Crea sito

Per metterci i piedi in testa ci vuole Ben Affleck: una riflessione sul cast di Suicide Squad

Ok, normalmente non trattiamo le notizie di casting (ieri era un’eccezione meritevole), ma vista la grossezza di questo progetto e il fatto che sia coinvolto il nostro nuovo migliore amico David Ayer, abbiamo pensato che non potevamo esimerci.

Sigla!

La DC Comics ha annunciato da poco il cast di Suicide Squad, ovvero il loro primo blockbuster non inerente a Superman e Batman in produzione da anni a questa parte. E sì, lo so che nel 2011 è uscito Green Lantern, ma se facessimo finta che non è mai esistito e proseguissimo col discorso? Tutti d’accordo?

Suicide Squad, dicevamo, è una roba grossa. Il cast include Will Smith, Tom Hardy, Margot Robbie, Jared Leto, il figlio di John McClane e l’ex morosa di Michelle Rodriguez. Andiamo più in dettaglio: Smith sarà Deadshot, un nemico di Batman con una capacità sovrumana di fare centro (col fucile! Cosa avete capito?); Hardy sarà Rick Flag, fondatore del gruppo; Leto sarà il nuovo Joker; Margot Robbie la ragione principale per andarlo a vedere nonché l’amichetta del Joker, Harley Quinn; Jai Courtney sarà Captain Boomerang; e infine Cara Delevingne fornirà il recioto farà l’Incantatrice. Ci siamo tutti fino a qui?

Sopra: vere ragioni per vedere questo film.

Sopra: vere ragioni per vedere questo film.

Ok. Io ne so poco un cazzo di Suicide Squad, sono un Marvel fan e leggo poca DC, giusto qualche graphic novel di Batman e Superman e sono felice. Ma Suicide Squad è importante anche per me perché questa storia dei nuovi cinefumetti con gli universi condivisi mi ingrippa assai. Siamo in un’epoca in cui i supereroi sono più interessanti al cinema che nei fumetti, e prima o poi qualcuno ci scriverà un Castoro su questa cosa. Comunque, la Suicide Squad (che ricorderà anche chi ha visto Arrow) è una squadra di supercriminali cazzuti che il governo usa per missioni ad alto rischio, praticamente degli Expendables che non hanno altra opzione se non accettare, in cambio di una riduzione della pena. Partendo da questo dato è chiarissimo l’intento della DC/Warner: hanno visto Guardiani della Galassia, hanno iniziato a sbracciarsi urlando “Anche noi la squadra di anti-eroi fichissimi” e hanno messo immediatamente in lavorazione questo, dandogli priorità su cose come Flash, Wonder Woman e il nuovo Batman solista per dire.

Naturalmente questa mossa la dice lunga anche sulla strategia DC: dopo aver osservato la Marvel in azione e aver capito di essere troppo in ritardo per costruire con pazienza il loro universo, i capoccia DC hanno scelto una tattica aggressiva, fatta di grossi nomi e progetti giganteschi. Anziché fare i film solisti per poi arrivare in escalation a Justice League, la DC partirà da Justice League (preceduta solo da Batman v Superman, Suicide Squad e Wonder Woman) per arrivare ai film solisti. Anziché giocarsi prima i personaggi famosi e poi puntare su quelli meno noti, BAM, via libera a un film con protagonisti i supercattivi di supereroi che ancora non abbiamo visto.

Ma la domanda numero uno resta: chi farà Pesce Martello-Man?

Ma la domanda numero uno resta: chi farà Pesce Martello-Man?

Se da un lato è comprensibile – come è comprensibile la scelta di Tom Hardy e Will Smith, perché, come insegna Nanni, non hanno tempo di “costruire nuove star come la Marvel riuscì a fare con RDJ e Chris Hemsworth” – dall’altro mi puzza un po’ di panico. “Porco cazzo, la Marvel ci sta facendo fare una figura di merda, che si fa?”. “Eeer, eeehm, Suicide Squad?”. In un momento storico in cui persino chi non ha supereroi sta inventandosi universi condivisi a caso (il peggiore è quello dei mostri Universal), la Warner ha in mano TUTTO il pacchetto DC e che ti fa? Si fa battere sul tempo e in strategia da uno studio che ha dovuto lavorare spesso intorno ai suoi personaggi più famosi, in mano ad altra gente. Non solo: mentre la Marvel sta unendo cinema e TV in un solo universo, la DC ancora diversifica. Lancia la serie TV di Flash, riuscitissima e divertente, e subito dopo annuncia un attore sfigatissimo per il Flash cinematografico. Insomma, quello che manca alla DC è una mente multitasking che metta tutto in ordine e dia un senso allo sforzo bellico. Manca, in poche parole, un Kevin Feige.

Perché la Marvel non ha sbagliato un colpo, sia chiaro. Indipendentemente che i singoli progetti siano o meno riusciti, la strategia è lucida e inattaccabile: sono partiti facendo ridere, perché sapevano che il pubblico non avvezzo ai supereroi avrebbe prima dovuto superare lo scoglio del ridicolo dei costumi e delle origini. Poi, quando hanno capito di avere tutti quanti in pugno, hanno pestato il pedale della serietà (vedi Captain America: The Winter Soldier e, con ogni probabilità, il prossimo Avengers) e iniziato a progettare film con procioni parlanti, stregoni e supereroi africani. E tutto questo dando risalto a ogni singola componente dell’universo Marvel a fumetti: quella più basilare dei supereroi che si menano, quella spionistica, quella cosmica e ora anche quella metropolitana (in TV con i prossimi Difensori).

"E il mio film solista quando esce?". "Dopo il 2020".

“E il mio film solista quando esce?”. “Dopo il 2020”.

La Warner dov’è? È ancora ferma a “Sai chi ci starebbe bene per Batman? BEN AFFLECK!”, segue ancora mentalità vecchie di vent’anni sull’immagine dei supereroi, che devono essere tutti dark. In questo senso, Suicide Squad potrebbe essere il “o la va o la spacca” della situazione: se andrà bene, darà alla DC la chance di scegliere cast e autori più interessanti. Perché è il brand che deve richiamare il pubblico, non i grossi nomi. La Marvel è ormai nella posizione invidiabile di poter chiamare attori e autori più o meno famosi solo per il fatto di essere adatti, e nei migliori casi perfetti, per un personaggio o progetto. La Warner/DC deve mirare a questo, se vuole avere speranze di competere in maniera effettiva al di là di Batman e Superman, che faranno comunque i fantastiliardi perché sono i due supereroi più famosi di tutti i tempi. E ora mi fermo, prima che la nerditudo raggiunga livelli intollerabili.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

70 Commenti

  1. J. J. Brahms

    Un film sulle Gotham City Sirens con le attrici giuste (e quindi un sacco di tette, tutine attillate, ammiccamenti, tette, lesbo ammiccamenti, senza dimenticare un bel po’ di violenza e soprattutto le tette) lo andrei a vedere all’istante.

  2. Beppe

    @EmanuelaT

    Nah, il Jocker è più l’elemento destabilizzante che rischia di distruggere l’equilibrio precario del gruppo e far ammazzare tutti quanti (dalle risate).

    BTW circa un annetto fa è uscito un lungometraggio animato sulla SQ che,al netto di batman, sembra una prova generale di questo film. E indovina un po’ : deadshot è la primadonna. http://m.imdb.com/title/tt3139086/

    • M.Night Shyamannat

      Ho scoperto or ora che nel film ci sarà anche BatAffleck, lo proverebbero alcuni filmati rubati dal set di Toronto.
      e che Tom”Bronson”Hardy ha mollato il cast a favore di Joel”Robocop”Kinnaman.

  3. samuel paidinfuller

    sulla querelle bane/hardy: io credo che su 10 persone che hanno visto tdk:
    – 3 si sono accorte che hardy interpretava bane
    – 2 pensavano che fosse john cena
    – 4 se ne sono fottute di chi lo interpretava
    – 1 pensava che bane fosse in cgi ricalcata su andy serkis

    non vedo grossi problemi

  4. samuel paidinfuller

    poi spezzo una lancia a favore di will smith perchè Hancock, soprattutto la prima parte, ne sa abbastanza

  5. Fine delle chiacchere su Tom Hardy che fa sia Bane che quest’altro tizio nuovo:

  6. @Nanni: erano due case di produzione diverse dai. Oltretutto chris evans era pure più magro:D

  7. Che poi non mi lamento che abbiano scelto lui, mi lamento che avevano l’occasione di riproporre Bane (che come personaggio, fino agli ultimi 5 minuti di TDR, spaccava i culi a tutti, batman compreso), piuttosto che affibiargli PersonaggioAnonimoX in analoga produzione DC

  8. david

    ma nanni ha ragione, poi bane era truccatissimo, muscoli da superpompato, maschera in faccia e pelatone, tom hardy mica negli altri film è così? quindi di fatto può benissimo fare un altro personaggio senza confusione, poi sinceramente, ma dei milioni e milioni di persone che si vanno a vedè sti film, ma quanti se ne accorgono di ste cose??

  9. Beh insomma, pompato è pompato anche normalmente

  10. Cristofaro Columbu

    Un giorno discuteremo di come mai Nolan, con tutto il suo realismo, abbia preso a prestito una caratteristica tipica dei comics: a parte Marion Cotillard i cattivi non muoiono mai, o non si vedono morire (che poi la frase “Bane si è solo preso una sventagliata di mitra ma non si dice esplicitamente che muore” mi fa ridere, ma capisco il punto).

    Il Joker nella Suicide Squad serve perché senno’ non si capisce che è un film DC/Warner, avendo tra l’altro una delle trame più abusate del cinema action tutto

  11. Eh si, considerate le premesse di TDK, Bane doveva spaccare il culo al mondo (ed effettivamente lo fa, prima di essere friendzonato) poi con una sventagliata di mitra in una scena confusionaria vien messo KO. Io fino all’ultimo ci ho sperato che fosse ancora vivo:D

  12. samuel paidinfuller

    ma voi al cinema non siete mai capitati seduti vicino a un povero padre di famiglia che ha portato i regazzini a vedere qualche blockbuster?
    avete idea delle domande che quel povero cristo deve sorbirsi da quei piccoli cacacazzi durante la visione?
    immedesimatevi in quel poveraccio che alla prima comparsa di Bane/Hardy in suicide squad avrebbe dovuto rispondere ad una sequela di “ma papà chi è il signore con la maschera? ma non era morto in batman? e allora perchè adesso è vivo? ma pure io se muoio poi posso ritornare vivo? perchè la mamma ti ha lasciato?”

  13. J. J. Brahms

    Q: “Ma Bane non era morto in TDKR?”
    A: “Non e’ detto, comunque Suicide Squad puo’ essere ambientato prima di TDKR e fine”
    Q: “Ah ti lamenti che Tom Hardy fa due personaggi diversi, ma alla Marvel hanno fatto lo stesso con Chris Evans”
    A: “Non mi lamento che fa due personaggi diversi, mi lamento del fatto che Bane nella Suicide Squad C’E’, prendo l’attore che l’ha gia’ fatto e tuttapposto. Per Rick Flag prendo un altro tizio. Oltretutto facendo cosi’ e dato che ci ficcano il Joker, possono fare i comunicati stampa con “Oh tutti i cattivi di Batman fanno una squadra troppopaxxa”, robe cosi'”

  14. Ace Sventura

    A, ma non era Bronson?

  15. pasqualobianco

    ma anche se facessimo fintissimamente…
    https://www.youtube.com/watch?v=-3wfZzPz1G8

  16. schiaffoni

    Film che non mi attira per niente…..

  17. Hoybò, son spariti i commenti??

  18. Dembo

    !!!1!11!!!

  19. Benedict Moriarty

    ma tom hardy ha mollato suicide squad?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.