Crea sito

#400tv: Predator

Un giorno tutti quelli della #400tv andranno a vivere in una comune a Val Verde e la sera ci si vedrà tutti per berne un paio e vedere film.
@L_Wonka
L_Wonka

Che bello.

Ma quanto eravate in forma martedì?
Abbiamo sfasciato dei record mica da ridere.
I primi ignari a chiedere cos’è #400tv apparsi PRIMA che iniziasse il film.
L’ingresso nella Top Trend di Twitter che avviene in grande rapidità alla mezzora, a spezzare il monopolio di Harry Potter in onda in contemporanea su Canale 5.
La permanenza nei Top Trends fino alle fottutissime 11.30 del mattino dopo.
Siete dei giganti.
Predator!

morirete tutti

classici sintomi del morbo della morte

Predator per me è uno dei mostri più spettacolari di sempre.
Per una scheda completa e dettagliata potete consultare il pezzo di Casanova su Mostrologia, che contiene anche la storiella sul fatto che in origine doveva essere interpretato da Van Damme, ma a me preme approfondire perché Predator è tipo l’unico mostro del cinema che quando ho visto il primo film ho gridato “VOGLIO SAPERNE DI PIÙ”.
Dopo gli alieni che distruggono il distruggibile per mire conquistatrici, rabbia o autodifesa, eccone uno che lo faceva per puro sport. Era e rimane geniale e unico.
Per quanto riguarda questo specifico Predator, quello che vediamo nel primo film, il maestro Vern ha due teorie:
1) è un ricco annoiato che ha comprato un pacchetto vacanza-gioco, tipo quelli di Hostel o la caccia all’uomo stile Senza Tregua. Questo spiega perché sia vigliaccamente armato di tutto punto con le ultime tecnologie, e commetta sempre più errori scemi man mano che si avvicina al finale, in cui pecca definitivamente di presunzione disarmandosi davanti ad Arnold.
2) è tipo un megasoldato ribelle fuggito dall’astronave madre dopo un litigio, e atterrato in un posto a caso puramente per sfogarsi.
Sono entrambe affascinanti, la prima forse un po’ più puntuale.
I sequel invece hanno sposato l’ipotesi “gita di addestramento”, e allora io dico: abbiamo visto i Predator addestrarsi contro gli umani, e li abbiamo visti addestrarsi contro gli xenomorfi di Alien. E se Schwarzenegger e gli Xenomorfi sono dei miseri sparring partner, si può sapere con chi minchia devono andare in guerra i Predator??? C’è del potenziale enorme. C’è materiale per un remake di 300 con gli alieni. Se i Predator sono chiaramente gli Spartani, chi sono i Persiani dello spazio? (è inutile che correte a scriverne un trattamento, ho già depositato l’idea) E invece si è perso tempo a raccontare storielle che ripetevano il già visto e non aggiungevano nulla, e ora il franchise è compromesso.
Sul resto del film non mi dilungo: è John McTiernan che, già prima di sfornare Trappola di Cristallo, dimostra di essere il miglior regista che la sfiga ci abbia mai portato via.
Ammiratevi in una manciata di tweet casualmente rappresentativi:

Il predator vede come in un video d'epoca di Gianni Drudi #400tv
@gauntnoir
Gaunt Noir

La foresta di Val Verde non prende fuoco nemmeno così.. Vaffanculo Liguria.. #400tv
@Samu_Brignone
Samuele Brignone

"la giungla si è animata... Certo, batterò tutto sulla mia macchina da scrivere invisibbile" #400tv
@Treeolaw
Marco Triolo

Il rasoio di Mac era come i capelli di Sansone, ma invece della forza conteneva la sua salute mentale. #superpoteri #quasi #400tv
@CaliSilvia
Silvia Califano

Con tutto quel fango arnie il giorno dopo avra' la pelle liscia come il culo di un bambino! #400tv
@hold3n111
Giulia Ghiani

E non serba nemmeno rancore

E non serba nemmeno rancore

Il prossimo film: Starship Troopers (1997, di Paul Verhoeven)
In cui l’inimitabile Verhoeven trolla (di nuovo) Hollywood dal suo interno in un leggendario film che regala alieni giganti, satira politica e spogliatoi misti.
Ripassate le istruzioni e siate puntuali: il martedì alle 22.30 arruolatevi a #400tv.
Il trailer:

Secondo me è il caso di aprire una pagina su Wiki.

Tags: , , , , , , ,

41 Commenti

  1. Roddy Ultraleggero

    Io i martedi’ non esco piu’ di casa.
    @AleSala82

  2. vespertime

    Personalmente la serata più divertente dopo Commando. Film enorme per un regista enorme. John McTiernan sindaco di Val Verde? (o forse è meglio dire dittatore).

  3. Riccardo

    Ma lo sapete che starship troopers è nella programmazione di rai movie per la settimana prossima?non ricordo quando però.

  4. Steven Senegal

    Eravamo sopra Hermione.
    E a lei è piaciuto.

  5. The Spew

    Eravamo poi dietro Harry, anche a lui é piaciuto

  6. @Riccardo
    È risaputo che la programmazione Rai/Mediaset copia la programmazione della #400tv (con scarsi risultati).
    Detto questo, è stata una serata esaltante film + buona compagnia + a berne un paio. Magnifici sexuals tyrannosauros.

  7. Dan

    @Riccardo, quando danno ‘Starhip Troopers – il film che col romanzo ha in comune solo il nome e gli aracnidi”?
    Vorrei rivederlo prima di criticarlo aspramente in base solo ai miei ricordi.

  8. Past & Fasul

    Anche io ne vorrei sapere di più sui predator e vederli in un film fatto con tati soldi da gente capace ma fin quando la fox non ci crede e continua a fare sequel tutti uguali manco fosse la serie wrong turn la vero ardua…

  9. Dèvid Sfinter

    #Stick Around
    #Attraverso il tronco di una quercia con la freccia di un arco artigianale

  10. Jean Pieri

    causa lavoro demmerda martedi non ho potuto partecipare, ma settimana prossima sarò in prima fila.
    LEONI!!!

  11. Phoenix

    Il predator è la soluzione dello spazio al sovraffollamento.

  12. jena123

    @NANNI Mie teorie sui predator (1) Sono divisi in almeno 2 categorie,i cacciatori e gli scienziati,si insomma qualcuno quelle astronavi e quelle armi le avra pure inventate. (2)Vivono in una società che và avanti senza debito pubblico (3) La categoria degli scienziati potrebbe essere sottomessa a quella dei cacciatori (4) Non hanno il problema d’arrivare alla fine del mese,scorrazzando per l’universo potrebbero sottomettere civiltà pacifiche che,una volta catturate lavorano aggratis per loro,per il mangiare ci pensa la natura stessa,son cacciatori no?? (5) Vuoi fare il presidente del consiglio,niente elezioni,questi si prendeno a mazzate ve lo dico io,e il vincitore decide la politica del pianeta…..sulla terra MMMmmm quelli hanno l’atomica,niente conquista,magari ne cacciamo qualcuno…..e per la patente di caccia???Ok facciamo costruire agli scienzati delle piramidi,piazzaci una madre schenomorfa che genera figli,mandiamoli la dentro e chi esce vivo si becca il foglio rosa. (6) Per la patente vera e propia si va in guerra contro Serse. Per le femmine predator non mi viene in mente nessuna teoria.

  13. Phoenix

    Ora che ci penso sia in Conan che in Predator Swarzy ricorre a delle trappole per vincere la battaglia finale.

    • Fra X

      Già! Contro un esercito ed un alieno di quel calibro non puoi che ricorrere all’ astuzia! XD

  14. Naccio Jai Fox

    Prima o poi riuscirò a beccarmene una di 400tv :(

  15. Riccardo

    Rettifico. E’ proprio questa sera su rai movie Starship Troopers.

  16. Slug-es

    Filmone, gentissima bella e #berneunpaio rulez…
    ah, sottolineo che in Predator c’è pure un dettaglio della creazione di Valverde…
    e vi ostinate a perdere il martedì con noi?
    che gente brutta

  17. Bizy

    Quella mezza vaccata del libro di Heleinen e’ propio quello che mi ha fatto innamorare del film. Mezza perche il presupposto e’ interessante ed e’ un po tutto il fascismo di quel libro me lo ha fatto andare giu controvoglia.
    Ed e’ li che Verhoven, resosi conto della vaccata che aveva fra le mani, conio’ il termine ultimo “I did it for the lulz”
    Predator e’ pronto sul mio Hard Disk.

  18. Il Reverendo

    si ma su rai2 starship troopers lo danno sempre tagliato.

  19. La roba che mi ha divertito di più è stato segnarmi tutte le ultime parole famose dei vari personaggi per la prima metà del film.
    Col senno del poi, che siano morti tutti ha un suo senso.
    L’unico sul pezzo era Arnie.

  20. Hellblazer Joestar

    Concordo con Bizy sul libro di Heinlein, letto quest’anno.
    Bello lo spunto di base, l’idea sembra anche fighissima, arrivi al capitolo 3 pregustandoti chi sa che scene epiche e di battaglia. E niente, la fottutissima preparazione, preparazione, preparazione. Un libro sul sistema scolastico militare.
    Non ho mai visto il film di Verhoeven, e come per Point Break e Cobra non gli do nemmeno una sbirciata: quando alle 400tv capitano film che non conosci è bello vederli per la prima volta in compagnia.

  21. e che cazz

    ASSOLUTAMENTE WIKI!!!

  22. Dan

    @Bizy, che dire, abbiamo due visioni diverse del libro, sia per il presunto fascismo che per il suo contenuto in generale. Ci puo’ stare.

  23. Gaunt Noir

    Scolpisco le parole del Capo sulla pietra.
    Predator è un mostro leggendario, che davvero profuma di vissuto e di saperne di più, sul passato, sul presente e pure sul futuro. Tifare per il Predator come ogni buon cattivo succede ma qua addirittura verso il finale, ci si dice per un attimo “No Arnie, non farlo” e difatti il nostro, prende il sassone e lo butta per terra per non finire il nostro amico dalla bocca goatse.
    Si prova compassione per il cattivo.
    Che dopo due secondi ti tradisce e innesca una fottuta bomba ridendo istericamente anche lui come Billy alle barzellette sconce. Come fai a non amare un personaggio del genere?

    Rimango speranzoso che un giorno avremo un nuovo predator senza farlo sembrare un giocattolone con Raul Bova nel mezzo. E secondo me con il Predatos scritto da Rodriguez, non picchiatemi, eravam sulla buona strada finalmente e mi ci son anche divertito; perchè io purtroppo il 2, nonostante l’idea figa di portare i predators in città, me lo son goduto poco, causa troppi esseri umani che cercano un giallo stile Rete4.

  24. Phoenix

    @Gaunt Predators mi ha fatto schifo per un sacco di ragioni: la debolezza/stupidità dei predators ormai privi del carisma del predator originale, la storia, la scelta degli attori, la sceneggiatura, tutto in pratica. Era veramente una trashata inguardabile per me, Nimród Antal o non Nimród Antal. Non vederlo è poco, vederlo è troppo. Purtroppo nessun sequel è vagamente all’altezza dell’originale per predator, e questo ha avuto pure l’ardire di chiamarsi predators richiamando aliens, che invece era un bel sequel anche se diverso da alien, ma a me non è dispiaciuto troppo neanche alien 3. Su predator invece più schifo, predator 2 per me è fra quanto ho gradito alien 3 e alien 4 (che non ho gradito nonostante i lati positivi). Predators è alien 4.5 dove alien 5 è una ipotetica cagata colossale atomica.
    Gli avp lasciamo stare, sono dei film a parte ispirati anche dal videogioco che a differenza dei film è divertente, alien e predator non centrano proprio niente. Si fanno guardare eh per carità, ma sono fatti pure male. Niente di paragonabile nè a predator nè tantomeno ad alien.

  25. Phoenix

    Ah e quando in predators mettono tudi frudi (fadi) in sigla… l’insulto.

  26. Fradetti

    Starship Troopers sulla rai è sempre andato in onda tagliato… tutti i pezzi splatter buoni vengono tolti al punto che alcune sottotrame risultano completamente incomprensibili. State Attenti.

    Sul libro di Heinlein potremmo parlarne per ore: il “fascismo” di starship troopers è un pretesto per spiegare un possibile futuro della terra in cui i totalitarismi hanno preso il sopravvento. In altri libri Heinlein è tacciato di comunismo rivoluzionario (la luna è una severa maestra), anarchia (straniero in terra straniera), militarismo (starship troopers), antimilitarismo (la via della gloria etc. etc.). Heinlein usa la fantascienza come un mezzo per parlare di tutt’altro ed è fondamentalmente un libertario individualista. Ma qui mi sto dilungando troppo, è uno dei miei autori preferiti.

    Martedì comunque sarà una grande serata: Michael Ironside forse diventa capo del governo e Pierluigi Bersani uccide gli aracnidi insieme a Casper Van Dien.

  27. humarius

    Sappiate che sto premendo sul mio titolare per farmi spostare il turno lavorativo del martedì.

  28. Rosico molto per essermi perso la prima puntata della #400tv più preferitissima di sempre. Ma per Starship Troopers sarò lì in prima fila, a gridare «MIGLIOR ADATTAMENTO DA UN ROMANZO EVER».

  29. Bizy

    @Heinlein era un po uno stronzo.
    La sua visione del futuro non e’ fascista di per se, anzi. Ma nel libro questa societa’ e’ profondamente giusta e buona, solo chi ha fatto il servizio militare e ha messo se stesso prima degli altri (e’ cosi’ che la mette lui non io) ha diritto a decidere.
    Ora, ad un occhiata un po cosi, la cosa ha senso. Ma in sto cazzo di libro tutti sono fighi, l’addestramento militare ti fa diventare una specie di rambo con il senso dell’onore di uno Spartano e non c’e’ un contrasto vero tra l’addestramento e la battaglia vera e propia.
    Piu’ che fascista era profondamente militarista, perche chi non ha fatto servizio militare o altri servizi utili all’umanita’ e’ uno stronzo.
    E lui presenta tutto questo come un mondo profondamente favolistico in cui un elite militare e’ eletta ed e’ democratica. Ed e’ esattamente qui che il mio senso “Fanculo” e’ andato in tilt.
    Perche come la storia insegna, una cultura militarista porta appunto al bisogno di guerra per giustificare se stessa e almeno secondo me un governo di questo tipo assomiglierebbe piu’ a quello del film che a quella favola che ha scritto lui.
    Ed e’ propio li’ che la scelta di quei attori e’ a suo modo geniale. Tutti belli tutti fighi tutti cosi perfetti da essere grotteschi.

  30. Oddio, su Heinlein sarebbe da aprire un discorso mooolto lungo.
    E anche sul senso di Fanteria dello Spazio.
    Liquidarlo così (libro e autore) è un po’ pressapochista.
    È un autore tra i primi a introdurre modelli sociologici nella fantascienza, spesso contrastanti tra libro e libro, ad indicare la volontà di raccontare una pluralità di punti di vista.

  31. vespertime

    Scusate ma solo io sempre pensato che in Starship Trooper tutto questo militarismi, gente figa, sparamenti, fascismo apparente era una presa per il culo totale a tutto questo? Tipo un Scary Movie sull’action ma intelligente? Roba che mi mandava ai matti il fatto che loro perdessere SEMPRE ogni cazzo di volta tranne alla fine? Se così non fosse non ho mai capito niente. Però mi piaceva.

  32. @Vespertime
    Nel film sì, c’è molta satira sui militarismi.
    Sul libro ci sta un po’ da disquisire e contestualizzare, ad esempio il minuscolo dettaglio che Henlein (un uomo degi anni 20) era un veterano reduce piuttosto fresco dalla seconda guerra mondiale quando scrisse il libro a fine anni ’50.

    Una piccola precisazione a quanto asserito da Bizy: in Fanteria dello Spazio viene riconosciuta la cittadinanza con pieni diritti solo a chi ha svolto due anni di “Servizio Federale”, che non è necessariamente militare ma può essere anche in campo scientifico, umanitario, umanistico e di lavoro manuale.
    Suddetto servizio può essere sospeso quando si vuole, perdendo il diritto al voto e ad altri servizi comunitari fino al completamento del servizio stesso.

    Dall’oblò rosso degli Urania, vi saluto caramente.

  33. bizy

    Vasper
    Il libro e’ serissimo. Il film e’ una presa per il culo a tutto, dal libro al militarismo alla guerra necessaria che anticipa di 4 anni la guerra sul terrorismo che a grandi linee ha lo stesso percorso.
    Non a caso quelli che amavano il libro si sono leggermente incazzati. Solo che a differenza di quelli del signore degli anelli avevano i loro buoni motivi
    Darth
    Ok domanda. Secondo te qual’era il senso del libro? No perche anche io pensavo che fosse qualcosa, ma ecco, alla fine ho trovato il libro abbastanza vuoto e monodimensionale.
    Io di H. ho letto solo questo e sono cosciente che non fosse fascista lui perche andai a controllare . Ciononostante non ho trovato chissache grandi temi in tutto cio. Perche l’autore secondo me non sara’ fascista ma disegna una societa’ che secondo me lui ritiene giusta, aldila’ del fatto che e’ raccontata dagli occhi di Rico.
    Una mezza vaccata di un tipo che ha fatto la marina e voleva esprimere che forse e’ il modo migliore con cui una societa possa funzionare. E fin qui ci starei anche il problema e’ che una societa’ come quella non potrebbe mai funzionare in quel modo descritto per tutta una serie di motivi. Quindi se ha introdotto la sociologia nella SF tanto di cappello. Ma l’ha fatto in modo maldestro e un po a cazzo.

  34. Innanzitutto era un libro nato “per ragazzi”, quindi aveva un taglio già molto più adulto del normale. Infatti venne respinto.
    Poi: il semplice raccontare un mondo in cui le cose vanno diversamente?
    Non è detto che debba essere una lezione di geopolitica o sociologia.
    Narrativa popolare in sostanza, che ha smosso tante cose.
    Smosse ad Henlein stesso, che in seguito motivato dall’idea di poter parlare di società e futuribilità plausibili ha scritto anche di meglio e per molti anni.
    Siamo agli albori dell’ hard sci-fi, dal lui nel 1959 al 1979 verranno scritti i più importanti libri di sci-fi pesante.

    Una cosa importante, per cui il libro è cult, è poi l’essere il primo libro a descrivere un corpo militare del futuro, con azione e quant’altro.
    Argomento topico di tantissima fantascienza del ‘900 e oltre, dal cinema ai giochi ai fumetti.

  35. PS
    Ti rimando al mio post poco sopra per la precisazione sulla presunta militarizzazione necessaria in heinlein.
    Non è vero, proprio nero su bianco, non è una mia interpretazione.
    È parte delle varie branche di una società illuminata.

    Ora: se mi vuoi dire che una società illuminata non può avere un esercito lo accetto.
    Ma, secondo me, è ancora più utopistica come idea del futuro narrato da Henlein.

  36. bizy

    Ah ecco. Ciononostante secondo me non ha retto allo scorrere del tempo.
    Ma secondo me non regge propio quel tipo di societa’ nel modo in cui lui l’aveva descritta. Cionostante io per tutto il libro speravo che parlasse del sistema in modo un po piu’ profondo perche li e’ tutto rose e fiori e la cosa non mi piaceva per niente.
    Poi ecco sparami un paio di libri buoni suoi che me li recupero e magari cambio opinione

  37. Sulley Kubrick

    Per Heinlein e il fascismo, basterebbe leggere SS e subito dopo Stranger in a Strange Land per vedere SS sotto una luce completamente diversa (e corretta). E pure La luna è una cattiva maestra. Ecco, con questi tre sei abboston.

  38. Blain

    Non ho capito a cosa servono i picchetti di legno legati alle radici degli alberi, che attraversano la buca in cui si va rintanare Schwarzy ormai senza forze inseguito dal Preddy nella parte finale del film.
    E soprattutto non ho capito come mai Schwarzy sia così entusiasta nell’ invitarlo ad entrare, passando sotto i suddetti picchetti.
    Non mi sembrava che avesse architettato un sistema per farglieli piombare addosso.
    Sarebbe stato più logico cercare di far posizionare il mostro direttamente sotto alla mezza quercia secolare appesa per aria.
    Quando poi Preddy si accorge dei picchetti e decide di fare il giro, Schwarzy appare sorpreso/deluso e dalla sua espressione pare che il mostro si sia posizionato sotto il tronco per pura coincidenza, quando il suo piano originale sembrava essere un altro.
    …ma quale…?

    Grazie a chi mi risponderà

  39. Fra X

    Filmone! La giungla misteriosa, il nemico invisibile e spietato, l’ inizio pure con i loschi intrighi politici americani, Schwarzy al top, un bel gruppo…
    ho letto sul docmanatthan che all’ epoca il film venne piuttosto criticato. COme scritto giustamente da un utente oggi invece i critici sono diventati anche troppo permissivi a volte! XD
    Comunque invece l’ unità ne parlò bene (criticando invece “Codice magnum” XD) con anche un paragone tra Arnie e Sly! ^^

    http://archiviostorico.unita.it/cgi-bin/highlightPdf.cgi?t=ebook&file=/archivio/uni_1987_09/19870904_0022.pdf&query=Predator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.