. Angela

    Merenda quindi tu sei la prima persona che conosco che valuta ogni film come se fosse l’unico film della storia del cinema senza contestualizzarlo! Posizione da estetica 800esca:) Manniano può non vuol dire fiducia è ovvio ma vuol dire (e qui non è opinabile) autorialità. Di quella dura e pura non da scassamento di palle. Di quella che non si valuta dalla quantità di pugni, siamo d’accordo? Drive è in quel solco e che piaccia o no Refn è un autore, basta scorrere la filmografia. Vedo Blitz e condivido i tuoi rilievi, dico solo che tutti sommati mi danno la misura di un film che vale poco, non di una merda, altrimenti non saprei come apostrofare un film di Tony Scott

  15. Questa faccenda di Mann mi fa digerire, più o meno come quando venne fuori Lynch. In relazione a Nicky Refn, intendo. Se lo sapevo mangiavo una bistecca invece del solito filetto con le noci e il rosso d’uovo.

    @nanni
    e chi lo ha detto ?

  16. (ecco, uno in un post fragile e delicato come quello su Blitz promette di dimostrarsi salomonico ed equilibrato e rispettoso dei gusti di tutti, e poi sente vago odore di dubbi nei confronti dell’opera di Tony Scott… portatemi via)

  17. Angela

    Non ho capito un cazzo di quello che avete detto, quindi mi ritiro

  18. odderflip

    @nanni: già, e chi l’ha detto? io su Blitz non ho affatto proferito parola. Anzi ho fatto come si usa tra gentiluomini, si esaltano le buone azioni e si “sorvola” su quelle non proprio immaccolate.

  19. Pau

    @Angela: io mi aspettavo semplicemente un film con un minimo di adrenalina, cosa che in “Blitz” non ho proprio trovato. E per una pellicola che vanta la più grande star dell’action in circolazione in Occidente (parlo di quelli in età fertile) mi sembra una mancanza grave. Se noleggio “Blitz” e spunta qua e là la noia, mi sento di parlare di occasione mancata.
    Magari l’ho visto in un momento sbagliato e la mancata reazione è dipesa da una mia errata predisposizione, eh! Potrebbe essere. Però di solito questo discorso vale per il film che ti lasciano tiepido o perplesso, mentre “Blitz” l’ho trovato un’autentica mattonata nelle balle, e pure un po’ supponente.

  20. Schiaffi

    Bene, detrattori infami, mo me lo rivedo Blitz e ci credo di brutto, voi tenetevi il vostro driver impacciato con le donne che se ne va a giocare nei canali di scolo.

    Ah e se avete da ridire pure su Killer Elite, vi porto la sacra sindone per piangergli sopra e riflettere sulla vita che se ne va

  21. Oh The Bank Job è un bel filmazzo e ‘sto Blitz non è ‘sta cosa mostruosa su. Che non fosse un film d’azione e botte si sapeva dai e ha i suoi momenti, a me è volato.

  22. Phoenix

    Scusate è qui che si può parlare male di Expendables? :D

    Cmq io posso capire che Drive faccia cagare per la scelta di espressione dell’eroismo, che funziona un pò al contrario: non sei tu forte ma sono gli altri coglioni. Che tendenzialmente dovrebbe essere un pò più realistico del: se tu immortale gli altri sono normali a volte anche coglioni. Ma cmq è una deviazione dal sentiero del realismo di pusher, un tentativo di dare spettacolarità che non riesce ad essere completamente realistico.

    O per la scelta estetica per fare contrasto o per qualsiasi ragione (giacca e scritte rosa, e anche attore volendo, ma non è che tutti devono essere chissà cosa pure gli action eccedono in scena al contrario).

    O per la scelta sonora che rimarca i temi del film e la storia romantica senza parole (anche i muti amano).

    O per i tempi morti che a detta di alcuni esaltano il realismo o quantomeno non lo tagliano, per altri sono una rottura di palle.

    Tutte ragioni per cui drive potrebbe far cagare a chi ama i film d’azione.

    Nessuno si lamenta della scelta visiva che piace pure ad Harry.

    Io non lo definirei un capolavoro, ma ha delle qualità rare per altro viste in parte già in altri film di refn. La sfida secondo me è fare un film con tempi realistici e bravi attori senza rendere gli avversari dei coglioni, bucando la trama, avendo paura dei tempi morti infilandoci musiche o facendolo per attirare parte del pubblico femminile (o quello gay con la giacca?).

    Però già così si fa apprezzare per chi non è disturbato troppo dalle cose dette sopra, secondo me ci riesce in parte ed è una cosa rara, a rendere interessante una storia semplice e non nuova. E’ un pò come vedere la stessa cosa ma con occhi diversi.

  23. Phoenix

    *…ma con occhi diversi, e un pò di cazzate in mezzo.

  24. Angela

    Ma Killer Elite è già trovabile!!!?

  25. Hahahaha, per chi mi chiedeva “chi l’ha detto?”: praticamente tutti quelli che si sono sentiti tirati in causa e sono intervenuti dopo di me, tra chi ammette, chi ritratta e chi prova a spiegarsi meglio. Non vi vergognate, e’ stra-legittimo ed e’ ovvio e inevitabile che io risponda a quello che ho capito la prima volta ;)

  26. Schiaffi

    @Angela
    Killer Elite C’E’, ma soltanto in lingua originale.

    @Darth
    Bank Job funziona molto bene fino alla rapina, tutta la 2a parte cambia totalmente tono ed è scattata la noia.
    L’happy ending forzatissimo non si puo’ vedere

  27. Tetsuo Carpenter

    Se Drive fa tanto parlare qualche pregio deve pur averlo. Se fosse una ca**ta sarebbe gia dimenticato e via.
    Ma torniamo in topic.
    il problema non è Jason che fa bene a girare più film che può ora che è performante.

    Il guaio e che non ci sono nuovi registi con senso del ritymo per veri film d’azione o polizieschi.
    Blitz se non fosse per Jason non raggiungerebbe neanche il livello di film da 3 serata su rete4

    Killer Elite: anche qui togli Jason e tiu rimane ben poco. DeNiro che ormai si prostituisce a destra e a manca. Comprimari la cui utilità è nulla (il primissimo attentato lo dimostra con la sua stupidità esecutiva). Salvo solo colpo della sedia volante rotante. Chi non è daccordo si guardi I Mastini della Guerra per vedere un bel film di mercenari

    The mechanic: il meno peggio del lotto ma troppi spiegoni esistenziali per giustificare violenza e omicidi.
    Rivedere l’originale.

    Logicamente imho come al solito

  28. Schiaffi

    @Tetsuo
    Allora, KE ha combattimenti fatti come cristo comanda, succede una cifra di roba, quello che vedi nei primi 15 minuti, in certi film si protrae per 2 ore tra discorsi noiosi con il presidente e filosofie povere.
    L’azione di ogni tipologia non manca e ha il pregio di non annoiare mai.
    Ok che ognuno ha le proprie opinioni, ma lamentarsi di KE sapendo già che è un film totalmente d’azione e schiaffi, è come quei coglionazzi che ai tempi si lagnavano della presunta mancanza di azione in Expendables (?????).
    E’ una stronzata palese, va oltre i gusti personali, è un fatto oggettivo, si tirano pizze in faccia per 105 minuti. Ma alla gente non basta, ora vanno di moda i font rosa e gente che si spara pose per 2 ore, vaBBè. Quello è ok, l’action puro NO.
    Se poi da KE ti aspettavi una noia alla bourne, sei cascato male, e aggiungo grazie al cielo non c’entra un cazzo che di spystory tutte dialoghi con 2 schiaffetti a giustificarne la categoria.
    E riguardo all’attentato, se si analizzasse con il solito occhio noioso, ogni irruzione, combattimento, sparatoria, risulterebbe ridicola. Persino Black Hawk Down è pieno di troiate.
    Sembra quasi che gli amanti dell’azione ultimamente si siano persi tra i corridoi dell’ufficio alla ricerca della macchinetta del caffe’. Pazzesco.

  29. Tetsuo Carpenter

    @Schiaffi: in realtà mi aspettavo molta azione in più da KE, proprio in virtù del numero di personaggi comprimari a Statham. Expendables l’ho visto almeno 3 volte e sempre con somo godimento. Quello che intendevo io è che i registi odierni non sanno più fare bei film d’azione. Le scene sono in primis pensate per gli attori e non per la storia (da qui la mia disamina del primo attentato: fatto senza logica pur di mostrarei vari personaggi).
    Totalmente d’accordo con te che in un film d’azione non si deve ragionare su scene come se fossimo all’accademia del cinema. Per anni e anni ho difeso a spada trattta capolavori come Commando da gente simile. Solo che Commando resta un filmone anche con tutti i maccosa che contiene. KE no, almeno per me.

  30. Ce la fate ad aspettare almeno domani per Killer Elite? Grazie.

    Poi, una volta per tutte: Drive e’ un film fatto da gente brava in stato di grazia in cui anche le cose “sbagliate” vanno al posto giusto. Il primo che riprova a fare una cosa simile lo guardo malissimo esattamente come chiunque mi avesse raccontato Drive sulla carta prima di vederlo. Jason Statham non c’entra UN CAZZO con Drive. Non e’ che di colpo solo perche’ Drive e’ diverso dal solito e ci e’ piaciuto deve diventare la pietra di paragone di sticazzi e ribaltare chissa’ quali gerarchie. Ci siamo?

  31. Tetsuo Carpenter

    @Nanni: d’accordisimo. Per quanto mi riguarda le mie critiche a ultimi film non erano in funzione di Drive. Più volte detto che Drive NON è un film d’azione.

    A domani per Killer Elite allora…

  32. Schiaffi

    La attendo al varco, Nanni…la attendo al varco…

    Tetsuo, ne riparleremo domani a mezzogiorno fuori dal saloon

  33. @schiaffi: il mio film preferito dell’anno e’ ancora Fast 5, se puo’ servire a rilassarti ;)

  34. Schiaffi

    Grande Nanni, filmone della vita. Mi sento già piu’ in relax.
    (suonano le trombette e parte il carnevale di Rio)

  35. sapo

    Leggendo tutti commenti mi sono sentito catapultato in un forum nerd di wrestling di 10 anni fa, in cui si discuteva se Undertaker aveva portato bene la piledriver o se Triple H era giusto che potesse battere Shawn Micheals…

    Se vi viene il dubbio, no, non è un complimento.

  36. Schiaffi

    Eccolo qua un altro disperato che non ha letto la dicitura “rivista di cinema da combattimento” e non ci arriva da solo che gli amanti di questo genere a lui sconosciuto, spesso si scambiano opinioni sulla qualità dei combattimenti nei film di combattimento. Eppure sembrava così chiaro.

    L’unico dubbio che mi viene è cosa ha portato una creatura così infelice a condividere la sua inutile esistenza con il resto del mondo proprio oggi, proprio in questo articolo.

  37. sapo

    Semplice mio triste e supponente amico, il “cinema da combattimento” mi piace. Mi piace Fast 5, mi piace Statham, mi piace Drive, mi piace come scrive il Nanni, e come scrive tutta la redazione che leggerei con piacere anche se scrivesse di High School Musical.

    E tutto sommato mi piacete anche voi quando vi prendete a pinnate tipo foche che fanno la lotta

  38. Tetsuo Carpenter

    @sapo: ma vedi quando partecipo ad una discussione, soprattutto in questo gran bel forum di appassionati di cinema d’azione come me, se esprimo un giudizio poi mi sembra logico anche motivare ciò che affermo. Non perchè sia nerd o altro ma perchè ho oun opinione ben precisa di quello che voglio dire.

    Altrimenti tanto varrebbe andare sul forum di Twilight

  39. sapo

    @Tetsuo: Ma giustissimo motivare le proprie opinioni ci mancherebbe altro. Uscendo dalla mia battuttaccia acido sarcastica, mi pare ci sia una certa identificazione con la propria opinione e se la si critica è l’onta da lavare ne sangue. Nanni dopo aver osato criticare un film di Statham non si è preso dei sonorissimi e sconci epiteti solo perchè è il Nanni e quindi intoccabile.

    Poi stare a fare questioni di lana caprina su chi ce l’ha più lungo tra lui e Gosling (e ce l’ha più lungo Jason, lo so perchè facevamo calcetto insieme e glie l’ho visto in doccia) mi pare una questione di lana caprina, o no?

  40. Tetsuo Carpenter

    @ sapo: sono + che d’accordo con te allora. Il bello di questo forum è il confrontarsi su film che ci piacciono in tranquillità senza intolleranze verso opinioni altrui come invece mi è capitato di vedere in altri forum vari (o la pensi come noi mucchio o sei uno che non ha capito nulla della vita).

    Lunga vita e prosperità

  41. Phoenix

    Secondo me cmq pure Jason può fare un film a star zitto e guidare. E risulterebbe più credibile quando mena. Ma non ce lo vedo con quella giacca.

  42. @Nappi
    Quando ho letto questo tuo post mi sono un pò preoccupato:

    http://www.i400calci.com/2011/10/aggiornamento-jason-statham-parte-1-blitz/comment-page-1/#comment-28125

    Volevo telefonare a Cobra Azzurro. Poi, vista la successiva citazione di Fast5 come best of the year, mi sono rasserenato, e non poco, e ho capito che era un modo per scusarti ;)

    @Phoenix
    con quella giacchetta dorata da Pinocchio di Collodi (ecco un’altra delle mie rivelazioni illuminanti sull’immaginario di DRIVE a cui nessuno aveva pensato anche se è troppo vera… Muhauahuah !) ci vedrei bene giusto Danny De Vito a vendere Hot Dog in Vietnam. Nessun altro.

  43. @harry: preoccupato di che?

  44. Angela

    Schiaffi pensavi volevo vedere Killer Elite doppiato!?!:)))

  45. Angela

    Doppiato no ma nemmeno la cam o il ts

  46. Slum King

    Però almeno un plauso alla colonna sonora? The Qemists spaccano veramente!

  47. Enrico

    Jason Statham è il clone anni 2000 di Bruce Willis quindi gli hanno dato più capacità nelle arti marziali,ma si sono dimenticati quelle recitative, del resto lo voglio vedere Statham recitare in un telefilm come Moonlighting, forse la rovina di Willis è stato il primo Die hard come Rambo per Stallone, poi gli hanno rifilato sempre gli stessi ruoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *