Crea sito

Outcast: vieni in Cina per Nicolas Cage, resta per la manodopera a buon mercato

posterLa Cina non è la stessa di 10 anni fa.
10 anni fa, Hollywood ci raccontava una Cina sul punto di superarci sul piano economico e tecnologico, una Cina pronta a invaderci o a farci la guerra, una Cina che ci faceva cacare sotto. Le cose sono cambiate. Quella guerra non ha mai avuto luogo, oppure sì, offscreen, e la Cina ha vinto senza che nessuno si accorgesse di un cazzo. Lentamente, la Cina è entrata a far parte della nostra vita di tutti i giorni, e tutto d’un tratto è diventata nostra amica — un’amica con tradizioni e costumi un po’ strani, forse, ma che dobbiamo imparare a capire e accettare. La Cina che ci racconta Hollywood oggi è fica, è hip. Se fossi uno che vede cospirazioni dappertutto penserei quasi che è diventata per gli USA un partner commerciale insostituibile e il Cinema sta facendo la sua parte per abituare entrambi gli schieramenti a questa ormai inevitabile convivenza.
È una cosa buona?
E che ne so io, chiedetelo al vostro prof di Storia del liceo.
Quello che so è che vedremo sempre più spesso in film americani scene realizzate ad hoc per il mercato cinese come in Iron Man 3 o spottoni fatti e finiti come il nuovo Karate Kid. E sempre meno film sgangherati e ignoranti come Outcast, un period action drama geograficamente e storicamente molto, molto poco accurato in cui i crociati insegnano l’arte della guerra all’ingenua popolazione cinese e un manichino con la faccia e il crestino di Hayden Christensen arriva a salvare personalmente l’impero.

Mi faccio la crestina e salvo la Cina

Mi faccio la crestina e salvo la Cina

Provo a essere più specifico di così, ma devo stare attento a non metterci del mio o rischierò di diventare più specifico del film stesso, che di difetti ne ha sì molti, ma di certo non quello di aver perso troppo tempo ad approfondire avvenimento o personaggi: Nicolas Cage e Hayden Christensen sono guerrieri cristiani colti, sul più bello di una non meglio precisata Guerra Santa, dal dubbio di stare compiendo un massacro inutile e privo di senso; disertori e senza più una casa a cui tornare, li ritroviamo, dopo un provvidenziale time-skip, in Cina (!!!), dove esercitano uno la professione del bandito isterico mezzo pazzo e mezzo orbo (vi lascio indovinare chi dei due ha pescato questo bastoncino) e l’altro quella del mercenario oppiomane ma sotto sotto in cerca di redenzione.

Il contesto spazio-temporale viene spiegato con precisione e scrupolo filologico

Il contesto storico e geografico viene spiegato con precisione e scrupolo filologico

Quando un non meglio precisato imperatore nomina suo successore il figlio inetto ma “di buon cuore”, attirandosi le prevedibili ire del figlio “bravo a fare la guerra” ma stronzo (il bravo Andy On che spunta come il prezzemolo in tutti gli action cinesiche recensisco, ma fa una fatica della Madonna a trovare una parte decente), per i due ex-crociati si presenta l’occasione di riscattarsi proteggendo il legittimo erede al trono e la sorella bona; l’impresa si rivelerà inaspettatamente facile in quanto l’intera vicenda è ambientata in una regione della Cina in cui la popolazione pratica l’acquagym invece del kung fu e quel disagiato di Hayden Christensen risalta come il combattente più skillato nel raggio di centinaia di chilometri.

Ho dovuto guardare due volte su IMDb per essere sicuro che questa roba l’avesse veramente scritta una persona: è un tale collage di tropi narrativi stravisti, così vago, così esile, che non si può neanche dire sia copiato da qualcosa in particolare. IMDb attribuisce la colpa a un certo James Dormer, ma secondo me è un prestanome per un pitch che qualche produttore ha trovato scritto nei cessi di un bar a Los Angeles.
Produzioni del genere, si sa, non puntano alla consacrazione artistica di chi vi ha partecipato, ma un uso sicuramente migliore si poteva fare almeno del regista Nick Powell, nella vita vera un coreografo coi controcazzi, uno che ha fatto gli stunt di The Bourne Identity e trasformato quel mangiapanini di Matt Damon in un’icona action, qui ridotto a fare le inquadrature storte per 3/4 di film per far capire che il personaggio di Christensen è “tormentato” e a montare alla bene e meglio tre combattimenti in croce per dare un po’ di dinamismo a due modelli e quattro comparse che fanno finta di menarsi.

Il terzo fratello Winkelvoss arriva in Cina in canoa

Il terzo fratello Winkelvoss arriva in Cina in canoa

A fronte di tutto questo, passa quasi in secondo piano qualcosa che in un’altra circostanza sarebbe stato sufficiente per andarsene sbattendo la porta al minuto 3: il criminale sottoutilizzo di Nicolas Cage, che nonostante una promozione basata quasi unicamente sulla sua presenza fa poco più di un cameo esteso. Sarà questo che ha spinto i distributori a ritirare la pellicola dalle sale due ore prima della premiére cinese? (Con tanto di Christensen in loco per promuovere il film che lo scopre all’ultimo momento — avrei voluto esserci.) Le teorie in merito si sprecano, si va da questioni legate alla censura che non so onestamente con che coraggio possa essere tirata in ballo visto che gli spargimenti di sangue si aggirano su livelli da I Mercenari 3, a scelte di mercato secondo cui sarebbe stato più “strategico” posizionare il film a gennaio invece che a settembre… A naso, più semplicemente, un po’ di gente si è accorta di aver messo troppi soldi in un film di merda e ha preferito salvare la faccia che recuperare qualche dollaro.

A proposito di salvare la faccia

A proposito di salvare la faccia

Brutto pure per un DTV, ma non ancora così brutto da fare il giro, Outcast è un imbarazzante passo falso, un film di cui non ha bisogno la Cina, di cui non hanno bisogno gli Stati Uniti, di cui certamente non aveva bisogno Nicolas Cage per mangiare e che forse neanche noi avevamo tutto questo bisogno di recensire.

dvd-quote:

“La Cina non è mai stata così vicina!”
Quantum Tarantino, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

34 Commenti

  1. Zen My Ass

    Qui in Cina, e’ uscito qualche settimana fa e se ne e’ parlato un po’ dappertutto, ma il film e’ scomparso abbastanza in fretta. Mi pare che Nicolas Cage si sia visto dalle parti di Shanghai… parlando del film, spiace constatare come la carriera di Cage si sia accartocciata su se stessa: quand’e’ l’ultima volta che ha fatto un film appena decente con un minimo d’incasso?

  2. Past

    e niente…come l’originale non ce ne è…ennesima prova che chiunque vinca il premio nic cage arriverà sempre secondo…

    anakin invece è riuscito a fare una carriera anche più penosa di papino luke…

    quindi brutto e basta? non è come drive angry, o ghot rider 2 ma anche l’ultimo dei templari che almeno con pò di trashate e con un cage con un pò di voglia di fare il matto riuscivano perlomeno ad essere guardabili…

  3. Ridley, Stop.

    @Zen My Ass:
    Kick Ass?

  4. Zen My Ass

    @Ridley: Kick Ass e’ uscito nel 2010 e Nic aveva un ruolo secondario… l’unico titolo passabile degli ultimi 3 o 4 anni e’ Joe, un film indipendente non proprio adatto a questo sito (detto senza pregiudizi).

  5. Bruce Wheelies

    L’ultimo film buono di cage…uhm..Face Off? Gone in 60 second?

  6. Credo che l’ultimo buon incasso di Nico La Scheggia sia, contro ogni pronostico, Stolen, che è costato pochino ed ha incassato quasi 200 milioni, e poi National Treasure 2 che è costato un bel po’ ma ha incassato più o meno il doppio di quanto è costato.

  7. Sorry, errata corrige, è National Treasure 2 e basta.

  8. Al Bacino

    certo che il capello di Nic non si pole vedere….
    Premio Nicolas Cage a vita..

  9. Biscott Adkins

    Appena ho visto la foto di Nic ho pensato che sarebbe stato un perfetto capo dei finti nani, pazzo brutto e sporco

  10. Darren Aaroneckart

    Secondo me le parrucche se le sceglie da solo per confondere le acque e distrarre dal contorno, in modo che poi nessuno si ricordi che in effetti é da quando le indossa che fa solo film di merda..

  11. Gigos

    @Past
    -anakin invece è riuscito a fare una carriera anche più penosa di papino luke…

    Aspè, Luke sarebbe il figlio. Comunque se consideriamo pure Carrie Fisher, non è che far parte della famiglia Skywalker sia questo boost per la carriera.

  12. Gigos

    E comunque a me di Nic Toupé (oltre Kickass, bel film in cui comunque non mi pare proprio avesse un ruolo secondario) erano piaciuti The Weather Man e Lord of War, ma mi rendo conto ora che sono passati 10 anni.

  13. Past

    @gigos

    si certo, svarione da nottata insonne…comunque si potrebbe anche dire apertamente che far parte della famiglia skywalker porta sfiga senza indugio.

  14. Dr. Stranamorte

    “Brutto pure per un DTV, ma non ancora così brutto da fare il giro” è la cosa peggiore che si possa dire di un film!

    Almeno c’è di buono che abbiamo aggiunto un’ulteriore figurina all’album acconciature di Nic. Tremenda, cazzo.

  15. annaMagnanima

    anche secondo me l’ultimo fil bello con nicolas cage era face off (troppo pieno di maccosa, ma con un pò di sospensione ci si divertiva con quel mattacchione di john travolta)

  16. Luc Bresson

    mi piace ricordare nicolino per “Il cattivo tenente: ultima chiamata New Orleans” di Herzog e “Bringing out the dead” di Scorsese. In tutti e tue – specie nel primo – tira giù una serie di sclerate da antologia

  17. Samuel paidinfuller

    Giù le mani da Nic!

  18. Jean Pieri

    @Quantum: “Il terzo fratello Winkelvoss arriva in Cina in canoa”, qui mi hai fatto molto ridere (soprattutto perchè ho visto giusto un paio di settimane fa The Social Network (in ritardo di soli 4 anni dalla sua uscita))

  19. Il Reverendo

    ma va, nic cage è un grande. è vero che fa anche film pattume ma ogni due-tre anni tira fuori il filmone (che è più della media di tanti altri attori che in genere gli vengono preferiti).

    poi ha pure sfiga. per dire, nei ghost rider lui ci credeva. il 2 era pure dei registi di crank, ci credevo pure io. non è colpa sua se è venuto male. e pure l’ultimo di shrader, non è mica colpa di cage se i produttori hanno rimaneggiato il film fino a spingere il regista, cage stesso e gli altri interpreti a disconoscere tutto. anzi, sono abbastanza sicuro che se si potesse vedere la versione montata da shrader sarebbe una bombetta pure quello.

    come dissi già tempo fa, cage ha la grande sfiga di non aver mai toccato il fondo. hollywood ama ripescare gente decaduta, vedi mickey rourke, robert downey jr, probabilmente tra non molto mel gibson.. cage no perchè si è sempre mantenuto a galla.

    uno la cui carriera non è troppo dissimile da quella di cage è samuel l jackson. pure lui quanto a ruoli in film insignificanti ne ha inanellati una marea. anzi, forse la differenza è che slj va a toccare talmente degli estremi che la gente non ci fa neanche più caso. è uno che passa da star wars, avengers e tarantino a dei dtv assolutamente insignificanti.

  20. Botte & Costello

    non capisco per quale motivo i grandi registi offrano così pochi ruoli ad un GENIO come Nicolas Cage. Comunque di film guardabili ne fa ancora, e come ha detto Il Reverendo ogni 2-3 anni il filmone lo becca, perciò non mi lamento più di tanto.
    A proposito, qualcuno ha visto Left Behind? E’ così brutto come dicono? Io quando leggo “Nic Cage + futuro postapocalittico” un pensierino ce lo faccio…

  21. Kevin Pancetta

    @ Zen my ass: forse Arizona Junior… in ogni caso mi mancava il caro Cage nel ruolo del ronin sulla scia di Wolverine, salva l’ereditiera salva la Cina! ho capito bene?

  22. zen my ass

    Mi sembra che la carriera di Nic abbia avuto un tracollo verticale dopo il fiasco di Sorcerer’s Apprentice… sara’ solo un’impressione, ma mi sembra che il motivo dietro la scelta di certi film sia solo che non abbia altra scelta, altre offerte non arrivano. Spero ancora nel film di Schrader, ma le recensioni non sono incoraggianti.

  23. Fra X

    Oh, mamma! E poi mi parlano male di “La rosa nera” Tyron Power e Orson Welles! XD Nessuno cita “Con air” (o ho saltato?)? Altro bell’ action un po offuscato dall’ essere uscito lo stesso nano di Face off.
    Comunque in effetti ha ragione zen my ass.
    Si sta parlando però di un National treasure 3 (rinviato, cancellato, rimesso in preproduzione). Vediamo un po.

  24. Fra X

    “Secondo me le parrucche se le sceglie da solo per confondere le acque e distrarre dal contorno”

    :lol: ^^

  25. annaMagnanima

    @ Fra X
    non abbiamo citato con air perchè cercavamo di dire qual’è l’ultimo film bello, non tutti i film belli.
    se invece apriamo questa parentesi, io tifo per “the rock” con le palline verdi di acido schiattate in bocca ai cattivi. bellissimo! la siringozza di adrenalina…e tante altre cose che più belle non si può.

  26. beh, se parliamo di film davvero belli con nic cage degli ultimi anni, il cattivo tenente di herzog spaccava i culi

  27. annaMagnanima

    vedi? ero sicura di dimenticare qualcosa.

  28. Ma Nic Cage non accetta qualsiasi cosa perchè deve ancora saldare i debiti col fisco? O ha già passato quella fase?

  29. BellaZio

    beh… l’ultimo film bello è Kick Ass: Nic, Carrie, Mclovin e Mark Strong tengono a galla alla grande un film con protagonista un tonno in forma umana eh… dopo diciamo che almeno nell’Apprendista Stregone aveva un suo senso e Ghost Rider 2 è meno brutto di quanto si creda. Prima The Weather Man, che è un filmone con un super Nic e non butto via nemmeno Segnali dal Futuro, che non mi ricordo ma non mi fece schifo ai tempi…
    Il mio sogno è Werewolf Women of The SS con Nic as Fu Manchu di Rob Zombie, ma non avverrà mai.

  30. No dai, Ghost Rider 2 è davvero una cosa uribile…

  31. blueberry

    e “la città degli angeli”? con conseguente scoperte dei goo goo dolls?
    dove li mettiamo???????
    che han rotto gli zebedei per mesi e mesi con quella canzone di m… e pareva avessero fatto solo quella (per fortuna!)

    no no credo che l’ultimo veramente figo fosse face off.
    the rock micidiale anche grazie a sean che credo sia quasi come gasmann, cioè qualsiasi cosa faccia tipo leggere il menu uno se lo guarda.
    “non vanno più i capelli lunghi?”
    “noo è una cosa grunge. li portano così solo i cantanti di seattle”

    va beh basta OT

  32. Lars Von Teese

    comunque noto un amore smisurato per the rock che a me ha sempre fatto discretamente cagare… magari lo recupero uno di sti giorni, non si sa mai che lo rivaluto

    Nic Cage e` un grande, secondo me a una serata fra amici se lo fai bere e gli fai fare due tiri da una canna parte di faccette e storielle comiche che ti svolta la serata

  33. schiaffoni

    film inguardabile….peccato per il buon vecchio Nic che meriterebbe film decisamente migliori.

  34. Marlon Brandon

    @Bella Zio mi hai rubato il sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *