Crea sito

UltronMegaOk: la rece del sequel dei Vendicatori – Avengers: Age of Ultron

Ci sono troppi supereroi per una persona sola. Redattori dei 400 Calci, unitevi!!!

avengers__age_of_ultron_minimalist_poster_by_landlcreations-d8ar88u

IL PEZZO DI CASANOVA WONG KAR-WAI

Mi sembra siano passati cinque giorni da quando mi sono alzato dalla poltrona dopo la visione di Avengers. Massimo una settimana. Ricordo ancora tutto con estrema chiarezza: la sala in cui sono andato a vederlo, i posti occupati, le birrette portate in sala per #berneunpaio insieme al Darth e al Valesini durante il film, la felicità provata in quel momento esatto in cui si sono spente le luci, la confusione mentale causata dall’eccesso di endorfine nel cervello… Ricordo tutto. Nello specifico ricordo la FOTTA. Era da tanto tempo che non provavo quella sensazione. Non riesci a pensare ad altro, conti i giorni che mancano all’uscita del film, leggi tutto quello che riesci a trovare tra riviste e rete, guardi e riguardi il trailer fino a saperlo a memoria. La FOTTA. Quella vera e dura. La conoscete anche voi, no? Poi, appunto, siamo andati a vederlo e siamo usciti felici e contenti come i bambini il giorno di Natale.

Ecco come eravamo tre anni fa all'uscita del cinema.

Ecco come eravamo tre anni fa all’uscita del cinema.

In realtà di tempo da quella visione ne è passato. E anche un bel po’. Sono tre annetti. Tu che leggi sei anche un po’ invecchiato. Io me la cavo sempre alla grandissima, ma a te ti vedo un po’ provato. Stavo pensando proprio a questo l’altra sera quando sono andato all’anteprima di Avengers: Age of Ultron. 25 aprile 2012 -> 17 aprile 2015 (tra l’altro, un venerdì).  Non so se avete notato con che disinvoltura sono anche riuscito a inserire nel pezzo che a me hanno invitato all’anteprima e a te no. Pasescow, no? Comunque, mentre correvo verso il cinema pensavo proprio a quello: alla FOTTA. E sapete una cosa? Mi sono accorto che per questo secondo film non ce l’avevo. Sì, certo, ero contento come una pasqua, avevo il classico sorriso stampato in fazza e stavo REALMENTE correndo verso il cinema. Ma non avevo quella fotta lì del primo film. Come mai?

Robert Downey Jr. Per non dimenticare.

Robert Downey Jr. Per non dimenticare.

Perché nel frattempo il Marvel Cinematic Universe, quel mondo in cui vivono tutti nostri eroi e che è stato messo in piedi da alcuni signori ricchi per dare finalmente soddisfazione a una letterina che avevamo scritto tanto tempo fa a Babbo Natale,  s’è espanso a dismisura. Perché in questi tre anni siamo andati molte altre volte al cinema a vedere finalmente su grande schermo i nostri migliori amici d’infanzia. Abbiamo sofferto, abbiamo goduto, ci siamo accapigliati su è meglio questo o è meglio quello.  Siamo abituati. Il giorno prima di andare a vedere Avengers: AoU abbiamo visto Daredevil in televisione, il trailer di Ant Man, pure quello di Batman v Superman: Dawn of Justice. Ormai è fatta, abbiamo vinto noi.

n5moOqA

E la cosa migliore è che questa sensazione di vittoria è condivisa anche da chi quei film li porta realmente sullo schermo. Guardate AoU: non sentite odore di yeah? Non vi sembra di poter quasi toccare con mano la calma dei giusti con cui Joss Whedon ha pensato, scritto e diretto questo film? Dal momento in cui in sala si sono spente le luci, per me è stato un po’ come tornare placido e sereno a casa. Orami conosciamo quel mondo e chi lo abita, non abbiamo più bisogno di introduzioni o spiegoni. Possiamo anche permetterci il lusso di iniziare con un piano sequenza impossibile che ha lo stesso sapore di quel carrellone circolare che c’era alla fine del primo film. Ricordate quando i nostri si stringevano tra loro, spalla contro spalla, guardando verso il cielo, in attesa di menare un colpo a quei dannati Chitauri? Thor che ruota Mjolnir, Occhio di Falco che tende il suo arco, Hulk che grugnisce e così via. Questa volta si inizia proprio così ma Harder, Better, Faster, Stronger.

Canta con me, bella ciaciona. "Harder, Better, Faster..."

Canta con me, bella ciaciona. “Harder, Better, Faster…”

Questa in soldoni è la chiave del film: Avengers: Age of Ultron è una versione migliorativa del primo The Avengers. Le critiche negative che leggerete in questi giorni vi diranno proprio così, che questo film è uguale a quell’altro, solo giusto un po’ più zarro, ma voi non credeteci, sono persone senza cuore. Ok, è vero: Ultron è un po’ un cattivo pacco. Non si capisce quale diamine sia il suo piano criminale, non ha un design particolarmente accattivante e si circonda anche lui di simil-Chitauri che però questa volta chiameremo cloni, giusto per variare un po’. Per cui, sì, ok, la struttura del film è un po’ simile a quella del primo ma ci sono anche tante cose che in questi tre anni sono migliorate.

Oddio che paura.

Oddio che paura.

Vi ricordate quando è uscito il primo trailer di questo film e siamo tutti rimasti un paio di giorni a meditare sul perché ad un certo punto, tra una battaglia e un esplosione, si vedessero le silhoutte di tante piccole ballerine salire sulle punte? Ora che ho visto il film vi posso spiegare il perché. Il motivo è che ad un certo punto del film c’è una lunga sequenza montata in parallelo in cui assistiamo ai peggiori incubi dei Vendicatori. Cose di rimossi e peccati originari messi insieme con uno stile che spezza (finalmente) quella registica calma con cui tutto procede. Una piccola sterzatina, un piccolo azzardo stilistico che va di pari passo con una maggiore attenzione riservata ai protagonisti.

E a sta ciacioona? Che je vuoi dì, a sta ciaciona?

E a ‘sta ciaciona? Che je vuoi dì, a ‘sta ciaciona?

Il merito maggiore di Whedon, quello per cui ognuno di noi vorrebbe offrirgli una media al bancone, è stato quello – nel primo Avengers – di riuscire a gestire così tanti personaggi in un solo film. Qui il miracolo si ripete e anche in maniera amplificata. In tre velocissime ore di film c’è il tempo per aprire un piccolo spaccato su ognuno dei personaggi riuscendo in un’impresa piuttosto azzardata. (Non solo: non voglio dire di più ma finalmente si spiega anche per quale motivo Paul Bettany ha prestato la voce a Jarvis in tutti questi anni). Possiamo tentare di dividere questo processo in tre punti fondamentali. 1) Si parte da un presupposto forte, creato nei film solisti o nel primo Avengers 2) Si sviluppa maggiormente il personaggio in questione inserendolo in una dinamica di coppia o portando avanti la sua storia personale 3) Se si ha una discreta conoscenza dei fumetti, si gettano le basi per storie future.

Gente che ti mette apposto anche a una certa età.

Gente che ti mette apposto anche a una certa età.

Avengers: AoU non è un film seminale. Non vi lascerà stupefatti come la prima volta, ma non gli puoi dire nulla. Ha più action rispetto al suo predecessore, ha la lotta tra Hulk e Hulkbuster che vabbè io veramente non so, meno sorprese e la stessa scrittura solida che ci aspetta da Whedon, strizzatine d’occhio comprese.

Awwwww <3

Awwwww <3

IL PEZZO DI GEORGE ROHMER

Casanova è partito citando un ricordo e voglio farlo anch’io. Il mio però è un ricordo brutto: quella volta che sono andato a vedere L’uomo d’acciaio preso da una discreta fotta e sono uscito in lacrime. Ma non di gioia, di amarezza. Avevano sbagliato tutto un’altra volta! Peggio ancora di Superman Returns, c’era la sensazione che tutti i coinvolti, principalmente Zack Snyder e David Goyer, non avessero CAPITO Superman. Ricordo che pensai: “Superman non è un vendicatore cupo e complessato che sfascia i palazzi senza remore pur di combattere i cattivi. Superman è un fottuto boyscout che salva i gattini dagli alberi”. C’era in particolare una cosa che mi fece capire quanto alla base di Man of Steel ci fosse il tanto temuto SBAGLIO: gli occhiali di Clark Kent. Pensai: sta tutto negli occhiali. Il fatto che non abbiano avuto il coraggio di utilizzare l’escamotage degli occhiali per coprire l’identità segreta di Superman (tranne che negli ultimi secondi del film, ma conta poco) dimostra come il problema fosse proprio a monte. Una mancanza di fiducia connaturata al progetto stesso, anzi, più ampiamente, a tutto il cosmo cinematografico DC. Perché alla Warner non ci credono che i loro supereroi possano essere presi per quello che sono: tizi in costumi ridicoli che si auto-assegnano nomi di battaglia e vanno a salvare il mondo. Alla Warner hanno bisogno che tutto sia “credibile”, “realistico” o, per usare il termine preferito dei produttori americani, “grounded”, cioè coi piedi per terra. A costo di tutto, anche del divertimento.

"Ho prurito all'inguine... cos'ho dimenticato?"

“Ho prurito all’inguine… cos’ho dimenticato?”

E poi c’è la Marvel. Alla Marvel non gliene frega un cazzo di tutte queste stronzate. La loro strategia, dal giorno uno, è stata quella di coinvolgere il pubblico e fargli accettare questo mondo di personaggi bislacchi e sopra le righe come fosse autentico. C’è un punto in Age of Ultron in cui la Visione, appena uscita dalla sua vasca di coltura o quello che è, si guarda un attimo intorno e poi materializza dal nulla un mantello. È un momento brevissimo e forse non tutti ne coglieranno l’importanza. Ma è FONDAMENTALE per capire l’approccio Marvel, la convinzione con cui Kevin Feige e la sua squadra hanno portato avanti un discorso rispettoso e un approccio leggero ma allo stesso tempo serissimo alla faccenda supereroi. Che sono gli dei della mitologia moderna e vanno presi per quello che sono, con tutti i loro aspetti affascinanti ma anche quelli ridicoli.

Il mantello di Visione è i mancati occhiali di Clark Kent. È anche la summa di una strategia pensata con estrema cura: si è partiti dall’auto-ironia dei primi film, Iron Man e Thor in primis, ma anche lo stesso The Avengers, per poi cominciare a virare verso toni più seri una volta che il pubblico aveva accettato l’Universo Marvel. Ora il cerchio si chiude e ci troviamo di fronte a un mondo in cui si può disquisire di fantapolitica (come vedremo soprattutto in Captain America: Civil War) ma dove allo stesso tempo ci sono i supereroi coi mantelli che mazzuolano i supercattivi. Tutto questo mentre alla DC ancora erano indecisi se mettere o no i mutandoni a Superman o cercavano la strizzata d’occhio meta con i tatuaggi del nuovo Joker. Secondo voi, chi ha vinto?

Perché sì

Perché sì

IL PEZZO DI STANLIO KUBRICK

Ora, io non sono convinto che Avengers 2 sia un film migliore di Avengers 1, come d’altra parte non sono convinto che Avengers 1 sia un film migliore che ne so, di Guardiani della Galassia o del primo, bellissimo Thor; principalmente perché uno degli elementi decisivi di Avengers 1, cioè il fattore “guarda che belli gli eroi della nostra infanzia finalmente tutti insieme in un film e guarda come funzionano bene che coralità signora mia” (acronimo GCBENIFTIFGCFBCSM), non ha alcuna presa su di me che avevo altri eroi nella mia infanzia, e su tutta quella parte di pubblico per cui tutto questo “universo condiviso Marvel” assomiglia più a leggersi il retro di copertina di un volume di un miliardo di pagine sperando poi di poterne discutere con cognizione di causa che ad altro.

Voglio dire che, com’era successo con Il signore degli anelli ai tempi di Jackson, ma anche in misura minore, che ne so, quando arrivò Resident Evil al cinema, più in generale ogni volta che un franchise non cinematografico fa “Il Salto™” e arriva in sala, insomma, c’è una cospicua fetta di popolazione che coglie l’occasione della popolarizzazione e semplificazione – due ore di riassunto di qualcosa che ha dieci o cinquanta o cento anni di storia e fiumi di parole e inchiostro versati per tratteggiarne nel dettaglio il canone e la mitologia – per affacciarsi timidamente a un universo narrativo a lui sconosciuto e provare a carpirne abbastanza elementi da farsene un’idea, prima di decidere se valga la pena approfondire o se il sunto fornito da Hollywood sia sufficiente.

Sopra: di sicuro schifo non fa.

Sopra: di sicuro schifo non fa.

Sto dicendo che il target di Avengers sono i sedicenni che non hanno mai letto un fumetto in vita loro e io che di anni ne ho il doppio ci rientro comunque in pieno, il che mi lascia sempre addosso quella sensazione di essere un ospite, e che l’esaltazione per un Captain America o un Thor sia un surrogato, una pillola, e ammetto che il dubbio se ne valesse davvero la pena o meno mi ha colpito più volte tra il secondo e il terzo Iron Man. Per quanto neanche Whedon voglia ammetterlo, i film Marvel sono ombelicali e autoreferenziali un po’ più del giusto, e per questo ricorderò per sempre Avengers 2 come il film dove hanno finalmente dato un ruolo anche a me grazie a Jeremy Renner.

Non che io voglia dei figli e andare a vivere in campagna, ma dare così importanza al più normale del gruppo, insistere sulla stessa domanda che mi pongo io ogni volta che vedo un film Marvel («Cosa ci faccio qui? Hanno davvero bisogno di me?») non credo sia un tentativo cosciente molto meta- di tendere una mano al pubblico non fumettaro – quelli senza superpoteri –, ma l’effetto è quello. Per la prima volta in un film Marvel si vede un essere umano, ed è dalla parte dei buoni e spacca i culi. Quando ce la menavano con le crisi di alcolismo di Tony Stark in Iron Man 3 (lo stesso Tony Stark che in Avengers 2 si scola cocktailini come fosse venerdì sera in Corso Como) non c’era nulla di vero e quindi noi si rideva; era un tentativo goffo di umanizzare personaggi che finora non avevano avuto bisogno di umanizzazione, perché un sedicenne vuole vedere i superpoteri, non le supermenate. Occhio di Falco in Avengers 2 invece HA SENSO che se la meni, È GIUSTO e al suo posto se se la mena, è il primo sprazzo di umanità vera in due film sui Vendicatori, per la prima volta si capisce davvero che cosa rischiamo di perdere se arrivano i cattivi – ho grande simpatia per le masse disastrate di New York e della Sarcazzia dove sta Ultron, ma non è con i docufilm catastrofici sui bombardamenti che mi trasmetti il dolore.

KAPOW!

KAPOW!

Ho voluto un sacco di bene alla moglie di Jeremy Renner in Avengers 2 perché per la prima volta me n’è fregato qualcosa di una potenziale vittima in un film Marvel. Poi chiaro, mi sono piaciute le botte soprattutto all’inizio, ho apprezzato le battutine e l’equilibrio narrativo e tutto il solito impressionante aspetto tecnico, i tag team Thor-Cap sono un generatore automatico di giffine fichissime, Scarlett Johansson vestita di pelle, Scarlett Johansson vestita di pelle, James Spader, il piano di Ultron che non ha alcun senso, quel coso che si chiama Visione che sembra uscito da un Mortal Kombat, le tette di Elizabeth Olsen. Tutto molto bello. Ma per me il vero MVP è Occhio di Falco e la sua intera famiglia, il primo personaggio dell’intera filmografia Marvel a farmi sentire accolto. È una piccolezza? Forse, ma per me decisiva.

Stanlio Kubrick

Stanlio Kubrick

IL PEZZO DI JACKIE LANG

Pare facile oggi come oggi prendere un’intelligenza artificiale e farne il cattivo di un fumettone. Con tutto quello che c’è già stato, con tutto quello che è cambiato e con tutto quello a cui non crediamo più. Negli anni ’80 erano spunto per stupide commedie se non film d’azione, negli anni ’90 erano da entrambe le parti della barricata, negli anni 2000 abbiamo semplicemente esagerato, ad ogni modo le intelligenze artificiali non sono mai state considerate come noi ma diverse per natura. Non le facciamo entrare in certi negozi, non le facciamo votare, non le vogliamo in mezzo a noi e possibilmente le respingiamo quando vogliono entrare nei nostri stati. Se possiamo le rastrelliamo e le mettiamo tutte insieme, confinate in un bel campo.

Noi siamo meglio dei robot, siamo superiori e lo abbiamo dimostrato per 30 anni. Solo una frangia revisionista da qualche anno ha cominciato a fare propaganda pro-robot, con film in cui vengono mostrati come noi, si innamorano e fanno innamorare, ci salvano, cercano di vivere una vita per conto loro, sono più carismatici e via dicendo. È gente che non sa quello che dice quella là, i robot intelligenti sono pericolosi, vengono a prendere il lavoro dei nostri dittatori, uccidono senza onore, non sono come noi insomma e non dobbiamo mischiarci a loro. Se gli piace tanto fare quel che gli pare, lo facessero a casa loro!

Non fatevi ingannare da quegli occhietti. Sta certamente tramando qualcosa

Non fatevi ingannare da quegli occhietti. Sta certamente tramando qualcosa

Avengers: Age of Ultron ci ricorda che dobbiamo giustamente avere timore e unire i nostri campioni, possibilmente biondi, con gli occhi azzurri e in certi casi con la pelle verde per combatterle, respingerle, distruggerle. È un film con un messaggio importante, che sa mostrare anche il lato ridicolo dei robot, che non pretende di farne una figura monodimensionale ma ne esplora tutte le sfumature di cattiveria anche attraverso l’ironia. Insomma Whedon, in anni in cui la Hollywood dei comunisti vuole convincerci che addirittura i robot sono migliori di noi (come se noi umani avessimo qualcosa da rimproverarci!), porta la controriforma, rimette a posto le cose e ribadisce i veri valori della nostra società: l’odio verso le macchine, l’amore per la carta, il rigetto dei falsi miti della modernità.

È un film così ragionevole questo Age of Ultron che alla fine l’intelligenza artificiale è sconfitta da un altro robot ma nobilitato dal fatto di essere per metà umano. Basta anche essere poco come noi per essere migliore di loro.

avengers-age-of-ultron

DVD-quote:

“Eravamo giovani e pazzi. Oggi ci siamo dati una regolata… Ma vi spacchiamo ancora il culo”
Casanova Wong Kar-Wai, i400Calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

167 Commenti

  1. Past

    Mi ha lasciato freddo sinceramente, il primo tornai a vederlo questo manco ci penso, troppo compresso e confuso per quanto mi riguarda tanto che pare che abbiano annunciato una versione estesa, per la prima volta, un motivo ci sarà?

    Meno male che negli stessi giorni ho visto quella bombetta del serial su devil e che tra un paio di settimane esce mad fottutissimo Max!

  2. Past

    P.s

    Il titolo e’ una citazione del titolo di un album storico dei soundgarden? quando erano ancora capelloni e incazzati…

    • Lo e’. E mi si noti la raffinatezza sopraffina con cui mi collego al fatto che i Soundgarden avevano scritto il pezzo dei titoli di coda del primo Avengers.

    • Past

      vero, ricordo il videoclip dove c’era mezzo film, pensavo in qualcosa anche qui ma va bene uguale.

  3. Colin Farth

    Se scrivo per primo “pigiamoni” vinco qualcosa?

    ;D

    Non male. Fracassone, onesto nel suo essere tanto spettacolare quanto autoironico (con una vena molto più acida del precedente, cosa estremamente apprezzata). Al pari del primo un (bel) po’ di svolte narrative sono buttate lí con troppa disinvoltura, me l’aspettavo.
    Stiamo a vedere cosa combineranno i Russo dopo l’ottimo Winter Soldier.

    Ora sotto con i commenti butthurt che sicuramente cambieranno le cose: marvel merda, pigiamoni, cinecomics merda, etc

    Con una mano tengo il cel per leggerli, con l’altra il pc per guardare gli incassi. E se ne avessi una terza, probabilmente diventerei cieco.

  4. Ryan Gossip

    A favore: più azione rispetto al primo, Jeremy Renner, Hulk vs Hulkbuster che ciao a tutti
    A sfavore: non è certo facile gestire tanti personaggi ma a volte sembra veramente di aver perso dei pezzi della storia, ed il doppiaggio non aiuta. E poi ce la faremo ad avere un cattivo decente?
    Sorvolo sull’immagine scura ed a volte sfocata che ritengo siano dovuti alla proiezione (UCI cacca, mi spiace proprio doverti regalare denaro)

    • BohBeh

      no guarda anche da me c’erano delle scene troppo buie, tipo all’inizio quando Stark scende le scale del castello, o quando Ultron incontra per la prima volta i gemelli

  5. Anal Smithee

    Fantastico.

    Ragazzi, ragazze: Age of Ultron non è un film perfetto e hai i suoi inciampini.
    Ma è uno di quei film che ti rendono facilissimo sospendere l’incredulità e riportarti dritto ai nove anni e GIOCHIAMO AI SUPEREROIIIII.
    Chi si lamenta di un film così mi sembra sempre come quelli che vedono la foto di Deborah Ann Woll in lingerie e si lamentano che ha i nei.

  6. per me e’ il miglior film marvel se pesiamo trama, spettacolarita’, approfondimento psicologico e umorismo.
    Solo la prima e’ un po’ (molto) sottotono, tutto il resto c’e’ alla grande, e per una volta le battute fanno veramente ridere, specie Thor, ormai assurto al ruolo di Buffone Ufficiale dei Vendicatori, che sul finale fa il verso al se stesso dei fumetti.
    Ci sono i personaggi che interagiscono in modo credibile, c’e’ Hulk contro l’armatura Hulkbuster, due bei personaggi nuovi (spero di rivederli anche nei sequel) e c’e’ un finale commovente, in cui Capitan America e’ li’ con i suoi Vendicatori, quelli della mia infanzia fumettistica.

    Io francamente trovo come unico neo il cattivo, in quanto e’ gia’ il secondo film in cui i Vendicatori combattono contro cloni, che siano robot o Chitauri ha poca importanza. Ultron e’ un personaggio tragico e ispirato, ma non il cattivo che mi aspettavo.

    Spero che venga gestito un po’ meglio Thanos, non si puo’ banalizzare uno che e’ innamorato della morte.

    • pasqualobianco

      “per me e’ il miglior film marvel se pesiamo trama, spettacolarita’, approfondimento psicologico e umorismo”… e la patata scarlett.

  7. Toni Già

    Nettamente meglio il primo.
    La battaglia di New York rimarrà insuperabile a parer mio.
    Gli highlights sono:
    1) inseguimento Cap-camion-Vedova in moto
    2) il treno che deraglia
    Scena Hulk-hulkbuster mi aspettavo di meglio e di più, scena finale spesso noiosa con pochi momenti divertenti.
    Senza spoilerare chi, però rispetto al primo almeno una morte eccellente c’è.
    Bello il finale dove si delineano i nuovi Avengers.

  8. Il Reverendo

    A me è parso una gran cagata. La storia è idiota e mal scritta. Le scene d’azione confuse, il cattivo insignificante. Decine di personaggi del fumetto cagati a forza dentro come Andy serkis. Ma che cazzo voleva dire quella parte? Le battutine non facevano ridere. Non sembrava esserci chimica tra i personaggi. La cazzata dell’incantesimo che li fa lottare gli uni con gli altri c’era già nel primo. Visione è una delle robe più brutte che abbia mai visto, sia come personaggio sia come effetti speciali. Avranno speso cinque milioni di dollari solo per lui e il risultato è che sembra una brutta opera di body painting.

    Non è tanto la Marvel ad avermi deluso. Quello è già successo. Stavolta è stato whedon a deludermi alla grande.

    • Anal Smithee

      E Scarlett è proprio una cozza, gli effetti speciali sembrano fatti con Microsoft Paint, Thor sembra tisico!!
      Giusto?

    • Il Reverendo

      guarda, in realtà no.
      scarlett è una figa pazzesca anche se la olsen la scalza addirittura. avere le braccia come quelle di thor è il mio obiettivo irrealizzabile quando faccio bicep curl in palestra.
      gli effetti speciali sono buoni ma nulla di pazzesco considerato il budget. e quando dico nulla di pazzesco intendo che film come transformers3 o pacific rim gli danno merda e ormai sono film di qualche anno fa, quindi ”al miracolo” non lo grido proprio. tranne visione che invece fa davvero schifo, ma davvero uno degli effetti speciali più inguardabili degli ultimi anni.
      e sono anche contento abbiano dato spazio a occhio di falco, che mi piace un sacco. però..

      ti dico altre cose che non mi sono piaciute? ultron non è mai davvero pericoloso. non si prova mai una sensazione di pericolo, per nessuno dei protagonisti. è l’iron man show, gli altri sono macchiette, capitan america in primis.
      SPOILER

      lo scontro hulk/hulk-buster è deludente proprio perchè nessuno sembra essere in pericolo. inoltre sarebbe bastato capovolgere la prospettiva a fare per una volta iron man impazzito che spacca tutto e hulk che cerca di fermarlo spaccando tutto pure lui perchè è grezzo per renderlo più emozionante, invece no.

      e poi francamente a più riprese mi sono annoiato.

      e non voglio neanche scomodare paragoni con il fumetto di ultimates2 a cui più volte il film fa riferimento, per non demolire ulteriormente sta roba.

      per me sto film è un fallimento totale, e la marvel poteva pure chiudere qua invece che rompere il cazzo con altri 15 anni di sti film demmerda.

    • Il Reverendo

      ma poi dai, forse a sto punto mi sono addormentato e non ho capito delle robe, ma

      SPOILER

      visione sarebbe jarvis?
      visione solleva il martello?
      quando parlavo di trama che non arriva al dunque, ultron che per mezzo film insegue il corpo di visione e non riesce ad acchiapparlo, ma che squallore è? ti dà l’idea che abbia già perso. arrivi al combattimento finale e pensi ma cazzo, tanto parte già svantaggiato, che vuoi che succeda…

    • Anal Smithee

      vabbè dai niente siamo proprio diversi io e te :)

    • BohBeh

      Oddio Transformers 3, film con il finale più frettoloso degli ultimi 10 anni

    • Oddio Transformers 3, film con il finale più frettoloso degli ultimi 10 anni

      Certo, e Scarlett Johansson ha le tette piccole.

    • Steven Senegal

      45 minuti di palazzi rotti, vermi giganti e cristiani che volano. E che sarà mai

  9. Al solito mi tocca remare contro: nulla, questo Ultron non mi ha detto nulla, è una fotocopia del primo film più zarro (sorry Casanova); si vede la volontà di Wheadon di fare qualcosa di diverso, di dare al cattivo una motivazione che non sia la solita “stamattina mi sono alzato male quindi ora spacco tutto!” come facevano Loki e Malekith; e non lo ringrazierò mai abbastanza per aver dato spazio a Clint Burton, alla Vedova Nera e Hulk, che ora non sono più riempitivi.

    Ma davvero: non c’è storia, Ultron è un cattivo pretestuoso, i buchi di sceneggiatura sono malsani (che c’entra la visione di Thor? A dove porta? Come fa a spuntare di punto in bianco alla Avenger Tower per dare vita al mostro di Frankestark?) e Iron Man e Cap sono solo i super buoni.

    Per carità, è un film divertente, un susseguirsi di PIM! PAM! BOOM! MAZZA CHE GNOCCHE! senza un vero momento morto; ma sa tutto di già visto e non coinvolge, quando “The Winter Soldier” e “Guardiani della Galassia” riuscivano in tutto.

    Naturalmente il fattore “gnocca” aggiunge molto: Scarlett e Cobie sono sempre gnocche, la ciaciona Olsen voglio sposarla e Linda Cardellini credo che più invecchi e più diventi bbbona.

    Tra l’altro: solo io ho notato come quel mandrillo rattuso di Occhio di Falco faccia le cose a tre? Fortunello bastardo XD

    • BohBeh

      la visione di Thor penso abbia gettato le basi per Thor Ragnarok (il terzo film)

    • BohBeh

      che poi quando è iniziata la visione di Thor volevo nascondermi dal ridere in quanto ha involontariamente citato Maccio Capatonda nella terza stagione di Mario.

  10. J.I. Abrams

    Ciao a tutti! Qualcuno mi può spiegare la pozza d’acqua dove va a immergersi Thor? Io sono scemo e non ho capito!?

    • Sinceramente nessuno l’ha capito: dovrebbe essere un riferimento alla mitologia Norrena che dovrebbe fare da ponte al successivo “Thor: Ragnarok”, ma è talmente buttato lì che davvero non si capisce perchè lo abbiano messo.

    • Anal Smithee

      Esatto. Temo che nella oretta circa di film che hanno tagliato prima dell’uscita in sala venga spiegato molto meglio.
      Praticamente Thor ha una visione che lo spinge a fare quello che fa, e che fa da collegamento a Thor 3: Ragnarok.
      Come la parte su Serkis che ruba il vibranio dal Wakanda a Black Panther e (secondo me) la parte finale con l’accademia Avengers vira verso Civil War.

    • BohBeh

      per fortuna che il regista ha dichiarato che la versione home video sarà strapiena di scene tagliate, addirittura c’è un rumor di un’edizione estesa col finale alternativo (?)

    • Steven Senegal

      Son contento. Praticamente non bastano 2 ore e mezza e 17 film per dire tutto, no devo sospendere il giudizio fino al b ray. Dopo possiamo leggerci pure le fan fiction e sederci attorno a whedon davanti al caminetto

    • Past

      concordo…il biglietto uno la paga intero mica a rate…

  11. Past

    Ma iron man 3 e’ stato messo fuori continuity o sbaglio….?

    • Gojira Sauro

      Non è che è stato messo fuori continuity: non c’è mai stato, era la sceneggiatura per Arma Letale 5 che Black teneva nel cassetto da anni e che ha riadattato per infilarlo a forza tra le Marvellate.

    • Anche io non ho capito molto, ma la mia impressione è che sia questo Age of Ultron ad essere fuori continuity…

    • Mah, a dire la verità non si fa riferimento in nessuna parte del film al suo cuore malandato e anzi, nel petto non ha più il led bianco.
      Le armature potrebbero semplicemente funzionare con un generatore arc inegrato direttamente su di loro e non com’era prima, dal petto di stark

    • BohBeh

      e dire che IM3 è stato il film che mi ha avvicinato al resto del MCU, perchè prima di quello, li ho saltati tutti tranne gli altri due IM, per qualche oscura ragione. adesso non me ne frega più niente e li voglio vedere tutti fino all’ultimo.

  12. Zartagnan

    Pro:
    – dopo ogni scena di botte e di BOOM dicevo “vabbè, ok questa è insuperabile”. E regolarmente venivo smentito dalla scena successiva;
    – finalmente gli Avengers diventano un po’ più 3D a livello di caratterizzazione; – finalmente hanno fatto sparire Pepper e le altre figae assolutamente inutili
    – Evviva/La Visione
    – Mark Ruffalo è l’unico che “recita” e lo fa davvero bene
    – resta comunque una figata
    Contro:
    – la dentiera fissata male del doppiatore di Samuel N. Fury
    – la sequenza di Hulk vs Ironman bella ma… lo dico? Dopo 5 minuti un po’ mi ha annoiato;
    – Quicksilver col mal di milza: ma vah
    – le battute di Tony Stark che ok è cool etc ma siamo al quarto film e ormai fa la figura dell’amico che vuole far ridere a tutti i costi ma sta sul culo un po’ a tutti
    – la scena dopo la prima parte dei titolo di coda: ancora?!?!? Eddai…

  13. Axel Folle

    Giù con Stanlio su tutta la linea. AAoU lo vedrò stasera ma il primo già non mi fece sbragare proprio per quella sensazione descritta da Stanlio.

  14. BlackPorkismo

    Il rischio e che sia tra un pò una saturazione di film di supereroi,il pubblico potrebbe stufarsi forse non basteranno più le tonnelate di cgi.
    @Stanlio Kubrick hai ragione della mancanza di umanità dei supereroi,essendo degli dei della mitologia moderna risulta difficile immedesimarsi,infatti un mio film preferito sui super eroi à Darkman di Raimi.

    • axel folle

      avevo pensato allo stesso esempio. Manca totalmente la genuinità di un Darkman (che i 400 dovrebbero recensire) in tutti questi film marvel

  15. Roundhouse al Road House

    La cose migliori del film :
    Ruffalo,con l’umanità e spessore che regala a Banner e anche solo per la faccia che fa tra le bocce della Scarlett.
    Hawkeye e la casa in campagna.
    Le pizze tra Hulk & Hulkbuster (che sono meno noiose di quelle in Man of Steel)
    Hulk calmato dalla Scarlett.
    I dialoghi Visione/Ultron.
    La visione di Thor.
    Le bocce della Olsen.
    Cobie Smulders da ogni angolazione.
    Party con Mjolnir.

  16. AndeA

    Ho letto che hanno fatto tagliare a Whedon *quasi un’ora* di riprese e infatti nei trailer si vedono scene che poi nel film non ci sono. Probabilmente quella parte è vittima del taglio, cosí come il piano di Utron che sembra non avere molto senso. Mi sa che tocca aspettare la versione estesa.

    • alan bleach

      Sta storia della versione estesta è una delle più grandi STRONZATE mai creata per giustificare la merda.

      Se non sei capace fare un film coerente in 140 minuti è perchè sei stronzo, non perchè hai subito tagli. E io delle versioni estese mi sciaquo le palle, dal momento che pago i film che vedo al cinema e che comunque non investirò tre ore della mia vita a rivederlo in dvd.

      Ma questo è un discorso generale, che non riguarda necessariamente questo film: a parte Thor alle terme, non mi è sembrato che avesse grandi problemi in questo senso, e personalmente l’ho trovato molto meglio del primo sotto tutti i punti di vista.

    • Il Reverendo

      @alan
      hai perfettamente ragione. esistono rari casi in cui le director’s cut o le versioni estese hanno effettivamente senso di esistere, ad esempio perchè la censura rovina il film (per dire, uscisse la versione di due ore di hard target penso correrei in strada a ballare nudo sotto la pioggia)
      ma sono casi davvero rari.
      per il resto se non ce la fai a mettere in quelle due ore che dura il film quello che avevi da dire significa che, da regista, hai sbagliato il film.
      non ti puoi giustificare dicendo ”no ma poi nel dvd vedrete quante belle cose”. spiace ma no.

  17. Il punto di partenza per me era non dico molto, ma abbastanza tiepido, diciamo come il tè caldo lasciato lì a raffreddare perchè sennò mi brucio la lingua: tanti cinecomics negli ultimi tre anni magari non mi hanno usurato il filone, però il pantone dei colori del costume si è un po’ sbiadito, complice il format seriale funzionalissimo per portare avanti il discorso, ma un po’ imbrigliato per sua natura, e con la museruola del PG-13 (quella sensazione che purtroppo avvertivo un po’ anche con Guardiani della Galassia, che mannaggia, figo e tutto, però ogni tanto lo sentivo il motore grattare perché accellerava fortissimo con il freno a mano tirato). Un po’ lo snobismo poi faceva il resto, perché tutta quella gente lì al cinema che mi fa fare la fila e mi costringe a sedermi in posti improbabili un po’ vorrei vederla anche per altra roba, ma quello è un istinto malvagio che probabilmente val la pena combattere.

    Ecco, nonostante tutto poi ne sono uscito con una sensazione comunque bella soddisfatta, da persona satolla, senza nausea, che non ha bisogno di girar l’angolo a stracciare come n’imbriacone perché ne ha avuta troppa.
    Funzionare, funziona, c’è un certo equilibrio nello sviluppo dei personaggi, con tutte le attenzioni in più che son state date al notoriamente sfiguz (come superpotere) Hawkeye, ci sono le scene fighe e ben coreografate (anche se vanno in decrescendo, dall’attacco all’Hydra al megafinalone un po’ monocorde, e proprio le prime le ho purtroppo viste da una collocazione infame, prima di piratare un paio di poltroncine più indietro rispetto allo schermo e salvarmi dall’epilessia), ci sono le amputazioni per omaggiare Guerre Stellari, e sono gustose, ci sono battutine meta sulla parolacce che a me fanno pure ben sperare che vogliano essere una risposta del tipo “Sì, ok, l’abbiamo capito, il PG-13 sta strettino anche a noi, e mo’ vedi,/&%%”%&%).

    Retrogusto buono che fa pure soprassedere su qualche svolazzo che magari non vien fuori così aggraziato (ciao a tutti, sono Thor, mi ponevo delle domande dopo il mio incubo nero nero, ho chiesto risposte, le ho avute fuori campo, risolto! – Come fanno gli sviluppatori quando ti sistemano il problema ma non ti fanno sapere come cazzo hanno fatto) e (cerco di metterla sul vago, ma potrebbe essere spoiler, fate attenzione) la mossa più ruffiana di Brand Architecture che riesca a immaginare per risolvere un problema su un personaggio (*Brand Architecture* è una parola stronza che ho appena inventato per dare un nome alla professione del *Brand Architect* che si mette lì, ti dice che un personaggio sta male nell’insieme perché il tuo vicino di casa l’ha già comprato e l’ha messo in casa in un’altra posizione che lo esalta che è una meraviglia e allora no, riportarlo indietro all’Ikea. Cioè, ho inventato una parola stronza per un’attività un po’ stronza).

    Però, son peccatini veniali e se son partito dalla moderata diffidenza da postromantico disilluso ne son uscito comunque contento. Adesso l’unica roba da risolvere, ma magari l’intenzione è proprio quella di arrivarci con il tempo, è quello arrivare al punto che non hai bisogno più nemmeno di dimostrare coerenza a tutti i costi e i supereroi diventano quella tavolozza di colori da utilizzare un po’ come vuoi per fargli fare cose tudefade e sempre diverse com’è nei fumetti. Voglio dire, magari con la storia di essere degni del martello ci arriviamo a Thor alieno e a questo, dai dai dai…

    • BohBeh

      “Voglio dire, magari con la storia di essere degni del martello ci arriviamo a Thor alieno e a questo, dai dai dai…”

      Beta Ray Bill? :D

    • Yep! Illo!

      Che ben si presta al crossover con i Guardiani della Galassia, mumble…

  18. J. J. Brahms

    L’ho trovato molto piu’ corale rispetto al primo, ottima la scelta di dare risalto a quei personaggi (Hulk, Vedova Nera e Occhio di Falco su tutti) che nel primo erano comprimari (di lusso, ma pur sempre comprimari).
    Poi, ragazzi… ROBE… robe grosse che si picchiano con coreografie bellissime, robe che esplodono, carrellate e piani sequenza che ti danno la stessa esaltazione infantile del primo nella battaglia finale, ma di piu’.
    In quattro/cinque momenti ho avuto i bbbrividi.
    Voglio la versione estesa SUBITO.

  19. Toni Già

    Alla fine sono contento che Whedon lasci il campo ai Russo per Infinity War perchè Winter Soldier è superiore a Age of Ultron; è più equilibrato, meglio svolto, azione più incisiva.
    Non per niente Cap è il mio personaggio preferito tra tutti (e subito dopo viene Hulk) perchè è l’unico che mena le mani oltre lo scudo, mentre Thor e Iron Man tra martellate e razzi fotonici annoiano. Le scene più fighe ce le ha sempre lui il Capitano mio Capitano forse perchè meno onnipotente degli altri.

  20. Darko Ramius

    Pensavo peggio.

    Bello l’equilibrio globale tra i personaggi e bello il fatto di mettere in evidenza Hawkeye/Hulk/Vedova rispetto a chi invece ha nei suoi film lo spazio necessario a strutturare il personaggio. E questa per me è la cosa migliore del film.

    Ultron avrebbe potuto essere un villan complesso e di spessore, ed invece è veramente scriptato con l’accetta. Pure il solito esercito di cloni, che servono solo a far perdere tempo, non aiuta a creare una minaccia che possa tenere lo spettatore quel minimo in ansia. Io sono stato relativamente teso fino -SPOILER- all’apparizione di Visione. Da lì in poi ho capito che il più fico era tra i buoni e allora ciao.

    Il montaggio fatto con l’accetta mi è parso evidente.
    Anche io ho avuto qualche passaggio troppo buio e/o fuori fuoco (The Space Cinema – RM)

    Umorismo decisamente peggiorato (a parte qualche chicca tipo il festino con Mjolnir). Le battute di Stark spesso davvero forzate e superflue.

    Poco Shield (magari colpa dei tagli)

    Comunque, in generale, buon equilibro ma troppo “more of the same” e poco “wow” e, per quanto mi riguarda, #teamStanlio. Anche se i pezzi son belli tutti e tre.

    p.s.
    Il momento più fomentante durante la serata è stato il trailer di Mad Max!

    • BohBeh

      il trailer di Mad Max… e subito dopo quello di Child 44, che quello di fianco a me ha iniziato a dire “MACCOSA, ancora Tom Hardy?”, io volevo quello di Star Wars.

  21. Ang Lee Birds

    insomma sto avengers 2 a me ha intrattenuto, al cinema è godibile. Ottime le parti con tutti i supereroi che combattono insieme, o contro. Certo ha dei difetti che danno fastidio, perché sono sempre gli stessi. Cacchio ho apprezzato molto la rivalutazione di ociodifalco che nel primo è scritto malemale e in questo tiene su tutta l’ultima parte. Perché se mi dici 2 anni prima che sono tutti riconfermati per i 3456 seguiti io che cavolo dovrei temere se il Cattivo è anche na merda? Ma un Villan degno di questo nome quando lo vedremo? poi sta nuova banda di cui 2/3 non ha fatto nulla per tutto il film? Cioè sono i panchinari di quelli che si sono scocciati di prendere pizze in faccia? Per me se in fase di scrittura Ultron lo facevano fare a Visione era mooolto meglio. Potentissimo, mica un ferro vecchio. Infatti poi è usato malissimo perché appunto troppo potente. Anche la minaccia finale abbastanza maccosa. Tecnicamente mi ha abbastanza deluso il montaggio. Anche nel primo c’erano un sacco di difettucci ma questo probabilmente è colpa dei fottuti produttori spaccacazzo. Detto questo mi devo ricordare sempre che è un film per 14enni che non si fanno le seghe mentali come me che ne ho 20(sigh) in più

    • Ang Lee Birds

      Dimenticavo che al cinema da me è partito subito il film senza trailer di Mad Max.. volevo uscire e andare a picchiare forte quel ciccione di merda che possiede l’unico cinema in città e fa il cazzo che vuole

  22. Food Job

    Come mai avete fatto perdere il sonno avete levato il sonno al povero Michael Bay con l’accusa che in Transfomers non si capiva nulla nelle scene d’azione, e invece qui non battete ciglio di fronte a sequenze in cui Non Si Capisce Una Fava? Ma che scene di combattimento sono? Inquadrate così da vicino che nemmeno un batterio sul vetrino di mio cugino Ciro (Ricercatore Universitario) e così veloci che non capisci in che posizione sono le mani, i piedi, le teste, chi colpisce cosa, chi va a finire dove?

    • david

      Concordo al 100 %. Whedon è assolutamente inadatto per progetti del genere, nonostante la deriva televisiva della serie è meglio se si rintana in tv

  23. My two cents, con annessi spoiler:
    bel film, un pelo meglio il primo, mi è francamente dispiaciuto che Hawkeye avesse quel finale lì che a quanto pare non comporta seguiti; Visione meglio di così mi sa che era impossibile farlo, però comunque rendeva e rendeva piuttosto bene; occasione sprecatissima per un supervillain come Straucker che si vede in 2 minuti e poi schiatta, quando poteva promettere faville. Idem per Quicksilver (a sto punto perchè mettercelo?), che perde a mani bassissime col Quicksilver di casa X-Men.Un (bel) po’ maccosa il love intrest Banner/Romanoff, ma ci si può soprassedere
    Storia non banale anche se semplice fino all’osso.
    Non ho francamente capito com’è che a un certo punto Thor CAPISCE TUTTO e permette la nascita di visione con due fulmini.
    Un paio di maccosa sono evidentissimi, tipo: uso un intelligenza artificiale creata dall’Hydra per creare il supermegarobot che protegge il mondo, poi mi stupisco se questi viene un pelo male. Però dai, visto che ci sono CI RIPROVO, alla seconda andrà meglio son sicuro.
    Doppiaggio leggermente sopra la media, anche se in inglese son sicuro che è un’altra cosa (non vedo l’ora di sentire Spader gigioneggiare).
    Alcuni combattimenti confusi, soprattutto quello iniziale, ma veramente molto bello Hulkbuster vs Hulk.
    Il combattimento in Wakanda preannuncia l’arrivo del film su Black Panther (io mi aspettavo una comparsata anche qua), mentre continuo a non apprezzare l’armatura di War Machine (troppe poche armi)

    Direi un 7/10

    • barbalbero

      al giurassic Park è la quarta volta che clonano dinosauri al grido di “cosa mai potrà andar male stavolta”.. percui…

    • Possibile Spoiler:

      Scommetto che prima o poi immergeranno QuicKick-AsSiler nella vasca della vita (o come diamine si chiama il sarcofago di Visione) e lo fanno tornare in vita.

      Scommetto che lo faranno in Infinity War, ma è possibile che lo facciano già in Civil War

    • Non mi stupirebbe, visto anche come si è evoluto il pg nei fumetti.
      Però effettivamente l’ho trovato uno spreco di personaggio, per il modo in cui è morto e per l’uso che se n’è fatto effettivamente nel film

    • BohBeh

      a proposito di doppiaggio, ma che è successo alla voce italiana di Nick Fury?

    • HomemAranha

      L’intelligenza artificiale non è creata dall’Hydra, è già presente nello scettro di Loki e si realizza come l’applicazione pratica (operata da Stark e Banner) dello studio sulla gemma della Mente. Un po’ come studiare la meccanica del cervello per costruire una rete neurale artificiale.

    • Bruce Duke

      “se vi fanno male, fategli più male, se vi uccidono, resuscitate”…ehm

    • @HomemAranha: sì però loro mica lo sapevano. A quel che ne sapevano Stark e Banner, quello era lo scettro di loki, non necessariamente un tizio affidabile da cui ricavare un intelligenza artificiale, sopratutto se si considera che lo scettro controlla le altre menti (e non in meglio).
      Della gemma vengono a sapere DOPO, sopratutto DOPO che Visione è stato costruito. Mi pare un’ingenuità abbastanza grossa.

  24. david

    Filmetto senza pretese, almeno a questo giro non avete paragonato Whedon a kubrick come quasi quasi facevate l’altra volta

  25. the Bat(Mat)

    Belle recensioni, temevo l’effetto “è brutto perché è fatto per i nerd dei fumetti e noi siamo nerd degli stunt thailandesi e degli horror che so’ meglio”.

    Remo controcorrente e dico che l’ho trovato superiore come film al primo (che rimane insuperato però nel fattore “wow l’hanno fatto!!”).
    Sono molto d’accordo con Stanlio sull’importanza data a hawkeye/casa in campagna/vita normale.

    Ripensandoci credo che i due cardini che – per me – hanno stabilizzato il marvelverse cinematografico e fatto apprezzare ancora di più Age of Ultron siano stati i Guardiani della gallassi e Winter Soldier. Puoi mettere su un universo in cui c’è Thanos e cose assurde e divertenti e, al tempo stesso, un simil-bourne contestualizzato con i supereroi.
    Il risultato – nella mia testa – è che la premessa “Gli ex nazi dell’Hydra stanno facendo cose zozze con lo scettro di Loki e la tecnologia aliena, dobbiamo fermarli con un attacco militare!” non è solo fica – perché lo è – ma anche accettabile e logica nel Marvelverse.
    Mentre appunto la DC affossa tutto con un “lo vorrei grounded, ma non lo so”…

  26. cicciobenzina

    bo io non mi ricordo nemmeno se ho visto il primo.
    ma poi faccio casino con sti mille supereroi figurati so tutti uguali mi piace solo hulk.
    ma il primo qual’è quello dove c’è quello blu?….e se quelli non sono gli avengers chi cacchio sono? i fantastici 4?

    ah comunque grazie al tipo che ci ha confermato che il titolo del pezzo è una citazione dei soundgarden non ci potevamo arrivare era troppo velata

    • Past

      Infatti ho messo un punto interrogativo alla fine per sapere se la citazione era voluta o meno visto che mi pare un po’ buttata lì senza apparenti collegamenti che non ho ancora colto, sempre se ci sono…stu kiddion!

    • Hai visto che c’era pure il collegamento? Pensa che bravo che sono stato, che a questo turno non ho scritto un pezzo ma almeno ho messo un titolo che piace…

    • Anzi, ti anticipo che la rece del terzo si intitolera’ “Fell On Black Widow”.

    • Past

      eh ma la tua sul film la voglio(amo) sapere comunque, mica te la scampi…

    • E’ meno interessante di quella che hanno scritto gli altri. Mi ha lasciato tutto sommato indifferente, ma con la stima intatta.

  27. Wuwazz

    I punti deboli che potevano (sicuramente) migliorare, secondo me sono:

    1) Un Tony Stark un po’ sottotono rispetto agli altri film;
    2) si sono dedicati abbastanza alla caratterizzazione di Ultron, ma hanno clamorosamente mancato il bull’s eye;
    3) chi ha visto X-men days of furture past, non può che guardare quicksilver e pensare: “non ci siamo. non ci siamo neanche per un cazzoniente”;
    4) lo scontro finale ok far scazzottare gli Avengers ovunque, ma la chiave di volta per migliorarsi rispetto al primo film poteva essere una parte dedicata ai vendicatori (tutti) contro Ultron (da solo) in cui si capisse veramente la sua forza devastante. Invece ci sono due cazzottini di visione e poi i 3 raggi laser (inguardabili per un adulto, da bner per i bambini) di Thor Iron Man e Vis.
    5) la scena alle terme di Thor;
    6) La scena della nascita di Visione poteva essere gestita meglio.
    7) Il montaggio e la regia in alcuni punti: non ci siamo proprio.

    Ho letto da qualche parte che la versione home video avrà 30 minuti in più. Forse alcune parti risultano montate e girate “a merda” a causa dei tagli. staremo a vedere.

    Per il resto mi sembra che ci siamo

  28. Anal Smithee

    George Rohmer: il particolare del mantello di Visione.
    Io ho pensato quasi esattamente la stessa cosa. E tu hai azzeccato perfettamente la differenza tra i film DC e quelli Marvel :)
    E’ tutta lì, in un mantello che non ha senso di esistere ma che CI STA perchè SUPEREROI. E nel momento in cui lo materializza la suspension of disbelief è ingranata e lavora e solo dopo, usciti dalla sala, casomai uno ci pensa.
    Ma lì dentro, quando lo fa, FUNZIONA.
    (I love you)

  29. Rocco Alano

    Ultron è un po’ la versione yankee di Cell (ma vale anche il contrario).

    • Guarda, anch’io ho pensato subito che sto film in realtà è il live action di una puntata di Dragon Ball. Però con molta meno violenza e coerenza nella trama.

  30. Wuwazz

    Un’altra cosa che stona mortalmente:

    va bene che i Vendicatori escono trumatizzati dallo scontro con Scarlet Witch, e un po’ sono tristi tristi, ma questo non giustifica discorsi tipo: “OH MIO DIO NON RIUSCIREMO MAI A SCONFIGGERE ULTRON PERCHè è TROPPISSIMO FORTE”; e non mi sembra neanche che si siano “divisi” più di tanto…
    L’effetto crisi dell’istituzione avengers non mi sembra così marcato…

  31. Schiaffi

    Guardabile soltanto se gratis in streaming durante il ripiglio della domenica e soprattutto con la qualità cam che maschera quell’orrendo robot bislungo con la faccia da vecchietto triste con le labbra secche. Poi vabbè pordenone che vola con i mega motori sotterranei costruiti da nn si sa chi + evacuazione civili con 2 barconi volanti dei libici, è una mossa talmente mongoloide che non avrebbero il coraggio manco di metterla in qualche storia di zio paperone. Bello anche hulk per l’ennesima volta uscito dall’intro di qualche videogame e quel tizio viola che pare un’ustione da solarium + quell’altro in giro con le reebok e i leggins diobono

    • Ang Lee Birds

      Quando ha preso le adidas per andare a combattere mi è salito lo sconforto, insieme alle cuffie per calmare Bruce. Ok che costicchia fare film però ancora con sto product placement. ll più esagerato però rimane quello della Lancia con la Y degli anni 2000.
      AH SE SOLO AVESSI PARTORITO I CONCEPT PRIMA a quest’ora avremo Avengers: Age of Whore Redeemer

    • BohBeh

      PORDENONE AHAHAHAHAH sono morto

    • Past

      ma quindi la parte girata in italy era per farla sembrare un paese scrauso dell’est europa subito dopo l’URSS…bella merda…meglio quando ci fanno sembrare tutti mafiosi e corrotti…

    • BohBeh

      essì, ma si sono dimenticati di togliere i cartelli del senso unico italiani

  32. Lette rece e commenti, mi sembra ci sia un accordo generale sul fatto che Ultron è un cattivo debole. E la regola dice che se il cattivo è debole pure il film è debole, sorry. Che poi non conosco i fumetti ma bastava poco per renderlo più minaccioso e carismatico, pure Johnny Depp AI in Transcendence era più badass e ho detto tutto.

    Parlando di cose serie, ma perché la Vedova viene friendzonata da tutti? E’ dal primo film che stuzzica e si aggira con una voglia pazzesca ma riceve solo due di picche a ripetizione. Che i maschi del gruppo tra loro siano un po’ più che superamici?

    • Il Reverendo

      magari la vedova non si lava. una può essere figa quanto vuole, ma se puzza di ascelle o ha l’alito fetente ciaone.

    • Per sapere veramente se viene friendzonata in realtà bisogna capire se tra un film e l’altro, quando la Disney non guarda, gli altri schiacciano.
      A quel punto gli altri Avengers sono dei mascalzoni e lei un po’ zoccola.

      PS: c’è un poster promozionale che gira, mi dicono, con tutti i personaggi abbinati alla loro catchphrase fica. Quella di Vedova Nera è “Ehi, bel fusto”, che fa andare indietro di 300 anni la lancetta del femminismo e con quel vestitino nero attillato di pelle le assegna automaticamente il presidio del crimine sotto i lampioni…

    • Per quanto riguarda Ultron invece: faccio il bastian contrario e dico che alla fine non mi è spiaciuto. Intendo: è una macchietta, ha un piano ridicolo, la campagna militare contro la Val d’Aosta piuttosto inconcludente, ma in tutta la sua campiness, me lo ricordo, che è più di quanto possa dire dei sagomati di cartone utilizzati come villain nelle produzioni Marvel.

      Certo, è come far combattere Priscilla la Regina del deserto contro i Navy Seals, e vien da piangere a pensare che per ottemperare alla Rule of Cool destinata a una squadre di primedonne di buoni l’unica soluzione pensata sia che si debbano sacrificare i cattivi (e sarei molto contento se risolvessero la situazione come hanno fatto, di fronte a un problema simile, con FF7, cioé mettendo un Jason Statham a prendere tutti a calci nel culo e spuntare nei momenti peggiori come un bubbone sullo scroto a rendergli la vita miserabile).
      Però da lì non ne usciamo finché non si sorpassa il problema più generale (che gli altri commenti han tirato fuori anche sulla situazione Hulk VS Hulkbuster) sulla sterilità generale dei conflitti (sterilità = se non sprizza il sangue, non si rizza).

    • Anal Smithee

      Oi, SPOILERS

      Aspetta, il piano era la DISTRUZIONE DEL MONDO ed è ridicolo di per sè, ma non relativamente al genere del film: allora dovrebbero puzzarti proprio i supereroi.
      La Sancazzia di Sopra era il posticino inculato in cui la Hydra aveva la base con i motoroni gravitazionali e che quindi lui usava per distruggere la terra. Tutta quanta. La Sancazzia volante doveva essere il meteorite che distrugge la vita umana, come i dinosauri prima degli uomini e come dice Ultron stesso dice a Visione, paragonando gli uni agli altri.
      Voleva fare tabula rasa del genere umanno e sostituirlo in toto con il nuovo Se Stesso, cioè visione stesso.
      Così come Stark non prevede la ribellione della sua creazione, Ultron, così lui non prevede quella di Visione.

    • Bombé

      Ma infatti non capisco perchè si ostinano tutti a dire che il piano di Ultron non ha senso e poi osannano Loki nel primo film.
      Facciamo il punto:
      A Ultron sta sul cazzo l’umanità, decide quindi che deve eliminarla e crea un gigantesco meteorite grande quanto un città. Sai com’è, se ha funzionato per i dinosauri andrà bene anche per quei minchietti, no? Per me ha abbastanza senso.
      A Loki invece sta sul cazzo Thor e vuole regnare su Asgard, quindi si fa prestare un esercito da Thanos. Solo che per “invocare” questo esercito ha bisogno del cubo cosmico che si trova sulla Terra e di cui si appropria a inizio film. In seguito si fa catturare dalla cumpa del fratello per mettere zizzania visto che la suddetta cumpa è l’unica che può mettergli i bastoni fra le ruote e nel frattempo fa aprire il portale con cui far arrivare l’esercito alieno che distruggerà New York perchè gli stanno sul cazzo i Vendicatori e LUI VUOLE REGNARE SU ASGARD! In cosa, distruggere New York, aiuterebbe Loki nei piani di conquista di Asgard a parte togliersi dalle palle il fratello? Cosa che avrebbe comunque potuto realizzare in altre maniere molto più semplici, e che appunto avviene in ogni caso alla fine di Thor 2.
      Poi vabbè, entrambi i film hanno i loro punti deboli e i loro punti di forza, ma secondo il mio modesto parere al secondo giro Whedon ha centrato abbastanza il bersaglio, avrebbe soltanto avuto bisogno di più tempo per diluire meglio il tutto (vedremo se l’edizione estesa mi darà ragione o meno).
      E’ per questo che sono sempre più sicuro che i supereroi funzionano meglio nell’ottica seriale che in quella di singoli film (come ha dimostrato ampiamente Daredevil).

    • No no, per l’amor del cielo, a prescindere dagli esiti patetici del piano, d’accordo la distruzione del mondo e tutte le grandi ambizioni da villain molto pulp, pure dichiarate in fin della fiera (tipo nella scena in cui finge di essere lì lì per tirare le pezze ai buoni, ma, SHYAMALAN TWIST! parte la centra in da la fazza senza se e senza ma), il che tutto sommato io lo trovo gustoso. Quindi vale esattamente quanto il mantello di Visione: nel contesto è perfettamente sensato, anzi, c’è un po’ il valore dell’operazione dei supereroi Marvel, dentro.

      Manca ancora quel po’ di grinta però che dovrebbe fare (e di solito fa) di ogni cattivo un scene-stealer: i fumetti Marvel sono pieni di cattivi così, anzi, qualche volta c’è anche chi passa la barricata e va a fare il dissidente antagonista, tipo Hulk o Iron Man intendendo in un certo modo la Civil War fumettistica (che con l’archiviazione della pratica “scioglimento & New Avengers trattata com’è stato fatto nel film, ormai metterei una mano sul fuoco – che già stava a media cottura – direi non vederemo mai “in quel modo lì”).

      Però è anche vero che il senso dell’operazione portata in porto a gonfie vele dai film Marvel-continuity è evitare il realizzarsi della regola: The Good is Dumb, e a quel punto la possibilità del pubblico che va a tifare per il cattivo diventa veramente una minaccia che ti manda in vacca tutto quello che hai portato a casa.

      Loki permettendo, naturalmente (e ho il sospetto che si potrebbe commentare sulla questione…)

  33. Taccagno

    Del primo mi era piaciuto solo la grande battaglia di New York, il resto noia e disperazione. Se avrò tempo e coraggio andrò a vedere anche questo, anche se leggendo alcune recensioni in giro si evidenzia molto di più che in questa sede come la trama sia piuttosto lineare e ripetitiva.

    Ma ci sono anche le buone notizie: Il caro Joss in futuro farà ben altro, e manca poco a Max.

  34. Sydney Pollock

    Forse perchè mi trovo nella sua stessa situazione, ho trovato più vicina alla mia sensibilità la recensione di Stanlio, che riassume grossomodo anche il mio pensiero (complimentoni vivissimi anche alle altre recnsioni comunuqe).
    Un paio di note a margine: il film mi è piaciuto ma non mi ha esaltato durante la visione (ah-ah). Durante tutto il film, in particolare nelle scene d’azione, c’era come la sensazione di voler essere spettacolare, come è giusto che sia per un film del genere, ma senza riuscirci, come non è giusto che sia per un film del genere. Per fare un paragone recente: non c’è una scena nemmeno lontanamente maestosa come il salto del palazzo di Fast and Furious 7. E qua ci sono persone con superpoteri che potrebbero fare qualsiasi cosa.

    PS: la vignetta di Quicksilver mi ha spaccato in due dalle risate
    PPS: ho trovato Elizabeth Olsen molto meno attrattiva rispetto al solito (m’ero innamorato di lei in Oldboy finto e anche in Godzilla)

  35. Uwe Pòl

    Due errori nella recensione:
    Casanova: non è abbastanza ciaciona per essere ciaciona!
    Stanlio: i problemi dell’alcolismo erano in Iron Man 2 non nel 3.

    Detto ciò ho notato che un po’ ovunque si faccia riferimento ad Iron Man 3 come ad un film in cui Tony dice addio alle armature quando non accade affatto. Non capisco perché.

  36. kaiser

    Deludente sotto varo aspetti. Non arriva neanche fra i primi 3 della marvel. La serie di daredevil chiaramente è sopra tutto quello che ci hanno propinato.

  37. annaMagnanima

    “Che sono gli dei della mitologia moderna e vanno presi per quello che sono, con tutti i loro aspetti affascinanti ma anche quelli ridicoli.” questa frase mi ha tuffato carpiatamente nel ricordo del libro AMERICAN GODS di Neil Gaiman e solo per questo esprimo massima ammirazione a @GEORGE ROHMER. bravò!
    torno a leggere.

    • Il Reverendo

      brava, quello è un signor libro! l’ho adorato, ho comprato anche il seguito ”i figli di anansi” ma non l’ho mai letto. prima o poi rimedio.
      tra l’altro vociferavano di farne una serie tv i cui episodi fossero scritti da gaiman in persona ma anche lì non se n’è più saputo nulla. forse meglio così.

    • Dembo

      Lo stavo per comprare sabato da libraccio, (poi alla fine mi son preso 20000 leghe sotto i mari -mai letto!! 11!- e Revenant) lo stai leggendo quindi? merita? sembra interessante. ..

    • Poisoned Ivy

      @Anna credo che dopo questo commento siamo anime gemelle per forza.
      Il paragone è ovviamente il più calzante di tutti.

  38. Nino Oshii

    Io sono rimasto molto deluso invece..

    Sono una mosca bianca, lo so, ma il film non mi è proprio piaciuto..

    Il cattivo non mi ha mai trasmesso quella sensazione di invincibilità e forza che dovrebbe avere, troppo gigione e fa cose a caso, solo perchè è il super-cattivone.

    L’azione mi è sembrata tutta uguale (eccetto hulkbuster che è l’unica che mi ha un pò gasato ma solo perchè vede come protagonista hulk). Si è vero che il film ne è pieno, ma proprio per questo mi aspettavo un pò più di varietà, dove visto che hai 12.000 super sfrutta le loro peculiarità e non farli combattere tutti alla solita maniera.. Lo scontrone finale mi ha veramente fatto schifo e sbadigliavo alla grande.

    Riconosco la grandissima ambizione del progetto nel suo complesso, dove per la prima volta nella storia del cinema si mette in scena un film che presuppone (per comprendere e “capire” meglio tutte le articolazioni della storia e le azioni dei protagonisti) che uno si sia visto non uno, non due, ma tipo 9 cazzo di film (ognuno con un suo stile etc) e volendo anche una minchia di serie. Questa è sicuramente un’innovazione (non dico per forza positiva) ma qualcosa di originale. Però tutto questo accumulo, avengers 2, non l’ha saputo gestire. Il primo è venuto meglio credo proprio perchè c’era meno roba da sintetizzare e aggregare, questo fa la botta, perdendosi e risultando piatto. Io se non avessi visto Winter Soldier all’inizio c’avrei capito ben poco, così il fatto che non ho visto Dark World mi ha reso abbastanza vaghe tutte le menate sulla lancia e quello che è in grado di creare.

    Poi il ruolo di “protagonista o quasi” dato ad Occhio di falco, a me ha fatto cadere le braccia.. A parte che dai, volerci infilare super di ere geologiche fa che come potere hanno quello di essere robin hood non si può proprio vedere (almeno in questo contesto).. va bene tutto ma combattere una mega intelligenza artificiale avanzatissima con un paio di dardi rende tutto troppo clownesco.. Inoltre la retorica dell’unico umano in mezzo agli dei, che però ci mette più cuore e anima di tutti la trovo stucchevole oltre che piuttosto abusata. Io non sono venuto a vedere umani ma supereroi che fanno roba da supereroi e non ci sono famiglie e pargoli da cui tornare la sera. Se voglio vedere storie di umani vado a vedermi un film di moretti.

    Anche come hanno trattato hulk non mi è piaciuto, ritornato ad essere solo uno scimmione-ammaestrato/scienziato-scemo-che-fa-tutto-quello-che-dice-tony-stark invece che l’elemento anarchico del primo avengers.

    Per questi super (per chi l’ha letto) ci vorrebbero i the boys…

    • kaiser

      Mosca bianca? Ma se su internet è pieno di scontenti, e non solo su intrrnet. E giustamente direi

  39. Sol

    Piacevole, ma trama troppo confusa e raffazzonata, a volte pareva un trailer infinito. Se il primo lo riguarderei anche adesso, il secondo m’ha lasciato un po’ perplesso. Detto questo, non m’aspettavo niente di più e niente di meno. Amen

  40. aisai

    Da Joss Whedon mi aspetto divertimento e azione fracassona ai massimi livelli, e il film è divertente e fracassone ai massimi livelli. Non credo che Whedon sia in grado di offrire altro, e non ha senso paragonarlo a un Raimi, che gioca in un altro campionato (a cui forse, in futuro, potrà ambire Goddard).
    Mi sembra meno riuscito del primo, ma per ragioni fisiologiche e inevitabili:
    – C’è meno tensione, sia nello sviluppo della storia che in singole scene (il già citato duello Hulk-Hulbuster). Il cattivo non è debole, mi pare più che altro secondario, un semplice pretesto per fornire informazioni e sviluppare i personaggi. In generale sembra il classico episodio interlocutorio, e il suo valore è inevitabilmente legato agli episodi successivi.
    – Non ci sono clamorosi maccosa, però ci sono molte situazioni risolte in modo frettoloso. Non sapevo che il montaggio si fosse portato via un’ora di film, ma è quello che ho pensato mentre ero al cinema. Al di là del marketing, una versione extended sarebbe benvenuta. Sono d’accordo con @reverendo quando dice “per il resto se non ce la fai a mettere in quelle due ore che dura il film quello che avevi da dire significa che, da regista, hai sbagliato il film.” Non sono d’accordo che il regista non ce l’abbia fatta. E’ un po’ tagliato con l’accetta, ma tutto quello che doveva starci ci sta.

    • Il Reverendo

      ma non mi riferivo a questo caso specifico, la cosa dell’ extended di aou l’ho scoperta qua nei commenti. io dicevo in generale, perchè mi sembra che ormai sia la prassi aspettarsi una director’s cut all’uscita in br, tanto che spessissimo ai registi intervistai per l’uscita del film viene fatta la domanda ”ci sarà una versione dc?”

      che poi le poche volte che dovrebbe essercene una non c’è, altro esempio in questo senso è oldboy di spike lee, dove giuravano che il piano sequenza di brolin che spacca fazze a martellate durasse più del doppio di quanto visto al cine, ma è qualcosa che a quanto pare non vedremo mai.

    • aisai

      Ma io in generale sono d’accordo: l’extended version è il più delle volte una troiata di marketing, e le director’s cut spesso contengono onanismi dell’autore e poca sostanza (a volte la differenza è sottile, pensa alle opinioni divergenti sul DC di Blade Runner: amicizie saltate e bottiglie rotte a strafottere).
      In questo caso mi sembra che manchino pezzi robusti dell’evoluzione pissicologica dei personaggi che avrebbero reso più fluide certe risoluzioni (la nascita di Visione su tutte). E sembrano effettivamente tagliate dopo, piuttosto che mancanti all’inizio. Una extended version in questo caso potrebbe essere migliorativa. Oltretutto il film scorre veloce, io mezz’ora in più me l’accollavo senza problemi.

  41. Corto Russell

    Non ha momenti esaltanti all’altezza del primo, ma ingrana meglio (tutte le volte che ho rivisto il primo ho saltato la prima mezz’ora e sono sicuro di non essere l’unico). Peccato che nelle scene d’azione non si capisca una ceppa, ma il film è la solita gioia delle baracconate Marvel. E voglio anche difendere Ultron, che coi rimandi continui alla fede e all’evoluzione mi ha preso

    • Toni Già

      E dici poco: se vado a vedere un film d’azione pretendo almeno che l’azione sia chiara.
      Cristo a momenti sembrava il peggior (o miglior) Greengrass. Non capisco perchè un passo indietro così rispetto al primo film da parte di Whedon.
      E c’era chi si lamentava delle scene confuse di Winter Soldier: avercene!!!

    • Corto Russell

      Ma lo sapevamo già che l’azione sarebbe stata pasticciata così. Io non ho notato passi indietro, se metto a confronto (per esempio) Iron Man vs Thor con Hulk vs Veronica non ho nulla di cui esser deluso

  42. Federicosly

    Nessun momento esaltante,i combattimenti sono confusionari non si capisce un cazzo,come nel caso di Cap. Vs Ultron sul camion,da mal di testa. Visto mercoledì e già dimenticato.

  43. Gojira Sauro

    Che comunque a me, lettore Marvel di vecchia data e arrivato al cinema con zero hype. Colpa forse della sovraesposizione del genere, del passaggio dell’effetto WOW iniziale e via discorrendo, ma nonostante son rimasto senza la fotta iniziale sono soddisfatto di come stanno gestendo il “nuovo” universo parallelo Marvel da Winter Soldier in su.
    Date queste premesse, a me sto AoU, pur con le sue cazzatone innegabili (esempio SPOILER: Ultron che viene scollegato dalla rete da Vision e non pensa mica a provare a ricollegarsi, no, ma continua a fare a botte con tutti come i bambini scazzati) è piaciuto assai più del primo, dove le scene di botte migliori erano quelle tra loro e il 90% dei combattimenti si risolveva con Gianloki e Pinotthor che venivano presi a coppini sulla testa da Benny Hill formato famiglia e verde tra le risate di tutti. Bello eh, perché non posso negare che mi sia piaciuto, ma se in un film da milioni di paperdollari mi ricordo più le battutine che le scene d’azione, potevano risparmiare un botto e far fare tutto ad Adam Sandler con 10 euro!

  44. Chow Yun-Fart

    Chiisenefregadituttesteconsiderazionicervellotiche !

    NERDGASM !!

  45. malintenzionato

    non s’ono daccordo ma mi battero perche voi posiate ésprimere la vosstra hopinione..

  46. pasqualobianco

    Sono amico del tuo nemico, quindi sono nemico del tuo amico, se il tuo nemico è mio amico.
    Quindi Ultron è mio zio.

  47. X-Meh

    Lo andrò a vedere, ma dalle recensioni e dai commenti ho paura che si rivelerà quello che temevo: poco più del primo, nessun effetto sorpresa. Se anche il nemico è così così allora abbasso le aspettative sperando di cambiare idea, piuttosto che il contrario.

  48. Nessuno

    Quando la Marvl produrrà un antagonista credibile nevicherà all’inferno. Sembravano averci azzeccato, sembravano illudere e invece niente. Il piano di Ultron è ridicolo perchè se sei l’intelligenza, artificiale o meno, numero uno sul pianeta ( che però non riesce a lanciare i missili perchè Jarvis glielo impedisce, si, si…) e accesso ad internet fai impazzire le comunicazioni radio impedendo agli aerei di atterrare, tagli la distribuzione dell’energia, diffondi tutti i segreti dei governi in rete, ecc… Alla fine Ultron è un neonato come Visione, troppo impegnato a diventare umano e perso in deliri mistici per concepire qualcosa di diverso dal copiare la soluzione più improbabile e difficile.

    Dai che un backup da qualche parte se lo era creato ore/giorni prima vero? Non può esser stato tanto sciocco vero?

  49. Zavits

    Visto venerdì, dopo aver sbagliato clamorosamente sala rischiando di sorbirmi Chappie (“Oh, Lu’, ma non è po’ troppo vuota ‘sta sala?” “Ma no, i ggiovini sò venuti tutti a vedè Fastenfurius” “Che tristezza…oh, guarda, il trailer del nuovo medmax, con Bronsos!” ” Eh, quello ce sta da annà a vedello, eh!” “Lu’, me sa che semo sbajato sala, non compare il logo de la Marvel…oh, cazzo”).
    In breve concordo con le recensioni e gran parte dei commenti, e devo dire che ne condivido le critiche soprattutto per alcune promesse non mantenute (Ultron), sceneggiatura a dir poco debole (i fratelli vogliono vendicarsi di Stark ma quando mai qualcuno si è intestardito sui signori Beretta o Kalashnikov per aver prodotto armi?), buchi narrativi ed ellissi che con tutta la buona volontà si faceva fatica a seguire. Però c’è sempre stato un gran ritmo, un utilizzo funzionale dei personaggi, e tutto sommato una evoluzione marcata rispetto al primo capitolo nelle dinamiche interne (una squadra che si muove all’unisono ma che in mancanza di un obbiettivo da colpire sono tra loro molto distanti se non degli estranei) e nelle debolezze che si portano appresso (la manipolazione di Scarlet Witch è uno dei momenti più belli secondo me). Si cala coerentemente nell’universo cinematografico marvel (anch’io avevo un sorrisino ebete all’elegante comparsa del mantello di Visione) ma questo è merito di Kevin Feige; naturalmente chi ha seguito tutti i film e ancor di più chi conosce i fumetti apprezza maggiormente (Visione che salva Scarlet…). Lo definirei un buon film di intrattenimento, un buon sequel ma con con quegli errori tipici delll’insicurezza di chi deve replicare un super successo, quindi tanta roba che ha funzionato nel primo, cioè tante scene spettacolari e tante ironiche strizzate d’occhio ma frullate senza cura.
    Vorrei però terminare questo mio commento lamentando sia all’interno di questo sito che sui vari “luoghi di discussione sul cinema” una sorta di odio nei confronti di questo genere di film, una insofforenza nel suo successo commerciale e in un non tanto recondito auspicio di un sua prematura e rapida estinzione. Come se fosse una colpa il voler far divertire chi ha sognato un mondo strambo di tizi in calzamaglia (anche se non siamo più negli anni quaranta) con poteri ancora più strambi. Io penso che è un genere, o un sottogenere se preferite, che ha un suo pubblico che chiede prodotti fatti bene, che possono essere fracassoni quanto introspettivi, fatti con passione o per puro calcolo ma che come l’action o l’horror può declinarsi in mille modi (e ci sono quasi ottant’anni di pubblicazioni a testimoniarlo) sconfinando anche dal raccontare di “potenziati” ma che siano in grado di raccontare una storia coinvolgente. Abbiamo i due Daredevil, quello brutto brutto brutto del cinema, e quello bello bello bello della tv a testimonianza!

    Detto questo, aspetto il trailer onesto…

  50. annaMagnanima

    @capo, ma i jimmy bobo non li assegnate più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *