Crea sito

Sondaggio! The Hunger Games

Buongiorno! Come va? Siete risorti? Pure io, anche se tra un po’ me ne torno a letto lo stesso.
Ma arriviamo al dunque: la situazione su The Hunger Games bene o male la sapete.
Quello che ci hanno spiegato fin dall’inizio è che piglia lo stesso spunto di Battle Royale (reality show in cui teenager si ammazzano fra di loro) e, invece che onorarne le premesse, riesce a trasformarlo in una roba per ragazzine.
Ora, quello che è successo è che il film è uscito in diversi paesi, fra cui quello in cui abito io (= Narnia UK).
E svariati critici si sono affrettati a dire “ma no! oh! non c’entra niente con Battle Royale e non c’entra niente con Twilight ed è figo davvero! oh, OOOH! Mi ascolti? ti dico che lo devi vedere! piace a tutti! A TUTTI TI DICO!!!”.
E che ne so, magari è vero. Per cui giustamente svariati di voi si sono incuriositi.
Ma siccome io non voglio perdere tempo per nulla (dura 2 ore e 20!!!), lancio un sondaggio a cui voglio che rispondiate con estrema sincerità, e che poi non si lamenti nessuno.
Ok? Pronti? Via:

Dobbiamo recensire The Hunger Games? Dobbiamo proprio?

  1. Un altro bottone! WHOA!!! (25%, 133 Voti)
  2. Sì, onestamente sono curioso/a, ma se me lo chiedete lo nego e vi intaso i commenti di proteste perché non c'entra niente con voi e non siete più quelli di ieri l'altro (25%, 131 Voti)
  3. Sì, secondo me è abbastanza in tema e sono curioso/a (21%, 113 Voti)
  4. In realtà non ho una vera opinione su questo argomento, ma mi piace esprimermi e sentirmi partecipe cliccando dei bottoni (17%, 92 Voti)
  5. No macheccazzo dici, dai, siamo seri, state tranquilli (12%, 61 Voti)

Voti totali: 530

Loading ... Loading ...

Vi dò un aiutino. A voi il trailer in italiano:

Votate! Votate col cuore!

Tags: ,

91 Commenti

  1. Jean Pieri
  2. scrocco

    Davvero, ne ho le scatole imballate a strolla di questi affari osannati dalla critica con Woody Harrelson più finto di quando era un disegno in A scanner darkly, Stanley Tucci che non si umiliava così nemmeno con Dennis Quaid che lo chiamava Marta, la bamboccia che “massì è belloccia ma se non la trucchiamo è così brrrava!” perchè ha fatto quella gran boiata di Winters’ bone. A strolla!
    Ovviamente ho votato sì al sondaggio ^^

  3. Schiaffi

    Ci sta The Raid online finalmente.
    Ho detto anche troppo.
    Basta con ste parruccate và.

  4. Schiaffi, ti avverto perché ti voglio bene, ma non me ne frega un cazzo neanche se lo danno in prima serata su Italia1 per il ciclo “Nati per vincere”, The Raid lo recensisco IO e non lo faccio finché non lo vedo su uno schermo MOLTO GRANDE. Su questo mi tappo proprio le orecchie. Sappilo e regolati. Qua negli UK parlano di maggio, dai che non è tanto.

  5. Baby Jane

    Io Hunger Games l’ho visto.

    Per un non 400calcista, è un bel film davvero, lontano da quello che il battage mediatico potrebbe far immaginare a livello di trama e impostazione.
    Per i 400calcisti che partono a rullo con “BATTLE ROYALE E’ BELLISSIMO QUESTO E’ UNA MERDA SICURO NUOVO TWILIGHT” temo sia irrilevante il film in sé.

    Quindi ho votato sì, per vedere se Nanni ne troverà del buono e, nel caso, riuscirà ad fargli concedere una chance anche tra gli estremisti dell’esclusività giapponese perchè sì.

    Spoiler – con twilight non c’entra veramente un cazzo.

  6. Harry "Meraviglia" Piotta

    Allora: volete sapere come finisce The Raid ? Ve lo racconto subito…
    Paura, eh ?
    A parte questo, alla fine anche Schiaffi serve a qualcosa. E per ricompensarlo della pronta segnalazione, ecco i biscottini al cocco che gli piacciono tanto:
    http://blogdolci.com/wp-content/uploads/2007/04/biscotti_cocco.jpg

    @KofianNanni
    Senti che figata: una nuova rubrica, intitolata: “A picconate in da fazza”. Tu e Rrobe vi sfidate recensendo film di botte, e io e Schiaffi li commentiamo, suicidandoci a vicenda ma mantenendo separati il piano della rece e quello appunto dei commenti. Gran finale combinatorio in cui io uso Rrobe per lapidare Schiaffi, mentre tu ti accendi una sigaretta e aspetti che finisca. Poi, se vuoi, puoi darlo da mangiare a Miike, anche crudo.
    Figata, eh ?

  7. abraxas de la vega

    io un duello tra schiaffi e giannappa lo vedrei stravolentieri, però come arbitro voglio un moderato, che sappia fare da paciere…

    Ibrahimovic o in alternativa Sgarbi…

  8. Comunque fatevene una ragione che Battle Royale con Hunger Games non c’entra quasi un cazzo. Abbiamo capito, siete fighi che conoscete i film giapponesi e sputate sulle robe di massa (poi però lasciate 57 commenti a una news su Hunger Games, yeah), ma tra l’hipsterismo cinematografico e la disinformazione il confine non è mai stato così labile.

    OK, ho dato, ora posso tornare a essere una persona simpatica e gradevole.

  9. Ah, e Winter’s Bone è un filmone che vi fa il culo a tutti quanti. Spettacolare esempio di maccartismo (nel senso di Cormac) applicato.

  10. Harvey Piotta - King of Cocco

    @abbbrax ma… Non eri morto ? (cit.)
    Allora ok. Pero’ Ibra no, che è mezzo auricchio e questo avvantaggerebbe Schiaffi.
    Sgarbi? Sì ma quale ? Helg Sgarbi il gigoló che ruba miliardi, lo Sgarbi della nazionale di Rugby, o intendi il finto critico e vero ladro Vittorio ?
    Immagino intendessi quello del Rugby. Ok, per me. Si può iniziare anche domani… Vero Nanni ?

  11. Dévid Sfinter

    Quto in tutto Stanlio…
    e Jennifer Lawrence è figa. punto.
    Fanno invece un po’ defec i protagonisti maschili così a pelle.

  12. Ok, Pippa mi ha detto che rimaneva a casa a guardare “Se scappi ti sposo” in tv per cui ci sono andato ieri sera.
    Non anticipo nulla ma risolvo la questione Battle Royale una volta per tutte.
    Sì, le premesse e la prima ora e mezzo sono quasi completamente diverse.
    Ma vaffanculo, l’ultima ora sono teenagers chiusi in un’isola ad ammazzarsi fra di loro mentre la gente li guarda in tv e il governo dirige, controlla e se crede interviene. E conosco un altro film, un solo altro film in cui succedono queste cose. Mi piacerebbe che esistesse un intero sottogenere con queste specifiche caratteristiche, mi piacerebbe eccome, ci farei su uno specialone e ci organizzerei una retrospettiva a Venezia. Ma ad oggi c’è un film solo, per cui c’è poco da fare. L’ultima ora è Battle Royale senza violenza. È ovvio che succedono cose diverse ed è ovvio che è un po’ come dire che D.O.A. è I 3 dell’Operazione Drago con la gnocca, ma tant’è. Chi cita Battle Royale non è nè pazzo nè snob: sono i fatti. Mettetevi il cuore in pace e al massimo uscite e girate altri film su teenager che si ammazzano fra di loro in diretta tv sotto la regia del governo finché non diventa un sottogenere che non ha più senso citare. Nel frattempo, rassegnatevi.

  13. Ma già i presupposti della violenza sono diversi (tra i libri, il film di HG non l’ho visto e non credo lo vedrò), già questo cambia molto. Perché allora se prendi Battle Royale e metti gli adulti invece dei ragazzini hai Logan’s Run, se invece tieni i ragazzini e togli il governo hai Il signore delle mosche, se sull’isola (che nel libro isola non era, tra l’altro: wut?) metti un labirinto hai Teseo con tanto di ragazzini-tributi…
    Poi se uno vuole citarlo, Battle Royale, perché è il primo riferimento che viene in mente, OK. Ma gridare al plagio e allo scandalo e agli americani che fanno i remake fatti male delle cose giappe… boh, è fuori fuoco.
    Ma magari il film l’hanno fatto assomigliare molto di più a BR di quanto non faccia il libro, che ne so.

  14. Ma infatti, non è un plagio. Chi lo cita dicendo che è un plagio sbaglia. Ma chi lo cita per inquadrarlo in un genere e sintetizzare il secondo tempo, ha una serie di ottime ragioni per farlo.

  15. Ah ma quello non lo metto in dubbio. A me fanno infuriare quelli che gridano al plagio e allo scandalo e strillano BATTLE ROYALE come se a) fossero loro gli unici al mondo a conoscerlo e b) stessimo davvero parlando di un remake non autorizzato.
    È l’atteggiamento che mi fa incazzare, mica il contenuto: non sono certo un difensore di Hunger Games, che pur essendo un romanzo più che dignitoso anche al di fuori del genere di appartenenza è comunque un prodotto parecchio costruito per attirare il pubblico – e ha pure dei difetti notevoli. Insomma, non sono l’avvocato di Hunger Games, ma l’atteggiamento da «conosco una cosa migliore di questa da cui questa ha copiato e voi no, pappappero» mi fa salire il sangue agli occhi.
    E Winter’s Bone è un filmone. L’ho già detto?

  16. Idem, ma mi sembra anche che si sia già caduti nell’altrettanto insulso atteggiamento opposto del “se sento/leggo le parole ‘battle’ e ‘royale’ attaccate significa in automatico che chi sta parlando è matematicamente fuori strada”. E confermiamo anche un’altra cosa: fosse stato un plagio di Battle Royale sarei andato al cinema mooolto più volentieri.

  17. È anche vero che l’atteggiamento opposto che citi è di solito figlio dell’atteggiamento di partenza – che tra l’altro è quello tenuto da gente che di HG ha visto solo il trailer e letto la sinossi, prova ne è il fatto che chi ha letto i libri si affretta subito a precisare «guardate che non è un plagio come credete». Urobori, cani che si mordono la coda, eterni ritorni.
    Ciò detto, se tutti i grandi romanzi moderni fossero come Hunger Games ci sarebbe da suicidarsi. Ma se tutti i Twilight fossero come Hunger Games ci sarebbe speranza nel mondo.

  18. You know what they call The Hunger Games in France? Battle Royale with cheese

  19. Stev'o

    @Nanni: hahaha… m0hai fatto morire!!!

    Ad ogni modo, se proprio si deve parlare di plagio, a me fa venire in mente più un Running Man con Swarzy o un Rage (in campo videogiochi)… Battle Royale poi l’ho sentito nominare solo adesso… dunque…

  20. Luke

    Rispondo due giorni e una cinquantina di commenti dopo. E adesso non sono ubriaco quindi spero di scrivere meglio.
    Credo che l’appellativo “meritevole eccezione” si possa applicare a qualsiasi film che venga definito “imperdibile” dalle mie giovani colleghe femmine e che venga descritto “si ammazzano tra bambini quindi E’ VIOLENTO” dalle ragazzine ottantenni dentro.
    Poi, ehi, se tu il padrone re assoluto di questo posto quindi in ultima analisi fai quello che ti pare :)

  21. abraxas il perplesso

    @nappamon
    le notizie relative alla mia morte erano quanto meno esagerate

  22. Michael Jail Black

    E rollerball(quello del 75) non lo cita nessuno?

  23. @michael: no perché non è una gara a chi trova riferimenti molto meno precisi ma fatti prima

  24. Michael Jail Black

    Il mio parere è che The Hunger Games è un melodramma romantico di livello medio con poca azione che segue la linea di titoli quali Rollerball, Death Race, The Running Man, e Battle Royale (praticamente una versione moderna dei gladiatori romani, dove il pubblico si guarda il tutto da case e su schermi giganti, invece che in tribuna, e dove l’imperatore è sostituito dal governo o da compagnie senza scrupoli (comunque tralasciando le motivazioni iniziali: per lucro, per controllare le masse e come monito in questo caso), fallendo miseramente.
    Procede sulla scia degli teen movies tratti da libri che negli ultimi anni fanno bagnare le mutandine alle teenager americane. (comunque megliore degli altri)
    In parole povere non mi e piacuto, ma la vostra recensione la leggero con grande gioia.

  25. @michael: quello che intendevo io è che non vedo il bisogno di citare Rollerball e Death Race (= sport controllati dal governo in cui è ammessa la morte) quando puoi già sintetizzare tutto con Battle Royale che prende esattamente quanto sopra e aggiunge ulteriori elementi in comune (= la morte come obiettivo e non come semplice effetto collaterale ammesso, l’isola/foresta, i teenager, ecc…).

  26. Michael Jail Black
  27. Ryan Gossip

    @nanni: grazie per Abduction, tutto come previsto.
    E tutto come previsto anche su THG, da quanto ho capito…
    Meno male che esiste The Raid. Se mi delude quello lascio il cinema.

  28. Se avessero sviluppato a dovere la fase del training in laboratorio post-selezionamento-pre-massacramento io sarei già contento. E’ sempre la parte che mi intriga di più, qualunque sia il contesto attorno. Mi compiaccio comunque nel notare che lo strabismo di Lenny Kravitz abbia raggiunto tali livelli di eccellenza. Precisamente è situato in classifica tra Lucia Annunziata e Jimmy il fenomeno. Ad maiora Lenny! Ad maiora!

  29. Schiaffi

    Ma io dico, non sarebbe stato meglio se si fossero tenuti i teens, la tizia lì, il poverino che se la ama e tutte ste minchiate ma il tutto fosse stato supportato da scene d’azione ben fatte?
    Invece solo una tizia perennemente imbruttita, un numero indefinito di alberi, talk show e vestiti del cazzo…gesu’ cristo, proprio na cagata truce ma si sapeva.

    Che poi cosa se la piangono tutti nemmeno l’ho capita, io pagarei per aver l’autorizzazione a ammazzare con un’alabarda un full set di catto-nerd tipo harry, e invece quelli stanno disperati.
    Proprio vero che il signore dà il pane ai senza denti.

  30. Michael Jail Black

    Domanda per quelli che hanno visto ol film:

    SPOILER

    Avete notato che nel film non c’è nemmeno un arma da fuoco(apparte il cannone che segnalava le vittime). Secondo voi perchè questa scelta?

    FINE SPOILER

  31. lowfiles

    a ‘sto punto recensite battle royale e buonanotte…

  32. Mario Elizabeth Marcantonio

    …battleroyale qui battleroyale là….e La decima vittima di Elio Petri, a.d. 1965? nessuno ne parla?

  33. alezz

    Quoto tutto Stanlio nella discussione che si è espresso sicuramente meglio di me e ha spiegato meglio di quella che alla fine è la mia posizione.

    SPOILER (anche se non l’ho visto LOL)

    @Michael semplicemente perchè nel libro gli “strateghi” (che sarebbero i “tecnici” che realizzano il reality e le varie trovate per tenere su l’audience, non so se ci siano nel film) non gli danno armi da fuoco.

    FINE SPOILER

    @schiaffi un motivo nel libro per cui ci sta tutta la pippa (non quella di Nanni) del talk show, dei vestiti etc etc ci sta ed è “plausibile” nell’economia della storia, non è una parte appiccicata lì tanto per far bagnare le ragazzine, solo per precisare.
    Poi ovvio che se facevano un’altra roba non ispirata a libri per teen con adolescenti che si ammazzano in isole/arene/WTF più violento era meglio era, ma questo è comunque un prodotto costruito per avere un certo target, direi ben differente dal calcista medio :)
    CHe poi il risultato possa essere apprezzabile o meno anche qui, boh! Per quello aspetto la recensione.

  34. @Mario Elizabeth Marcantonio: se vuoi ne parliamo, gran film, anche se personalmente preferirei parlare di La settima vittima di Sheckley piuttosto, che (ma è scontato, perché come tutti sanno «il libro era meglio»); e magari del suo sequel – che credo in italiano abbiano tradotto in Stagione di caccia – che approfondisce il mondo degli (Hunger Games) assassinii legalizzati.
    Ma si andrebbe fuori strada! In Sheckley (e di conseguenza in Petri) i presupposti sono completamente diversi, l’omicidio legalizzato è un modo per sfogare le tensioni sociali e non per reprimerle, chi è coinvolto nel gioco lo è volontariamente, il gioco avviene per le strade delle città e delle immensità e non in arene dedicate, chi gioca non conosce i volti degli altri giocatori… insomma, è il discorso che faceva Nanni sopra, non serve andare troppo lontano per trovare l’ispirazione di Hunger Games, ecco. Altrimenti davvero la regressio ci riporta a Teseo e al Minotauro :)

  35. abraxas il perplesso

    CONTENDERS serie 7
    (film che probabilmente ho visto solo io considerando la faccia di coloro a cui lo cito)

  36. Harry "meraviglia" Piotta - King of Cocco

    Harry vs. Schiaffi is the new Teseo vs. Minotauro.

    P.s.
    Schiaffi il leghista partenopeo ha accettato, Abbiexass freme, phoenix immilla, non resta che stabilire la data e il titolo del film. Eccheccocco.

    P.s.s.
    Interverrà anche Giancocco macNappara con una canzone piratata.

  37. Mario Elizabeth Marcantonio

    @Stanlio: hai ragione, mi era venuta in mente La decima vittima per l’atmosfera “televisiva” e la questione degli sponsor proposta a un certo punto, ma chiaro sono diversi.
    (però da storico mi piace una regressio ogni tanto, anche hard :-) )

  38. io l’ho visto settimana scorsa. voto NO.

  39. Gonzo Kent

    E’ il 2 maggio.
    Ieri sera è stato vedibile in Italia ufficialmente.
    La recensione quando arriva?

    Portavoce i400calcisti ansiosi

  40. Visto ieri grazie a due biglietti vinti col giornale.
    E’… è proprio bello. La prima parte avrebbe giovato di uno sforbiciata, ma non è malaccio.
    Ma quando si entra nell’arena, ci sono dei grandissimi set-piece.

    Chi parla di battle royale è totalmente fuori strada. Chi parla di twilight è proprio un minchione direttamente.
    Il sottotesto politico e soprattutto mediatico è molto molto interessante.
    Per questo, l’unico paragone che mi viene in mente è The Running Man. anche lì si fa tutto per la tv, anche lì la tv in realtà bara.

    Il film mi è piaciuto, vorrei leggere una vostra recensione (parlando soprattutto di Sutherland travestito da Giuseppe Verdi!).
    E vorrei anche un remake di the Running Man.
    Han fatto un remake inutile di total recall, remakeateci anche running man, che schwarzenegger ne sarebbe felice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *