Crea sito

Trailerblast: speciale Ray Bradbury

R.I.P. Ray Bradbury (22 Agosto 1920 – 5 Giugno 2012)

Destinazione Terra

Fahrenheit 451

L’uomo illustrato

Qualcosa di sinistro sta per accadere

Tags: , , , ,

12 Commenti

  1. Anakin Rossi Stuart

    R.I.P.

    http://www.youtube.com/watch?v=Ly9cQKQaizQ (so che aveva gradito)

  2. Slum King

    Tipo che il 70% di quello che vediamo/leggiamo è farina del suo sacco e di quello di Matheson… un grande.

  3. Gonzo Kent

    L’altro 30% di Ellison

  4. Dembo

    Grande Ray,
    R.I.P.

    PS: quanto è bello fahrenheit 451?
    Tanto

  5. È stato uno dei passaggi fondamentali della mia crescita umana culturale intellettuale e anche sessuale. No, esagero, ma comunque senza Bradbury non sarei qui.
    Piccole cose che mi ricordo, a caso:

    • la prima volta che lessi Fahrenheit 451 lo lessi in inglese e rimasi sconvolto: era forse il primo caso in cui uno scrittore di fantascienza mi fece dire «ehi ma scrive pure bene!». Poi smisi di interessarmi a queste questioni, ma la botta comunque fu importante.
    • la prima volta che lessi Something Wicked pensai «Stephen King, brutto figlio di puttana».
    • la prima volta che vidi il video postato da Anakin decisi che volevo sposarmi. Con Ray Bradbury.
    • la prima volta che vidi il Moby Dick con Gregory Peck arrivato ai titoli di coda rimasi così: :-O
    • quello che dice Slum King è interessantissimo, forse non del tutto vero (Vonnegut, Sheckley, Dick, Clarke e così via) ma forse anche un po’ sì.
    • la fantascienza è la cosa più bella che sia mai esistita al mondo.

    Aveva 91 anni e sarà morto tutto sommato felice e soddisfatto, epperò.

  6. Solo Ray poteva far comparire TRUFFAUT sulle pagine dei 400 Calci
    …e comunque il trailer di Fahrenheit 451 è pura frenchxploitation…

  7. Everyone must leave something in the room or left behind when he dies, my grandfather said. A child or a book or a painting or a house or a wall built or a pair of shoes made. Or a garden planted. Something your hand touched some way so your soul has somewhere to go when you die, and when people look at that tree or that flower you planted, you’re there. It doesn’t matter what you do, he said, so long as you change something from the way it was before you touched it into something that’s like you after you take your hands away. The difference between the man who just cuts lawns and a real gardener is in the touching, he said. The lawn-cutter might just as well not have been there at all; the gardener will be there a lifetime.

  8. Michael Jail Black

    Per la fantascienza una perdita immensa. Addio Bradbury R.I.P.

    Quoto Stanlio per Moby Dick di Huston. Un capolavoro!

  9. userisdead

    non è morto, è tornato a casa, su Marte.

  10. Shakira Kurosawa

    Io ho questo cimelio
    http://www.rai.it/dl/img/2012/06/1339004915650bradbury_fumetto.jpg
    che a questo punto sarebbe carino rileggere.

  11. Davanti a uno come Ray Bradbury il cappello ci dobbiamo levare.
    Ricordiamolo anche con il suo umorismo signorile.
    http://youtu.be/A5NxG_rr5aU

  12. babaz

    cmq un romanzo così seminale come Fahrenheit 451, dopo 60 anni dovrebbe essere disponibile gratuitamente per tutti.
    E invece no, l’ebook te lo fanno pagare.
    Caro
    buh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.