Crea sito

Inneggiare alla gioia: A Good Day to Die Hard (trailer)

Non sarò certo io, e di certo non su queste pagine, a dire qualcosa contro le operazioni nostalgia, ci mancherebbe, soprattutto dopo aver esaltato The Expendables 2 che con il suo citazionismo spinto ha messo qualcuno di voi a dura prova.
Però un limite c’è, e non posso fare a meno di rimanere vagamente perplesso quando Bruce Willis gira un nuovo film d’azione, infila di violenza le parole “Die Hard” nel titolo, apre il trailer con Beethoven e magari salta pure fuori che il suo personaggio si chiama “McClane”. Operazione discutibile che tra l’altro aveva già fatto cinque anni fa, con un film che aveva addirittura la faccia tosta di chiamarsi “Die Hard 4“, come se fosse il quarto capitolo di Die Hard.
Detto questo: il segreto per godersi questo A Good Day to Die Hard (e vi prego sorvoliamo sul titolo italiano), esattamente come dovemmo fare cinque anni fa, è dimenticare questi fastidiosi dettagli e concentrarsi sul fatto che si tratta di un nuovo film d’azione con Bruce Willis in formato fracassone, cosa che tende a capitare ormai con frequenza tristemente scarsa.
In quanto tale, questo primissimo trailer se la gioca nel miglior modo possibile limitandosi a farci vedere solo le cose che contano.
Godetevelo:

Per una volta vorrei citare addirittura un commento che ho letto su Youtube:

“I’VE ALREADY DIED AS HARD AS I CAN, I CAN’T DIE ANY HARDER.”

Ma a scanso di equivoci: sì, sarò in prima fila, muto e concentrato, come tutti voi.
Spacca tutto, Bruce.

Tags: , , , ,

94 Commenti

  1. @Pillole : Mi sa che in Die Harder, visto che erano dei corpi speciali dei Marines, non fosse Granada, ma Grenada, dove erano stati spediti dall’amministrazione Reagan. (Non è cultura, è Gunny)

    Cordialità

    Attila

  2. Jo (mobile)

    Io sono giá un po’ piu felice. Bruce lo fa per noi.

  3. Il Reverendo

    avrò anche torto ma mi pare di non essere l’unico a cui non sia piaciuto. il punto è che secondo me quella cosa non è die hard. i primi tre die hard sono die hard, e il primo è una spanna più die hard degli altri due, ma il quattro non ha nulla a che fare.. c’era john mcclane ma avrebbe benissimo potuto esserci riggs di arma letale in quel ruolo, o poteva benissimo essere un film dove bruce willis spacca il culo a tutti, compreso un caccia militare. non mi basta il fatto che insulti il cattivone alla radio per dire ”eh si, è proprio die hard”. che poi la dico tutta, anche fosse stato un film d’azione a se stante, non mi sarebbe piaciuto ugualmente, perchè a quel punto non avrebbe avuto abbastanza personalità nè tantomeno abbastanza azione folle. e non ci vedo tutta questa dietrologia autoriale in wiseman. è un registucolo che fa un pessimo uso delle luci, e non mi si dica che è un genio a girare le scene d’azione perchè ce ne sono là fuori almeno mezzo milione n grado di fargli le scarpe. comunque spero di ricredermi e che total recall sia figo quanto quello di verhoeven, ma chissà perchè ho i miei dubbi. riguardo alla cosa del parkour c’era già in casinò royale, con il campione mondiale (mi pare) che saltella qua e là e daniel craig che lo insegue buttando giù muri di cartongesso a spallate e alla fine lo fa esplodere o qualcosa del genere. non so, ho rivisto die hard 4 un sacco di volte e non sono mai riuscito a considerarlo qualcosa di diverso da una cagata. intendiamoci, se fosse ”action for action’s sake” mi starebbe benissimo -ma a quel punto lo stesso lavoro lo fa ( e lo fa un miliardo di volte meglio) bay in bad boys 2- questo però dovrebbe essere un die hard… come direbbe mara maionchi, per me è no. poi comunque appena die hard 5 uscirà al cinema correrò a vederlo felice come un bambino e piangerò di felicità come faccio ogni volta che bruce willis impugna un’arma da fuoco.

  4. Chi è che ha detto “Len Wiseman Autore” che lo meno subito? Die Hard 4 gli è venuto 4 volte meglio che il resto della sua robaccia, basta il trailer di Total Recall per perdere quei bricioli di speranza che aveva accumulato.

    @oliver: ti hanno risposto in tanti. Avranno accennato a qualche dettaglio in più rispetto a quello che ricordo dal 2007, ma l’aria generale era quella della barzelletta a protagonista intercambiabile. Non brutto, ma un’altra cosa.

  5. Biscott Adkins

    non sarà il die hard dell’inizio che amiamo tanto?probabile ma non sarà di certo questo a non farmelo piacere! e comunque,stando al trailer,è sempre meglio di quella merda di teaser di quella merda del cavaliere oscuro-il ritorno…zero parole solo azione?ci piace così!

  6. Il Reverendo

    e poi voglio dire, ci rendiamo conto che in die hard 4 c’è quella faccia di cazzo di justine long? e che rimane vivo per tutto il film? e alla fine lasciano addirittura intendere (se non ricordo male) che la figlia di mcclane gliela dà? ma siamo pazzi? in una delle prime scene in cui fichetta long incontra mcclane, quando sono nella macchina bloccati nel traffico, e quel coglioncello dice che i creedence clearwater revival fanno schifo e che sono un gruppo da vecchi, non come la musica di oggi che è bellissima, ecco, in quella scena bruce willis avrebbe dovuto prendere una granata, ficcargliela in bocca spaccandogli tutti i denti, buttarlo fuori dalla macchina e sparargli fino a farlo detonare. se l’avesse fatto quello sarebbe stato un grande film. anche se fosse finito lì, dopo neanche venti minuti. invece lo lascia parlare e nel film justine fa pure la figura di uno abbastanza cazzutello. eh no. non è questione di aderenza al personaggio, sono le cose che succedono in quel film a rendere die hard 4 un non die hard. nel tre c’era samuel l. jackson e nel 4 c’è justine long? e poi basta con sta storia di bruce willis che cerca un suo erede. ormai in ogni film che gira deve farsi affiancare da un anonimo ventenne che in teoria dovrebbe prendere in mano il suo scettro di ”re degli action ironici”. e che cazzo bruce, hai 50 anni, non 70! non rompere i coglioni con sti cazzo di eredi, hai davanti almeno altri dieci anni di buoni film d’azione da eroe solitario, POI potrai anche cercarti gli eredi. per adesso tira fuori le palle e spara! che poi se clint eastwood in debito di sangue era ancora cazzutissimo quando inseguiva quella macchina sparando fucilate (e quello era pure un film serio) bruce può proprio piantarla di cercare di cedere la scena a quelle signorinette insignificanti.

  7. @ schiaffi: si, è un passaggio oscuro. Fra l’altro a quanto pare io ne ho capito il senso ma ho non ho comunque capito dove li avevano mandati.

    @ Attila: si, può benissimo essere che abbia sentito male e che mi sia fatto un altro film dove loro erano in Nicaragua ad ammazzare male gente varia. Anzi il tuo ragionamento su Grenada fila più diretto. Grazie
    Per me Gunny è cultura. :D

  8. vespertime

    Non riesco a pensare razionalmente e visti i molti anni passati dal primo Die Hard. L’originale Mclane (vista anche la recente visione 400tesca) è bello che andato da un pò e l’unica cosa che riesco a vedere è che esplode tutto. ma proprio tutto. anche il reggiseno della tipa. Per ora chiedere di più non si può e si spera che il film mantenga questa linea senza cagare troppo fuori dal genere. Comunque ultimamente sbaglio o il cinema si sta piegando ai 400calci? Ci sono stati anni bui in cui tutti dovevano fare gli intellettuali ad ogni costo. Vedo un pò di luce in fondo al tunnel e probabilmente è qualcosa che esplode.

  9. Oliver Die Hardy

    @Nanni: in realtà mi pare ci sia una divisione abbastanza netta di pareri. E mi va benissimo così, niente è più noioso dell’unanimità.

    Personalmente, ripeto, non riesco a mettere nessun altro volto lacero, pesto e sanguinante in Die Hard 4 se non quello di zio Bruce:
    – Shwarzy: NON può essere graffiato. Al limite puoi piazzargli in corpo un proiettile 357 magnum (tutti gli altri si fermano prima) ed ottenere la soddisfazione di vedergli inarcare un sopracciglio (prima di morire male).
    – Mel Gibson: sì, vabbè, gli si scompiglia la permanente! Piuttosto che grondare sangue e sudore si disloca qualcosa.
    – Steven Seagal: ok, scherzavamo
    – JCVD: fatevi l’immagine mentale. Fatta? Bene, siamo d’accordo che possiamo passare oltre?
    – Jackye Chan: scherzavo di nuovo, ora la smetto. Basta con gli sguardi brutti che sono sensibile.
    – Jason Statham:… ecco, qui ci saremmo quasi, peccato che la corporatura ed un generale “trasudare vittoria” di Big. J. lo rendano difficile da gestire.

    Insomma, per me Die Hard 4 è Die Hard. Possiamo poi discutere dove si collochi in una classifica dei Die Hard (che si colloca come classifica a parte del cinema action), ma il dato di fatto è che io mi siedo da questa parte e tu dall’altra.

    Ed il torto e la ragione la lasciamo a chi vedendo l’ennesimo cattivo che muore male(tm) non si alza ululando e facendo la ola.

  10. @oliver: e allora, in questa classifica dei Die Hard, Die Hard 4 sta sotto a Impatto imminente.

  11. Oliver Die Hardy

    Aggiungo alla carrellata, e poi giuro che sto zitto fino al prossimo articolo:
    Mickey Rourke e Jean Reno: entrambi, al contrario di Jason, “trasudano perdenza”. In un Die Hard qualsiasi riuscirebbero nell’intento di salvare tutti, ma poi si beccherebbero un proiettile alla schiena o nella pancia come ultimo saluto del cattivo fichetta morente o morituro. John McLane, sarà per l’occhietto furbo e disperato, sarà per il sorrisetto cinico e fottesega, lo ha scritto in faccia che lui è un “perdente che vince”.
    Sly: sì… potrebbe andare… con alcuni film ha pure dimostrato di sapersi ridere sopra… ma puoi chiamarlo “John McLane”? Ci devi cambiare il nome, ci devi…

  12. @ pillole: hai perfettamente ragione: Gunny è cultura. Scusate.

    Per me Die Hard 4 è True Lies non girato da Cameron (prima di rincoglionirsi) e mi sa che con questo mi trovo schierato dalla parte del Rev.

    Rinnovo le cordialità

    Attila

  13. Il Reverendo

    @ attila: sono totalmente d’accordo con la tua affermazione su die hard 4–>true lies non girato da cameron.

    aggiungo che nella classifica dei die hard, sopra die hard 4 ci sta anche l’ultimo boyscout (ma molto, moltissimo sopra..)

  14. @oliver: ma vedi che, nella migliore delle ipotesi, confondi John McClane con Bruce Willis in blocco. Vediamo se il mio radar-imprinting funziona: sei giovane e hai visto Die Hard 4 prima degli altri, vero?

  15. Oliver Die Hardy

    Mi dispiace Nanni, sono un vecchiaccio a cui hanno già spedito il pacchetto degli “anta” e dovrebbe arrivare a breve il postino.
    Sono abbastanza vecchio da aver visto “Higlander 2” al cinema pagando con soldini miei… (sì, grazie, mi sono ripreso, grazie per aver chiesto… la vita continua…)

    Ma poi… scusa… ma Bruce Willis non è lo pseudonimo con cui recita John McLane ( :P ).

    Come ho detto è una questione di percezione: il BatMan di Miller non è quello di Kane, ma è sempre BatMan… forse…

  16. @oliver: niente, porto il radar ad aggiustare. Ma sai com’e’, il quarto capitolo di una saga e’ un po’ presto per fare discorsi stile “il Batman di Miller rispetto al Batman di Kane”, soprattutto quando Len Wiseman e’ tutto tranne che un autore e il risultato e’, prevedibilmente, una versione ipergenericizzata di McClane.
    Comunque anch’io ho visto Highlander 2 al cinema. Imperterrito, sono andato al cine a vedere pure il terzo.

  17. Oliver Die Hardy

    Eh, ma tu probabilmente avevi già “la vocazione”. Noi comuni mortali invece siamo usciti dal cinema urlando “E’ una specie di magia di STOGRANDISSIMOCA…!!” ed abbiamo raccontato a tutti, fidanzate comprese, di essere andati a vedere “Biancaneve Sotto i Nani”.

    Comunque penso si sia capito quello che provo io (e qualcun’altro): un po’ come non tutti i film di Spencer e Hill sono “Lo chiamavano Trinità”, in tutti i loro film le caratteristiche sono quelle: Bud è una massa di titanio inamovibile, che frantuma qualsiasi cosa con cui viene colpito e per ogni colpo ne restituisce uno, ma con 100 tonnellate di interessi, Terence è una goccia di mercurio che riesci a colpire una volta su 100 e che per ogni colpo a segno ne restituisce 100+due schiaffi e una ginocchiata nei marroni di mancia. Sono così, sono loro, non sono sostituibili.

    E se mi dici “allora Die Hard 4 è Botte di Natale”, piango brutto, eh!

  18. @oliver: visto? tu confondi McClane con Bruce Willis. Io non ho detto che quello di Die Hard 4 non e’ Bruce Willis, ho solo detto che non e’ McClane, come nemmeno Joe Hallenbeck e’ McClane, e come Trinita’ non e’ Poliziotto Superpiu’ ma e’ pur sempre, genericamente, Terence Hill.

  19. Rainer Werner Fassbender

    No, ueh, chi ha detto Len Wiseman Autore nella stessa frase? io ho detto che die hard 4 per me può essere visto in altra ottica.
    che poi wiseman (o chi per lui, non so chi l’ha scritto e mi fa fatica controllare) l’abbia fatto volutamente, seriosamente, o solo per il lol amen.
    io sono solo contento che a prendere a badilate un parkoursita ci sia una cartola che mi ha cresciuto da regazzino e non un daniel craig qualsiasi.

    Poi sono d’accordo che se si fosse chiamato “attacco virale” non avrebbe dovuto fare i conti con un immaginario collettivo distante dal risultato

  20. Oliver Die Hardy

    Capisco perfettamente quello che vuoi dire, e in realtà lo avevo già ammesso con la mia precedente battuta: “Ma poi… scusa… ma Bruce Willis non è lo pseudonimo con cui recita John McLane”.

    Nella mia percezione tutti i Bruce Willis “action”(*) sono John McLane, perchè, come dicevi tu per “imprinting” (il radar funziona, hai probabilmente letto il risultato al contrario :D ) per me esiste solo lui e le sue declinazioni. Come “Nessuno” è “Trinità” quando ancora si sta facendo un nome, e si fa poi un giro nel futuro con lo pseudonimo di Matt Kirby.

    Effetto “maschera” a palla. Lo vivo così e non dico che sia il modo giusto, però mi ci diverto.

    (*)unica eccezione il pantofolato Frank Moses di RED… quello è proprio Bruce Willis in pensione…

  21. jena123

    @ NANNI COBRETTI, senti NANNI,tu dici che il McCLANE di DIE HARD 4 non è McCLANE,che potevano cambiare titolo ecc…Non sono daccordo,McCLANE vive solo,ha una figlia che usa il cognome Gennaro e che lo spaccia per morto,è ancora una volta l’uomo sbagliato nel posto sbagliato al momento sbagliato…PERCHE??? Deve arrestare e poi portare alla capitale il ragazzino controvoglia,una volta li fa di tutto per scaricarlo ma il ragazzino riconosce la voce di NIKITA e li volente o nolente si ritrova coinvolto,in ognuno dei 4 film è sempre lo stesso personaggio che cresce e si evolve a seconda di quello che succede alla sua vita sociale(nel terzo era stato lasciato dalla moglie = disilluso,ubriaco,depresso….nel secondo il matrimonio va alla grande = vita felice…nel quarto è separato da un pezzo e la famiglia non gli parla = disilluso e quasi rassegnato,non più ubriacone e depresso ma infelice per come viene trattato dalla figlia),si evolve ma è sempre lui.

  22. @jena123: STAI CALMO

  23. Djo!

    Guadagna peso in maniera direttamente proporzionale alle rughe che gli vengono e inversamente proporzionale alle sopracciglia che gli rimangono.
    E’ sempre più lo Steve Rogers di Terra X, quello per cui Alex Ross si era ispirato proprio a Bruce Willis.

  24. Ryan Gossip

    se non altro questa è la maniera di vendere un nuovo Die Hard… e poi non può essere peggiore del quarto vero? VERO?

  25. jena123

    @ NANNI COBRETTI, ahahahaahah OK STO CALMO E LO SCRIVO PURE IN MAIUSCOLO(mi hai seccato in 2 parole),mi hai beccato a nervi scoperti,die hard 5 è in assoluto il mio film più atteso del 2013 e la saga in questione e da me adorata e riverita, difetti del secondo e quarto compresi (nessuna saga è perfetta o almeno credo),mi gioco la mia collana d’orecchie che tu in inghilterra lo vedrai prima di me,f….ta distribuzione italiana.

  26. Hellblazer Joestar

    @Djo!
    Ma davvero Willis ha fatto da modello al Cap di Ross? Non lo sapevo! Ed è pur vero che avrò letto due-tre capitoli di terra X, e non mi diedero nessuna voglia di cercare gli altri, ma questa chicca mi mancava.

  27. TruceWillis

    Sarà un Vero DH solo se JML s’infilerà in gola una manciata di aspirine nei primi 5 minuti di film.

  28. Mska

    Premetto dicendo che il primo film visto al cinema da solo (9 anni) fu “Die Hard with a Vengeance”, il che può dare l’idea del Cinema che mi piaccia. Purtroppo Die Hard 4 è indifendibile. Se si fosse chiamato “Cyberinvasion USA” e avesse avuto Dolph come protagonista sarebbe stato un DTV da cestone delle offerte.

  29. Jean Pieri

    “The 007 of Plainfield New Jersey”: una sola frase ed è già oneliner
    fottesega se questo è o non è il John McClane dei primi capitoli, il trailer mi ha comprato durissimo e sarò anch’io in prima fila con la canotta sudicia e i piedi nudi

  30. TruceWillis

    La vera domanda è come si possa stare con Ashton Kutcher dopo aver avuto il McLane (1,2,3 quattro o cinque che sia) in the bed! Ovvero canotta co’ patacca de sangue VS canotta con patacca d’oro D&G.
    Le donne sono incomprensibili…

  31. BellaZio

    Non so. Sono completamente rapito da quella super-iper-mega-gnocca che scende dalla moto. Non riesco a concentrarmi.

