Crea sito

Prometheus: un altro trailer, un nuovo alieno.

Le premesse: 1) Io, Jean-Claude Van Gogh, considero Alien il più grande film horror di sempre e il secondo film sci-fi di sempre. 2) Io, Jean-Claude Van Gogh, considero Aliens, non me ne vogliate, una discreta cazzata ed esempio di scrittura archetipica a stereotipi che a James Cameron piace tanto ed io non riesco a sopportare (è un giudizio personale, non lapidatemi quindi se voi lo considerate un capolavoro – vi capisco benissimo). 2bis) Aliens è anche terribilmente anni ‘8o ed invecchiato malissimo. 2tris) State tranquilli, sono l’unico in redazione a pensarla così. 3) Io, Jean-Claude Van Gogh, considero Alien 3 un prodotto più che riuscito considerando l’assenza di una sceneggiatura definitiva durante buona parte delle riprese e considero il lavoro di David Fincher miracoloso, nonostante tutto. Sul 4) ho solo buone parole, è onesto e godibile e contiene la quarta sequenza della top five delle migliori sequenze della quadrilogia, quella dove Ripley trova il laboratorio con i cloni usciti male. 5) Aspetto Prometheus come i bambini aspettano babbo natale e l’ora della ricreazione. 6) Ho delle aspettative insensate che verrano ovviamente deluse perché senza alcun senso logico.

Facendo il punto della situazione ultimamente è uscito un macello di materiale virale dal sito della Weyland Industries (quella che poi diventerà la Weyland-Yutani della quadrilogia), e con macello intendo schede e video di presentazione di David – l’androide di cui chiaramente è meglio non fidarsi interpretato da Michael Fassbender vestito – dettagli sulla missione Prometheus – inclusi mezzi di trasporto e tecnologia utilizzata (parentensi d’obbligo: essendo un prequel fa un po’ strano vedere tecnologia ben più avanzata di quella presente in Alien, dove la Nostromo per buona parte pareva una discarica più che un’astronave, e spero trovino un modo per spiegarlo e scampare all’ira dei fissati che urleranno al tradimento della continuity) – un monologo di Peter Weyland in persona (interpretato da Guy Pearce), dati, grafici, cronistoria della Weyland e dettagli probabilmente fini a se stessi e non funzionali al film inseriti solo per tenerci occupati e personalmente ne sono grato. Ci sono diverse parti del sito ancora chiuse ed è già piuttosto enorme; fatevici un giro.
Un’altra robetta interessante è questo dietro le quinte dove Ridley Scott se la tira un po’ e ci viene mostrato, tra le altre cose, l’interno della navicella aliena in tutto il suo gigeriano splendore, splendore tale che appena l’ho visto sono venuto nelle mutande.

Scusatemi se l’ho tirata per le lunghe, ecco il trailer:

Il primo commento è MINCHIA, il secondo è che non è una bomba di montaggio come i due precedenti (12) ma si riscatta buttando lì qualche nuova immagine che oltre a spoilerare un casino mi hanno pure fottuto il cervello. Idris Elba pare in buonissima forma e, lo abbiamo già capito, sarà lo sfogo comico del tutto o qualcosa del genere; Charlize Theron puzza di stronza da tutte le parti e spero faccia le sue flessioni nuda per poi morire malissimo, Noomi Rapace mi ricorda sempre di più Ripley, almeno fisicamente, e me ne sono innamorato più di quanto non lo fossi già, la scena del casco fuso in faccia mi pare un ottimo modo per dirci che la violenza grafica non verrà risparmiata in favore di qualche rating più accessibile (non vorrei dire una cazzata ma s’è beccato una bella R) e poi:

Due parole: CONTINUITÀ VAGINALE.
Benché si potrebbe discuture a lungo sul suo essere vaginale o anale (io sono team vaginale, l’anale è quello di eXistenZ) immagino comunque che la chiave di lettura per indentificare Prometheus come prequel sia la presenza di orifizi alieni e metaforoni sessuali. All’abbrazzafazza non ci assomiglia per niente, no, questo è un vermone molto simile ad un cobra mentre quello là era più un granchio ragno con dita al posto delle zampe (ha le unghie, lo avete mai notato?) con una coda che però sicuramente ricordava un vermone (il tema del vermone alieno non è estraneo ai concept ideati da Giger – già nel suo Necronomicon era presente almeno un disegno – e l’idea che Scott li sia andati, probabilmente, a ripescare mi fa urlare al capolavoro a prescindere), ma quella bocca lì, quel buco, è la prova schiacciante che sia tutto collegato, tutto la stessa cosa, che alla fine tutta la mitologia di Alien, dello Xenomorfo e degli Space Jockey si basi sulla vagina (o sulla simbologia sessuale in generale: il trailer sembra confermare che gli Space Jockey abbiano una proboscide e il simbolismo viene da sé).
Ridley Scott ha girato due film di fantascienza due facendo un lavoro talmente gigante che dopo di lui la fantascienza filmica è praticamente morta o finita in uno stato di sonno criogenico dal quale ci sono voluti quasi trent’anni e un signore di nome Duncan Jones per svegliarsene, quindi mi fido ciecamente del suo ritorno al genere che gli riesce meglio. Sono gradite speculazioni ed osservazioni nerd nei commenti.

Tags: , , , , , , , , , , , ,

26 Commenti

  1. Michael Jail Black

    Allora se ariva almano ala meta del livello del primo Alien, miracolo! Ma io ci credo! Dai che dopo Avengers la speranza di un altro miracolo filmistico c’è!

  2. Phoenix

    Il 3° non piace più perchè azzera il 2° credo che per il film in se (a me il 2° non sembra affatto invecchiato male anzi).

    La scena che menzioni del 4° è bella, così come l’alieno modificato, la scena sott’acqua… ecc… ma come film resta una merda a paragone degli altri. Per me è la parte trash della quadrilogia.

    Sul trailer niente da dire. A me non sono piaciuti particolarmente dall’inizio sti trailer, aspetterò il film.

  3. Il burio.

    Che poi è uscito un altro trailer, praticamente identico a questo, con qualche immagine in più (tipo la Rapace col pancione).

    http://www.badtaste.it/articoli/prometheus-un-altro-spoileroso-trailer-e-una-featurette

  4. BigZo 85

    ma oggi lavora solo Jean-Claude in redazione?

  5. odderflip

    sono già al lavoro sulla instant t-shirt della weyland corp.

  6. Stanley Buzzanca

    W la figa!

  7. @Phoenix
    Beh, però, scusa, pure il 2 azzera l’1, sotto una valanga di punti di vista (a cominciare dal fatto che è proprio tutt’altro genere di film). Tutti gli episodi di ‘sta serie, in un modo o nell’altro, azzerano i precedenti. Alla fine è anche un po’ il suo fascino.

    Ad ogni modo, Jean-Claude, te lo appoggio su tutto quello che hai scritto dei quattro episodi. L’avessi scritto qualche mese fa mi sarei stranito un po’, ma di recente me li sono riguardati tutti in fila in blu-ray e, cacchio, siamo d’accordo pure sulle virgole.

  8. dino riise

    scusate l’ot, ma oggi sarebbe uscito anche questo trailer qui:

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=m5VDDJlsD6I

  9. Phoenix

    @giopep Ok il 3° è decisamente più simile al 1° come genere. Nel 2° gli alien li ammazzano a mucchi ed è tutto più action e volendo infantile e sicuramente stereotipato. Io comunque pensavo al fatto che nel 3° di base ti ammazzano i sopravvissuti del 2°. E’ un modo triste di ristartare. E anche poco credibile tutto considerato.

    Per me la quadrilogia messa insieme non ha tutto questo fascino, ma è facile se metti il lavoro in mani diverse.

  10. Zero

    Il problema del 2 è che Newt, la bamboccia, viene fatta esplodere senza alcuna possibilità di salvezza. Tutto il film di Cameron si basa sulla sua protezione e nel 3 ci si comporta come “sticazzi, la gente vuole vedere i mostroni, la sceneggiatura è superflua”.

    Invece la cosa figa del quarto film sono la crew della Betty, Winona Ryder (che però ha delle parti spesso pietose), la scena del lanciafiamme (che quando l’ho vista è stata come sbloccare un personaggio segreto di Tekken, stava lì con la sagoma nera e bum, all’improvviso si materializza). Punti a sfavore sono l’alieno ibrido che sembrava più un impasto di marzapane e lattice ed il non essere stati in grado di mantenere la qualità narrativa dei primi due film. Mettiamoci anche l’incapacità di evolvere in modo corretto la propria trama vah. Nel complesso direi che alcune cose mi sono piaciute ma resta un film discreto.

    Riguardo Prometheus dico solo che già visivamente ha soddisfatto ogni mia pretesa (estetica) nei confronti del film. Apprezzo anche il marketing virale ed il fatto che non abbiano scazzato con pubblicità inopportune il cui estremo può essere rappresentato dai pupazzetti degli happy meal (ma che include ancora tanto).
    Se Scott ci racconta anche una bella storia ha fatto l’en plein.

  11. @dino Tranquillo, qui si fa sempre una cosa per volta. Oggi Prometheus, domani Batman.

    @ilburio Quella non l’ho proprio capita, credevo fossero identici. Ormai ci teniamo quello tanto il succo è lo stesso.

    @zero Il terzo mi pare tutt’altro che “la gente vuole vedere i mostroni”, anzi, è stata proprio l’ambizione a voler tornare alle atmosfere nel primo (in parte riuscendoci) cercando di scrivere una storia molta più elaborata che ha portato al disastro di produzione (il secondo sarà pure perfettamente strutturato ma l’arco narrativo è tutt’altro che elaborato).

    La mia su Newt è che quando l’ho vista morta e sepolta mi sono tipo stappato una birra. Ho sempre considerato tutta la pantomima su Ripley mamma in Aliens un sacco fastidiosa e superflua.

  12. rash

    il problema della tecnologia si risolve facilmente: la Nostromo era una cargo, grosso, tozzo e rozzo, praticamente un tir dello spazio. la Prometheus è una nave da esplorazione, pronta a tutte le evenienze, una macchina da corsa fighetta adatta alle telecamere

  13. pigliapost

    Dai che nel 2012 avremo Avengers, Batman, Prometheus…

    Poi i Maya possono anche aver ragione, tanto il botto lo avevamo già fatto prima!

  14. Dèvid Sfinter

    Immensità.
    Però non è vero dai nulla fantascientifico da Blade runner a Moon.

  15. “essendo un prequel fa un po’ strano vedere tecnologia ben più avanzata di quella presente in Alien, dove la Nostromo per buona parte pareva una discarica più che un’astronave, e spero trovino un modo per spiegarlo”

    Lo spero anch’io. Comunque, come ha già detto qualcuno, considera che la Nostromo era una nave da rimorchio quindi ha senso che la loro tecnologia non fosse all’avanguardia. Anche in molte industrie moderne che non richiedono particolari tecnologie avanzate puoi trovare ancora schermi a tubo catodico vecchi quanto il cucco ed enormi pulsantiere.
    Dato che di quel futuro non abbiamo visto che l’interno di un camion a rimorchio spaziale, possiamo solo immaginarci che altre navi e la civiltà umana in generale fruiscano di tecnologie molto più avanzate di quello di cui siamo stati testimoni in Alien. Del resto Ash era riuscito a costruire un rivelatore di movimento con semplici “pezzi di ricambio”… non so se mi spiego.

  16. Ingram Bergman

    Ma ragazzi, il tentacolo copulatorio è lo stesso di Xtro… ma dai…

  17. Schiaffi

    Il 3o mi è sempre sembrato un buon film, mai visto tutto sto disastro.
    Il 4o ‘na delusione
    AvP da inchiodare nella bara diretto

  18. Phoenix

    In effetti ci sono abbastanza scusanti. E poi basta fingere che il film fosse stato fatto eoni addietro.

  19. Past & Fasul

    maronna ma da noi arriva a settembre…poi dicono che non bisogna fare i barabba…vava…

  20. Eh si, sapremo già tutti gli spoiler possibili e immaginabili quando arriverà al fine a settembre.
    http://doppiaggiitalioti.wordpress.com/2012/01/05/prometheus-prima-le-ferie/

  21. zioluc

    @evit: ma la “nave da rimorchio” è l’equivalente della decappottabile per far su le pischelle sul lungomare? ;-)

    comunque io mi tappo occhi e orecchie, non voglio sapere altro fino a che non lo vedrò in sala (settembre… marò)

  22. @zioluc ahahah

    Anch’io evito di esplorare troppo queste anticipazioni che poi rovinano troppo l’esperienza cinematografica.

  23. babaz

    ahah, che fottuti miti. Il montaggio di questo trailer è in evidente crescendo, inizia quasi con WTF is this? e poi alla fine prende l tuo cervello, i tuoi occhi, la tua bava e li appallottola ben bene in tante sfere simil cartapesta per poi buttarle nel cesso.

    Awesome e INDIGNATO del dover aspettare settembre
    potessi farlo, guiderei un plotone di Maya incazzati verso la sede italiana di 20th Century Fox, così gliela do io l’anteprima delle “fine di mondo”

    in Scott we trust!

  24. vespertime

    il primo alien ormai è mitologia. il secondo ha il pregio di aver creato la figura del marines dello spazio e la figura della regina madre , che non è poco, ma Cameron la butta un pò in caciara e tutto quell’alone di mistero e dell’alieno nell’ombra si perde del tutto (in questo il primo capitolo era più “horror”). Il terzo l’ho sempre trovato bello, la roba della prigione spaziale mi ha sempre affascinato e poi la storia del “cane” è ormai un classico. Il 4 è un buon film fino a quando non compare l’uomo-alien col nasino alla francese che fa crollare miseramente tutto quanto il film tanto che ogni volta che mi capita di rivederlo (in tv o in dvd) a quel punto spengo e guardo altro per non rovinarmi tutti. Prometheus se mantiene solo la metà delle premesse è già leggenda e ad ogni trailer devo cambiarmi le mutande. Settembre è troppo lontano. Spero di potermi dissetare decentemente al Torrente molto prima. Olè.

  25. babaz

    riesumo per bestemmiare assieme a voi.
    Non più settembre ma – udite udite! – il 19 OTTOBRE
    (attimo di sconcerto e smarrimento)

    dando per scontato che su queste pagine non sia consentito inveire con bestemmie ingiuriose nei confronti di 20th Century Fox Italia, permettetemi almeno di augurar loro LA BANCAROTTA PER INCAPACITA’ MANIFESTA!

    piccola nota umoristica di fondo: il blu-ray UK è previsto per settembre – manca solo ci sia la traccia audio italiana e la frittata è servita! sarebbe epico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *