Crea sito

Dirty Laundry: bentornato, Frank

In cui Tommasina Jane, dopo anni di tormentati sensi di colpa, finalmente capisce come si fa un film sul Punitore.
Dirty Laundry, cortometraggio di 10 minuti presentato l’altro giorno al Comic-Con, è a tutti gli effetti un fan film, creato senza scopo di lucro e senza il permesso ufficiale della Marvel puramente come lettera di scuse di Jane a noi fans per via di quell’inguardabile cagata del 2004. Compare anche Ron Perlman, e dirige Phil Joanou.
Troppo poco e troppo tardi, ma… vabbuò Tommy, dai, la buona volontà è ammirevole, sei perdonato.
Godetevelo:

Poi mi spiega l’esperto (Darth Von Trier) che in realtà il Jack non è infiammabile, ma amen.

Tags: , , , , , ,

93 Commenti

  1. Q

    A me sembra solo confermare che Thomas Jane del personaggio continua a non averci capito un cazzo.

  2. Almeno ci è più vicino di prima.

  3. KuroFawa

    Si qualcosa si inizia a vedere ma tanto il prossimo Punisher sarà Made In Disney con tutto ciò che ne consegue:
    http://3.bp.blogspot.com/-kvm8-_RNlW8/T50FlWK-ChI/AAAAAAAAaSs/Me9ujFneK3A/s1600/punisherMickey.jpg

  4. Past & Fasul

    stevenson è il punisher pochi cazzi…una faccia da bad-ass come la sua è fondamentale per il personaggio.

    il film del 2004 tolta la rissa con russo e la resa finale dei conti era poca roba…però apprezzo lo sfrozo,visto che il personaggio dopo il disastro economico di war zone è praticamente defunto anche perchè un personaggio del genere è impossibile da combinare con la politica marvel studios/disney.

  5. Io dico: partiamo dalla scena spaccaossa. Se tu, amico Studios, non mi accetti una cosa di questa portata, lascia perdere. Da lì in poi si possono discutere dettagli e mica dettagli.

  6. Skull

    Il Jack non è infiammabile? :-O

    E comunque il vero Frank sarebbe entrato in azione al primo grido della ragazza, altro che subire tutto fino alla provocazione diretta.

    Comunque gustoso. :)

  7. @skull: prova

  8. atpirC
  9. Fenomenale! Ma solo per farci le pulci anch’io: non so, non credo Frank sarebbe partito a razzo sulla puttana colpita, chiaro la dico con molta leggerenza ma non è una così “innocente” di quelli che a Frank fanno scattare la molla, ma sicuro sarebbe partito sul ragazzino. Però d’altro canto, come tempi di scena, l’aumento della tensione, il piccolo background con Perlamn fanno bene alla narrazione e così quando Frank parte ha tutto un altro ritmo. A farlo davvero a fumetto il corto durava la metà, e nell’insieme sarebbe stato meno gustoso.
    Amo i fumetti e adoro il Punitore eppure continuo a pensare che certi ritmi su pellicola hanno un altro effetto che a fumetti sono differenti.

  10. @gaunt noir: belle osservazioni. Quello che fa scattare me è la scena spaccaossa, perché quello che è mancato ai Punitori precedenti (tranne Stevenson) era proprio il fattore “violenza superiore al normale”. Non mi spaccio per esperto del fumetto, ma se manca quell’aspetto ogni altro angolo di interpretazione diventa inutile. E sono contento che Tommasina abbia principalmente raddrizzato quello.

  11. Dèvid Sfinter

    Sembrerebbe più come un passaggio di testimone…
    Comunque dev’essere così, asciutto, senza passato o tragedie familiari troppo esplicitate, un flashback di 5 secondi al massimo. Lui è già punitore. Parte la punizione. Stop.
    Mi è piaciuto qui il Thomas, punitore disilluso, che devi proprio tirargliela per farlo entrare in azione.

  12. Mattia

    Ma Thomas Jane NON può e non potrà mai essere il Punitore. Perfino mentre spacca crani a bottigliate non riesce a nascondere il musetto puccioso da orsacchiotto tenerello. Stevenson era tutta un’altra cosa davvero.
    Io colgo l’occasione per ringraziare Nanni per l’unica recensione positiva in italiano che abbia mai avuto l’occasione di leggere su quel filmone di War Zone.
    Alla faccia dei critici buzzurri e ipocriti che non sanno divertirsi!!

  13. Ma davvero esiste un film nomato “LOL”?

  14. abraxas il commesso

    sottoscrivo quanto detto da Mattia

  15. jena123

    Cavolo mentre lo vedevo continuavo a pensare(intervieni intervieni intervieni),naturale che alla fine sarebbe intervenuto ma questo non è certo il punitore,il punitore punisce senza pieta chiunque faccia del male al prossimo,senza pensarci 2 volte. Cavolo sembrava di vedere Clive Owen nell’intro di Shoot ‘EM UP (gran film di cui vorrei vedere il numero 2-3-4-5-17-18-37-38ecc….),solo che li interveniva dopo un minuto.Comunque il corto è buono,adoro questo tipo di violenza cruda nei film.

  16. Lazy Rebel

    Bisogna per forza fare un fan film per produrre qualcosa di decente o almeno di “audace” data la violenza finale? …
    e poi pensare a un Punisher disneyano mi mette i brividi. Mi ricordano quei cartoni animati di Rambo, Robocop e Conan dove non si vede una goccia di sangue…

  17. Michael Jail Black

    Apparte la bottiglia di jack indistruttibile bel corto.

  18. Phoenix

    A me è piaciuto. Quell’attore è un grande cmq.

  19. Quoto chi dice che il vero Punitore sul ragazzino sarebbe partito subito, però è vero quel che dice Gaunt Noir: l’impianto narrativo del corto così rende molto di più. Detto questo, Lui non c’ha proprio la faccia da Punitore, con quel cenno di sorrisetto sarcastico da Christopher Lambert dei poveri. Però lo sforzo è notevole e lo spaccaossa ha tutto il mio rispetto.

  20. A me ha riconciliato con il cinema… e c’è il furgone sfatto!

    Cordialità

    Attila

  21. Matt Goemon

    A me fa ridere l’introduzione. Mi immagino Jane completamente distrutto dal rimorso che si impasticca per riuscire a dormire e beve tutto il giorno per dimenticare. Poi un giorno decide di redimersi per ritrovare la pace XD

  22. Sex Intentions

    Ma Ron Perlman ha avuto una seconda giovinezza peraltro superiore alla prima? Ultimamente mi sembra di vederlo dappertutto, contento per lui perchè il suo faccione mi fa simpatia ma è come il prezzemolo.

  23. Bad Hat Harry - Piotta

    Cazzarola.
    Scrivo dal mare, maglietta attillata e pettorale in esubero. Circondato da Nane tettone.
    Brutto, questo mini pu(ni)sher.
    Noioso come cavar gli occhi a Schiaffi.
    Poi vi lamentate di Keanu che non conosce le arti. Invece la tommasina…
    Ma poi: mi rifiuto di apprezzare qualcosa che sia stato montato con Première.

  24. samuel paidinfuller

    in 10 min abbiamo:
    – spaccaossa che spacca
    – sta mezza metafora sulla dipendenza (alcool vs violenza) che non è male e pure in linea con l’interpretazione di ennis su castle drogato di adrenalina (cerca di non pensarci, fa finta di niente, legge ma è più forte di lui)
    – svariati “fuck u” del nigga
    – la coattata del u know difference between justice and punishment
    – il teschio
    il tutto aggratis e senza aver danneggiato le majors
    è quella che definisco una win-win situation

  25. ratto reietto

    e brava jane

  26. alessandro

    Mi sarebbe piaciuto, a 15 anni.

  27. kaiser

    Jane é simpatico anche nella sua ultima serie tv era forte.. ma il punisher migliore rimane stevenson.. perfetto.. war zone sottovalutatissimo..

  28. David Kronenbourg

    Stevenson che si aggiusta il naso con la matita è la scena che rende questo tipo di film meritevole di esistere. Anzi, i film e basta.

    Comunque non male, a me Janella in genere piace ma se lo facevano durare 4 minuti era meglio.

  29. Dan

    a me questo Frank Castle disilluso, la cui normalita’ e’ data dai bossoli in tasca assieme alle monetine, che non sa piu’ quale sia il suo ruolo (se no, secondo me, sarebbe intervenuto a prescindere dal candore delle vittime, giusto per ripulire dalla feccia), e’ piaciuto molto. Thomas Jane e’ un buon attore, ma proprio non ce la fa a fare la faccia cattiva. Comunque un bel corto, a me non piace il Punisher dio della guerra di Ennis, lo preferisco cosi’.

  30. Carmelo Anthony Maestranzi

    Ma con cosa le fanno le bottiglie di Jack? Adamantio?

    Comunque di Punisher ne so ben poco ma ‘sto corto spacca.

  31. Carter

    Tanta buona roba in questo corto e plauso al Cobretti per la citazione nel titolo.
    Jane per quanto mi vada a genio come attore non ha la faccia per un Frank convincente, ma ci mette l’ impegno quindi dai, pacca virile sulla spalla e birrino pagato al bar.

  32. Cristoforo Nolano

    Cough cough… a me il film del 2004 mi era piaciuto, specialmente il rissone con l’omone. Il corto l’ho rivisto tre volte da quanto mi garba. Direi che sono pronto per un sequel.

  33. fre.

    Team Stevenson!
    E pure Team Pearlman, che non invecchia mai! Persino Morgan Freeman invecchia, ma il buon Ron NO! E vorrei conoscere il suo segreto.

  34. @fre, è facile: dimostrava 51 anni anche a 16

  35. Phoenix

    Il Jack lo fanno rinforzato perchè troppa gente aveva abitudine di usarlo come arma da taglio.

  36. David Kronenbourg

    Comunque a me il primo non era dispiaciuto troppo, la mannaiata in faccia all’orientale era notevole, Will Patton aveva un discreto spessore e non dimentichiamo che il primo Punisher a fumetti non era molto dissimile, è dopo gli anni ’80 che è diventato molto più violento. Il secondo è incomparabilmente superiore ma Stevenson che si fa prendere per diversi minuti a calci in faccia/nei coglioni da quel frocetto internato francamente era piuttosto improbabile. Meglio questo a livello di spaccaossa.

  37. Pignoliamo in ordine.

    Le bottiglie di Jack Daniel’s sono resistentissime, non so se per i motivi che dice Phoenix ma sono di vetro spesso, di forma quadrata e con angoli e fondo spessissimi.
    Se cade in terra rimbalza, visto coi miei occhi.

    Il Jack Daniel’s come whiskey non raggiunge un volume alcolico sufficente per infiammarsi. Ci sta il 40% di alcol (80 proof quello normale 47% il “single barrel” che è 94 proof) e il resto è acqua, quindi non si infiamma e comunque anche se si infiammasse non rimarrebbe acceso che per un attimo.

    War Zone è fichissimo, comunque è un film in cui si spara un razzo nel culo a uno coi dread che fa parkeur facendolo esplodere in aria e di sicuro un film pertanto meritorio della nostra stima.

  38. Dan

    Darth, ma di questo corto che mi dici? Da appassionato dell’Uomo Ragno, hai conosciuto anche il Punisher pietoso. Questo e’ una via di mezzo, uno che usa la violenza male ma non sembra smanioso di farlo.

  39. samuel paidinfuller

    @dan come ho detto innanzi io interpreto più come uno che vuole smettere di usare la violenza (6 months sober) ma non ci riesce perchè è come una dgioga, nessun senso di giustizia solo di punizione

  40. Dan

    @samuel, si, sono daccordo. un punisher che non vuole piu’ essere punisher. Quanto e’ umano questo personaggio, rispetto allo Stevenson “Ennissiano”? Ripeto, io lo preferisco cosi’.

  41. fre.

    @Dan
    Questo Punisher ”non c’azzecca”, IMHO. Quoto tutti quelli sopra di noi che hanno già ribadito il non senso di un punitore che lascia fare le peggio cose ai cattivoni attorno a lui, senza intervenire. Cribbio, il Punitore non temporeggia, agisce. Se aspetta, è solo per avere un bersaglio più grosso\più facile.
    Che sia un piccolo spacciatore all’angolo o il raduno di della famiglia mafiosa, non fa passare nulla.
    Incredibile che lasci brutalizzare la poveretta girando lo sguardo.

  42. fre.

    Scusate, sono arrivato tardi.

  43. samuel paidinfuller

    dan, vero ma cè anche l’essenza del castle di ennis MAX, un’anima dannata, uno che non è che gode a usare la violenza, ma piuttosto sta male se non lo fa
    da vero addicted

  44. Bad Hat Harry - Piotta

    Secondo me avete poco amore per il cinema. Questo non è il Punitore, semmai il Puntore. È lo schema iniziale di per un pugno di dollari. Il solitario super forte arriva in città e fa finta di niente mentre i cattivi picchiano donna e bimbo. E tutti si chiedono: perché non li uccide, visto che lui è così forte ?
    Infatti : uccide i cattivi e libera la donna e il bimbo, che qua sono una puttana e uno sniffa colla bambino.
    Dai, ora ditemi che non hanno copiato Sergio Leone ;)
    Altra cosa: le ossa spaccate così facile facile che spuntano fuori rotte e insanguinate. Figo, alla prima. Poi pero’: magari se c’era uno zombie ci credevo di più. In ogni cado di più che al whisky in fiamme.
    Ma quanto era marcio quel tizio per spappolarsi cosi ?

  45. Matt Goemon

    Infatti mi chiedo come possa la bottiglia di Jack essere infrangibile mentre le ossa del nero sono friabili come grissini. Ma poi mi dico “checcazzo me ne frega?” Pure The Raid è pieno di stronzate..

  46. Tirare fuori Leone è una bestemmia.
    Qui siamo su altri livelli, è la sindrome di Drive, contagia tutto.
    E’ più grave del previsto.
    Si propaga ogni giorno che passa.

  47. honkytonkman_aka_james bondi

    Bello il corto… ma la musica di BATMAN che cazzo c’entra?

  48. Dan

    Per carità, avete ragione, il Punitore dei fumetti avrebbe liquidato i tizi in due secondi. Questo non è il Punitore, è un Punitore alternativo, più disilluso, più stanco. il fatto è che un film con questo punitore, dopo aver visto altri 3 film, lo vedrei.

  49. Bad Hat Harry - Piotta

    Un’ultima cosa: c’era una volta un corto di un tizio che prende a bottigliate di Jack in testa una banda di stronzi e li ammazza tutti. Fico.
    Ma in questo corto c’è altro, purtroppo. Troppo altro. Il protagonista assomiglia a Chris Lambert. Ma è imbolsito come Pier Brosnan. La dinamica drammaturgica e i personaggi chiave sono gli stessi del primo film di Leone, ridotti a durata di corto. Non mi sembra di aver detto cose strane, campate in aria. È lo stesso plot di base. Eppure, un nano strabico invoca la bestemmia: chissà cosa avrà mai capito lui.
    Quello che ho capito io è che a) i film sono tutti uguali e copiano gli stessi schemi, basta capire quali, ma sono 4 o 5 storie riciclate all’infinito; b) questo è il gringo di Leone trasposto in un videoclip mannaro sfigatissimo; c) se invece del Jack avesse usato succo d’arancia e benzina avrebbe ottenuto del napalm, con risultati un pelo diversi.
    @sugaru ti va bene che mi trovi in un periodo di transizione altrimenti ti avrei preso a bottigliate di Tennents (=vetro che si rompe) ;)

  50. Aldo Jones

    Ma smettiamola… War Zone ? Ma sul serio ?

    The Punisher del 2004, per quanto strapieno di difetti, era un capolavoro rispetto a quella troiata di War Zone. Sorvolando sul fatto di mettere una femmina alla regia di un film su Frank … ma stiamo scherzando ? Da fan del Punitore di Garth Ennis mi sento offeso. Oltre ad essere un pessimo film ha anche la colpa di aver seppellito per sempre la possibilità di farci vedere un nuovo film serio su Frank Castle. L’unica cosa buona era solo Stevenson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.