Crea sito

È il momento di parlare dell’imminente remake di Kickboxer

kickboxer-dest

FERMI TUTTI

Yep. Esiste. Lo fanno. Iniziano a girarlo tra un paio di settimane.

Cronaca degli eventi in ordine cronologico:
Phillip Noyce (o chi per lui) acquista i diritti per il remake di Senza esclusione di colpi allo scopo di trasformarlo, con l’aiuto dello sceneggiatore di Taken, in una roba più mainstream che parla di mercenari che finiscono in Brasile e vengono coinvolti in un torneo di pizze in faccia rigorosamente riprese con parkinson-cam
– Van Damme lo viene a sapere, si rende conto che nessuno lo ha contattato per partecipare, scoppia a piangere e tira una lunga scenata isterica in eurovisione durante il suo reality show e la chiude con una botta d’orgoglio dichiarando “beh allora dimostrerò chi sono sfidando il grande campione Somluck Kamsing su un vero ring di kickboxing” (spoiler: non lo farà)
– passa oltre un anno di silenzio
– torna fuori la notizia del remake di Senza esclusione di colpi: la regia è passata nelle mani di James McTeigue, la sceneggiatura verrà riscritta da Craig Rosenberg, ma lo scheletro della sinossi rimane identico. È piuttosto ovvio che l’ambizione è quella di superare i valori produttivi dell’originale e uscire in sala.
– stavolta Van Damme si fa trovare pronto: è egli stesso a controbattere al volo appoggiando ufficialmente l’annuncio di un remake di Kickboxer, anche se non è coinvolto nemmeno qui. Le operazioni al riguardo sono già avantissimo: il cast prevede nientemeno che Dave “The Animal” Bautista nel ruolo dell’equivalente di Tong Po, Tony Jaa come equivalente del maestro Xian, comprimari di super-lusso del calibro di Scott Adkins e George St. Pierre e la regia di Stephen Fung. Protagonista: tale Alain Moussi, stuntman per un sacco di roba che va da Pacific Rim all’ultimo X-Men a I puffi 2 (immagino fosse la controfigura del gatto Birba).
– arriviamo a poche settimane fa: nel giro di pochi giorni abbandonano la barca Scott Adkins, Tony Jaa e il regista Stephen Fung. Fa un po’ brutto, eh? Ma intanto Bautista, che dopo i Guardiani della Galassia evidentemente non si è montato la testa come avrebbe tutto il diritto di fare, sta ancora lì. In più il rimpiazzo di Fung è prontissimo: si tratta del nostro amico John Stockwell, ai più noto come Cougar di Top Gun, a qualcun altro noto come regista super-patinato con la fissa delle riprese acquatiche autore di roba come Trappola in fondo al mare e Turistas e, più recentemente, In the Blood con Gina Carano.
– la notizia più importante invece è di ieri sera: il sostituto ufficiale di Tony Jaa, nel ruolo del saggio maestro Xian, è nientemeno che Jean-Claude Van Damme in persona.

Vi ricordate questa commovente scena in cui Xian insegnava a Van Damme che cos'è una mano?

Vi ricordate questa commovente scena in cui Xian insegnava a Van Damme che cos’è una mano?

La mia prima reazione, concedetemelo, è stata di ridere fortissimo e cascare male dalla sedia.
Poi ho esultato altrettanto fortissimo.
Poi sono stato molto contento per Jean-Claude, che finalmente ottiene di onorare la sua legacy come sognava di fare.
Poi ho pensato che era già stato un grandissimo maestro in Dragon Eyes, e che non vedevo l’ora di rivederlo in un ruolo simile, possibilmente con più minutaggio.
Poi ho pensato “secondo me non è il caso che il suo personaggio si chiami ancora Xian”.
Poi ho esclamato “ma porco cazzo, hai Jean-Claude Van Damme in persona a mano, ma chi minchia te lo fa fare di fare un remake? Scambia i nomi e fai un sequel!”.
Poi ho scoperto che pure Albert Pyun, regista di Kickboxer 2 e 4, sta facendo un altro sequel per suo conto tirando fuori dalle catacombe nientemeno che Sasha Mitchell, protagonista di Kickboxer 2/3/4/5. E tutto ciò è esilarante/triste come vedere il reunion tour dei Litfiba e scoprire che pure Cabo Cavallo continua a cantare in una cover band dei Litfiba.
Poi mi sono reso conto che, comunque vada, questo remake di Kickboxer è destinato a uscire direttamente in homevideo.
Poi ho riflettutto a modo.
Jean-Claude Van Damme.
Dave Bautista.
George St. Pierre.
Comunque vada, sarà molto, molto, molto difficile che non spacchi pesantemente il culo.

Un’ultima questione: chi è Alain Moussi?
Scopriamolo insieme in questo filmato che gentilmente ci manda in onda la regia:

Voi che dite?

Ok Alain, ma lo sai fare questo?

Ok Alain, ma lo sai fare questo?

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

47 Commenti

  1. Giorgio Clone

    Questa cosa non può fallire.

  2. AndreaGnarluz

    mmmmmmm…però Moussi non saprà mai fare il Ballo di Gianclaudio….poi lieto di smentirmi…

  3. sono contento per Jean Claude, sara’ un grande maestro.
    Lo vedo sicuramente.

  4. annaMagnanima

    KUMITE!!!KUMITE!!!KUMITE!!!

  5. Lars Von Teese

    senza il balletto etero piu` gay della storia e` impossibile che qualunque film possa essere meglio, ma di carnazza sul fuoco ce n’e` e pure parecchia, quindi restero` in spaccata su due comodini in fremente attesa

  6. Ryan Gossip

    A parte Batista che lo vedo poco bene nei panni di kick-boxer (sì ha lottato anche nelle MMA però dai…) non è certo il “worst case scenario”
    Aspetterò con ansia la tua analisi del prodotto finale

  7. alan bleach

    Qual’è il termine in ambito cinematografico di vaporware? Perché mi sembra tanto quella cosa li, purtroppo.

  8. Cleaned

    Mmmm… Di esotico tailandese non c’è rimasto molto. Se il maestro è europeo e il cattivone americano. Secondo me spostano tutto in occidente, dentro na gabbia di MMA. Che la kick (o thay che sia) non se la incula più nessuno…

    Comunque mi sarebbe piaciuto Adkins nel ruolo del protagonista…

  9. Steven Senegal

    Faccio la mia triste previsione di “van damme che rovina tutto per isteria/eccesso di protagonismo”. Quello che mi sconcerta è Bautista che non si fa mancare nulla e si getta a capofitto nel cestone delle offerte dopo gli ultimi anni tra marvel, vin diesel, russel crowe etc
    Su adkins che abbandona la barca: l’altra notte ha postato/linkato il trailer del suo nuovo film, una cinesata senza eguali. Risultato? Gli hanno fatto RT in 4.
    Ormai sta facendo il giro e diventa quasi una questione di tenerezza

  10. @steven: quanto e’ ulteriormente triste se ti dico che ho visto il post di Scott e non mi e’ manco venuta voglia di cliccare? (ma entro sera cerco di ricordarmi di farlo)

  11. Dembo

    Quoto Cleaned, secondo me c’è il rischio che venga fuori una roba come Warrior solo più zarra
    (non che sia necessariamente un male questo…)
    però ecco la magia del primo con l’ambientazione esotica e il fascino del torneo quasi segreto ce la sognamo….

    Poi c’è anche da vedere Van Damme in che stato di forma sarà al via delle riprese -a patto di un minutaggio decente- perché quasi da solo può far decollare o affossare il film

    certo chr il 1 cast non era niente male eh

  12. Past

    dispiace per le defezioni di adkins e jaa ma fa piacere per van damme forse forse riesce a fare ancora un film che finisce al cinema e non DTC (direct to ceston).

  13. Ceramiche Kobayashi

    Boh, sicuramente c’è grossa curiosità di vedere un trailer…

    P.S.
    Ma The Eagle Path che fine ha fatto?
    L’hanno davvero presentato in un paio di festival (a distanza di anni) e poi l’hanno fatto sparire?
    http://www.imdb.com/title/tt1286146/releaseinfo?ref_=tt_dt_dt

  14. Steven Senegal

    @nanni: rilancio e aggiungo il carico: ho visto i poster del film e mi pare che adkins non ci sia. Aspetto smentite ma, se così fosse, proverei una sincera pietà cristiana

  15. John 4°Di Milius

    ho avvertito come un fremito nei miei boxer da thaiboxe

  16. @steven: dell’assenza di Adkins ne ho gia’ scritto nel pezzo

    @ceramiche kobayashi: Eagle Path e’ un semi-disastro che difficilmente vedra’ mai la luce. Van Damme e’ un nome che da solo vende qualsiasi cosa ai suoi fans: se c’e’ gente che gli distribuisce Six Bullets senza batter ciglio ma quello no, significa che siamo davanti a qualcosa di mostruosamente sotto standard. Lui stesso aveva ammesso di aver fatto un gran pastrocchio che sperava di riuscire a risolvere. Io ormai mi aspetto il The Lady delle arti marziali o qualcosa del genere, ma senza l’umorismo involontario…

  17. @steven: ignora il commento qui sopra, ho perso il filo del discorso, ho capito solo ora. Tristezza.

  18. Schiaffi

    Ma adkins la baracca l’ha mollata lui o da povero cristo che è, è stato mollato? Madonna che parabola discendente quell’uomo, nn so se dispiacermi o insultarlo…Davvero oh, vorrei essere un suo buon amico e stasera offrirgli una birra media per chiedergli che cazzo ha in testa.
    Appoggio il buon Senegal: le premesse per una bomba ci sono tutte ma pure io temo i capricci del vecchio che sappiamo non portano a niente di buono.
    Cmq se sono mercenari coinvolti a forza in un torneo come il buon tiger chen a suo tempo, a che serve la figura del maestro?

  19. @schiaffi: stai confondendo il remake di Bloodsport con quello di Kickboxer. Il remake di Bloodsport parla di mercenari costretti a partecipare a un torneo in Brasile, quello di Kickboxer invece finora mi risulta grossomodo fedele all’originale almeno nello scheletro.

  20. Schiaffi

    @nanni mea cupla

  21. Dévid Sfinter

    Dipende tanto dalle capacità del ragazzo davanti alla camera… E JCVD che non era bravo come ci ha fatto vedere negli ultimi anni era comunque credibilissimo. Bautista lo stimo parecchio perchè se l’è sempre cavata benone, devo solo capire com’è a tirare calci.

  22. Giorgio Clone

    Adkins ormai lo piango come un figliol prodigo morto. Ogni suo nuovo film è quasi irritante solo allo notizia che esce, manco ci perdo più tempo coi trailers.

    Riguardo sto sequel se non fosse che a quanto dice Nanni sarà un prodotto dtv e buonanotte, spererei non facciano semplicemente uno scopiazzamento dell’originale tanto per affibbiargli il nome del primo.
    Perchè metterci lo stesso nome? Cioè non capisco che senso avrebbe?

    Va beh ci hai bautista, il jcvd, moussi e simili, ma perché sprecare l’occasione di un sequel, magari finalmente coi soldi, di bloodsport – una colonna portante del menare cinematografico – per farlo uscire in dtv e basta?!?
    Non so, mi pare ‘no spreco…

  23. Giorgio Clone

    Ho scritto sequel ma intendevo reboot, insomma ci siam capiti spero.

  24. @giorgio: Kickboxer di nicchia era e di nicchia e’ rimasto, e’ roba che al momento va bene per un DTV di lusso e buona li’. Guarda Bloodsport: per sperare di finire in sala hanno gia’ iniziato col stravolgerne completamente le premesse, e non voglio sapere come hanno intenzione di coreografarlo. Sulla carta ha persino meno senso.

  25. Schiaffi

    @nanni ricordo quando nella tube ci stavano i poster di never back down e mi domandavo cosa fosse quella merda con dei giovanotti coi guantoni sullo sfondo e una teen mega puttanone in primo piano. Talmente mi ha lasciato indifferente che nn ho guardato manco il trailer per poi venire a sapere diversi anni dopo che tra i bimbiminkia era un cult tipo il nostro ragazzo dal kimono d’oro. Tutto questo per dire che se pure una merda del genere diventa cult per qualcuno, allora c’è speranza pure per bloodsport o kickboxer se non combinano tristezze. Poi ovvio se mi fai il filmetto alla man of tai chi con tiger testa a supposta chen come protagonista, senza nessun nome minimamente di richiamo o storia che può interessare a qualcuno oltre a noi uniche persone serie su questa terra di sfigati che + mi guardo attorno e + mi sale la depressione, è chiaro che non se lo inculerà nessuno.

  26. Bakahero

    Mi puzzano entrambi di gran caxxatone… ormai sono un disilluso, che tristezza.

  27. Dembo

    OT

    c’è uno speciale su King now su rai 4 davvero interessante -che bomba la caviglia spaccata in misery!!- se c’entrate voi siete i migliori altrimenti.. beh siete i migliori lo stesso

  28. Dr. Stranamorte

    Sinceramente Kickboxer ha un valore affettivo per me e proprio per questo non sono così ansioso di vederne un remake. Bene che vada, sarà semplicemente incomparabile con l’originale.

    Detto questo, ho visto il video di Moussi e mi ha fatto venire una voglia matta di tirare calci in faccia per finta e scaraventarmi addosso ai materassi. Il colpo al minuto 2:30 è fantastico. Ciò significa che se il regista non ha il parkinson e segue diligentemente anche solo il capitolo 1 del manuale pizzenfaccia, potremmo avere un discreto filmetto.

    JCVD che fa il maestro ci sta, però in effetti a ‘sto punto era meglio un sequel. Tipo Rocky 5 magari. Con lo stesso finale. Sai che spasso!

  29. Ciobin Van Persie

    Quando ho letto del remake di Kickboxer, e della necessità di parlarne ora, ho pensato: oh, vai finalmente due parole su quell’uomo là. Mickey Rourke. E invece ? Bah.
    Rourke a 62 anni è salito sul ring in un regolare incontro e ha sfondato di botte uno di 29 anni. Un negro di 29 anni per la precisione. E voi ? Nemmeno un parola. Niente, oh.
    Cazzo, Rourke sì che è Rocky Balboa. Sì che è Kickboxer. Quello che noi vediamo nei film di uomini con il pannolone come Sly e Van Peppe, beh quello lui lo ha fatto davvero con la sua fazza nel mondo reale governato dalla fisica classica, dove un cazzottone ben piazzato può buttarti giù i denti davanti e aprirti in piena fazza un tunnel ampio come il buco di culo di John Travolta. E a 62 anni suonati LUI, lui sublime, lui eroe, lui altissimo, ha buttato giù un negro di 29 anni. Ripeto: incontro regolamentare.
    Oh, io ve l’ho detto. Poi fate voi, se vi piace il cotton fioc e lo smalto per le unghie di Van Peppe almeno ditelo. Ma Rocky V è questo signore qua: Mickey Rourke.

    Cordialmente
    Ciobin Ian Chester

  30. @Ciobin

    visto ora un pezzo sul tubo: truccatissimo e confermato da qualsiasi fonte online che lo fosse. Vero però che il buon Mickey è davvero in forma, mi vedo Sly che lo sta whazzappando insistemente per farlo tornare negli Expendables 4.

  31. Obar

    Ma alla fine McTeigue il remake di blood sport lo gira o no?
    (a me come regista non dispiace)

  32. Nicola Gabbia

    Ma appiccicheranno anche una treccia finta dietro alla pelata di Bautista?
    Da questo dipende il buon esito del film…

  33. @obar: e’ di nuovo tutto fermo, in una fase in cui e’ ancora facilissimo che salti tutto.

  34. Rocco Alano

    Però il Cado ha una pagina wikipedia in inglese!

  35. Lars Von Teese

    @rocco

    soldi sopra che se l’e` scritta lui

  36. Gigi Proiettili

    Ho rivisto di recente Kickboxer. Ha due location in croce, 5 attori ma funziona dall’inizio alla fine (a parte la storiella romantichella che è noiosa). Mi sa che in questo remake venga a mancare l’aspetto cultural-marziale dell’originale in cui il campione ‘merigano ignorava praticamente l’esistenza della Thailandia e restava invalido sostanzialmente per non essersi interessato alla cultura locale della muay thai (per lo meno avrebbe imparato che l’avrebbero preso pure a gomitate). Al contrario il fratello ha la sua vittoria dopo essersi dedicato solo a quello vivendo nella furesta e dedicandosi solo alla thai. Detto ciò e sapendo che sarà tutto più zarro, è ok per me. Jcvd dopo il balletto in tv con erez reazione imbarazzante può fare tutto.

  37. Hiroshi Takemura
  38. Ciobin Van Persie

    @Dark @Hiroshi No, dico: ma state scherzando ? Ok, non è come vedere il supercinetico Tyson, ma avete visto quanta cazzo di ggente era presente ? Secondo voi tutti coglioni che non avevano di meglio da fare ? eddai.
    Ma poi: il negro sarebbe un barbone, dicono. Eccerto, con il pettorale gonfio, braccia muscolose, senza un filo di pancia e un tono muscolare serio come tutti i barboni di Milano (ad esempio). Se quello è un barbone io sono Emilio Fede.
    Sul fatto che fosse truccato l’incontro, possono solo calare un velo pietoso: ogni ring lo è cari amici. Non c’è incontro di boxe che non sia frutto di scommesse e di accordi sotto banco. Il vero rischio è che le cose vadano male e che il pugile non rispetti gli accordi sfondando una fazza per davèro: vedi Bruce Willis in Pulp Fiction.
    Quindi mi spiego l’atteggiamento sospettoso dei giornali e dei commenti in rete con la solita spocchiosa ipocrisia di chi è invidioso.
    Oh, non c’è cazzi: Rourke è l’UOMO. LUI è il vero Kickboxer, il Van Damme che ha sempre annunciato di voler sfidare da vecchietto chissà chi di giovane e non lo ha MAI fatto; LUI è Rocky Balboa che da vecchietto accetta la sfida del giovane (negro per giunta), e trionfa sull’arroganza.
    LUI è UOMO.
    Il resto è chiacchiericcio di strada.
    Secondo me Sly non lo richiama proprio per questo: a 62 Rourke li ha sotterrati tutti quanti sono gli ExpandeBabbi. Dai, la avesse fatta Sly sta cosa o Van Damme, Nanni ci scriveva dieci recensioni. Mah, non vi capirò mai.
    Salutatemi gli Expandebabbi.

    Cordialmente
    Ciobin Ian Chester

  39. Ciobin Van Persie

    @Nanni Seriamente: ci fosse stato Van Peppe o Stallone al posto del grande Mickey, avresti passato la cosa sotto silenzio come hai fatto per Marlboro man ?

  40. Uh, grazie per l’assist.
    Direttamente dall’album dei ricordi, un momento un po’ più dignitoso nella carriera di Mickey Rourke:

    http://www.i400calci.com/2009/04/wrestlemania-25/

  41. Lars Von Teese

    NAT SU KAO NAT SU KAO

    oh mi sa che me lo rivedo va

  42. Steven Senegal

    Oh ma bautista nel nuovo bond? Boh premio danny trejo 2015 subito

  43. Biscott Adkins

    il problema non è la bravura ( di Moussi o di Adkins) ma il cuore la grinta e la determinazione che ci mettono dentro…

  44. Lars Von Teese
  45. Ciobin Van Persie

    @Nanni Non credevo che la mia domanda ti avesse messo così in difficoltà da mettere in manutenzione il sito per due giorni finché non l’ho visto con i miei occhi.
    Apprezzo che tu abbia definito il mio un assist, ma avendolo trasformato in un autogol, la prossima volta avverti che magari tiro direttamente in porta.
    Citi il 2009. Che anno, è vero ? Erano i tempi in cui se un fumettaro molesto arrivava su queste pagine eri il primo a prenderlo a calci (non meno di 400) sul muso; se qualche femminiello chiacchierava di cartoni animati lo mandavi a pulire i sebach; e potrei continuare. Era Nanni, che appariva su questi schermi, anzichenò. E infatti l’incontro del Mickey non se lo era perso. Oggi, nel 2014, non solo hai rinnegato i Mercenari, non solo scansi il match epico del Mickey, ma fai saltare la connessione tra la sua impresa e il paradigma stesso del calcismo: un vecchietto che sale sul ring e vince sul giovane. Van Damme e Sly hanno indirizzato la loro esistenza verso questo paradigma, che è innegabile, sotto gli occhi di tutti. Ma si sono sottratti sempre.
    Torno sul punto: il rischio di ogni incontro non è la posta in gioco (sono tutti truccati tranne quelli per principianti) ma la possibilità che uno dei due non mantenga gli accordi e faccia secco l’altro o che lo sfiguri a vita.
    Da cui le mie due domande:
    a) E se il negro fosse impazzito ?
    b) E se sul ring ci fossero stati Sly o Van Damme ?
    Ora, per rispondere non rimettere in manutenzione il sito per altri due giorni.

    Cordialmente
    Ciobin Ian Chester

  46. Past

    Ci sta pure Gina.

  47. Cooking Nemo

    Ci saranno pure Fabricio Werdum e Cain Velasquez, pare che Werdum si scontrerà anche con il “pupillo” di Van Damme, durante le riprese ha girato 10 ore per un combattimento di 1m30s. E io godo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.