  32. David Kronenbourg

    diobonino se mi sento vecchio leggendo i vostri commenti… sarà perchè ho visto “Q il serpente alato” al cinema e anche io “Highlander 2” (il cui ricordo, una volta ogni 5 anni mi fa ancora rimpiangere i soldi del biglietto…) e comunque il 4° diehard può solo puppare la kurofawa…

  33. Scusatemi, ma è parso a me o qualcuno ha messo sullo stesso piano Die Harder (con Franco Nero, William Sadler, Dennis Franz etc… e la più bella battuta sul metaldetector ever) e Die Hard 4 (con Justin Long ed Edoardo Costa e nient’altro)?

    E’ stata solo un’allucinazione, vero?

    Rinnovo le cordialità

    Attila

  34. Il Reverendo

    @jena123 secondo me la discussione non è tanto se quellp di die hard 4 sia o non sia abbastanza mcClane. il problema è che sono le cose che gli succedono che non sono adatte ad un die hard. come ha gà scritto qualcuno, DH4 è un TRUE LIES non diretto da james cameron. e il fatto che ci sia bruce willis è l’unica cosa che da valore al film.. straquoto Mska.

    offtopic 1: ma quindi questo terrax fa cagare? perchè se mi dite che c’è un futuro marvel alternativo disegnato da alex ross con capitan america con la faccia di bruce willis io corro letteralmente in fumetteria. se fa schifo ditemelo che devio su qualcosa del sempre soddisfacente garth ennis

    offtopic 2: ma qualcuno nel mondo reale dice davvero ”fottesega”?

  35. Anakin Rossi Stuart

    @ Il Reverendo:
    io dico davvero “fottesega” nel mondo reale

  36. jena123

    @ IL REVERENDO Si lo so,nel quarto praticamente salva gli u.s.a.,dallo sventare una rapina a quello è un bel salto,ma è Bruce Willis a volere cosi,secondo lui i die hard ogni volta devono essere più grandi e grossi,si insomma si passa da un palazzo,all’areoporto,alla città fino a salvare gli u.s.a.,adesso va fuori dagli u.s.a. ,chissa dove andra nel sesto ahahahahah. Comunque mi sembra di capire che die hard 4 divida le opinioni assai,meglio cosi,pensate se fosse venuto una schifezza quale non e,quando vidi die hard 4 lo vidi con la lente d’ingrandimento e il mio verdetto era 7 e mezzo,il peggiore ma non per questo una schifezza,al primo e al terzo do un 9 9e mezzo,al secondo 8 8 e mezzo .Per il quinto non pretendo un film da 9 o 10,i capolavori mica si fanno a comando,vorrei almeno che venisse come il quarto o il secondo.

  37. Paletto Cromatico

    La vera domanda dovrebbe essere se qualcuno non lo dice, anche se capisco le varie differenze regionali. L’upgrade dei Calci è averlo trasformato nell’epitome di una filosofia di vita dai contorni ben precisi, semmai.
    La notiziona del giorno dopo la lettura di questo thread è il Cap di Terra X ispirato a Bruce Willis, anche se nel disegno di Ross con Steve inginocchiato davanti alla tomba del Teschio Rosso a posteriori era abbastanza evidente.
    Su tutto il resto, team “il 4 è un bel film d’azione ma non un vero Die Hard”. E comunque il trailer di questo ha un montaggio furbissimo.

  38. jena123

    Sarei curioso di vedere che voto darebbero i detrattori di die hard 4 per curiosita,pensate che il mio 7 e mezzo sia troppo?? Faccio davvero parte di una minoranza a cui è piaciuto??Anchio ribadisco che il quarto e quello con più difetti(il cattivo che non fa paura a nessuno,la spalla comica che non fa ridere)ma è davvero cosi pessimo?? Se è cosi sono propio di bocca buona ahahahah.

  39. jena123

    @ PALETTO CROMATICO, “il quarto è un bel film d’azione ma non è un vero die hard”,questo è più o meno il pensiero comune di questa discussione. Mi arrendo alla maggioranza,a questo punto sono contento che almeno a qualcuno sia piaciuto come film d’azione,se poi la maggioranza non lo considera die hard va beh pazienza,per me lo è. La vedo dura per il quinto,non essendo ambientato in uno spazio chiuso e non avendo un protagonista con vita incasinata appena uscito da una sbronza…si insomma senza queste premesse anche il 5 non è die hard,coglione Bruce Willis che tende a far evolvere il suo personaggio e a non tenerlo fossilizzato a fare le stesse cose come succede in altre saghe. @ NANNI COBRETTI,scusa il linguaggio,e che questo astio nei confrondi di die hard 4 non me lo aspettavo propio…si lo so STAI CALMO lo so lo so.

  40. @jena123: l’importante e’ che sei rilassato. Anzi guarda, in segno di pace, per te che gradisci le evoluzioni delle storie e del personaggio, il trailer di “Die Hard – Moonrise Kingdom”:

    http://www.youtube.com/watch?v=MemkzzlQJ6Y

  41. jena123

    @ NANNI COBRETTI,ahahahahahah mi hai seccato un altra volta,ok pace. Moonrise Kindom è la prova generale di quello che diventera McCllane in die hard 8. Ho una teoria perspicace,a te non piacciono i ritorni ritardatari(indiana jones 4,rambo 4,terminator 3ecc…)si insomma quei film dove i vecchi eroi non sono più i giovanotti di una volta ma ritornano un po imbolsiti,fanno meno stunt,hanno i capelli bianchi o li hanno persi,da qui il concetto che “non sembra più” .Certo se l’industria dei sequel fosse stata negli anni 90 come adesso beh… avremmo assistito ad’almeno 2 indiana jones targati anni 90,un rambo nel 92 e l’altro nel 95,il true lies 2 del 97 girato come ripiego da James Cameron dopo il fallito tentativo di girare titanic,gli splendidi die hard del 97 e 2000,il fenomenale alien 3 del’88 diretto da Cameron …. ops mi sono lasciato trasportare dalla fantasia,in un universo parallelo forse,magari è successo.

  42. kaiser

    ma non dite cazza.. die hard 4 é una merda soprattutto perché fanno lavorare un animale come Edoardo Costa

  43. Mska

    @jena123 secondo me non è un fatto di meno stunt o fisici non più all’altezza, quanto la mancanza di fedeltà ai personaggi ed alle situazioni visti nei film precedenti. John Mcclane al di fuori del lavoro è un fallito, è sempre l’uomo giusto nel posto sbagliato, difficilmente esce illeso da uno scontro a fuoco ed anche le scene più fracassone dei primi tre, se non realistiche erano almeno verosimili. In DH 4.0 fa le stesse cose di Ironman, ma senza armatura. Indiana Jones 4 fa la stessa cosa, appiccica un titolo di richiamo per i vecchi fan ad un prodotto generalissimo (un qualsiasi mistero dei templari). E lo dico urlando “Yippee ki-yay, motherfucker!” allontanandomi dal tempio di Petra a cavallo verso il tramonto.

  44. jena123

    @MSKA Non so,a me sembrava fallito solo nel terzo,nel primo aveva una crisi con la moglie per via del trasferimento di lei,nel secondo si erano rappacificati e lui era un uomo felice.Per il realismo delle scene….boh,come scritto sopra è Bruce Willis a desiderare che ogni film sia più grosso del precedente,a me non da fastidio più di tanto,sono di bocca buona e vedere un elicottero abbattuto da una macchina o McClane che a mani nude abbatte un aereo mi diverte un sacco.Certo se Mcclane si mettera a fare cose come quelle viste fare dalla Jolie in wanted beh…allora anchio comincero a storcere il naso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *