Si ride, si scherza, si squartano fattucchiere: Hansel & Gretel cacciatori di streghe

Quando tempo fa mi sciroppai la versione Asylum di Hansel & Gretel: cacciatori di streghe, saltai nel buio definendo il prototipo, che ancora non avevo visto, «progetto squallido e già morto in partenza». Non di soli giudizi sensati e ponderati vive l’uomo, ma di ogni stronzata che esce da Hollywood e che ti fa gridare «’nammerda!» sulla fiducia.

Ora che H&G quello vero l’ho effettivamente visto posso affermare in assoluta onestà che mi ero sbagliato su di lui. Non clamorosamente, né il mio errore è di quelli umilianti che poi la volta dopo che consigli un film a un amico lui non si fida di te. Sbagliaticchio, ecco. Sto dicendo che H&GCdS è un capolavoro? No. Sto dicendo che vale la pena spendere gli 11€ e rotti del cinema per vederselo in 3D? Neanche. Sto dicendo che è una mediocre ma tutto sommato salvabile commedia splatter che nella sua medietas riesce comunque a fare il culo a qualunque fantasy “dark”, “cupo” e “violento” degli ultimi mesi se non anni senza nemmeno sbattersi troppo?

Sì, lo sto dicendo. Sigla!

L’aspetto più interessante di H&GCdS è che il suo titolo è anche la sua sinossi. Davvero: nel film, ci sono Hansel e Gretel che vanno in giro per i villaggi a cacciare streghe e farle a pezzi in svariati modi. Stop. La favola dei Grimm viene sbrigata prima dei titoli di testa, dopodiché Tommy Wirkola ci catapulta in un Medioevo alternativo nel quale le streghe sono una realtà comunemente accettata e morire se ci fosse uno che prova ad avanzare il sospetto del dubbio del legittimo impedimento della possibilità che forse forse la signora che vive nei boschi e raccoglie caprifoglio alla luce della luna sta solo cercando di cucinare pasta al caprifoglio per il nipotino Gertrudo, non necessariamente evocando Satanasso. Se uno avesse abbastanza vis polemica potrebbe anche prendersela con Wirkola per la sua becera misoginia – giustificabile solo in parte con il classico “motivi narrativi” –, non fosse che dopo dieci minuti il film diventa così radicalmente STUPIDO che a guardarlo anche Asia Carrera perderebbe abbastanza QI da scendere a livello Paris Hilton.

Tento di ricostruire la trama senza perdermi tra le ghignate, sappiate che ci sono un paio di spoilerini: dopo aver ucciso la loro prima strega, Hansel e Gretel scoprono di essere immuni alla magia delle streghe e vagano di villaggio in villaggio a decapitare, bruciare o fare a pezzi orrende fattucchiere, finché nei pressi di Augsburg scoprono che la strega Muriel sta preparando un rito magico in occasione della Luna di Sangue, la notte dell’übersabba che si verifica una volta ogni film di Wirkola; nel corso del rave, al quale accorreranno streghe da ogni angolo della Terra, Muriel e le sue due sorelle Anastasia e Genoveffa Punkina e Punketta sacrificheranno dodici bambini e il cuore di una strega bianca per ottenere l’intruglio magico che le renderà immuni al fuoco, rovinando così fin dai presupposti tutta quella storia del “bruciare le streghe”. Saranno proprio H&G, dopo aver fatto luce sul loro passato ed essersi (Hansel) chiavati una passera locale, a dare l’assalto al sabba armati di un’SMG e di un troll di montagna.

«Bitch please».

«Bitch please».

OK, raccontato così ogni film sembra ridicolo. Il punto è che Wirkola non fa nulla, e scientemente, per alleviare la sensazione, arricchendo anzi H&G di dettagli e particolari che mettono in chiaro che sì, si fa tutto per ridere. Mi spiego:

• nel villaggio di Nometeteschenburg sono spariti dei bambini; come lo sappiamo? Dalle bottiglie del latte sulle quali sono stati incollati i ritratti dei suddetti, ovviamente;

• Hansel ha un punto debole: ogni tanto deve farsi d’insulina. Da infante, la prigionia nella casa della strega gli ha infatti devastato l’organismo, lasciandolo diabetico;

• se Hansel si bombarda la rossina quassù, a Gretel va peggio: incontra infatti un orrendo troll che si innamora di lei e fa voto di proteggerla. Il troll si chiama Edward;

Il punto è che, se avete visto Dead Snow, sapete già che è questa la cifra stilistica di Wirkola, uno che ha un enorme talento per le cazzate e i dettagli da nulla che ti strappano un sorriso e molto meno controllo sulla big picture; a differenza del Capo, io sono comunque fan di Dead Snow, ma ne riconosco i limiti strutturali. Qui, quantomeno, Wirkola decide non di ispirarsi a questo o quel film da lui tanto amato, ma di buttarsi più genericamente sul fantasy anni Ottanta e di macchiarlo di splatter – resta che cinque minuti dopo essere usciti dalla sala il film cessa di esistere per sempre.

«Cool guys don't look at explosions».

«Cool guys don’t look at explosions».

Cosa, dunque, salva H&G dal totale anonimato e lo rende un film comunque migliore di, chessò, quella merda senza costrutto di Biancaneve e il cacciaThor, o quell’aborto di Lo Hobbit, o quell’insulto al buonsenso di Cappuccetto Rosso Sangue, o quella bestemmia ancestrale che è Alice?

– scusate, sognavo di insultarli tutti uno dopo l’altro da troppo tempo –

Diverse cose. Jeremy Renner e Gemma Arterton, innanzitutto: lui con l’aria di chi si trova lì per caso ma scopre che è divertente, lei perennemente strizzata in scollatissimi completini di pelle ma comunque pronta a tirare capate sul naso a Peter Stormare per il gusto di farlo; tra i due c’è la giusta alchimia e pure un filino di tensione erotico-incestuosa, prontamente soffocata da avvenimenti deliziosi quali “il tizio che esplode in una nuvola di merda e insetti feroci sborrando di interiora la fazza di Gemmona” o “Famke Janssen che piglia a pugni in faccia Geremia”. Wirkola, poi, ha un certo gusto per le coreografie dei combattimenti, e riesce nell’impresa di far sembrare un’atleta pure l’ingessatissima principessa di Persia.

E sì, i combattimenti e in generale la violenza sono un po’ la vera àncora di salvezza per il film: non passano mai più di dieci minuti senza vedere una testa spappolata, un corpo smembrato arto dopo arto, un intestino penzolante dal grembo. Se solo Wirkola avesse avuto un’oncia in più di coraggio e avesse puntato su CGI non databile tramite carbonio 14 al 2003 ma al 2013 – o magari, ancora meglio, su effetti veri e non digitali – il gorefest sarebbe stato completo, ma è anche vero che, fatte salve un paio di istanze clamorose, si può passare sopra anche alla povertà tecnica. Costumi e set, d’altra parte, sono tutti veri e fatti piuttosto bene.

url-1

Sopra: strizzamiento.

Considerazione finale: guardando Dead Snow, l’amore di Wirkola per Peter Jackson era evidente. Entrambi si sono fatti le ossa con l’horror e sono finiti a girare favolette per bambini provando a dar loro un tocco personale. Quello che ha fatto anni di gavetta e conosce la materia come le sue tasche ha fallito clamorosamente, sorpassato da un allievo che ci ha messo UN film ad arrivare dove è arrivato il maestro. Il mondo del cinema è ingiusto, ma d’altra parte Hobbit merda e piuttosto ci teniamo H&G.

(dopo i titoli di coda, la parola alla nostra nuova rubrica, Momento Burzum)

DVD-quote suggerita:

«Almeno è meglio di Lo Hobbit».
«Ho visto di peggio: Biancaneve e il cacciatore».
«Tim Burton ha solo da imparare da tutto questo MEH».
«Still a better love story than Twilight».

(Stanlio Kubrick, ilfantasymodernofacagare.it)

IMDb | Trailer

Benvenuti a:  MOMENTO BURZUM

Benvenuti a
MOMENTO BURZUM

Se c’è qualcosa che Wirkola fa davvero, ma davvero bene è girare in esterni. Cresciuto in un Paese di foreste, lupi, inverni rigidi e chiese bruciate, nelle rare scene in cui si permette di vagare tra gli alberi e di mostrarci piccoli, graziosi angoli di Hanselegretelonia (cascatelle, ruscelletti, sempreverducci, pinetine) l’amico Tommy inscena uno spottone per il suo – ancora inedito, pure nella sua testa – documentario sul rapporto tra la Natura, il Capro e il black metal. C’è qualche legame con Le streghe di Salem? È possibile, di sicuro voi non siete morti, non siete mai vissuti.

Tags: , , , , , , , , , ,

63 Commenti

  1. Past & Fasul

    il film fa oggettivamente cagare,ma mi sono divertito.

    fatto con 4 soldi,diretto e montato maluccio e con cgi da DTV,però ha ritmo e delle belle trovate e sopratutto non si piglia sul serio.

    concordo poi sul fatto che di tutta sta ondata di ri-ri adattamenti fiabe è l’unico che meriti uno sguardo.

    P.S.

    non credevo che nel 2013,in un film di prima fascia,avrei visto un gommosissmo mostrone tenerone di nome edward poi…

  2. Marlon Brandon

    A me Dead Snow era piaciuto, ho intravisto Red Riding Hood su HBO e non si poteva guardare, ho visto Alice in Wonderland al cinema e piu’ che altro era un momento familiare, quindi il film non si poteva guardare ma almeno i pargoli si sono fatti due risate…biancaneve immagino sia allineato a cappuccetto, lo hobbit non l’ho ancora guardato, ma se per caso e’ quello dove ad un certo punto dei nani cominciano a fare i giocolieri cercando di farci ridere, allora credo che ne rimandero’ la visione al 2017, mentre grazie alla bella recensione di Stanlio questo H&G me lo voglio proprio vedere…

  3. Hansel (che va un casino anche quest’anno) e Gretel (figa rivelazione per il sottoscritto) mi ha annoiato parecchio nonostante le botte. Ma forse avevo aspettative troppo alte su un argomento a me tanto caro quale le streghe cattive. Peccato perché Dead Snow mi aveva divertito non poco.

  4. Dedichiamo tutti assieme un minuto di raccoglimento per [i]l’imbruttimento a boiler[/i] di Asia Carrera.

    https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/542800_10200799307247739_1283803760_n.jpg

    ps: nell’immagine sopra scova chi è la vera palla.

  5. Bakahero

    …Ma,alla fine, è meglio di Van Hellsing?

  6. Oliver Die Hardy

    Penso che lo aspetterò al varco in DVD.
    Per me: “Meglio de Lo Hobbit” (a Peter, mabbafangulo, va!) non è un gran complimento.

    (certo, già un grado sopra rispetto a “Meglio di Van Helsing” o “Meglio de Il Patto dei Lupi”)

  7. bizy

    Ma solo per me lo Hobbit e’ meglio del Signore degli anelli?
    Sara’ che anche durando tanto non rompe le balle eccessivamente con inutili scene con Liv Tayler che piange e Kate Blanchett che sa gia tutto prima di tutti e l’agente Smith che fa il figo. E non ci sono una famiglia di pirla che governa una citta’ e tipo vuole l’anello e poi muoiono. Andava dritto al punto e gli indovinelli con Gollum e’ la scena migliore di tutti sti film.
    E non mi sono nemmeno incazzato per il finale monco, semplicmente non ho nessun interesse a vedere essun seguito e se capita bene se no chissene’.

    Hansel ho sentito che lo paragonavano a Army of Darkness con meno stile. E non ho capito sta moda delle favole da cosa e’ nata.
    Gli americani qualunque cosa classica toccano riescono a farla diventare una stronzata. E qui guardo quella presa per il culo a qualunque regista che e’ Tarsem. E si The Fall era figo, pero’ se su 4 film 3 fanno schifo tu non sei un gran regista. E me ne sbatto dei quadri che fai.

  8. Stanlio Kubrick

    La risposta più importante a tutte le vostre domande è: sì, è meglio di Van Helsing.

  9. bizy

    Non che fosse difficile :D Pero’ la gnocca protagonista di Van era il mio amore adolescenziale.

  10. FedericoSly

    Non mi ispirano i fantasy, con Attacco al Potere ho goduto di brutto, a questo giro passo

  11. Nessuno

    @Bizy

    Lo Hobbit è meglio di SDA ma solo perchè il secondo usando un francesismo ricercato fa ancora più cagare a spruzzo

    Ma il 3d è inutile come al solito o vale i 2 euro in più del biglietto? ( Pensavo di sfruttare la settimana del cinema col 3d a 5€ basta che non si veda addirittura peggio )

  12. Stanlio Kubrick

    Il 3D è inutile se non dannoso.

  13. La cosa piu’ importante da sottolineare e’: NIENTE e’ peggio di Van Helsing.

  14. Stanlio Kubrick

    Ci provo: La leggenda degli uomini straordinari?

  15. FedericoSly

    @NanniCobretti Vanilla sky?

  16. BellaZio

    @Nanni
    Dracula 3d è peggio di Van Helsing. E c’è Van Helsing in Dracula 3d.
    Comunque Van Helsing fa cagare, ma, per quanto ci possiate provare, neanche il download illegale riesco a donare sto Hansel & Gretel a caccia della streghe, è veramente, concettualmente, troppo stupido e non meritevole di stare in nessuna sala quando maree di cagate meritevoli non trovano distribuzione. Non ce la faccio!

  17. bizy

    la peggio cosa che io abbia mai visto e’ The Avengers con Uma Thurman.

    Il 3d deve morire male.
    A me SDA ha rotto le balle. Si tutto bello, di qualita’ ma propio di una pesantezza che vaffanculo. Ma sara’ un problema mio, a me il fantasy in genere non ispira sopratutto quando si prende troppo sul serio e’ ha dei nomi cosi assurdi che quando parlano non sai mai a chi si riferiscono.

  18. vespertime

    van helsing è un pò tutto quello che in un horror(?)fantasy non si deve fare. E’ stato l’unico film dove ho seriamente pensato di uscire dal cinema prima dei titoli di coda (e sono uno che se ha pagato il biglietto di solito rimane fino alla fine anche con la peggio merda). Ma vabbè. Questo Hansel & Gretel ammetto che viste le voci (brutte) in giro lo stavo bellamente ignorando per la vita anche se Dead Snow mi aveva divertito assai. Vista la recensione un recupero senza impegno glie lo si dà volentieri. Male che vada c’è Gemma Arterton strizzata.

  19. A proposito di fantasy soprannaturale, è morto Andreotti

  20. Marlon Brandon

    azz, ma sto sito sta diventando un bollettino di funerali o sbaglio?

  21. @Marlon Brandon, a proposito, se per nani giocolieri intendi i nani messi uno sopra l’altro che poi fanno i giochetti e i balletti, quello è Oz the Great and Powerful.

  22. Calvin Clausewitz

    OZ the Great and Powerful che e’ proprio guardabile, peraltro.

  23. Schiaffi

    E adesso chi chiameranno per il live action del gobbo di notre dame?

  24. bio

    è entrato nella mia playlist “film di sottofondo per dormire” assieme a la leggenda degli uomini straordinari, van helsing e (quello che uso d’estate perchè mi fa venire anche i brividi freddi sulla schiena e risparmio il condizionatore) DOOM!

  25. Terence Hell

    Ho capito che questo film va inserito nella categoria, lo vedo domenica pomeriggio in pieno doposbronza.

  26. Marlon Brandon

    @Cicciolina ti ringrazio ero in un baraccio di Chengdu dove su ben 3 televisori contemporaneamente e tutti alle mie spalle davano questo film con tanti nani intesi come i nani di LOTR non come Tyrion…e non so se la mia descrizione sia corretta al 100 ma verifichero’… il dvd tarocco dello hobbit ce l ho li tra abc of death e morte a Venezia

  27. bizy

    Opporcaputtana OZ e’ di Raimi? :D

  28. Stanlio Kubrick

    E ti dirò, si vede.

  29. Past & Fasul

    Ma van helsing non era il remake americano di fracchia contro Dracula…?

  30. taekwondo fighter

    Ah sì in un film Wirkola ha raggiunto Jackson… BOOOM…
    cazzatometro scoppiato…

  31. bizy

    Ma non avevo idea dell’esistenza di questo film fino a quel commento sopra che lo nomina. Manco sapevo che Sam filmasse :D
    Si vede in senso buono spero ;)
    Dead Snow non e’ un brutto film, anzi e’ girato bene bene, solo che va fuori di testa negli ultimi 20 minuti. Nella prima ora sembra una puntata random di un telefilm random americano, dove pero’ non parlano americano. Tranne la scena col tizio che tutto sa che e’ raimi appalla.

  32. Michael Manna

    Ma avremo mai una recensione de “Lo Hobbit”..? :)
    No, vero?

  33. Pasqualo Bianco

    Non mi cruccia nemmeno questo, vedi tu il paradosso.
    Speranza difficile della nostra patrianotte in controluce.
    Questa cosa non può situarsi nella sfera dell’attesa.
    Ripeto:
    Basta bava allagratiz!!

  34. Dembo

    Voto anche io per una recensione de Lo hobbit, così anche solo per farsi due risate. In fondo ne avevate parlato mostrando il primo trailer o il teaser (se non ricordo male) quindi, ora, esigo (=vorrei) la recensione.
    O inizio a dire a tutti che a me, E venne il giorno, è piaciuto un botto.

    Cmq, anche io non avevo proprio in mente di vederlo ‘sto H&G, dopo aver letto la rece e saputo che è di Virkola (Dead snow a paletta) mi è venuta la voglia dura.

    Non volevo andare OT, ma qualcuno ha pronunciato Raimi.

    HYPE NEL CIELO

    Quindi, inevitabilmente, la domanda che mi sorge spontanea: è previsto che si vedano recensioni (di evil dead 2013) nel vostro parco delle recensioni?

    Lo so che è sì tutta la vita, [diventa un attimo arrogante] MA QUANDO PER DIO, QUANDO????? Il giorno prima? Il giorno dopo? Domani quando meno te l’aspetti (come una bomba)?
    Devo sapere, e mi fido solo di voi.

  35. È inutile che ce lo chiedete, recensiremo Lo Hobbit quando muore Andreotti.

  36. Frena, non avevo letto tutti i commenti. Davvero?

  37. @dembo: PRESTO

  38. Anakin Rossi Stuart

    @ Nanni: sì, davvero… stamattina hanno aperto le persiane della sua finestra, la luce diretta del sole l’ha colpito e PUF! si è spento in un “MACCOSA…” sospeso nell’aria assieme alle sue ceneri… era la prima settimana della nuova donna delle pulizie… Consuelo Van Helsing

  39. Rainer W. Fassbender

    ho appena finito di vederlo e dirò, non mi ha fatto cacarissimo, quindi per le aspettative che avevo è una grossa sorpresa.
    mi ha dato quello che aspettavo ed anche in dosi massicce.
    è stupido come una zappa e c’ha la artherton strizzata
    domani non ricorderò niente se non lo spezzatino volante di strega (e la artherton strizzata) ma vabbè, dura un’ora e mezzo e in un paio di momenti ho riso
    e poi c’è la artherton strizzata

    artherton
    strizzata

    ps: van helsing è guano da qualsiasi punto di vista, anche paragonato alla peggio roba di miike (bongiorno intendo)

  40. Steven Senegal

    Posto che Van Helsing sia una merda grande quanto un comodino, qua c’è troppa gente che non s’è vista “Wolfman 2 – Werewolf: The Beast Among Us”, recensito a suo tempo da quel coraggioso di mike.
    H&G è un no no no no.

  41. Ma vedete? A parita’ di merda fumante, perde sempre quella con budget venti volte piu’ grosso e regista al picco (teorico) della sua carriera.

  42. E comunque ora che l’hai detto sei in obbligo: recensione de Lo Hobbit plis!

  43. Prometto una rece cumulativa quando saranno usciti tutti e tre, e mi riservo il diritto di cambiare idea. Morte ai falsi nani.

  44. Slum King

    Che poi state tutti a citare Van Helsing quando questo è palesemente un remake di Beowulf con Christopher Lambert.

  45. a me non è dispiaciuto, però il problema è che si tiene troppo abbottonato come il corpetto di Gemma: è scemo ma non sfora mai nella demenza totale, è splatter ma non al livello di quei carnai dei primi film di Peter Jackson, c’è il medioevo steampunk ma sfruttato solo con armi da fuoco non particolarmente creative, le streghe sono truci ma anche disorganizzate e non abbastanza coriacee… insomma fila via bene e in molte scene c’è la voglia di picchiare giù duro, ma non arriva mai fino in fondo… peccato, perché non è che gli mancasse poi molto per diventare una vera bombetta

  46. Akira

    Sono contento che i400calci permetta anche ai diversamente abili di scrivere recensioni. Anche se non è il massimo mettere un non vedente a scrivere di cinema. Perché sì, l’unica scusa per non apprezzare lo Hobbit è essere ciechi, oppure essere dei troll.

  47. Stanlio Kubrick

    Oppure aver visto Lo Hobbit.

  48. Calvin Clausewitz

    Akira deve essere un fan delle scene riempitive, quelle in cui i nani cantano o giocano coi piatti, o si fanno palleggiare dai golem di pietra o vanno sulla slitta.

  49. Stanlio Kubrick

    Bombolo nella Terra di Mezzo: the movie.

  50. Morte ai falsi nani. E anche ai troll fiacchi, finché ci siamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *