Crea sito

22 Commenti

  1. Boh, non lo so se mi fido ancora. Mi sembra che qui si stia perdendo l’energia dell’inizio per scambiarla con una dose smodata di ambizioni che però non sono sostenute, nemmeno in parte, da una sceneggiatura consapevole e in fin dei conti (mi spiace dirlo), da una regia conscia dei suoi limiti.
    La casa labirinto del giapponese, le vessazioni famigliari dell’indonesiano, il trauma della sorella del giapponese, tutta robaccia che urla in faccia allo spettatore le sue intenzioni senza però mai dire qualcosa che lo turbi realmente.
    Per non parlare di quella specie di YouTube snuff dove il giappo dice qualcosa l’indonesiano fa no no no no con la testa ma poi la violenza lo ipnotizza e quindi si fa un paio di giri sulla giostra del massacro pure lui.
    Che poi in realtà è proprio l’ipocrisia su come viene trattata la violenza e la sua fascinazione, la sua pornografia ad avermi fatto cascare le braccia più di ogni altra cosa.
    Speriamo che non perdano la bussola perché erano una bella voce fuori dal coro questi indonesiani, ora invece mi sembra che stiano percorrendo la pericolosissima strada delle ambizioni sfrenate senza avere una reale idea di come veicolarle sullo schermo.
    Spero di essere smentito dai fatti, eh.

  2. Darren Aaroneckart

    Ho visto il film senza sapere chi fossero i Mo, e mi aspettavo comunque tutt’altro… Mi é sembrato un family drama con inserti splatter a caso, e non mi ha disturbato mezza volta. Che poi, lo splatter, SPOOOOILER, é tutto quello che si vede ne trailer giappo. Ma tutto tutto, non una mezza scena in piú..

  3. annaMagnanima

    me lo vedo? o non me lo vedo?
    me lo vedrò oggi? o non me lo vedrò oggi?
    …mumble…mumble…
    luotto, tu alimenti i miei dubbi.

  4. bella

    Non l’ho trovato così terribile.

    SPOILERINI MISTI:

    Anche se pieno di cose a caso tipo la chatroulette della mortezza, il teaser-regalo al bambino autistico, Bach superquark e l’inutile sorrata tenuta cadeivar, rispetto a Macabre è un bel passo avanti.

    Mi ha dato l’idea che i mo bros abbiano cercato di inserire della poesia nel loro lavoro ma prossima volta possono anche lasciarla a casa.

  5. David Kronenbourg

    @anna
    nessun dubbio, lassa stà, è una palla al cazzo lunga e sbrodolante, anche il commento di Pillole ha ben girato il coltello nella piaga di ‘sto cauterio di film.

  6. Ryan Gossip

    Mi fa morire pensare a Grillo che grida “è la rete, la rete che ha fatto incontrare questi 2 qui porca puttana!”
    Peccato davvero, era bello pensare che del gruppo di amici non fosse solo Evans quello con il talento. Certo può essere presto per giudicare, ma temo che questi siano di quei registi capaci di girare “solo” cortometraggi, e non riescano a reggere le ambizioni e la portata di un lungo.

  7. venerabilejorge

    Peccato, ci speravo molto in questo film. detto questo, complimenti a Luotto per la citazione da Nabokov.

  8. Ggg

    Mi spiace, forse il,film doveva recensirlo qualcun’altro, è evidente che non hai le basi per capirlo.
    Come i bambini che voglio solo vedere “bum”e non i “tizi che parlano”.

  9. Tutto bello, tutto giusto, aggiungo solo che Luotto è un ganzo, Rin Takanashi è Fregna e vabè ch’è gratis ma sta musica classica nei film truci avrebbe rotto i coglioni.

    Aridatece Sonny Samba!

  10. @Ggg che ci puoi fare ? Non è un sito adatto a tutti, mi spiace molto per te, non sai che ti perdi…

  11. Luotto per me sei un po’ troppo severo.

    D’accordo sulla sceneggiatura rozza e schematica, pollice verso per certe preoccupanti derive alla Refn, però bollarlo come Sbaglio totale no dai.

    Nel complesso non mi ha annoiato perché ogni 10-15 minuti c’è una scena di atrocità e nefandezze assortite (un po’ come in The Raid 2 ogni 10-15 minuti c’è una scena di botte, dev’essere un timing loro); alcune meglio riuscite di altre, però rispetto al cinema annacquato di oggi una certa soddisfazione la danno. Ok pure la critica di pillole sulla pornografia della violenza derivante da incertezze di script, ma d’altro canto l’aria di crudeltà che si respira mi ha catturato, ricordandomi un po’ Maniac col buon Frodo.

    Come anche ho trovato disturbante l’interpretazione del giovinotto giapponese, che compensa il suo personaggio monolitico. Inoltre verso la fine ci sono alcuni tocchi ironici (la scena coi poliziotti, quella col taxista) che, se li avessero dosati meglio lungo tutto il film, l’avrebbero reso più convintamente riuscito come parodia del drama nipponico delle sfighe.

    Insomma per me un 6 pienissimo, anzi pure un dal 6 al 7. Se risolvono i problemi con la scrittura, i ragazzi alla prossima spaccano tutto sicuro.

  12. Tom Bruise

    Visto qualche settimana fa, e condivido pienamente la recensione: alte aspettative e grandissima delusione. Film noioso e a tratti ridicolo.

    Piccolo OT: per chi non lo sapesse, nella locandina c’è la tavola IV del test di Rorschach (il test delle macchie) praticamente per intero.

  13. schiaffi

    Luotto troppo severo? Io dico pure fin troppo buono con sta monnezza. Sta violenza tanto chiaccherata manco c’è e sta fissa di evans e soci di infilare jappo a caso ovunque sta allo stesso livello di markettata di transformers4

  14. vespertime

    Prima di tutto i soliti complimenti a Luotto che come lui nessuno mai. Per il resto mi trovo d’accordo a metà. Condivido un po’ Darkskywriter. Il film è una storia mediocre con picchi pregevoli che fanno vedere che i regaz ci sanno fare e, li si, che mi fido per il prossimo. Nulla di memorabile ovviamente ma in due ore (e qualche minutino) di film non mi sono mai annoiato, sarà che tra un dialogo inutile e l’altro le atrocità intrattengono e alla fine porta a casa il minimo sindacale. Poi ovviamente il film è totalmente ALTRO rispetto a quello che mi aspettavo dal trailer e non mantiene le aspettative ma detto questo non lo butterei del tutto via. Dimenticabile, non memorabile piacevole quanto basta.

    Vista la gente coinvolta nel prossimo però se non è una bomba l’odiato da me Vaffanculo Grillino se lo beccano.

  15. Dembo

    Certo che bisogna essere proprio degli sprovveduti -o semplicemente dei frequentatori occasionali di questo sito- per imputare a Luotto una mancanza di basi nel recensire questo film…

    Peccato che il film sia un mezzo passo falso, macabre era una discreta bombetta e questo aveva tutte le carte per proseguire su quella strada.
    Cmq con il plot originale dei 2 killer che si sfidano a chi è il migliore poteva venire fuori davvero una roba assurda ed esaltante…

  16. Lars Von Teese

    Quando vidi il trailer, devo dire che ci avevo abbastanza preso, dal mio commento al trailer di febbraio:

    Ormai tendo a diffidare sempre piu` del cinema d’oriente, smerdano delle buone idee (sulla carta) con una facilita` impressionante

  17. Lars Von Teese

    ooops sorry, ho fatto casino con l’HTML, riposto:

    Quando vidi il trailer, devo dire che ci avevo abbastanza preso, dal mio commento al trailer di febbraio:

    “praticamente 2 simpatici penpals che si scambiano allegri video e messaggi a base di morti malissimo. Da un lato mi attira, dall’altro ho un po’ paura di una certa deriva arty (che aborro oltre ogni cosa) che a tratti sembra trasparire soprattutto dal primo trailer. Ma vista la fiducia che gli state dando magari mi sbaglio, del resto non ho mai visto un cazzo di questi registi”

    Ormai tendo a diffidare sempre piu` del cinema d’oriente, smerdano delle buone idee (sulla carta) con una facilita` impressionante

  18. vespertime

    @Luotto sono indeciso se il titolo della rece è una citazione degli Structures o di Hanna Montana. Illuminami.

  19. samuel paidinfuller

    io a questo una chance gliela voglio dare…capace che me lo sparo stasera.
    ricordatemi di postare il mio giudizio domani tks

  20. Biscott Adkins

    che strana cosa la vita; un’ anno fa eravamo qui tutti a gridare ‘aridatece Luotto!!!!!’ e adesso siamo arrivati alla macchina del fango

  21. No dai, a parte quel troll di Ggg (che poi semmai è GGG e se cogli la citazione sei awesome come dice il meme di Bill Murray) nessuno mette in dubbio la bravura del Luotto.

    Del resto – non c’è neanche bisogno di dirlo ma lo dico – qua le rece sono SEMPRE cazzute e non c’entra nulla se sei d’accordo o meno coi giudizi sul film. Ad esempio se altrove leggo una rece sciatta e/o pallosa dove si dice che il film è una figata (o una merda), non è che se sono d’accordo che sia una figata (o una merda) questo migliora la mia opinione sulla qualità della rece.

    Viceversa, qua ogni tanto non condivido le valutazioni sul film, ma non mi capita mai di non trovare la rece divertente e ben argomentata. Che è un po’ la grande rivoluzione dei 400calci, fare della critica competente ma senza smosciarti le palle. Sembra banale ma poi altrove becchi sempre o la rece serissima e tutta impostata che ti abbiocchi al secondo paragrafo, o quella troppo cazzara e insensata senza uno straccio di argomento. L’equilibrio giusto c’è soltanto qua.

  22. annaMagnanima

    il film non l’ho ancora visto.
    @David Kronenbourg: grazie del consiglio. per ora l’ho seguito ma sono sempre piùdecisa a vederlo visti i commenti discordi.
    quoto in pieno Darkskywriter sottolineando ulteriormente il sacro-versetto-verità “fare della critica competente ma senza smosciarti le palle”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.