Mostrologia: il vendicatore tossico

16472

Nome: Vendicatore Tossico! Che è lassù con i migliori nomi dell’Universo. Ogni notte, Mark Chiappone sogna di poter andare all’anagrafe e cambiarsi il nome in Vendicatore Tossico, per poi svegliarsi tutto sudato e con la madre (67 anni) che lo sfotte. Tanto lei ha mantenuto il cognome da nubile. «Do you know what “chiappone” means in Italy? It means “big ass-cheeks”!» e poi gli tira una giornalata proprio lì col TeleSette e se ne va sghignazzando. Tutte le sante mattine. E Mark piange per due ore, poi tira un sospiro di sollievo poiché sa che anche il Vendicatore Tossico non si chiamava da subito Vendicatore Tossico, bensì Melvin Ferd III detto “Junko”.

Chi gliel’ha dato: Melvin “Junko” Ferd III riceve il suo nome di battesimo dai genitori in onore di una delle band più fighe della storia (il cui esordio avvenne due anni dopo l’uscita del film), e il suo soprannome (“spazzaturello”, tipo) dai bulli della palestra in cui lavora. Dopo l’incidente radioattivo di cui vi parlerò nel prossimo paragrafo, Melvin viene semplicemente chiamato “mostro”, o “monster hero”. Questo anche per chiarire un vostro eventuale dubbio: il Vendicatore Tossico è un mostro. Non rompete il cazzo. Per tutto il film lo chiamano mostro = è un mostro. Ok? Bon. E in realtà alla fine in effetti nessuno lo chiama Vendicatore Tossico, tranne il narratore fuori campo nell’ultimissima scena del primo film. Da lì in poi, è prevalentemente Toxie.

È colpa degli americani? Lo è! Melvin è il classico povero ragazzetto che tutti prendono in giro perché è molto brutto e sgraziato. Siccome poi lavora come bidello in una palestra, i livelli di frustrazione per continuo confronto sono al livello massimo. Un giorno dei bulli (americani) gli fanno uno scherzo particolarmente elaborato che consiste in una megapatata (americana) che lo seduce e lo convince a vestirsi da ballerina. Ora, onestamente vestire Melvin da ballerina non è che lo renda particolarmente più inguardabile di prima, e i bulli si spingono davvero in là pur di godere di questa specifica visione, per cui sotto sotto per me c’è coinvolto qualche strano feticismo, ma fatto sta che il Melvin – più che altro perché si stava quasi convincendo che si sarebbe trombato una gnoccona – una volta scoperta la burla ci rimane talmente male che decide di autoiniettarsi il morbo della morte per mezzo di schiantarsi dalla finestra. Solo che atterra su un camion di rifiuti tossici. I quali, dopo una serie di dolori pazzeschi, lo trasformano in un mostro. Ma di nuovo, non si capisce se è davvero un peggioramento.

Prima e dopo

Prima e dopo

Filmografia essenziale: Il vendicatore tossico! Del 1984. Poi, manco fosse il Signore degli Anelli, la parte 2 e la parte 3 furono girate contemporaneamente e uscite a un anno di distanza nell’89 e nel ’90 (in realtà Lloyd Kaufman – creatore del personaggio, regista della serie e fondatore della leggendaria Troma – era partito con l’idea di fare un film solo, poi si accorse che aveva girato troppa roba). Da segnalare nel primo film l’esordio su grande schermo, in una particina da teppaglia, per Patrick Kilpatrick, che i più bravi di voi ricorderanno come l’Uomo dei Sogni in Colpi Proibiti con Van Damme, o come lo scagnozzo con l’apparecchio fisso ai denti che Remo Williams usa per scheggiare una vetrata antiproiettile, o in mille altri classici action. L’episodio 2 invece vanta l’esordio nientemeno che di Michael Jai White nella parte di uno che sfida Toxie volteggiando coi nunchaku e poi scappa perché ha lezioni di pianoforte, e la comparsata totalmente a ufo (o in questo caso potrei dire a “ufo robot”) del leggendario Go Nagai. In mezzo è stata prodotta una serie animata chiamata Toxic Crusaders, unico risultato dell’interesse delle major per il personaggio di Toxie: a sentire Kaufman, il fallimento dell’operazione fu dovuto a metà per colpa del suo stesso incontrollabile greve senso dell’umorismo poco adatto alla direzione per famiglie che gli avevano suggerito, e l’altra metà al fatto che la New Line – che si era mossa più concretamente di altri – lo stava usando in realtà soltanto come ricatto/diversivo per abbassare i prezzi dei diritti delle Ninja Turtles. Eh. Nel 2000 esce infine Citizen Toxie: Toxic Avenger IV, che riporta la serie all’iperviolenza e anarchia dell’originale e parecchio oltre, e vanta comparsate di Ron Jeremy e Lemmy. Un quinto film, Toxic Twins, è stato più volte annunciato ma mai entrato in produzione. Esiste anche un musical di successo e una serie a fumetti pubblicata dalla Marvel, e stanno minacciando da tempo il più classico dei remake hollywoodiani. Ah, e una dritta importante: le versioni italiane sono tagliatisssssime.

Altezza: oltre due metri, ma niente di anormale, è pur sempre interpretato da un culturista pittato.

Specifiche tecniche: è a forma di uomo (una testa, un corpo, due braccia, due gambe – massimo tre), ma uomo più grosso della media. La sua pelle dà sul verdognolo ed è piena di bolle, e ha gli occhi sfasati. Immaginate tipo Sloth messo a bollire con gli spinaci. E vestito da ballerina. A parte quello, è dotato di superforza che usa per ammazzare i cattivi in modo cartoonesco, o per andare da New York al Giappone in windsurf, o per aprire barattoli per le massaie in difficoltà. All’occorrenza, contagia anche di tossicità. L’unica arma caratteristica che si concede è lo spazzolone da pavimento, simbolo del mestiere da bidello che svolgeva prima della trasformazione.

A volte, Toxie se la prende anche con i più piccoli

A volte, Toxie se la prende anche con i più piccoli

Vittime preferite: i bulli! E più in generale i cattivi. All’inizio si trattava di una vendetta personale, poi diciamo che pian pianino si è preso le sue responsabilità sociali.

Mossa preferita: non ce n’è una vera e propria, Toxie è un fantasista che tratta il corpo umano come pongo da plasmare a piacimento, usando i più disparati oggetti quotidiani a portata di mano. Si potrebbe dire forse che ha una certa predilezione per lo sventramento artistico.

Omicidio migliore: è veramente grigissima scegliere, ogni film presenta svariate chicche. Estrazioni di intestini, braccia strappate, facce disintegrate… siamo nei territori di Itchy & Scratchy (che però furono inventati dopo). Personalmente sono molto affezionato al massacro nel videonoleggio all’inizio del terzo film, e in particolare al tizio la cui mano viene infilata in quell’oggetto di antiquariato puro che è il riavvolgitore di videocassette.

Come si sconfigge: ma non lo si sconfigge, è il buono! Non che non ci abbiano provato, eh? A un certo punto ci si è messo persino Satana in persona a fargli venire la sindrome di Hulk e fargli desiderare di tornare normale, dandogli persino un lavoro serio. Ma no! Toxie si attacca al cazzo, ci serve brutto e tossico e superforte, e così rimarrà per sempre per il nostro sollazzo difendere la giustizia ecc… Sorry Toxie.

Assomiglia a una figa? Il solo pensiero di una figa con quelle specifiche tecniche… bbbrrrrrrrrrrr.

Se fossi un biologo, lo accarezzeresti? Gli voglio un mondo di bene, ma è tossico e non lo so se mi fiderei. Però è anche vero che nel film si tromba la sua morosa cieca senza visibili conseguenze, per cui magari è accarezzabile. Ci andrei piano ma poi… sì dai, lo abbraccerei forte forte e gli direi “grazie di esistere”. Forse addirittura un bacetto sulla guancia.

Altri tempi

Altri tempi

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

40 Commenti

  1. Marlon Brandon

    Credo di avere visto solo il primo in vhs, lui fa tanta simpatia ma non ricordo grande splatter…forse era censurato…ricordo che subito dopo mi vidi antropofagus…

  2. Past & Fasul

    Mai capita la troma…

  3. Marlon, guarda, te la racconto tutta: la versione italiana fu talmente censurata che per recuperare minutaggio montarono due volte il montaggio musicale. Brutali così, giuro. Si trova intera su Youtube e ho rifatto il confronto: per fare un esempio a caso, alla fine del film lui strappa fuori l’intestino al sindaco, il quale cerca invano di rimetterselo dentro, ma nella versione italiana hanno tolto ogni inquadratura sotto il collo, non si vede mezza goccia e vedi solo la gente schifata senza motivo per un gran cazzotto in panza. Hai praticamente visto un altro film.

  4. bizy

    Mi manca tutta la troma che conosco solo di fama. E’ tipo i pomodori assassini che quando ne senti parlare tutti ti assicurano che e’ una figata, tu dici ok e poi ti dimentichi di guardarlo.

  5. Se volete ampliare la vostra conoscenza di toxic avenger anche nel mondo dei videogiochi, guardatevi questo episodio di angry video game nerd (che è un tipo che recensisce vecchi video giochi per il lol con effettistiche trash d’altri tempi) http://www.youtube.com/watch?v=ZcuxGRO1wQA Guest star Lloyd Kaufman che più che altro sembra pee wee herman

  6. Schiaffi

    Bha é meglio farselo raccontare +ttosto che vederlo. Lunghissimo, palloso, inutile. Ricprdo la scena dove titano sptto on l’auto una vecchia spappolandole la faccia e il cadavere si smerda addosso. Na monnezza x pochi fortunati proprio. C
    mq toxic av è pure un dj che suona con la maschera del sgt kabuki. Spaccava pure.

  7. Alla fine come umorismo e’ affine a Jackass, tipo. Mediamente bassissimo e non per tutti, ma con entusiasmo contagioso, anarchia rinfrescante e punte geniali. Lo splatter onesto per i veri (e indubbiamente malati) amanti del genere, non quello fintamente scorretto di chi vuole sconvolgere.
    Il loro capolavoro pero’, piu’ che Toxic Avenger, e’ Class of Nuke’em High.
    O anche quelle cose in cui Lloyd Kaufman ha la decenza di farsi affiancare in sceneggiatura, tipo Tromeo & Juliet.

  8. @schiaffi: dissento pesantemente sul lento e palloso. Lo e’ se non e’ il tuo tipo di umorismo (e allora grazie che e’ palloso), o se hai visto la versione italiana sforbiciata e rimontata da un sordociecobigotto. Altrimenti ha tutto il ritmo che deve avere un film di 87 minuti.

  9. Stanlio Kubrick

    Non amare Class of Nuke ’em High è vietato per legge.

  10. No cioe’ lo posso dire? Lo dico? Lo dico?
    Sono molto contento che qua dentro si sappia che la Troma e’ tutt’altro che un marchio di garanzia e che le cose salvabili siano pochine.
    Ma che non si salvino neanche quelle salvabili mi lascia alquanto perplesso.

  11. bizy

    Beh a me sembra che siano un prodotto (fieramente) di nicchia, che sfocia facilmente nella cazzata e un po come Corman (di cui mi sono visto qualsiasi puttanata che mi capiti a tiro), non e’ tanto la qualita’ media dei prodotti che li fa amare quanto la filosofia che ci sta dietro.
    Un idea idealistica e romantica del cinema fatto da tutti per tutti, prima dell’avvento di una piattaforma come internet.

  12. @bizy: sicuro, ma come per Corman (meno di Corman…) i film davvero belli non mancano. Sicuramente non sono per tutti i gusti, ma non pensavo di non trovare proprio nessun tifoso qui dentro. Non sarete mica rimasti tutti traumatizzati da Surf Nazis Must Die.

    Va inoltre detto come si siano adattati al volo all’internet mettendo il 99% del loro catalogo a gratis su Youtube:

    http://www.youtube.com/user/tromamovies

    (un applauso per la parola “gratis”)

  13. bizy

    Ah li hanno messi loro :D pensavo i fan hehe
    Nazi l’ho visto ma mi hanno detto che non e’ della troma ma solo comprato. E fa cagare.
    sono molto hippy come modello d’affari. E’ propio questo contatto con i fan e i clienti che li rende affascinanti e gli perdoni le peggio stronzate, perche alla fine li vedi come l’amico che vuole far i film ma non c’ha i soldi. Pero’ li fa lo stesso perche ha idee e tu non puoi fare a meno di ammirarne la tenacia.
    Corman di film fighi ne ha fatti a pacchi, e per ogni death race con le moto c’e’ un massacro di san valentino (dopo il quale se ricordo bene schifo’ hollywood e il loro modo di buttare soldi al vento).

    Ecco, sono prodotti che possono aprezzare solo quelli che si interessano al cinema e alla sua storia, piu’ che allo spettatore casuale, perche per aprezzarli e’ necessario conoscere la gente che ci sta dietro.

  14. bizy

    Dico questo perche io c’ho amici a cui consigliai la casa 2 e l’armata delle tenebre e guardando il trailer non ci pensarono 2 volte a schifarlo ritenendolo una stronzate.
    E mi sono fatto la teoria che per aprezzare un certo tipo di produzioni devi esserne veramente interessato e come spettatore casuale non ti prendera’ mai.
    La teoria del “Bambino interiore morto” che dice della casa che e’ una stronzata con i mostri e di Into The Wild che e’ un bel film che presenta temi alti.

  15. Beh la Troma ha comprato il 95% dei film che ha in catalogo, spesso cambiandone il titolo. Prodotti da loro ce n’e’ pochissimi, e sono prevalentemente quelli diretti in prima persona da Lloyd Kaufman. E anche “comprare” e’ una parola grossa, visto che il piu’ delle volte se li fanno regalare semplicemente promettendo una distribuzione piu’ ampia di quanto gli autori del film si possano permettere.

    Detto questo: passi la Troma e ci mancherebbe, ma La Casa 2 e’ uno dei dieci migliori film mai girati nella storia del cinema senza se e senza ma, non confondiamo gli sport.

  16. BellaZio

    il primo e Citizen Toxie sono capolavori nel loro genere, vero anche che Class of Nuke’em High è probabilmente migliore (non tutti e tre). La Troma al netto di meriti e demeriti si può solo amare per me, anche se non piace. Il documentario che c’è sul canale youtube sul making of Citizen Toxie, che si chiama Apocalypse Soon è magnifico: sembra di veder questi che girano un film alla maniera in cui molti di noi lavorano tutti i giorni (in ritardo, tutto alla cazzo, gente che non sa se verrà pagata, a un certo punto il Toxie originale è in ritardo e LLoyd assume il primo che capita dall’altra parte della strada abbastanza grosso). Ora dovrebbe uscire prima o poi Return of Nuke’em High e non vedo l’ora. Solo il fatto che in ogni singolo film usino la stessa identica esplosione perché gli è riuscita bene anche se non c’entra nulla è solo ed esclusivamente amabile!
    Comunque se devo dire i film che non solo si salvano ma meritano massimo rispetto, dico: Toxie 1 e 4, Nuke’em High alla fine tutti, Sgt Kabukiman (però con riserva per il PG13 imposto), Poultrygeist (chicca assoluta), Tromeo e Juliet più il grande merito di aver distribuito Cannibal The Musical.
    Come di fa a non amare Lloyd Kaufman che si inserisce nei film degli altri per conoscere la gente e sfondargli il cazzo (tipo in Rocky e Crank 2 per citarne un paio)?

  17. BellaZio

    @Nanni

    Hai trovato un tifoso come vedi. Non solo della Troma ma anche della Casa 2, per me puoi restringere il campo a migliori 5.

  18. @BellaZio: alla grande. Tra l’altro la tua lista dei meritevoli coincide con la mia, ci aggiungerei giusto Troma’s War (ma ultimo in fondo, poco sopra agli altri Toxie). E alla stessa esplosione riutilizzata ci aggiungo l’altrettanto ripetuta scena dell’auto che si ribalta in corsa.

  19. bizy

    @NANNI
    Sulla casa 2 lo so io, lo sai tu e lo sa molta altra gente, ma sono per lo piu’ amanti veri di cinema, gente che sa chi e’ Raimi e sa quanto sti film siano fighi.

    A uno che guarda dei film ogni tanto e se ne strafrega, oggi confonde troma e Evil Dead mettendoli nel genere “Trash”.
    Tu non sai quanto io sia rimasto deluso dal fatto che non volevano neanche vederlo. Sono un po morto dentro perche non sapevo neanche come spiegargli che figata astrale era. Semplicemente non puoi xd

  20. @bizy: e allora che facciano la stessa fine ignorante di Alexander Supertramp morendo soffocati da un film di Paul Haggis

  21. BellaZio

    @Nanni
    Non vorrei sbagliarmi ma la scena in cui l’auto si ribalta in corsa, dopo non è la stessa auto che dopo esplode? In sintesi, non è un unica scena quella di cui stiamo parlando?
    @Bizy
    Non ci devi rimanere male, un giorno capiranno che la loro esistenza fatta solo di Ken Loach (che ogni tanto, a piccole dosi, può andar pure bene) è triste e deprimente e tu gli salverai la vita facendogli vedere la trilogia di Evil Dead.
    Comunque la mia frase classica e tronfia verso quelli che non vogliono nemmeno vederlo è: “Se non hai mai visto la Casa 2 non sei nessuno”. Semplice ma efficace.

  22. @bellazio: puo’ essere, perché ho ben stampata in testa l’immagine dell’auto che si ribalta ma non l’esplosione seguente

  23. BellaZio

    @Nanni
    è vero, nel IV c’è sopra la versione cattiva di Kabukiman se non sbaglio poi si ribalta tutto… Ma poi è una serie che vive su concetti geniali, tipo “the first superhero from New Jersey”. Potrei stare ore a glorificarlo.

  24. Terence Hell

    The first Super-Hero… from New Jersey!
    Chi non lo apprezza probabilmente ha visto l’orrida versione italiana, ubercensurata. Certo, bisogna dire che lo stile Troma non è per tutti i palati. Si toccano vette di stupidità a volte fastidiosa, poi arriva il momento in cui una vecchia viene centrifugata in lavatrice e torna il sorriso.

  25. Marlon Brandon

    @Nanni, grazie.
    A me questi della Troma comunque facevano simpatia come a prescindere chiunque faccia film anarchici e fuori dagli stereotipi tipo Jodorowski, D’ Amato, Franco, cioe’ magari fa(ceva)nno spesso film del cazzo, pero’ prova(va)no a fare qualcosa di diverso…

  26. Beh, io odio nel profondo la filosofia “trash” così com’è diventata negli ultimi 15-20 anni, ma il primo (l’unico che ho visto d’altra parte) per me è un piccolo classico degli anni 80. Nel bene e nel male sembra fatto da una specie di fratello ritardato di John Landis, ma per me colpisce nel segno sotto diversi punti di vista, sia come parodia di più generi, che come satira sociale (smaccata e feroce, alla faccia della cazzonaggine ostentata degli autori).
    Colorato, sveltissimo, pieno di cazzate e soprattutto dannatamente simpatico. Ennesima dimostrazione che i migliori cinecomic sono quelli non tratti da un fumetto esistente.

  27. David Kronenbourg

    Insieme a Toxie e Nuke’em High nella hit list aggiungo anche Combat Shock, che pero’ è stato acquistato successivamente da loro (e infatti non c’entra un cazzo con i loro film).

  28. Bread Beat

    ma nessun accenno al fatto che è uno dei pochi mostri che si bomba delle gnocche di un certo level?

  29. @bread beat: bravo. Il mostro della laguna nera e’ effettivamente molto invidioso.

  30. mki

    Il migliore della troma che io abbia mai visto è
    Poultrygeist: Night of the Chicken Dead

    è fatto veramente bene, non è girato alla cazzo e per nulla noioso inoltre l’idea di un musical in un contesto del genere è geniale..questo si che lo consiglierei anche a chi non è appassionato di b-movies

  31. Ho sempre voluto vederlo, alla fine è l’emblema della Troma… ma non ho mai avuto il coraggio, sono sincera XD
    Temo un po’ di diludendo dopo tanta aspettativa!

  32. BellaZio

    tra le acquisizioni non ricordare il seminale (in tutti i sensi) Killer Condom sarebbe un delitto. Geniale nonché magnifico. Forse la miglior acquisizione.

  33. Dembo

    Che pacco, non lo conoscevo proprio ‘sto film.
    Come pomodori assassini, Killer Klowns from outer space, class of nuke ’em high (ma che è?? mai sentito).
    Non ho neanche mai visto I dominatori dell’universo (lo so, pisciatemi addosso), ma impazzisco ,e ho il dvd autografato da Deodato, per The barbarians.. Come CAZZO è possibile che me li sia persi, se non facevo altro che guardare tv e giocare al game boy?

    Dove li davano ‘sti film? Solo a leggere la trama e a vedere qualche immagine mi incazzo come una bestia perchè se li avessi visti quando avevo 10/12 anni (sono dell’82) sarei impazzito dalla gioia.

    Io li ho anche recuperati quasi tutti (quelli che ho citato) ma ho “paura” di vederli a 31 anni, perchè non so se riuscirei a guardarli con quel disincanto che avevo quando ero pischello. Io the Barbarians me lo riguardo ogni 6 mesi , ma non so che effetto mi farebbe ora, nel 2013, da vergine.

    Minchia che pippone che ho scritto, sorry.

  34. @Dembo

    Io da piccolo Toxie l’avevo visto su Tele+, insieme a Maniac Nurses che – pur essendo sostanzialmente quel video promozionale di sbrodaccione coi mitra che guardano De Niro e Samuel L. Jackson in Jackie Brown, allungato fino a diventare un film – mi gasava anche di più.

    Tra l’altro Tele+ mi aveva anche fatto scoprire Russ Meyer e John Woo, per dirne solo due…

  35. Kairos

    Toxie l’ho visto, ma poco altro. La Troma mi sta simpatica, ma è di quelle simpatie che preferisco non mettere alla prova. Grazie per le dritte sui migliori, magari qualcuno lo recupero.

  36. Bizy

    Ci sara’ mai una retrospettiva stile Tony Scott su qualcun altro?
    Chesso’, cronenberg, carpenter o Raimi?
    In realta’ e’ quando parlate del cinema che fu’ che vi leggo piu’ volentieri, perche la si vede che trasudate passione per quello che fate.

  37. BellaZio

    @Dembo
    Ii Italia, in tv, mai visto un vendicatore tossico in vita mia. Forse su 7 gold ma ho i miei dubbi.
    I Toxic Avengers distribuiti qua sono poi solo l’1 e il 4, tutti gli altri Troma non li ha mai distribuiti nessuno credo e non li trovi in italiano (neanche, per dire, Cannibal The Musical che è di Trey Parker). Io li ho recuperati tutti in inglese. Comunque, se proprio cercate un film quasi “raffinato” e un po’ più aperto ai gusti dei più, Puoltrygeist è quello che fa per voi, senza dubbio (comunque forse è il loro lavoro migliore, anche se Toxie è nel cuore).
    Anche io sono dell’82, Toxic Avenger l’ho scoperto intorno ai 23 anni, li altri gli ho recuperati tutti da lì a oggi e spesso li riguardo ancora. Secondo me, o sono io che ho problemi mentali (non da escludere) o sono ancora tutti guardabilissimi e spassosi se ti approcci con la testa giusta.

  38. Dembo

    @Bella zio, Dark

    Ah, ecco perchè non li ho mai visti, mai avuto tele + e a quell’età non guardavo quasi mai 7gold (a parte quando davano i cartoni). Cmq sì, penso anche io che se approcciati nella giusta maniera questi film risultano assolutamente godibili.
    Ci proverò
    ;)

  39. DoneBabyDone

    @Nanni Cobretti Arnold Schwarzenegger In Talks To Topline ‘Toxic Avenger’ Reboot. WTF?????

  40. Zambo

    Guardato il primo grazie vostro articolo. Mi è dispiaciuto un po’ che nella scena finale non ci sia stato questa gran strage (solo il sindaco). Però fino a lì è stato molto piacevole.
    Adesso sto cercando Class of Nuk’em High ma l’unica versione che trovo ha l’audio russo (penso) sovrapposto a quello inglese. Che palle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *