Crea sito

Violenza Domestica: Aprile 2013

USCITE ITALIANE

Ballata dell’Odio e dell’Amore,  Álex de la Iglesia (2010)

Altresì noto come Balada triste de trompeta, questo film lo avete già visto tutti. Alcuni di voi sono stati fortunati come la Cicciolina e lo hanno visto a Venezia, altri spazientiti e senza speranza lo hanno scaricato non appena disponibile e qui ci starebbe tutto un discorso logico e morale sui tempi cretini della distribuzione italiana che quasi incitano l’illegalità, mentre i meno convinti lo hanno visto al cinema l’anno scorso in quattro sale e in tempi in cui quelli a cui interessava l’avevano già visto e probabilmente nemmeno ci sono andati, al cinema. Ora esce in DVD ma il discorso non cambia: chi lo voleva lo ha già comprato all’estero. Sarebbe anche l’ora che le distribuzioni iniziassero a leggere l’internet e siti come il nostro per muoversi commercialmente, magari ci farebbero delle figure migliori. Comunque per chi non lo sapesse il film è bello e pazzo e a de la Iglesia qui gli si vuole bene come a un fratellino che fa i disegnini splatter da attaccare al frigo. Ci sono i pagliacci, le teste sfondate, i ferri da stiro sulla faccia, le tette di Carolina Bang e une delle sequenze iniziali più fighe del creato.
USCITA: 3 Aprile – TrailerIMDbCompra

Baytown Outlaws – I Fuorilegge, Barry Battles (2012)

Lo segnalai qualche mese fa, cercai di capire cosa cazzo fosse e finii per trattarlo come il solito film di redneck e azione in motocicletta con un attore di qualità che non fa la differenza. Continuo a credere che sia così, però l’internet ne parla discretamente. Nulla da strapparsi le palle a morsi, sia chiaro, però l’opinione generale è che sia una gran caciaronata in cui ci si diverte parecchio. E sì, ci sono i redneck, ci sono gli ignoranti, i razzisti e i bigotti e a quando pare anche gli alieni, e gli indiani, ma soprattutto gli alieni. Non ho ben capito in che contesto, ma ci sono. Finisce che ora dobbiamo vederlo perché ci sono gli alieni. Pure l’azione sembra piuttosto figa, cioè pare che non ci sia proprio altro. Minchia se è bello davvero devo cominciare a cambiare metodo di giudizio.
USCITA: 10 Aprile – TrailerIMDb Compra

End of Watch – Tolleranza zero, David Ayer (2012)

url

L’idea che esistesse un film con Jake Gyllenhaal e Michael Peña poliziotti del ghetto che si filmano come ragazzine non è che fosse delle più invitanti. Cioè io a Jake Gyllenhaal gli voglio un sacco bene, così bene che ho imparato a scrivere il suo cognome senza usare google, e anche David Ayer ha più o meno la mia simpatia, però siamo in un periodo in cui lo stile del found-footage e simili ha spaccato discretamente il cazzo e per pregiudizio quindi si partiva male. Invece poi bomba esagerata, una roba da ansia estrema e cardiopatie varie che dà davvero la sensazione di essere lì in macchina con loro a sparare alla gente e fare incidenti, come ha già detto il Casanova. C’è qualche problemi di scrittura e interpretazione per quanto riguarda i cattivi, che sono proprio cattivi in maniera stereotipata senza alcuna sfumatura o giustificazione, ma il ritmo è tale che non ci si fa nemmeno caso. Peña il più sorprendente e tra l’altro sembra la persona più buona del mondo. Bravi bis.
USCITA: 10 Aprile – Trailer IMDbCompra

Death Race – Inferno,  Roel Reiné (2012)

Vorrei esagerare e dire una cosetta: Death Race Inferno ha segnato il momento in cui i film DTV (direct to video) hanno smesso di essere trattati come film minori rispetto ai film per il cinema. Spesso lo sono, ma a volte no; a volte sono produzioni più che dignitose, produzioni che nell’ottica di un pubblico maggiore e da sala forse si sforzerebbero anche di più per tirare fuori cose sorprendenti. Come disse il capo nella prima mail dopo la visione, Inferno è “Fast Five dei DTV” e dovrebbe bastare per venderlo ovunque. Un giorno le distribuzioni impareranno anche che con le nostre DVD quote venderebbero molto di più. È così cinematografico da non avere senso; solitamente immaginare un DTV significa capire che quello già non andava sul piccolo schermo si sarebbe moltiplicato con la grandezza dell’immagine, ma con questo succede il contrario. Per capire meglio leggetevi la rece del Casanova e alzatevi ad applaudire.
USCITA: 24 Aprile – TrailerIMDbCompraCompra trilogia

USCITE ESTERE

John Dies At The End, Don Coscarelli (2012)

John-Dies-at-the-End-posterFate una cosa: andate a leggere la rece del nostro Stanlio Kubrick, opinionista nucleare. Fatto? Bene. Se volete acquistare questo DVD potete fermarvi qui, se non ve ne frega niente potete leggere la mia opinione condensabile in “mi ha fatto cagarone”. Coscarelli solitamente mi piace e l’idea dietro questo titolo è tanto bella quanto folle (droga che fa parlare con i morti, gente che combatte entità ultraterrene, maniglie a forma di pene) ma purtroppo, e secondo me, è anche gestita parecchio male. C’è troppo roba e poca convinzione, ci sono elementi palesati nel trailer che però occupano la maggior parte della narrazione dell’intero film, cose che i protagonisti cercano di capire e risolvere mentre noi sappiamo già le risposte perché spoilerateci dal trailer. Insomma, se avessi affrontato la visione al buio forse mi avrebbe stupito e divertito nonostante il livello recitativo generale pari a quello di un albero secco, ma così mi ha solo annoiato. Sono solo? Spero di no. Un visione la vale comunque e male che vada vi rivedete Bubba Ho-Tep per ricaricarvi il morale ed essere felice per sempre.
USCITA: 2 Aprile – TrailerIMDbCompra

Django Unchained, Quentin Tarantino (2012)

MV5BMjIyNTQ5NjQ1OV5BMl5BanBnXkFtZTcwODg1MDU4OA@@._V1_SX214_Non credo abbia bisogno di presentazioni: è l’ultimo lavoro di Quentin Tarantino, il secondo a dire la sua su questioni storiche e il secondo ad approcciarsi alla narrazione con più epicità rispetto al passato; in questa sede ne hanno parlato addirittura in tre usando tutti paroloni grossi e negri a profusione e anche dai commenti si può capire come Django Unchained sia un capolavoro, ma nulla di più (cit.). Io non so se lo definirei capolavoro, anzi sono indeciso tra “film della stramadonna” e “stramadonna di film”. Un giorno deciderò. Qui l’uscita è americana ma tenete conto che in Italia esce il mese prossimo.
USCITA: 16 Aprile – Trailer IMDbCompra

Rites of Passage, W. Peter Iliff (2012)

MV5BMTc1MDcwOTY1Nl5BMl5BanBnXkFtZTcwODU3MTg0Nw@@._V1_SY317_CR4,0,214,317_Questo l’ho messo solo perché a ‘sto giro ho avuto qualche problema nel controllare le uscite e trovato pochi film meritevoli, ma magari non è colpa mia ed è proprio ‘sto mese a far schifo ai merli. Ma non l’ho messo solo per il disagio generale, l’ho messo anche per il disagio specifico: il declino di Christian Slater. Se guardate il trailer capirete che quest’uomo ha concluso quel ciclo vitale in cui si cerca di avere una dignità e ha iniziato quello dell’attore con più case da pagare che talento. Qui fa tipo il cattivone conciato come un cowboy dell’inferno coi guanti da giardiniere, o qualcosa del genere. C’è pure Stephen Dorff che spoglia ragazzine, quindi ci sono anche ragazzine mezze nude, quindi sta a voi decidere se siete dei pervertiti o meno.
Donne, ma voi Christian Slater ve lo fareste ancora? Il suo declino è dovuto alla perdita di fascino e fattori scopabilità o semplicemente non capisce più una minchia? Nel dubbio vado a scriverci su una tesi di laurea che andrò a vendere nei pressi del Dams di Bologna.
USCITA: 22 Aprile – Trailer IMDb Compra

The Lords of Salem, Rob Zombie (2012)

MV5BMjA2NTc5Njc4MV5BMl5BanBnXkFtZTcwNTYzMTcwOQ@@._V1_SX214_È il nuovo film di Rob Zombie, parla di streghe e una tizia che riceve vinili, poster e biglietti per un concerto da questi Lords, gruppo demoniaco le cui canzoni suonano al contrario senza bisogno di farlo manualmente e che immagino siano le streghe di cui si parla. Non lo so, a Zombie solitamente ci si vuole bene ma questo mi ispira come una caciotta con la muffa. Dovrebbe uscire in Italia, al cinema, il 26 aprile. Ci metteremo poco a scoprire la verità.
USCITA: 29 Aprile – Trailer IMDb Compra

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,

6 Commenti

  1. Biscott Adkins

    Per Death Race – Inferno ho applaudito così forte e per così tanto tempo che ho perso le mani

  2. babaz

    #wouldbang per Balada triste de trompeta, mi pare ovvio

  3. Brucekduke

    ma carolina “bang” in che senso? :P

  4. Marlon Brandon

    gia’ieri commentavo la rece di death race dopo che mi e’ capitato per le mani boh non saro’un vero amante dei film di azione come molti di voi ma come disse fantozzi della corazzata potemkin…e poi il dialogo piu idiota…katrina a frankenstein:”did you sleep with her?” ma vaffanculo va

  5. vespertime

    Visti quasi tutti. I più meritevoli. Ovviamente NON sono d’accordo su John Dies At The End. Però quando l’ho visto io non sapevo NIENTE di questo film. mai visto il trailer ne letto nessuno stralcio di recensione/trama. Mi era solo arrivata una voce da un amico che “guardati l’ultimo di Cosciarelli a te che piace Carpenter”. E così fù, quindi per me è stato tutto un effetto sorpresa e quindi figatona. Comunque mi manca ancora End of Watch. Mi toccherà. Aspetto con ansia che esca Lords of Salem solo per leggere la vostra recensione visto che io l’ho visto e per me è una FIGATA (anche se devo capire se han rimontato/accorciato qualcosa rispetto alla versione che è girata ai festival. boh.).

  6. vespertime

    *ovviamente intendevo “Coscarelli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.