Crea sito

Chi ha voglia di un altro film pieno di mostri e robot giganti?

deltoro

QUIZ: Cosa sta dicendo Guillermo Del Toro, che gli provoca quel tenero sorriso beato?

a) “Siccome ho preso buono + in pagella, ora come promesso il mio papà mi porta a Gardaland”
b) “E il Principe e Biancaneve vissero per sempre felici e contenti”
c) “E questa, cari bambini, è la MERDA (cit. Luotto)”
d) “Sono venuto.”
e) “More Kaijus and more Jaegers kicking each others’ butt”

La risposta è nel video (SPOILER) qua sotto:

Ok, mi avete convinto, parliamone.
Io non ho problemi ad ammetterlo: Pacific Rim è stata una delle bombe della scorsa estate.
Il concetto era indiscutibile, l’amore nel raffinare l’iconografia e la mitologia pure, la realizzazione… uffi.
Nella megarece di gruppo, io ero lo stronzo con qualcosetta da ridire.
Lasciamo perdere le pignolerie di trama: il problema principale era che non si capiva davvero bene quello che succedeva, per cui a parte un paio di cazzotti bene assestati ne uscivi un po’ come se avessi letto il libro invece che vedere un film. Gli Jaegers si vedevano bene, ma vigliacco se avrei saputo descrivere un mostro uno a film finito. E gli mancava anche quel senso epico e quell’occhio sovrumano (e il budget) con cui Michael Bay riesce ogni volta a farsi perdonare un primo tempo offensivo con secondi tempi in cui hai la mascella costantemente a terra.
Però insomma, Transformers a parte, la concorrenza era semi-inesistente.
Andava benissimo: era quel tipo di problema per cui dicevi a se stesso “forse non si può pretendere di più, forse manca la tecnologia”.
Poi è arrivato Godzilla.
Di nuovo: lasciamo perdere le pignolerie di trama.
E lasciamo perdere la percentuale di screentime del mostro paragonata alla durata totale del film.
Il dato oggettivo, insindacabile, è uno solo: Gareth Edwards ha fatto esattamente ciò che ormai credevo non fosse possibile.
Ha ripreso i suoi mostri piano, da lontano, con inquadrature lunghe, di giorno.
Ha frustato i suoi addetti agli effetti speciali e creato sequenze che si prendono tutto il tempo necessario per farti vedere il mostro come si deve, fartelo vivere come se tu fossi lì di fronte a lui, provocando una meraviglia che non mi coglieva in modo così clamoroso dai tempi del primo Jurassic Park.
Ha preso quelle dichiarazioni in cui Del Toro si vantava che i suoi robot fossero “pesanti”, e gli ha praticamente riso dietro come una maestra a un bimbo.
Ha fatto il miracolo.
E allora insomma, io dopo un numero così ho seriamente pensato che di Pacific Rim non avevo onestamente più bisogno.
Perché sottopormi a due ore di fumo, nebbia, acqua, buio e frustrazioni quando potevo avere 40 minuti di gloriosa goduria totale al 100%?
La vera notizia, per quel che mi riguarda, non è insomma in questo filmato.
Non mi basta sapere che uscirà Pacific Rim 2 e che verrà scritto dagli stessi mercenari senza cuore dell’altra volta, e fotteunagrandissimasega della serie animata.
La vera bomba sta in una diceria girata di recente, e consiste nell’idea che i Jaegers si combinino fra di loro formando un unico Jaeger gigante come Voltron (o, per i più giovani di voi, come Megazord).
E quello sarebbe il più giusto e clamoroso degli assi nella manica.
Se Del Toro lo conferma, sono di nuovo a bordo come se niente fosse.
Peggio che vada, mi compro questo:

Discuss.

Tags: , , , , , , , ,

147 Commenti

  1. Il Reverendo

    team ciabattoni pure io.

    rimango comunque dell’idea che la scena della battaglia ad hong kong da sola si mangi tutto godzilla. e chi non si emoziona di fronte ad una scena come quella è una brutta persona.

    e comunque è vero che del toro ti fa intuire i kaiju, ma non tutti. alcuni te li fa vedere bene e a figura intera. i due kaiju di hong kong, quello gorillone e quello volante, si vedono perfettamente. di notte, ma ben illuminati dalle luci della città. quello che dice nanni è vero, ma riguarda soprattutto il primo kaiju, quello di sidney che si vede in tv e quello finale. il punto è che del toro alcuni te li fa vedere e alcuni te li fa intuire, usa entrambe le tecniche, e dato che di kaiju ne mette in scena un bel po’ se lo può permettere.

    godzilla è un film ok. pacific rim lo eleggo film della mia infanzia ad honorem.

    poi non c’entra nulla, ma secondo me bay ha deciso di girare transformers4 anche perchè voleva ancora una volta dire la sua sul tema robottoni e robe che si spaccano. per quanto abbia detto pubblicamente che non considera pacific rim nè un rivale dei suoi transformers, nè qualcosa ad essi ispirato, essendo prodotti completamente diversi, non credo sia un caso se il protagonista si chiama jaeger di cognome e se, non potendo far tenere in mano una petroliera ai suoi robot, gliela fa precipitare in testa…

  2. Il Reverendo

    @Lars

    ”Guglielmone con PR effettivamente ha tirato fuori una megacosa con “appena” 190 milioni, mentre Edwards con 160 ha tirato fuori 20 minuti senz’altro molto belli ma preceduti da un clamorosissimo MEH.”

    difficile dirlo meglio.

  3. Q

    Team Pacific Rim tutta la vita (ma Godzi non l’ho visto). @Lenny Nero/Reverendo, avete detto tutto voi benissimo, chi si lamenta di PR è una brutta persona, che se ne vada a scrivere commenti su Filmup, perdìo.

    Tranne Nanni, ovviamente, lui è il Boss e con quella tastiera può dire ciò che vuole. We still love you, Nanni!

  4. et

    Prima che Godzilla alitasse in bocca al M.U.T.O, io ho passato un’ora e mezza chiedendomi perché ero lì. No, dai, diciamo che i primi 15 minuti ero in attesa speranzosa di figate, poi è subentrata l’autoanalisi.

    Preferisco di gran lunga vedere un mostrone appena un pelino meno bene, ma godermi anche tutto il resto del film, ed avere dei personaggi dei quali sia possibile che me ne freghi qualcosa.

    E poi: ROBOTTONI BEN FATTI.

    A quando gli jaeger che pilotano in drift altri jaeger?

  5. samuel paidinfuller

    Ok a parte la trasformazione dei jaeger gli altri assi nella manica di ciccio sono:
    – sviluppo nella descrizione della società degli alieni crea-kaju (tutti interpretati da doug jones)
    – gli alieni crea-kaju (tutti interpretati da doug jones) che sviluppano la tecnologia jaeger ™ per creare il drift dove averla conosciuta nel drift con lo scienziato nel primo episodio
    – combattimenti jaeger-kaju ambientati nel mondo degli alieni crea-kaju (tutti interpretati da doug jones)
    – il kaju biomeccanico potenziato con innesti jaeger e comandato direttamente dal capo degli alieni crea-kaju (interpretato da doug jones)

    Tocca solo capi quali assi se gioca nel secondo episodio e quali nel terzo

  6. alex9

    Si ma così mi spiazzate! E i mercenari 1 me lo definite il film dei vostri sogni, poi esce il 2 e salta fuori che il primo era una mezza schifezza. Ora sta per uscire il tre e tutti a criticare il 2… E adesso, solo perchè è uscito godzilla, anche pacific rim di colpo diventa da museo… praticamente all’uscita siete sempre super entusiasti poi vi raffreddate alla velocità della luce e fate piroette di 180 gradi…

  7. samuel paidinfuller

    @alex9
    sono i tempi frenetici dei giovani disoccupati d’oggi
    non fanno in tempo a comprare casa che si stufano e ne vogliono una più grande e colla jacuzzi

  8. gojiriath

    Assolutamente d’accordo col Nanni e tutte le altre chiacchiere stanno a 0. Grazie Pacific Rim, ma adesso fatti da parte. P.S. Aggiungo altro punto dolente di PR, il sonoro è OSCENO.

  9. Gemma Farterton

    Come sempre accade in un forum di discussione, anche qua saltano fuori dei casi clinici come quello di Q secondo il quale chi non ama PR non è tanto uno che non capisce nulla, o uno che non ha capito quel film, no è proprio una brutta persona. E vabbè. Poi gli viene in mente che anche l’autore del pezzo potrebbe sentirsi chiamato in causa e per rimediare decreta che per lui questa definizione non vale. Il che significa che vale eccome.
    Quindi se non la pensate come Q siete brutte persone, se la pensate come lui, invece, probabilmente, vivete in una clinica per malati di mente legati ad un letto.

    Sul come sarà PR2 al di là dei giocattoli nuovi e delle trame quello che conta maggiormente è che diventi finalmente un film epico. PR1 non lo è per niente. Certe battaglie che si vedono nei telefilm Usa lo sono, quindi non ci vuole molto.

    #TeamTransformers4

  10. @alex9: cambiare idea (su qualsiasi cosa) e’ un problema soltanto se il suddetto cambiamento non viene motivato, altrimenti ri-analizzare le cose alla luce di nuovi sviluppi a me pare onestamente un’abitudine abbastanza sana…

  11. Q

    @Gemma Scoreggion: ti è passato per la testa che il mio messaggio poteva essere da leggere in un tono ironico/scherzoso/goliardico? Direi di no… forse è colpa mia, dovevo mettertici delle faccine.

    Sei una testa di cazzo.
    :) ;P :D

    Capito, ora?

    No, dai, seriamente: sei una testa di cazzo. E una brutta persona.

  12. Gemma Farterton

    @Q sempre ottimi argomenti in ogni tuo commento, non c’è che dire. Da come mi hai risposto è evidente che il tuo non fosse minimamente un tono ironico/scherzoso/goliardico. Ti rode, e tanto, aver fatto la figurina di merda che è ancora lì scritta di tuo pungo e leggibile da tutti e hai cercato di salvarti in corner con la scusa più vecchia del mondo, l’ironia, ma rosicavi così tanto che non hai potuto fare a meno di tradirti, e infatti ti sono scappati nuovi insulti a inoppugnabile conferma. Insulti con i quali peraltro finisci per identificarti perché non sei capace di dire altro. Adesso che ti sei sfogato non agitarti più nel letto di contenzione sennò gli infermieri ti devono dare il sedativo per cavalli.

  13. Fabrizio

    Trovo incredibile, che ci sia chi parli di fumo, mancanza di chiarezza, confusione negli scontri tra Jaeger e Kaiju in Pacific Rim.
    Vi sarebbe mai apparso realistico che simili bestioni non sollevassero polveri e tonnellate di aerosol acquoso a fronte delle mazzate che si tiravano?
    Pensate che se mai un domani, per assurdo, dovessimo assistere per davvero a questo tipo di scontri ciclopici, i protagonisti stiano attenti a lottare in modo chiaro e comprensibile, a non sollevare troppa polvere, per permettere ai presenti di godersi ogni dettaglio?
    Del Toro ha fatto fottutamente un esercizio strepitoso di realismo con qualcosa che di reale non aveva neanche uno spillo.
    Per gli smemorati riposto lo scontro tra Gipsy Danger contro Leatherback e vi invito a notare solo un dettaglio che gia da solo fa capire la cura con cui Del Toro ha creato questa impresa: guardate le movenze di Gipsy quando entra in contatto per la prima volta con il Kaiju, guardate l’incredibile naturalezza del movimento che fa per scansare il suo attacco frontale e così afferrarlo di spalle.
    Per me solo questo vale il prezzo del biglietto…

  14. Q

    @Gemma: ti rendi conto di aver scritto un altro trattato per rispondere a un insulto totalmente estemporaneo? Secondo me sei sul sito sbagliato e non te ne sei ancora resa conto. Pensaci su.

    A mai più.

  15. Q

    @Fabrizio: con me sfondi una porta spalancata, ma anche secondo me in PR (rivisto ieri sera in bluray tanto per rinfrescarlo) si vede bene tutto quello che si deve vedere.
    È vero che almeno uno scontro diurno ci sarebbe stato bene; e che il vapore acqueo, gli schizzi, la pioggia e via di seguito sono tornati molto utili anche per nascondere i limiti imposti dal budget (e dalla megalomania di Del Toro…) dietro smoke & mirrors. Nonostante questo, il risultato finale per me è stato eccellente, e PR resta il film che più mi ha fomentato nell’anno passato. Viva l’estetica ciabattona!

  16. Gemma Farterton

    @Q Sei un individuo strambo. Prima lanci insulti generici, poi individuali, poi inviti me ad andarmene, mentre sei tu che dovresti farlo avendo insultato anche l’autore del pezzo. Il mio primo commento rivolto a te ha smascherato la tua falsa ironia, e si è visto da come hai reagito. Il mio secondo commento conteneva invece un invito ad argomentare e calmarti. E infatti non solo ti sei calmato ma hai provato persino ad argomentare. È un piccolo passo avanti, significativo (sorvolando sulla qualità delle argomentazioni) di quanto tu stia subendo la tua malattia e che comunque è in parte sminuito dalla decisione perentoria di mandarmi via con il tuo “Sei sul sito sbagliato” (perché ci sei tu ?). Ah, e meno male che ti sei definito un tipo ironico/goliardico/scherzoso sennò chissà cosa mi scrivevi al posto a “Brutta persona” “Scoreggiona” “Testa di cazzo”.

  17. Giovi 88

    @alex9
    Pienamente d’accordo con te. Hai citato esempi fin troppo chiari, basta leggere come evolvono i vari commenti sui vari post. Cambiare idea è legittimo, rivalutare in negativo/positivo un film anche, ma far diventare una cosa dal bianco al nero è paradossale… Un po’ come accade nei videogiochi, dove il “nuovo episodio” fa diventare quello precedente merda fumante agli occhi dei bimbominkia..

  18. Q

    @Gemma
    “A mai più” intendeva essere un saluto, nel senso che avevo deciso di non risponderti più.
    Torno sui miei passi solo per dirti che ho capito: sei Ciobin.
    O una mentecatta.
    A mai più, stavolta per davvero.

  19. Gemma Farterton

    @Q Vedo che non ci hai messo molto a ritrovare il tuo standard di due insulti a commento, anche se questa volta mi hai concesso l’alternativa, cioè posso scegliere io l’insulto tra i due da te proposti. Guarda, preferisco mentecatta. Rispetto alla testa di cazzo di prima rappresenta un progresso nella visione che hai di me. Per te invece vedo sempre aperto il tunnel dell’autostima iperbolica da bambino maniaco depressivo che invece di glissare su una mega gaffe la amplifica allo sfinimento. Continua così e da grande hai buone chance di ritrovarti in un manicomio criminale, legato ad un letto con una palla di cotone infilata in bocca senza che nessuno ti venga mai a trovare.

  20. @q/gemma: avete rotto il cazzo. Prima era arrivato un tizio tutto speranzoso di alimentare un flame, e io prima ho provato a deviare sull’argomento in oggetto, e poi una volta capito che non era davvero qua per parlare di cinema l’ho liquidato e ho smesso di cagarlo. Mi aspetto che seguiate il mio esempio.

  21. Q

    @Nanni: tranquillo, io d’ora in poi vengo in pace, non avanzo più nulla.

    Ah no, aspetta: avanzo sempre At the mountains of madness, ma lì deve pensarci Guillermo. Che, detta come va detta, se invece di due PR mi faceva solo l’adattamento di Lovecraft, ero anche più felice.

  22. alex9

    @Giovi88: l’esempio dei videogame è perfetto. Ad ogni nuovo assassin’s creed viene detto questo capitolo è ottimo, poi passa un anno e l’incipit della recensione del nuovo capitolo è sempre: quello dell’anno scorso era fiacco, ma questo…

  23. alex9

    @Nanni: cambiare idea e giustificarlo è cosa sana e bella, ma se il pattern è sempre lo stesso (all’uscita tutti ohhh, poi mehhh, infine buhhh) incomincio a rimanere perplesso. Nel migliore dei casi incomincio a pensare che abbiate dei problemi nell’esprimere giudizi oggettivi a breve distanza dalla visione…

  24. @alex9: onestamente mi preoccupi piu’ tu se vedi un pattern in un caso e mezzo su cinque anni di recensioni quotidiane, ma niente di grave.

  25. samuel paidinfuller
  26. Comunque, per chiudere i vari discorsi aperti da varie persone in ordine sparso:

    – che stessi paragonando solo le scene di mostri di PR e Godzilla, senza quindi voler confrontare le due opere in blocco, mi pareva chiaro sia dal post che dai miei commenti sotto, ma nel caso che no eccovelo qua ripetuto e confermato
    – non mi pare nemmeno di aver cambiato opinione su PR, ho semplicemente calcato su difetti che avevo gia’ evidenziato nella mia parte di recensione fatta all’epoca e che, paragonati a Godzilla, risaltano ancora di piu’
    – non essendo cieco non sto nemmeno ovviamente sostenendo che i robot di Transformers si vedano bene, i pregi di Michael Bay stanno nel pacchetto complessivo di come costruisce una scena action (abilita’ nella quale rimane insuperato) su cui dettagliero’ la prossima settimana nell’apposita rece di “Transformers: quello con Mark Wahlberg”
    – @Q: no worries, per la cronaca naturalmente ci avevi preso

  27. Q

    @Nanni
    Davvero? LOL

    Ora aspetto con ansia il tuo speciale sui robotrans versione 4.0 aka “Le variazioni Wahlberg”, vediamo se mi fai rivalutare una saga che fino a oggi mi ha fatto largamente schifo…

  28. Tony Spak

    @nanni
    prova a vedere le scene di combattimento di PR in br o ‘simili’ . . . . e vediamo se rimani della stessa opinione. . . . Anch’io al cinema in 3d in molte scene specialmente le subbbaqqque non ho capito un cazzo . . .poi a casa . . .ho visto la luce . . . .con i rip . . e precisamente anche contrasto e colore saturo quasi da anime guarda un po. . . . ne dico solo uno: i kaiju illuminati di notte nell’acqua dagli abbaglianti degli jeager che si muovono. Al cinema totalmente lisciato.
    Ultima precisazione: in NGE gli eva vengono trasportati in combattimento appesi agli elicotteri. Del toro non se ne perdeva uno e che si andasse a finire agli agganciamenti tra robot per il megarobot in effetti era inevitabile: troppo giganteschi per restare fuori e quindi hyperfotta!

  29. samuel paidinfuller

    aggiungo che una scena che al 99% non si capisce la prima volta che si vede è quando esplode lo jaeger aussie sott’acqua e l’onda d’urto sposta letteralmente l’oceano con i pesci che cascano per terra

  30. Giovi 88

    Inoltre Del Toro ha recentemente annunciato che Alle Montagne della follia si fa, solo che per via del budget consistente sarà PG-13… Ormai è un mondo di bambinetti, il sangue (e al 99% in CGI) se tutto va bene si vede in home video..

    @Nanni
    Tutto giusto, sono cose che hai fatto notare fin dalla recensione di PR, tuttavia credo che dalla discussione non si possa escludere il misero screentime di Godzilla.. In ogni caso grande Godzilla e grande Pacific Rim.

  31. @giovi88: in realta’ lo screentime di Godzilla e’ secondario nel momento in cui comunque la sua mezzora abbondante ce l’ha e io ne sto discutendo solo la qualita’. Per me – sempre rigorosamente limitandosi alle riprese action e non ai film nel loro complesso – PR e’ una squadra che tira in porta 80 volte e ne insacca tre o quattro, mentre Godzilla tira con calma 30 volte e le insacca tutte e 30 (tipo la Germania ieri sera).

  32. samuel paidinfuller

    @
    mah io vedo più godzilla come una squadra con un solo vero fenomeno dove tutti gli schemi girano intorno a lui (es. i rockets di hakeem the dream) mentre PR sono una squadra con due o tre grandissimi giocatori che devono avere il loro numero di possessi (es. gli heat dei 3 amigos)

  33. Boh, io pero’ parlo di COME vengono girate certe scene e voi continuate a ribattere parlando di quante scene ci sono, quanti e quali personaggi, cosa succede prima e dopo… quando va bene dite “ma sono stili diversi voluti”… ‘un ci si capira’ mai…

  34. samuel paidinfuller

    evidentemente non t’ho capito
    nel post (che mi sono appena riletto) critichi PR perchè i mostri non rimangono impressi, non si vedono bene e trasmettono quel senso di epico
    è chiaramente un giudizio condivisibile ma per me non è secondario che i protagonisti di PR non sono i kaju ma i jaeger (che poi sono i mostri che noi abbiamo costruito) e quelli sì che rimangono impressi, si vedono bene e trasmettono quel senso di epico

  35. Giovi 88

    @Nanni
    Lasciando perdere la partita di ieri sera che sembrava più una gang bang… Il punto è trovare il giusto compromesso tra la qualità e quantità. Infatti se torniamo all’esempio del calcio preferisco una squadra che magari fa 3 gol su 15 tiri che una che ne fa 3 su 3, mi diverto di più insomma. Ribadendo che tra i due film è stato un sostanziale pareggio, anche se PR mi ha preso di più.
    In quanto allo screentime di Godzilla non mi sembra proprio che si aggiri a 30 minuti (il Muto semmai, il vero protagonista) e non credo che arrivi nemmeno a 20! Per questo concordo con te sulla qualità superiore di certe scene mostrate in Godzilla rispetto a quelle scure e perennemente sotto la pioggia (comunque chiare) di PR, ma se poi mi tagli la scena dell’aeroporto ad esempio non va affatto bene.
    La vera vittoria di Edwards per me non è in questi 20 minuti di distruzione e di spettacolo, ma aver messo una solida trama portante in grado di coinvolgere lo spettatore quando mancavano le scene di azione. Invece Del Toro ha portato in scena 2 ore di azione non stop, ottenendo un risultato altrettanto ottimo (perché la trama e gli sviluppi erano modesti rispetto a Godzilla) ma dal punto di vista dell’azione migliore. E non è neanche un discorso di budget proprio perché l’idea di partenza era radicalmente diversa.

  36. @giovi, ma e’ ovvio che hai ragione tu se io dico trenta e tu invece leggi tre… niente, non ce la possiamo fare, fa lo stesso, ci risentiamo per i Transformers.

  37. Giovi 88

    Mi mantenevo su numeri realistici per una partita di calcio (non quella di ieri sera che era chiaramente un porno)… Fare 3/3 o 30/30 non fa differenza, sicuramente preciso ma l’altro che ha tirato 80 volte insaccando comunque 30 è stato più spettacolare per quanto mi riguarda dato che parliamo di azione. Alla prossima, sperando che Bay tiri fuori un’altra roba del calibro di T3. O meglio del calibro del finale di T3.

  38. @giovi: ma fai apposta a cambiarmi o un numero o l’altro? Cioe’, se non sei d’accordo e’ un conto e non insisto piu’, ma leggere male una banale metafora numerica per due volte di fila inizia a essere ridicolo. Mi accontento di assicurarmi che il tuo monitor funzioni bene e poi lascio perdere, promesso. Stima immutata.

  39. Il Reverendo

    io però continuo a pensare che la scena di battaglia a hong kong di PR si mangi tutto lo screen time di godzilla, sia dal punto di vista di cosa viene ripreso sia dal punto di vista di quanto e di come venga ripreso.

    e se davvero godzilla ha 40 minuti di screentime allora è gestito ancora peggio di quello che pensavo, perchè io avrei giurato che non fossero più di 10.

    poi se PR ha un difetto enorme quel difetto è che la scena più grossa e figa (quella di HK appunto) non sia nel finale, che se fosse stata lì uno sarebbe uscito dal cinema urlando ”LA MARONNA CHE FIGATA” ma fosse prima, e che la scena finale fosse molto meno potente. errore che godzilla non fa, tenendosi i fuochi d’artificio per il finale.

    rimango comunque dell’idea che pure godzilla il suo goal a porta vuota lo sbagli clamorosamente quando taglia la scena dell’aeroporto per mostrarti la faccia della olsen che guarda il tg (una faccia molto carina, per carità, ma avrei comunque preferito vedere i mostri che si menano. fossero state le tette o le chiappe il discorso sarebbe diverso..).

    poi ok che non era il discorso di nanni ma la trama di godzilla è una brutta copia di jurassic park virato in versione catastrofico/minchiata. PR sarà pure una roba sempliciona per ragazzini ma almeno ha davvero un’ambientazione figa (la hong kong del futuro che sembra blade runner con lo scheletro in mezzo, le armature, il muro altissimo..) e i personaggi a parità di piattezza.. da un lato abbiamo tobey maguire super soldato (o chi per lui) e 10 minuti di walter white e watanabe non sfruttato. dall’altra abbiamo il tipo di sons of anarchy che fa le arti marziali con rinko kikuchi, idris elba che fa il super generale cazzuto e i due scienziati (macchiette, ma a me hanno divertito). ah, e ron pearlman!

    boh, non so, rivedrò godzilla giusto per il rispetto che devo a nanni e a questo sito, ma per me non c’è proprio paragone.

  40. Il Reverendo

    @Giovi 88

    sai che sul discorso violenza non la vedo così male? se qualsiasi altro regista avesse dichiarato di voler girare un horror ( anzi, un Horror, visto il soggetto di cui stiamo parlando) in pg-13 mi sarebbero cadute le palle. ma se l’ha detto del toro mi fido.

    PR era pg-13, ma la scena dove gipsy danger ammazza il kaiju gorillone è violenta, ma violenta davvero. prima gli stacca un braccio, poi gli spara fino a ridurlo ad una poltiglia, con tripudio di sangue, budella e cassa toracica del kaiju che saltano fuori in bella vista. e loro tanto se la giocano che le restrizioni non valgono se non si parla di umani. se quello è il pg-13 di cui parliamo io ci sto. che poi le montagne della follia io non ricordo avesse nè un linguaggio particolarmente grezzo nè particolari spargimenti di sangue.. era più che altro un gioco di atmosfere e mostroni che spuntano al momento giusto, e lì con del toro si va a nozze..

    per dirti, mi sto facendo molti più problemi per decidere se andare o no al cine a vedere exp3, che se avesse successo più degli altri decreterebbe probabilmente la morte dell’action Rrated.

  41. Giovi 88

    @Nanni
    Annuncio che il mio monitor funziona, forse è il cervello che va e viene.. In realtà sono comunque per gran parte d’accordo con te.

    @Il Reverendo
    Guarda quando penso a Alle Montagne della follia penso a The Thing, o comunque a mostri che squartano esseri umani. Chiaro che come dici tu la violenza può anche essere fatta in CGI scavalcando il problema come successo con PR, ma per me questo genere di film deve essere assolutamente violento anche per mantenere un certo tipo di tensione e terrore. Ed è quello che vorrebbe fare Del Toro, ma ha dovuto fare dei compromessi con i produttori che ormai non vogliono più spendere grandi cifre senza un ritorno certo al box office.
    Il discorso è simile per EX3, ma non penso che andare o non andare a vederlo cambierà le cose… Il rated R è purtroppo morto dal punto di vista degli incassi, per lo meno per gli action, la speranza è dunque quella di vedere un PG-13 maturo. E ti do una notizia piuttosto fresca: è stato girato R ma tramite alcuni tagli lo hanno scalato a PG-13 per il mercato americano. Per questo mantengo la speranza che, come successo per altri film in questi ultimi anni (vedi Taken), da noi esca la versione completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *