Crea sito

Il trailer di un nuovo film su Godzilla in cui Godzilla assomiglia a Godzilla

C’era una volta un nano in un costume di gomma.
Ok non è vero, non era un nano.
Ma so per certo, anche se non trovo la fonte, che una volta avevano considerato l’idea di usare un nano per poter costruire set alti la metà e risparmiare dei gran soldoni.
Ve l’immaginate? Geni malefici. Non capisco perché non sia stato fatto.
Comunque: c’era una volta i giapponari.
I giapponari amavano King Kong, da loro ridistribuito con successo nel 1952, e volevano la loro versione.
L’idea definitiva si appoggia sugli strascichi della seconda guerra mondiale, e della conseguente paura del nucleare: Gojira – questo il nome originale della loro imitazione – era un lucertolone dinosauro seppellito in fondo al mare e liberato appunto da un’esplosione nucleare, fatto che rimane tematicamente al centro di tutto il film e dell’insegnamento morale finale.
Il film è un successone che sfonda i confini della Giapponia e partorisce (si conta le dita) 84517 sequel. Questo spiega perché stiamo da tempo rinviando il relativo articolo di Mostrologia.
Gli americani ci mettono una quarantina d’anni per raccapezzarcisi, infine nel 1998 dichiarano “PURE NOI vogliamo copiare quel film che copia un film nostro”, ma si sbagliano e nasce GINO.
Passano altri 16 anni (maledettamente in fretta) ed evidentemente i tempi sono maturi per riprovarci.
Il punto di partenza stavolta è disegnare un mostro che assomigli davvero all’originale.
L’idea è ingaggiare alla regia un tizio famoso per aver fatto un film di mostri che si chiama “Mostri” anche se ha ben poco a che fare con mostri (anche se dal resto del CV si evince che è comunque esperto di mostri).
Il risultato è… arriviamo dritti al dunque, siete pronti? SBEM:

(si tratta ovviamente di un teaser, il cui mestiere è non far vedere niente apposta, per sfregio credo)

Le cose che mi piacciono sono:
– gli uomini scoiattolo che si trasformano in uomini fumogeno senza motivo
– la bella fotografia, specialmente sugli uomini fumogeno che cascano dal cielo
– il ritmo insolitamente tranquillo, non il solito bombardamento di montaggio schizzato
Lizzie Olsen, che mi piace pensare che in un plot-twist atto a descriverne l’animo sensibile si innamorerà di Godzilla e si donerà a lui anima e soprattutto corpo
– Godzilla, per quel che si vede, assomiglia davvero a Godzilla

Le cose che non mi piacciono sono:
– c’è il tizio sbagliato di Kick Ass. Io avrei preferito McLovin. Ve lo immaginate Godzilla con protagonista McLovin? Bomba.
– una vita intera a schivare qualsiasi cosa abbia anche lontanamente a che fare con Juliette Binoche, e me la trovo a tradimento in un film coi mostri giganti???
– non c’è veramente un cazzo da guardare a parte gli uomini fumogeno
– i vecchi che piangono

Inoltre, per completezza, segnaliamo che:
– al Comic Con di San Diego avevano fatto vedere un teaser diverso da questo, e mesi fa ne era spuntato clandestinamente in rete un altro ancora
– il regista ha promesso più mostri, ma proprio nel senso di mostri diversi, non nel senso di velociraptor con la mascella grossa come nel film del ’98
– il vecchio che piange è tale Bryan Cranston, che credo qualcuno di voi conosca

Voi che dite?

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

106 Commenti

  1. Oh e comunque grazie a quel genio di J. J. Brahms ho trovato il mio nick definitivo qui sui 400: Jean Renault uahauahauahauahuahauahauah

  2. J. J. Brahms

    Grazie, troppo buono.

  3. Jean Renault

    @Gion: Scordati di rubarmi il nick!

  4. IRiZa (IZA)

    Certo, mandar degli omini a Godzy l’è quasi un insluto!!
    No, dico, IO minimo voglio uno Jaeger con cui si scazzotti per mezzo continente nella prima parte poi una super mega alleanza tra Godzilla e lo Jaeger contro il cattivo nascosto dietro le quinte!!
    Tradizione e innovazione!!!

  5. Lazy Robi

    Volevo farvi vedere questa cosa che per me è in argomento: http://youtu.be/onuF5IqD1qs

  6. babaz

    figata gli uomini scoiattoli, bel teaser (la parte iniziale). Ciò non toglie che sarà una cagata stereotipata come poche.

    è un male?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.