Crea sito

La memoria del pesce rosso: “Spawn” (Mark A.Z. Dippé, 1997)

Il lato negativo di Internet è che ci fa credere di sapere tutto. Così finiamo per rimuovere i dettagli-chiave dei film. Oppure, al contrario, ci restano in testa solo cazzate. In questa rubrica un redattore lo stagista in odore di licenziamento Quantum prova a ricostruire un film visto qualche anno fa senza usare Wikipedia per riempire i buchi.

booyah!

Le premesse: non ricordo se in Italia è mai passato per le sale, ma la cosa non ha una gran rilevanza per me: nel 97 i miei genitori erano passati senza soluzione di continuità dal proibirmi “i film coi mostri” perché poi facevo gli incubi al proibirmi “i film coi mostri” perché poi diventavo satanista; Spawn lo trovai da Blockbuster un po’ dopo, abbastanza dopo da potermi vedere in pace “un film coi mostri” ma non abbastanza dopo da rendermi conto che era una cagata.

Ovviamente leggevo il fumetto, che per i motivi sopra riportati mi toccava nascondere sotto il letto neanche fosse un giornale porno alla marijuana.

La premessa della premessa. Il fatto è questo: Spawn stava facendo un po’ di rumore, alla fine degli anni 90, perché era un fumetto supereroistico indipendente (cioè non pubblicato dai colossi Marvel o DC — per quanto qualcuno potrebbe obiettare che la Image non fosse una realtà poi così modesta, ma fottesega, non è mica un blog di fumetti questo), aveva un protagonista nero senza essere rivolto a un pubblico esclusivamente nero e una storia dai toni più cupi e adulti della media degli eroi in calzamaglia (probabilmente lo era davvero, ma altrettanto probabilmente se lo riprendessi in mano oggi credo mi metterei a ridere).

l’autore di Spawn, Todd McFarlane, è una persona così umile che si cita da sola

Per questi e altri motivi del film si parlava come della seconda venuta di Cristo, c’erano in ballo tanti soldi, una trama che rischiava di non trasformarsi in farsa e la volontà di tenersi fedeli al fumetto con un’atteggiamento da “e se al pubblico non piace sono cazzi loro” (queste info venivano dai chilometri di articoli che il fumetto di Spawn dedicava alla realizzazione del film: che fossero vere o meno è un altro discorso — che non mi riguarda perché questi pezzi si scrivono senza andare a sbirciare wikipedia).

Tre anni dopo sarebbero arrivati gli X-Men di Singer a cambiare tutte le carte in tavola per quel che riguarda i supereroi al cinema, ma all’epoca questo film su Spawn pareva una cosa grossa e, almeno tra chi non aveva mai toccato una ragazza, c’era parecchio hype.

Il plot: un assassino della CIA viene tradito e fatto ammazzare dal suo capo che è circa la persona più losca sulla faccia della Terra nonostante abbia la faccia di Martin Sheen. Va all’inferno, cosa che rende solo leggermente problematico empatizzare con lui, e il diavolo gli propone di tornare sulla Terra come un demone con dei poteri cazzutissimi per vendicarsi, ma a condizione che bla bla bla la sua anima bla bla l’armageddon. Lui ovviamente dice di sì ma poi si ribella al diavolo, fa la cosa giusta e robe così.

Dettagli cruciali:

– Gli effetti speciali sono una merda COLOSSALE.

– Col senno di poi, aveva un cast della stramadonna: Michael Jai White (WOOHHH) nel ruolo di Al Simmons/Spawn, e John Leguizamo e Martin Sheen a fare i cattivi quando non era ancora così scontato che il cattivo potesse essere quello che si mangiava tutto il film; a corredo di questo, quella strappona di Melinda LAMAMMADIMARISSA Clarke, nel ruolo dell’assassina/puttanaccia avvolta in mezzo chilometro quadrato di lattice.

– Dal personaggio di Melinda Clarke, che non era presente nei fumetti, hanno tratto un fumetto e poi l’hanno retconnata nella storia dello Spawn cartaceo. Behold the power of MAMMADIMARISSA vestita di lattice.

ma in fondo la capisco, facessi l'assassino della CIA, anche io mi vestirei così in modo che nesusno sospetti che sono un assassino della CIA

– MJW fu il primo nero della storia a interpretare un supereroe (protagonista assoluto, per giunta) in una produzione di Hollywood.

– Ricordo distintamente che c’è un bambino del cazzo. Io li odio, i bambini del cazzo. Avete presente, quelli che servono da alleggerimento/contrappunto comico tipo che l’eroe fa qualcosa di fico e stacco sul bambino del cazzo che strabuzza gli occhi e dice “che fico!”. Una volta ho letto che quando li inseriscono in una sceneggiatura è perché gli studios vogliono un personaggio in cui i regazzini possano identificarsi. Strano, giurerei, quando l’ho visto da regazzino,  di essermi identificato nell’eroe che faceva le cose fiche.

– John Leguizamo interpreta un clown che sembra il cugino grasso (e clown) di Danny DeVito, ma all’occorrenza si trasforma in un mostro alto tre metri vagamente insettoide. In entrambi i casi è abbastanza irriconoscibile.

cercando immagini su internet è praticamente impossibile capire quali sono foto "di scena" e quali foto di action figure

– Gran parte del film è ambiantata in una specie di città-ghetto abitata solo da barboni. Non saprei dire se si trattava di una critica sociale volta a svelare l’altra faccia delle metropoli (credo New York) e condannare l’opulenza delle classi borghesi, ma più probabilmente faceva atmosfera.

– Il clown/John Leguizamo è protagonista di tutta una serie di gag argomento “schifo” tipo mangiarsi una pizza ai vermi e fare scorregge verde fosforescente.

– Scommetto che nella colonna sonora hanno infilato almeno una canzone di Marilyn Manson.

– Il malvagissimo Martin Sheen si fa impiantare un dispositivo che se il suo cuore smette di battere sgancia un milione di bombe batteriologiche in giro per il mondo; ricordo che all’epoca la cosa mi impressionò molto e decisi che se fossi diventato un Bond-villain l’avrei fatto subito anch’io.

– L’amico bianco di Spawn, aka l’unico-agente-onesto-della-CIA, NON è Edward Norton ma è truccato/pettinato uguale.

Film con cui viene scambiato più facilmente: grazie al cielo è abbastanza unico nel suo genere. I mean: negri, fucili, supereroi, mostri, fregnacce sull’eterna lotta tra paradiso e inferno — c’è troppa roba per confonderlo con qualcos’altro.

nel bene e nel male (capita? capita?) una roba così te la ricordi, dai

Segni che è stato visto nel 1997: un po’ di gente dovrà pure averlo visto se ancora oggi tutti lo portano ad esempio quando si parla di brutta CGI.

Titolo più fico dato al film sui mercati ispanofoni: “Spawn – O Soldado do Inferno” (Brasile), “O Justiceiro das Trevas” (Portogallo).

Opinione esemplare trovata sul message board di IMDB: Were they kidding with the CGI?

Lo rivedresti? Considerando che sono uno di quei ritardati che guardano film brutti per il lol e tutto l’apparato nostalgico/quelcazzochevolete, probabilmente sì, salvo rimpiangere amaramente questa scelta al primo momento morto.

DVD-quote suggerita:

Fottere col negro demoniaco sbagliato
Quantum Tarantino, i400calci.com

Bonus:

una foto di Spawn autografata da Michael Jai white, che si presume sia sotto quei tre quintali di make-up

Tags: , , , , , , , , ,

42 Commenti

  1. ABBELLI!!!!! Io l’ho visto al cinema!!!!

    Ancora cago merda…però mi ha lasciato un piccolo retrogusto di figata…forse perchè mi piaceva il fumetto non lo so…

  2. Withered Eye

    L’ho visto al cinema e credo fossimo in 5 in sala… ho ricordi vaghi sulla cgi ma ho indelebilmente marchiato nel cervello lo sdegno che ho provato quando ho visto il mantello di Spawn svolazzare seguendo leggi fisiche discutibili.

  3. sono uno dei 15 che l’hanno visto al cinema, e in sala eravamo in 3.

    Ricordo che il mio amico ha passato tutto il tempo a gridare “MA IL MANTELLO? DOVE CAZZO HANNO MESSO IL MANTELLO?!!”

    Mi ricordo la CGI di merda (non avevano una lira) ma alla fine non me lo ricordo peggio di, toh, Daredevil.

  4. @Trecool
    Confermo che alla fine ha un non sò che di godibile…e cmq pure io mi chiedevo dove cazzo fosse il mantello!!!

  5. Bread Beat

    mi faccio esponente di quelli che non hanno mai letto il fumetto ma hanno visto il film. Il film fa cagare duro ma l’estetica del personaggio è troppo ganza; e credo sia l’unico motivo che ha portato molte/troppe persone a vederlo…

    comunque meglio daredevil…

  6. atpirC

    mi sembra di capire che quelli che l’hanno visto al cine siano cmq più numerosi di quelli che hanno il dvd in casa. bene, io sono tra i secondi! uno scintillante box in carta/cartone tutto argentato, della cecchi home video, era semplicemente troppo figo per lasciarlo sullo scaffale e poi a quel tempo compravo decisamente troppi dvd. ignoravo del tutto che tale perla sia passata al cinema…

  7. Dèvid Sfinter

    Visto al cinema… Amavo il fumetto e McFarlane + megaviolenza ai tempi era tutto ciò che cercavo (quanto odiavo Savage dragon!!).
    Il film è la classica cagata anni ’90 scritta di fretta e con budget non all’altezza, tuttavia non lo disdegnai in toto, non subito almeno. Il costume era comunque figo, il cicciodemone era simpatico e fedele al fumetto e la cgi a parte la scena finale da sangue al culo non me la ricordo così tremenda (anche se non l’ho mai rivisto per intero negli ultimi dieci anni). Ero piccolo quindi potevi adattarmi qualsiasi fumetto, cartone o gioco che mi luccicavano gli occhi (vedi streetfighter con GCVD). Poi due giorni dopo spruzzavo a getto continuo.

  8. Giuro che se questa puntata di la memoria ecc avessi dovuto scriverla io sarebbe stata una cosa tipo: «Uuuh… mmm… Spawn… eeeeeh… il film di Spawn… uuuuh» e stop.
    E sì che mi metto nel novero di chi l’ha visto al cinema.

  9. @trecool Daredevil è un film con BEN AFFLECK, c’mon, è fuori conconrso!

    @Stanlio certi film sono fatti per lasciare un segno indelebile nella nostra memoria, eh?

  10. Past & Fasul

    ma mcfarlane che su questo personaggio ci ha costruito un impero…praticamente è stato spawn a sdoganare le action figures anche per chi ha più di 10-12 anni…poi lo ha svenduto così…gira voce che ora voglia fare un film,scritto e diretto da lui,ma ci credo poco ormai gli anni ’90 sono lontani…immaginate na roba fatta oggi con il budget di lanterna verde…:O

    del film è un buon ricordo forse perchè me non lo ricordo per nulla…visto che quando lo vidi la TV privata si chiamava tele+.

  11. Mi unisco al gruppo di quelli che l’hanno visto al cinema. Del resto non credo sia un caso se ogni giorno leggiamo avidamente I 400 calci. :)

    Comunque, dai, all’epoca erano già usciti tutti i Batman del vecchio corso: quantomeno per i film di supereroi, eravamo abbastanza abituati al fatto che i cattivi si magnavano tutto, no?

  12. @Quantum: ricordo molto bene che quando il film uscì mi ritrovai Spawn in Marvel vs. Capcom e in un disco degli Iced Earth. Ricordo molto bene sia Marvel vs. Capcom sia il disco degli Iced Earth. Non ricordo il film. Sono cose.

  13. Alessio

    Mai letto Spawn, mai visto il film, anche se ero tentato. Ma già le prime recensioni dicevano che era inguardabile, e mi ero fidato. In compenso però avevo preso subito la colonna sonora che era fighissima. Non ricordo bene chi c’era perché ho fatto la cazzata di prestare il cd e ovviamente non è mai tornato indietro, però era una di quelle cose crossover metal/altro che andavano tanto, un po’ sulla scia di esperimenti come Judgment Night.

  14. “Film con cui viene scambiato più facilmente: grazie al cielo è abbastanza unico nel suo genere.”

    Hm… io invece tendo sempre a confonderlo con Ghost Rider.

  15. KuroFawa

    Per chi dice che DareDevil fosse Meglio ricordo che:
    DareDevil= Ben Aflleck+ http://www.youtube.com/watch?v=PgYsWslBSi4
    Suvvia!

    Al massimo meglio il Batman Schumacheriano (Risata Malsana)

  16. galbaccio

    filmo parecchio cacca.
    fulgido esempio di CGI di merda.

    p.s.: ricordo che le cosìdette gag del fottuto ciccione mi hanno reso più di ogni altra cosa quasi impossibile arrivare infondo…)

  17. Luke Vanilla Skywalk

    Cavolo, l’ho visto anche qualche mese fa tipo su Rai Movie o roba cosi’…e nonostante questo ne ricordo davvero poco…comunque concordo con Quantum è uno di quei film brutti ma che un po’ gli vuoi bene lo stesso e te lo rivedi quando capita nonostante sai che te ne pentirai.

    p.s. Io Daredevil l’ho visto 1 volta al cinema e mi era piaciuto..ho paura a rivederlo ora però…

  18. Il fumetto presentava un unica cosa veramente degna di nota: in un numero faceva un ospitata Cerebus, il facocero ninja di Dave Sim.
    Il film non ce la potei fare.

  19. Daredevil si guarda per la scena in cui Jennifer Garner scende le scale con QUEL vestito rosso.

    ebbasta direi, non ricordo neanche chi era il cattivo (Kingpin?!).

    Ma quel corpo che riempiva quel vestito, mamma mia.

  20. Putroppo anch’io fui testimone di questo “film” al cinema, qualche amico mi disse “è un supereroe figo, andiamo a vederlo!”. Visto che lo stesso anno lo stesso amico mi propose “Men in Black”, decisi di fidarmi… e quella fu l’ultima volta che mi fidai di un suggerimento altrui. 5/10 su IMDb è un voto regalato dai fan perché realisticamente siamo sui 3/10.
    Da quel dì non l’ho mai più visto (forse una volta passò in TV su Italia1 e lo evitai con cura). Ricordo ancora le scorregge atomiche del clown e il mondo stile hobotown.

  21. @Past & Fasul ma infatti McFarlane è sicuramente più bravo come imprenditore/promotore di sé stesso che come autore: ha fatto i PAPERDOLLARI col merchandising di qualunque cosa (la mcfarlane toys è la #1 nel mondo occidentale per modellini, action figures e altre cose per tenere lontana la figa) ma i suoi fumetti sono uno più scadente dell’altro.

    @Giopep

    Comunque, dai, all’epoca erano già usciti tutti i Batman del vecchio corso: quantomeno per i film di supereroi, eravamo abbastanza abituati al fatto che i cattivi si magnavano tutto, no?

    succedeva già, vero, ma abituati non direi. se Jack Nicholson ti faceva il Joker era una gran cosa, ma Tommy Lee Jones nel ruolo di 2facce aveva stampato in fronte “cosa non si fa per pagare le rate del motoscafo” e faceva una gran tristezza

  22. John Who?

    Concordo con Alessio, colonna sonora della madonna. Can’t you trip like I do (Filter v. Crystal Method) e One Man army di Prodigy e Tom Morello.

  23. BellaZio

    Il pezzo di punta della colonna sonora sono Prodigy+Tom Morello in una notevole One Man Army. Manson c’è con electro-soggetto del periodo… da notare Butthole Surfers+Moby, Slayer+Atari Teenage Riot, Henry Rollins+Goldie… poi non ricordo. Mai visto il film, mai letto il fumetto ma ascoltata la colonna sonora, ho ben presente il pezzo Prodigy-Morello…

  24. Neutron

    No no no no e ancora no
    io lo vidi al cinema
    e con il senno di poi sono tutti buoni a dire che era una merda
    in realtà all’epoca avrebbe spaccato pure una puntata di dowson’s creek con Spawn..
    All’epoca Spawn era tipo l’harry potter del fumetto,ergo,contestualizzando,è un film figata.
    E ci sono un paio di scene che spaccano i culi: tipo quando scende dal tetto con tutto quel mantello a volteggiare e tu dici “eccheccazzo!si vede che è finto!” ma sei talmente preso dal vederlo che tenefottisega e urli e basta

  25. vespertime

    Pure il al cinema. E pure da me in sala eravamo tipo 10? non lo so. Mi accodo a tutto. Oltre alla CGI di merda e al MANTELLO ASSENTE che le uniche due volte che si vede era talmente fatto male e animato a cazzo che mi veniva da piangere vorrei aggiungere pure sto vizio (che per un periodo ha avuto anche il fumetto in realtà) Di non fargli mettere la maschera. Con quella maschera li poi. Ma perchè? Volevano umanizzare l’eroe? non ci sono riusciti. Comunque all’epoca il film fece talmente CAGARE al mondo intero che lo stesso Mcfarlane tipo 10 minuti dopo l’uscita del film dichiarò “o ragazzi giuro che mi han messo i bastoni tra le ruote e adesso ne faccio io un altro ultradark-ultraviolento che non potete capire che fotta che ho. Oh giuro eh adesso lo faccio.” Sto aspettando da così tanto tempo che mi ero dimenticato di stare aspettando. Caso raro di film che ad ogni visione diventa ancora più brutto.

  26. Visto e registrato nel passaggio su Italia 1. A me divertiva parecchio, resta un film del cazzo, ma tutto sommato il lol durante la visione ci sta.
    E sono convinto che se fosse stato fatto tipo negli anni ’80 oggi sarebbe un cult!

  27. NicolasWindingFregna

    Visto al cinema Manzoni di Milano (credo) in piena età da pippeebbrufoli, quindi mi ricordo di aver pensato “cazzofigata!” fino a quando non finiscono all’inferno. là c’era una CGI che neanche un Sega Master System.

  28. Visto al cinema anch’io, mi ricordo un orrore con un bambino che faceva le faccette, e a un certo punto John Leguizamo che irrompe a una festa di bambini (forse lo stesso) consegnando al festeggiato/a una bambola con la testa al contrario, da lui chiama “l’esorcistino”.

  29. NicolasWindingFregna

    ovviamente è di un’importanza fondamentale vedere la serie animata della HBO. bella bella bè.

    http://www.youtube.com/watch?v=1m5IqKsc6LA&feature=related

  30. mki

    Io me lo confondo con questo faust

    http://www.imdb.com/title/tt0223268/

  31. Past & Fasul

    @mki

    cosa mi hai rimembrato…quantum,hai trovato il prossimo pesce rosso…;D

  32. @mki e hai ragione su così tanti livelli che non so da dove iniziare (per esempio, il film di faust è successivo al film di spawn, ma il fumetto da cui è tratto è molto precedente e si dice todd mcfarlane l’abbia scopiazzato abbestia per il suo spawn cartaceo), d’altra parte segnarlo come “Film con cui viene scambiato più facilmente” implicherebbe un successo di pubblico, una popolarità che il film di yuzna non ha mai avuto.

    @Past & Fasul su Faust stavamo pensando a una recensione più approfondita di una memoria del pesce rosso, forse all’interno di una rassegna sul regista brian yuzna però non abbiamo ancora deciso niente di preciso ed essendo io lo stagista queste cose non le dovrei nemmeno sapere… però ci penso spesso, anche perché sto faust c’ha un paio di scene che da sole se magnano tutto spawn a merenda

  33. alessandro

    L’ho visto qualche tempo fa in tv. Magnifico. Una serie interminabile di risate come non mai. Lo consiglio a tutti quanti.

  34. non so se ringraziarvi per le risate che mi avete regalato, o prendervi a calci nel deret-ano per aver fatto riaffiorare nella mia memoria questa cagata pan-galattica. Comunque lo vidi al cinema Maestoso di Milano, quello che c’era in piazzale Lodi. Secondo me ero in sala con qualcuno di voi. :P Comunque eravamo in quattro gatti. L’unica cosa che mi ricordo di ‘sto film alla fine è proprio il mantello. Ci deve essere un perché dietro tutto ciò…

  35. Paletto Cromatico

    Quello che nessuno ricorda è che risulta essere il primo film di supereroi con protagonista nero perché batté di sole due settimane nell’uscita originale STEEL con Shaq, quello sì il film supereroistico più sbagliato e povero di sempre.

  36. Zino Davidoff

    Visto al FU cinema Rouge&Noir a Roma, ora tristissima sala Bingo.
    Conoscevo vagamente il personaggio, uscii dal cinema esaltato abbestia. Avevo 12 anni.

    Rivisto di recente… beh, c’è di peggio. Tipo una mattonata nei coglioni.

  37. Angus Lee

    Io questi film li vedo un po’ come l’amico scorreggione del nonno che chiami zio, per cui non hai versato una lacrima al trapasso ma che alla fine ricordi con affetto.

  38. e che cazz

    un film epico visto lo scorso natale in uno di quei canali del digitale. vale la pena rivederlo. anzi. già scaricato.

  39. John Who?

    Noto un destino comune tra i cinema che lo hanno proiettato…

  40. blueberry

    Primo: del fumetto di spawn procuratevi il numero tre della miniserie estiva “tenebra” disegnato da ashley wood. acquerello e china. spettacolo.
    negli anni a seguire gli affideranno anche una serie parallela… sempre acquerello e china.

    Secondo: la serie principale a fumetti fino ad alan moore (e sì proprio lui) in veste di scrittore fu mooolto divertente da leggere. dopo…. sipario.

    Terzo: il costume di spawn vive per conto proprio… ecco perchè il mantello, quando c’è, sfida le leggi della fisica.

    Quarto: la cosa più bella di spawn è la straordinaria parodia di leo ortolani su rat-man. grazie a spawn ho riso ore e ore e ore ad ogni vignetta

  41. dino riise

    io avevo quasi dieci anni, e quindi mio padre mi dovette accompagnare al cinema. se non mi ha diseredato all’epoca, ci sono buone possibilità che non lo faccia mai più. e dirò che l’unico mio motivo di disappunto all’uscita fu che il mantello non si vedeva praticamente mai.

    in compenso pare che fosse uscito anche un tie-in per playstation di livello notevole:

    http://www.youtube.com/watch?v=6IL75IHV9jQ

  42. il BUONO

    leggevo il fumetto: megafigata!
    ho aspetato il film, ma abitando in valle non sono riuscito a vederlo al cinema. Uscito dvd o cassetta (non ricordo) l’ho visto: delusione!
    La colonna sonora l’ho usata come colonna sonora della gita di 5ta superiore ad Amsterdam: SUPERMEGAFIGATA!
    METAL + ELETTRO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.