Crea sito

AFFANCULO I MAGHI E AFFANCULO I DRAGHI: Game of Thrones stagione 2

(la prima cosa che ho pensato anch'io)

Questo pezzo contiene spoiler su Game of Thrones e il primo è che alla fine della prima serie Sean Bean MUORE. Lo dico perchè la cosa più bella della seconda serie di GoT è che il primo nome del cast che passa nella sigla è Peter Dinklage, strameritato Sylvester 2012 categoria miglior attore televisivo. E insomma, come darci torto? Entra nello schermo e se magna tutto quel che viene prima e dopo.

I Calci non parlano di serie TV. Il motivo fondamentale è che contrariamente a quello che anche noi pensiamo di noi stessi, abbiamo una vita e non facciamo lavori tipo COMUNICAZIONE o RESPONSABILE DELLA PARTE ONLINE o peggio ancora SEO o insomma qualsiasi altro mestiere in cui è considerato ricerca e/o orario di lavoro e/o CV scaricarsi Mad Men e guardarsela in inglese coi sottotitoli in inglese per evitare l’ammorbante e mefitica corruzione del doppiaggio in italiano. Io sono un rappresentante di martelli pneumatici, Stanlio Kubrick lavora per un’agenzia di recupero crediti legata al calcioscommesse e insomma NON ABBIAMO TEMPO di farci un’opinione su tutto. Mi sto lamentando gratis, e d’altra parte con tutto il tempo che passo a guardare foto di gattini online potrei tranquillamente seguire un altro paio di serie. Ma perchè non utilizzare il tempo per vedermi un paio di film e cercare di impressionare qualcuno dei presenti? Dilemma inestinguibile. Game of Thrones è una gentile variazione sul tema: PETER DINKLAGE e tutta una serie di personaggi che abbiamo imparato ad amare, come si dice mentendo in questi casi, gente che s’è meritata quel genere di empatia incondizionata che ti impone di scaricare il torrent e i sottotitoli il giorno dopo l’uscita negli USA. C’è gente che lo fa con otto serie diverse, e c’è gente che quando mezza riga fa ha letto “otto serie diverse” ha pensato dilettanti.

 

l'unico premio che conta davvero.

MEGASPOILER. Ci eravamo lasciati alla fine della prima stagione di Game of Thrones, al punto in cui Sean Bean VIENE DECAPITATO su ordine di quello che faceva il bambino scemo in Batman Begins e la serie si annacqua disperatamente alla ricerca di un protagonista alternativo, trovandolo ovviamente in Tyrion Lannister ma non bastando a se stessa nel farlo (credete a un uomo dei Calci: meglio Sean Bean e Peter Dinklage che Peter Dinklage da solo). Basta a riempire una intera stagione? Forse sì. Nel frattempo inizia una guerra, che fondamentalmente è una guerra tra la famiglia di Sean Bean (Stark) e quella di Peter Dinklage (Lannister, appunto). Poi ci sono i fratelli del vecchio re che sono in guerra un po’ con i Lannister e un po’ tra di loro. La discendente del re prima ancora è in giro con dei barbari poveri in canna e tre draghetti neonati. I figli di Sean Bean sono quelli che fanno la storia nella seconda stagione: la più piccola fa finta di essere un maschietto poveretto, l’altra è la sposa promessa del nuovo Re e però è anche la sorella di quello che fa la guerra al re, che a sua volta ha altri fratelli che lo ignorano o se ne stanno a cazzeggiare a Grande Inverno o si riuniscono alle loro vere famiglie e provano a fargli la guerra a lui o sempre ai Lannister, mentre Jon Snow –unico vero personaggio in ascesa alla fine della prima serie, tolti appunto L’UOMO e la tizia bionda dei draghi e la bambina che comunque rimane figa dall’inizio alla fine della serie- passa tutta la seconda serie in giro per delle boscaglie a camminare e a cercare disperatamente di non infrangere il suo voto di castità, persona inutile come e più di quanto cantava il suo sosia Paolo Vallesi.

Carmine

Ci sono due spiacevoli sensazioni nella seconda serie di Game of Thrones. La prima è che il successo della serie (che tutto sommato continua inalterato e senza troppe voci di dissenso) sembra avere già relegato quasi tutti gli attori a diventare i loro personaggi, anche nota come morbo di Rupert Grint (e.g., l’unico film annunciato con Kit Harington protagonista si chiama come un disco degli Iron Maiden epoca tastieroni disperati). Ma questo probabilmente è il principale difetto di tutte le serie televisive, voglio dire che pure Kiefer Sutherland, con tutto che è Kiefer Sutherland, sta facendo una fatica cane ad imporsi nel ruolo di padre mezzasega in Touch e ti aspetti che da un momento all’altro si metta a torturare il bambino e sussurrare qualcosa come ah, non parli, adesso vediamo per quanto non parli. Seconda cosa, il susseguirsi di trame, alleanze strette, alleanze sciolte, signori di palazzo che hanno perso la brocca, scudieri malfidati con troppe storie da raccontare e troppa logorrea a sottolinearlo, insomma, di tutto questo turbinio di cose che succedono incessantemente ad ogni nuova puntata inizi a fregartene bellamente il cazzo dalla sesta o settima puntata. Non tiro fuori questioni di aderenza o meno al materiale originale perché (come dicevo in apertura) la vita è troppo breve per mettere mano anche solo ad un altro romanzo fantasy, ma è proprio una questione di pelle. C’è da dire inoltre che nella prima serie di Game of Thrones gli uomini si guardavano in faccia e i maghi non rompevano il cazzo a nessuno. Dalla seconda serie può capitarti di venire accoltellato da uno spirito del fuoco sgravato venti minuti prima da una sacerdotessa, e questa cosa può davvero fiaccare il morale dei tuoi commilitoni e dei tuoi spettatori, almeno di quelli che si aspettano gli spadoni. E nel vorticare pazzerello delle trame di palazzo intrecciate da dilettanti e professionisti dell’inganno, l’unica cosa che rimane quasi completamente fuori sono le battaglie. Una sola puntata su dieci dedicata, pochissimi scontri, un sacco di ciaccole senza ciccia. Magari sono io ad averla presa troppo a cuore, ma non ho intenzione di avventurarmi nella stagione 3.

Cofanetto-quote:

Magari svegliatemi quando i draghetti son diventati adulti.
Wim Diesel, house of Thargaryen

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

115 Commenti

  1. alezz

    Anche mia suocera si guarda GoT su Sky, anzi aspetta proprio febbrilmente le puntate.
    Se la figlia la chiama durante GoT invece di tenerla 30 minuti e psssa al telefono attacca dopo 5 minuti.

    Il motivo? Non è lo sdoganamento del fantasy e che è una serie fatta bene sui rapporti personali tra i9 personaggi e che in OGNI puntata c’ha una scusa per far trombare un po di gente a caso.

    Del resto anche i libri (che leggo anche io dall’uscita) sono fantasy atipici: low magic, personaggi principali che muoiono come mosche, battaglie appena accennate e nessuna ricerca dell’epicità…probabilmente è per questo che li trovo così belli( i primi, Martin si sta perdendo per strada purtroppo) laddove un fantasy “classico” mi fa abbastanza schifo.

    Perchè se ne può dire tutto ma non che sia un genere originale, non è essere prevenuto ma è vero che nella maggioranza dei casi i romanzi fantasy siano un accozzaglia di personaggi bidimensionali che fa a botte nel mondo di D&D.
    Ci sono quelli originali, ci sono i classici come il signore degli anelli che originali lo sono stati all’epoca (il libro per cortesia, il film no grazie per i miei gusti una PALLA infinita) ma la maggioranza soffre della sindrome di shannara: roba da 13/16 enni che giocano a D&D.

    Questo è il problema del fantasy altro che sdoganamento, big bang theory, nerd oggi è figo etc etc (se mai è socilamente accettabile, e soprattutto fa vendere merchandising ai nerd stessi): fai una serie TV su Drizzt e poi vedi che ascolti pietosi avrebbe (GIUSTAMENTE ;))

  2. Ankel^3

    si ho capito ma non ci hai manco provato a parlarne bene/male di questa seria XD…
    Un po’ come se volessi dire : mi ha fatto tanto una brutta impressione(schifo) dopo qualche puntata che non ci spendo manco una parola sopra…

    Hai tutto il diritto di pensare cio’ pero’ a questo punto non ci fare una pseudo-recensione sopra….(da qui il fatto dello sfogo personale)..
    spero di essere stato chiaro.. ciau ;)

  3. Se oggi il nerd non fosse in new cool oggi su sto sito sareste in 5 a raccontarvi delle VHS che avete a casa.

    Invece i Sylvester sono ospitati sulla TV. ITA. LIA. NA.

    Una volta si leggeva Neuromante e la gente ti guardava come un demente, e sognavamo di conquistare il mondo.

    Oggi che tutto, TUTTO, il nerdume degli anni 80 e 90 è sdoganato e la cultura popolare ne è ricolma non basta mai.

    Forse torneranno le fanzine ciclostilate, giusto per “non essere come loro che hanno l’Internet”.

  4. vlo

    mi delurko per sottolineare un elemento non citato nell’analisi: la qualità e quantità di personaggi femminili.
    se pensiamo che in LoTR (film) ce ne erano solo tre che mi ricordi (quelli interpretati da Tyler, Blanchett e Otto) e pure abbastanza miserelli…
    qui non si contano tra Sersei, Catelyn, Arya, Daenerys, Osha, Ygritte, Shae, Brienne, Melisandre, etcc..

  5. marcus76
  6. Ryan Gossip

    @ Stanlio
    arrivo tardi perchè quello che sto per scrivere lo hanno già detto gli altri: forse Battlestar Galactica non è stato così ben pubblicizzato (perchè la campagna di GOT bisogna ammettere che è stata martellante), o forse in effetti il fantasy tira di più della sci-fi soprattutto tra le donne, che è poi quella parte di pubblico che fa la differenza tra successo e flop.
    Ho visto troppo poco di BS per giudicare, ma non mi ha coinvolto quanto GOT…

  7. Mi sto facendo questa idea per cui la proporzione tra la lunghezza di un commento medio a un post sul fantasy rispetto a un commento medio ad un post normale sia la stessa che c’è tra le dimensioni di un libro fantasy e quelle di un libro normale.
    Ma è solo un’osservazione, eh? Continuate pure.

  8. Nikita Kitano

    ..e mica per niente sei il capo!

  9. Withered Eye

    Sarà che funziona perchè, al suo interno, i villain sono villain fino a un certo punto e i bbuoni sono bbuoni fino ad un certo punto? + tette aggratis + scegliti il personaggio su cui coltivare masturbazioni/fetish personali chè ce ne è a iosa + poca magia e tanto machiavellismo + una regazzina plump & dumb che diventa regina e fa impennare il ciclo fertile di tante ventenni che si vedono finalmente un personaggio femminile in una posizione dominante normalmente relegata al genere maschile e con una evoluzione di character che sarebbe interessante da guardare se non fosse che la Daenerys non è esattamente un granchè come attrice + tanto sesso usato come chiave di porco per scardinare e forgiare alleanze politiche. Forse è il lato politico che attrae più di tutto il resto. Deve fungere, a prescindere dal marketing. Copre astutamente così tante nicchie di mercato che le audience saranno disposte a soprassedere sulla mancanza di battaglie.

  10. Michael Jail Black

    A me il fantasy non è mai piaciuto piu di tantio(Krull mi haa fatto cagare per dire) pero GOT mi ha attirato non poco. Penso che in parte è stata colpa sua http://4.bp.blogspot.com/-XX-hArWWMhY/Tb6JBLe4-OI/AAAAAAAABM4/y6Bsnw4adO0/s1600/EmiliaClarkeNudeGameOfThronesHottieNaked.jpg

  11. Stanlio Kubrick

    Più che altro a me spaventa la proporzione: numero di commenti per un pezzo su una serie tv > numero di commenti per un pezzo sul trailer di un film > numero di commenti per un pezzo su un film.

  12. Gigos

    Il numero e la prolissità dei commenti mi sembrano funzioni determinate da molte variabili. Quanti spunti ha l’argomento? Quanto è controverso all’interno del gruppo di disussione? Quanto conosciuto? Quanto preso a cuore? Quanti come me commentano solo offtopic?

    Quando un film è strabello è facile che ci sia poco da aggiungere. Un film brutto può essere brutto per infiniti motivi. Che è il motivo per cui abbiamo bisogno di un Miike che riscatti tutti con la sua espiazione.

    I trailer poi (quelli fatti bene) sono fatti apposta per dire tutto e niente e per alimentare illazioni.

    Off off topic (tanto ormai)
    La parola NERD ormai tutti sanno cos’è ma nessuno te la sa definire con precisione.

  13. Thomas

    Secondo me dovrebbe far riflettere che esistono autori di 15/16 anni che già pubblicano libri fantasy (ed hanno in programma trilogie, quadrilogie, pentalogie). Ora, o son tutti geni o è il genere un po’ sopravvalutato.
    Sci-fi tutta la vita.

  14. Phoenix

    Uhm a me è piaciuta forse più della prima perchè i personaggi si sviluppano ancor di più (e almeno c’è una battaglia una!) e walter is coming troppo bello.

  15. Ankel^4

    Posso dire una cosa?(veramente ovvia…)

    Volete la spiegazione perchè si hanno tanto commenti su un vostro “articolo” su una serie tv e quelli sui film?
    Recensite e commentate film del kaiser…!!
    Inoltre la qualita’ media dei film è veramente orribilis!
    Spendono miliardi di miliardi per fare delle cose insulse di 90minuti.. quando con un decimo del budget si tirano su ore e ore di Gameofthrones,Boardwalk Empire,BreakingBad,le prime 3/4 serie di LOST etc etc…

    le serie TV “BELLE” sono semplicemente meglio in tutto e per tutto(non tutte ovviamente).. veramente non c’è paragone.

    OVVIAMENTE iltutto da gustare in lingua originale,dopo i 16-17 anni i doppiatori italiani fanno venire davvero il voltastomaco.

    Ciau

  16. Phoenix

    Si conoscere l’inglese è una fortuna per chi guarda telefilm.

  17. Ankel^5

    Cmq è chiaro che qualsiasi serie Americana, magari Hbo (qualcuno hai mai visto OZ ?? the Wire?? allora mi sa che vi siete persi qualcosa XD ) appena trasmessa in italia fa subito proseliti… ricordiamoci che da anni la tv italiana Vi fa sorbire serie tv del calibro del COMMISARIO ROCCA,I CESARONIIIII!,Montalbano sono, e l’immancabile DON MATTEO… giusto le piu’ famose…

    Cmq basta con l’off topic, fa troppo caldo.

  18. Ankel^5

    @Phoenix bastano i sottotitoli

  19. @ankel:

    > Recensite e commentate film del kaiser

    parla per te

  20. Stanlio Kubrick

    Ecco, mi sembrava che non fosse ancora arrivato il commento «le serie tv sono meglio dei film/sono il futuro del cinema». Ce ne abbiamo messo, ragazzi, eh!

  21. Calmi calmi, che è estate e mi tocca andare in giro sbracciato per galvanizzare le grupies !
    A parte questo: ho trovato in rete una foto di Emilia che mi ha fatto capire perché a qualcuno GOT non piace una mazza, mentre a me piace (pur consapevole di alcune cose noiose, per cui hanno inventato il FF che io uso spesso e bene, e anche voi…). Vi avverto che è un po’ hard, quindi meditate bene prima di cliccare:
    http://www.imagehost.it/di/Y0D1/Emilia Clarke .jpg

    Ecco fatto. Chi vuole Emily ? Chi vuole il draghetto di Peter Dinnklage ? Questo spiega tutto. Mi sembra.

  22. …scusate, link corretto:
    http://www.imagehost.it/di/H5II/EmiliaClarke.jpg

    Lo avreste mai detto ? No, eh ?

    p.s.
    io l’ho detto solo degli sceneggiatori, che lavorano meglio in TV. Da questo a farmi dire che le serie TV sono meglio del cinema, ci passa Gasparri in gonnella a gattoni.

  23. Gigos

    @Capo
    Beh, però a me piacerebbe conoscere la statistica delle recensioni oltre la sufficienza sui 400.
    Secondo me stanno ben al di sotto del 50%. Poi è difficile da dire, visto che non usate i voti, quindi molte DVD-quote sarebbero anche difficili da riconoscere come positive o negative.
    Evidentemente apprezzare il cinema di genere non significa automaticamente essere di bocca buona, come si potrebbe pensare.
    Poi magari avete un metro un po’ strano. Non capisco mai quanto una vostra rece sia influenzata dalla (ottima) competenza tecnica e quanto invece dalla passione per le botte.

  24. Andiamo con ordine:
    Intanto TEAM FANTASY!
    Il successo di GoT è spiegabile in molti modi. I primo è che il materiale di base è di prima scelta, i romanzi me li sono letti tutti d’un fiato e più che le battaglie mi hanno colpito gli intrighi e gli scontri magari fuori dal campo di battaglia. Quindi già questo fa uscire la serie ( parlo anche della serie di romanzi) dal recinto del fantasy duro e puro per farlo entrare in campo più ampio. Ed io di questo posso essere solo contento. Qui il fantasy è una cornice dentro cui raccontare una storia che per intrighi politici è assimilabile a quella delle dinastie nell’Europa medievale. I personaggi poi sono per tutti i gusti e spesso chi é al vertice viene fatto fuori senza troppi complimenti cosa che ne aumenta il ricambio e ravviva l’attenzione. Mettiamo poi una campagna pubblicitaria pazzesca, recensioni (positive) sui maggiori quotidiani e tette e sesso ed il successo non è poi così inspiegabile, almeno cin il senno di poi.

    Andando a spezzare una lancia puntata contro il blog io non credo che qui si recensiscano film del kaiser, ma vuoi vedere che una volta sdoganato il fantasy adesso sia da nerd il cinema d’azione e l’horror? E non mi dite che no perché ci sono Hunger games e Twilight perchè vi tolgo il saluto.
    Ciao

    P.S. commento non riletto mi scuso per eventuali errori o refusi, ma commentare via smartphone è un vero inferno

  25. @gigos: io sono convinto che siano invece tranquillamente sul 50%, e che il resto sia da condividere da una parte con il fatto che le recensioni negative sono spesso più memorabili, per cui sembrano di più, e dall’altra sono comunque fisiologiche perché l’horror e l’action sono generi che a) tendono a rinnovarsi lentamente e b) chiunque è erroneamente convinto che non ci sia bisogno di essere particolarmente bravi per cimentarcisi, per cui più spesso di altri generi vengono prodotti in serie e con pigrizia. E noi siamo qui per fare i distinguo.

  26. Stanlio Kubrick

    Prendo il commento di @pilloledicinema come spunto ma vale per tutti quelli che hanno espresso questi concetti:

    più che le battaglie mi hanno colpito gli intrighi e gli scontri magari fuori dal campo di battaglia. Quindi già questo fa uscire la serie ( parlo anche della serie di romanzi) dal recinto del fantasy duro e puro per farlo entrare in campo più ampio. Ed io di questo posso essere solo contento. Qui il fantasy è una cornice dentro cui raccontare una storia che per intrighi politici è assimilabile a quella delle dinastie nell’Europa medievale

    Questo ragionamento però vale a) per un sacco di fantasy e b) per I pilastri della Terra di Ken Follett. Cioè non mi sembra che la categoria “ci sono intrighi e politica che ricordano la vita vera e reale” applicata al fantasy se la sia inventata Martin con Game of Thrones. Voglio dire che persino alcuni romanzi della Zimmer Bradley avevano gli stessi identici ingredienti.

  27. Cecco

    Da buon libraio posso dirvi che i libri anche in Italia vendevano già un bel pò di più degli altri vari fantasy anche gli anni precedenti, anche se non ovviamente quanto ora.
    E posso anche aggiungere che se la prima serie era abbastanza fedele al primo libro americano (i primi 2 italiani), la seconda si può dire che dai successivi libri è “liberamente tratta”..sopratutto nelle parti riguardanti Jon “non sai niente” Snow e Daenerys. Nel secondo caso immagino perchè le sue storia avanza più lentamente (e in maniera anche molto più noiosa) rispetto a quella degli altri personaggi.
    Ah..e oltre Peter Dinklage io darei una nota di merito anche agli attori che interpretano il re Joffrey, Theon Greyjoy e Jaime Lannister..
    P.S. per gli Estranei ci sarà una comparsata nella prossima serie poi mi sa che il grosso sarà tra un bel pò, almeno stando ai libri..

  28. Sex Intentions

    Mah, difficile dire cosa ha cominciato chi, personalmente credo che l’esplosione della fantasy sia dovuta a produzioni imponenti e soldi messi per davvero. Prima di SdA e Harry Potter cosa passava il convento? A parte rare eccezioni come la Storia Infinita o Fantastica gran parte dei fantasy o pseudo tali erano ridicoli anche a volergli bene per scenografie, attori, dialoghi&sceneggiature. Sul fronte letterario Dragonlance e Shannara hanno abbattuto quel poco di dignità che un lettore fantasy poteva ostentare senza sentirsi in imbarazzo, in sintesi gli anni 80-90 non sono stati indulgenti col genere. Poi sono arrivati i successi letterari di HP e sempre al cinema assieme a SdA con tanti soldini dietro in modo da creare blockbuster quando non da oscar e questo ha attirato l’attenzione di produttori che cercavano un territorio vergine su cui edificare, campagne pubblicitarie, Twilight che ci azzecca poco ma nel calderone per il pubblico è la stessa cosa e si è avuto un rinnovato boom della fantasy dal cinema alla letteratura passando per i fumetti ( Fables si sarebbe prestato bene a un adattamento televisivo ma dopo Once upon a time… )

    Se Martin col suo libro fosse uscito dieci o quindici anni prima probabilmente sarebbe stato conosciuto solo dalla cerchia degli appassionati.

  29. jena123

    Su una cosa Wim DIESEL ha ragione,poche battaglie,la serie purtroppo non è ad’alto costo,ho letto che la prima serie è costata 50 milioni. Peccato se penso che SPIELBERG ha speso 200 milioni per 10 puntate di THE PACIFIC,ho adorato la prima e ancora di più la seconda stagione ma cavolo se penso al NANO che alla fine della prima stagione e li che va in battaglia ma all’ultimo momento viene colpito in testa,si risveglia e la battaglia è finita,ecco li un bel VAFFANCULO glielò tirato propio. Peccato con qualche soldo in più potrebbe essere la perfezione fatta fiction.

  30. @ankel – risposta seria. noi dei Calci non abbiamo nulla contro le serie TV, e questo ci fa partire avvantaggiati rispetto a te che invece dici apertamente di avere qualcosa contro i film che recensiamo. e questa è una. mi viene in mente l’esempio di Casanova che nel recensire the Avengers ha parlato estesamente di Buffy come serie da riscoprire nell’immediato.
    Un’altra cosa, fai un discorso generale e mentre con la destra parli di Boardwalk Empire, Oz e The Wire come esempi del fatto che le serie so’ MEJO, con la sinistra butti via tutte le serie italiote (ce ne sono di belle e bellissime, tanto per dire: boris, romanzo criminale, coliandro etc). quindi insomma, se il tuo obiettivo è farci sapere che ALCUNE serie TV sono buone, allora ci bulliamo di avere un occhio critico quantomeno particolare, di aver sostenuto 24 fino alla fine (mentre il mondo dei blog e dei sn cercava di capire il significato del finale di Lost), di aver parlato benissimo di Rubicon mentre stroncavamo The Walking Dead molto in anticipo sui tempi, di avere pubblicato un pezzo su The Legend of Bruce Lee nella semiomertà, e via di questo passo. Certo siamo convinti, tutti quanti credo, che una serie TV sia una cosa e che un film sia un’altra. Una serie TV ha un concetto di regia evanescente, attori relativamente più gigioni eccetera. uno sceneggiatore può permettersi dei tempi morti e delle puntate interlocutorie per farti affezionare a dei personaggi, tipo per qualche mese della mia vita sono stato assolutamente convinto che Maura Tierney fosse la donna più affascinante del mondo, rendiamoci conto. è proprio completamente un altro linguaggio, e questo qua alla fine di tutti i ragionamenti è un blog di cinema nel senso che parliamo di quello.

    questo per usare un po’ di tastiera. più sentitamente, se l’imbeccata era “le serie sono mediamente meglio dei film”, io rispondo “no” tutti i giorni della mia vita.

  31. Massì alla fine chissene, tanto tra poco ricomincia Breaking Bad che manda a casa tutti quanti :)

  32. E a proposito di nostre recensioni positive di serial tv accolte nella semi-omertà, vorrei ricordare anche Lasko.

  33. Schiaffi

    mh…mi sa che qua in MK Legacy ci ho creduto solo io…

  34. @schiaffi: MK Legacy era una cosa esclusivamente web, che è ancora diversa. E comunque è in preparazione il film. La figlia di Van Damme ha fatto il provino per Kitana e sto pregando intensamente affinché l’abbiano presa ma per un ruolo diverso…

  35. Past & Fasul

    però IMHO la seconda stagione di walking dead merita dai…la prima aveva deluso un pò pure me…

  36. Schiaffi

    @Nanni: ok, una poverinata da web ma fatta come Cristo comanda, ed è un peccato che la gente si pigli bene con le storielle da harmony anzichè con dei ceffoni dati con il cuore, ma vabbè, parere mio.
    Incredibile, nel 2012 c’è chi preferisce roba del genere: “Uhhhh ma chissà se quello si sposerà con quell’altra e chissà se l’altro le toccherà i seni, uhhhh e che carisma il cavaliere nero e beato a chi so’ fotte”. Ma porcod…

    @Past: eh si, una stagione della madonna, 10 episodi nell’allegra fattoria a discutere su cosa preparare per cena…

  37. Bad Hat Harry - Piotta

    I miei preferiti sono quelli che nei commenti criticano gli altri facendosi interpreti della loro volontà, senza peraltro aver visto Got. Non solo non sanno di cosa si sta parlando, perché non lo hanno visto, ma ti dicono anche perché TU lo hai visto. Alla facciazza del cazzo! Ora diteci anche cosa ci piace nel resto dello scibile, poi andate a nanna che all’ospizio chiudono.

  38. Ankel^e

    @Diesel

    Te pensa che GOT l’ho scoperto proprio grazie a voi quindi lungi da me criticarvi su questo(ad esempio a me Walking Dead ha comunque divertito,in un modo o nell’altro mentre di 24 ho apprezzato tantissimo le prime serie mentre dopo l’ho abbandonato..mentre su quelle italiche che tu citi francamente non ho alcun interesse,probabilmente sbagliando, ma la recitazione italiana è veramente da schiaffi in media e non ho proprio il coraggio di avvicinarmi a tali produzioni).

    Comunque è chiaro che serie tv e film sono 2 cose completamente differenti,ma che volete da me…a me dei film piacciono piu’ le recensioni che i film in se’ che trovo oramai tutti uguali/ con pochissimi spunti nuovi /che oramai fanno riflettere come una puntata di uomini e donne.

    In my humble opinion le serie TV hanno parecchie altre cose da dire mentre il paronama dei film è stantio.

    Emmofinimola visto che di got non se parlerà almeno per un anno e mezzo. :D

  39. Dembo

    @Schiaffi

    esageri quando schernisci gli intrighi di GOT, in fin dei conti anche in spartacus (1, 2 e prequel) ce ne sono.
    E non mi dire che non ti hanno appassionato.
    (ora me lo dici)
    Poi vabbè c’erano facce dilaniate e cazzi di 40 cm tagliati, quindi la parte action era assicurata.
    Ma gli intrighi, secondo me, nelle GIUSTE dosi possono fare la differenza.

  40. Schiaffi

    Taci harry, cosplayer dei poveri, mettiti il vestitino da papessa e vai a farti toccare i seni dal cavaliere nero, vedrai che ti sposerà un giorno.

  41. Schiaffi

    @Dembo
    ma guarda, ho solo detto che mi fa strano vedere che certe serie meritevoli qua vengono snobbate mentre altre dove a parte parlare non succede altro, vengono acclamate come Cristo in terra, 30.000 commenti, harry che si strappa la sottana e cose così…
    Spartacus comunque sta su un altro pianeta, ma lo sappiamo che la gente preferisce vedersi la serie tranquillina con gli intrighini e i cavalierini (con il capello unto tutti uguali) piuttosto che beccarsi gente che si piglia spadate in faccia e uccellate molto poco politically correct.

  42. Bad Hat Harry - Piotta

    Schiaffi, piccolissimo pulcino biondo, capisco che ti roda il culo per come ti ho sputtanato nel commento sopra, ma vedi che ti scavi la fossa da solo ? Cazzo, sarebbe Spartacus la serie tv senza telenovela incorporata ? Li cojoni! Dai, è roba da Hipstochecche pari a te. Inculate tra uomini, maschioni nudi sudati e depilati: questa è azione secondo te ? Non ci sono forse le nobili dame che tramano e vogliono i gladiatori come stalloni ? Il sangue è finto come la faccia di Liam Naason. Da casalingua ti ecciti di più quando muoiono o quando fanno finta di non essere gay ? Mi ricordo ancora il patema di Garrone e della famiglia perduta, o Crisso che si divide tra la serva e la Domina. Cazzo, se non è questo Harmony, allora è Liala. Via, su! alzati dalla sedia che il gerbillo vuole uscire un po’.

  43. Jean Pieri

    @Michael Jail Black: A me interessa sapere quando si arrivia a questo:
    http://401ak47.com/wp-content/uploads/2012/06/game-of-thrones-white-walker-king.png
    SPOILER (per chi non l’ha ancora visto): arriva negli ultimi 10 secondi dell’ultima puntata della seconda serie. fottutissimo cliffhanger…

    comunque mi stupisco che nessuno si sia ancora lamentato dell’assenza di Tom Bombadil dai film di Jackson. non siete dei veri nerd. vergognatevi

  44. Phoenix

    Io aspetto il telefilm con scott adkins e “michele gioia bianca” :)

  45. Ryan Gossip

    mi butto anch’io nella “rissa” scaturita dalla discussione: sono un 400ista proprio perchè si parla prevalentemente di FILM, e nella fattispecie di quelli che adoro, e le serie tv le accarezzate appena. A me sta bene così perchè io con le serie ho poca affinità, più che altro per mancanza di tempo.
    Personalmente commento tutto quello che riesco e mi va di commentare, oggi è stato per me un record perchè sono già al terzo. Fosse per me farei anche di più, ma poi succede che lavoro / cazzeggio / pulisco casa / guardo film / sto con la famiglia / sto con gli amici / sto sotto p***a (una di queste capita meno spesso delle altre)
    XOXO a tutti

  46. Schiaffi

    Ma guarda harry, io nel 2012 non mi scandalizzo se in un film mettono tra i protagonisti una coppia gay che tira pizze in faccia, ma che ci vuoi fà, non vengo dal borghetto medievale bigotto.
    I discorsi tra dame e bei giovanotti ben vestiti di got sono virili quanto bersani e il suo brodo.

  47. Michael Jail Black

    @Jean
    A alora e tipo SPOILER gli ultimi 10secondi del primo con i draghi?

  48. Heat Lundgren

    Al solito più Wenders che Vim. Riassumibile con “non guardo serie tv, non mi piace , ci sono i maghi, non vale, non si picchiamo me ne vado e mi porto via il pallone che è mio”.

  49. Phoenix

    Da un punto di vista action si got non è un granchè cmq :) Non dovrebbe essere manco qui forse!

  50. Harry vs Schiaffi è sempre una sfida molto appassionante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.