Crea sito

È questo il film che state cercando? La rece di Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della Forza

oodg0i8t9lmllgwf2mtk

L’hanno fatto.

Un capolavoro? Ma va’. Un film perfetto? Manco per scherzo. Una nuova storia qualitativamente all’altezza dei (tre) Episodi precedenti? No, no, no.

Un sequel di Star Wars – Episodio VI: Il ritorno dello Jedi? Sì cazzo, e finalmente.

Tutte quelle storie sui set polverosi e gli effetti speciali pratici e il ritorno alle origini, Lucas che s’incazza perché «è esattamente il film che i fan si aspettano», Harrison Ford, Carrie Fisher e il mistero di Mark Hamill che non compare sul poster e forse è diventato cattivo ma che cosa dite il cattivo è un altro? Tutto vero, con una bella passata di mezzi tecnici finalmente sfruttati a dovere nella saga e di belle idee e suggerimenti per il futuro e per gli altri sequel che inevitabilmente aspetteremo con identica fotta.

1-JJKathy-NO-LOGO

E, che ci crediate o no, viene fuori che questa scena è davvero figa.

Perché se Star Wars era la visione di un tizio appassionato di film giapponesi, western, commedie romantiche e soap, innestata su un impianto che mischiava gli unici due generi rimasti fuori dal pastone cioè la sci-fi e il fantasy, Episodio VII è la visione di un tizio appassionato di Star Wars, al quale hanno affidato – primo esempio della storia di showrunner prestato al cinema, credo – il compito di rilanciare l’universo che ama facendo contenti i vecchi fan, gli ex fan delusi, i nuovi fan, recuperando sufficienti elementi dai film di quarant’anni fa per rispettare il marketing che ha sbandierato un ritorno alle origini fin dall’inizio, introducendone di nuovi a sufficienza da lasciare la gente incuriosita e vagamente insoddisfatta. Un pasticcio di equilibrismo che fa sembrare quello che ha dovuto fare Whedon con Avengers uno schema di parole crociate facilitate già mezzo riempito dalla nonna Maria, nel quale Abrams si è districato con una certa goffaggine ma portando a casa un risultato che, in prospettiva futura, è quasi eccezionale.

Voglio dire che quando è finito l’opening crawl dorato che spiega che (immagino sia il primo SPOILER) Luke Skywalker è scomparso, con lui gli Jedi sono spariti dalla circolazione e dalle ceneri dell’Impero è sorto il superfascio Nuovo Ordine, che c’è un robottino con una mappa che porta fino a Luke e che stiamo per conoscere gente che apparentemente non c’entra nulla con il Grande Schema delle Cose e che passerà le successive due ore ad andare alla ricerca del proprio posto nel mondo, il tempo si è fermato, ho ripensato al 1999, a questo e al fatto che nelle prime tre righe comparivano le parole “taxation” e “trade routes”, ho sorriso e mi sono messo comodo.

«Comunque vada» mi sono detto «è già un successo». SIGLA!

Nel 1977, Tonight’s The Night di Rod Stewart stava in testa alle classifiche americane, JJ Abrams aveva 11 anni e Una nuova speranza (al tempo semplicemente Guerre stellari) usciva al cinema. Lo shock di quella prima visione si deve essere bruciato irrimediabilmente nel cervelletto del regista di Episodio VII, che, immagino io, è da allora che aspetta di avere abbastanza soldi e mezzi tecnici adeguati per portare finalmente a compimento l’idea geniale e imperfetta di Lucas.

Quasi quarant’anni dopo i paperdollari di Disney hanno fatto il resto: potessimo eliminare ogni accenno di trama e concentrarci solo su quello che si vede, su come queste guerre stellari vengono messe in scena, ci troveremmo di fronte a un’esperienza ai limiti del sublime. Non ho remore a eleggere la scena di apertura, il primo inseguimento ai danni dei protagonisti e l’ultima, grande battaglia del film tra le sequenze migliori dell’intera saga e tra le più belle mai viste in un’opera di queste dimensioni. Ci sono campi lunghi e campi lunghissimi e paesaggi alieni e relitti immensi (la versione Lucas del vecchio West, qui con molti più soldi) che sorpassano per puro impatto la maggior parte di quanto visto in tutti i kolossal sci-fi degli anni Duemila. Se la vostra più grande preoccupazione era trovarvi di fronte a un’altra sciacquatura di piatti digitale, tutta superfici lucide e texture uniformi e noia, Episodio VII vi commuoverà.

Screen shot 2015-12-19 at 5.45.58 PM

Che poi, il punto è tutto qui: per quale motivo, veramente, andrete al cinema a vedere Star Wars?

Perché siete dei vecchi nostalgici che sperano di vedere i propri eroi tornare in azione? Vi divertirete – più o meno dipende da qual è il vostro rapporto con le strizzate d’occhio e il meta-umorismo e il citazionismo che sta ormai a questi anni ’10 come il pelo stava ai porno anni ’70. Harrison Ford e Carrie Fisher hanno una sorprendente voglia di spaccare culi, e anche (questo credo sia il secondo SPOILER) Mark Hamill gronda carisma nei pochi secondi in cui si degna di mostrarsi, promettendo grandi cose per i prossimi Episodi.

Oppure andrete al cinema perché siete fan scaltri ed esigenti, che aspettano Abrams al varco per potergli rinfacciare che non ha innovato abbastanza, o che ha innovato male, o che non ha idee, o che ce le ha sbagliate? Le sequenze iniziali, quelle che più di tutte fanno realmente credere di poter essere di fronte a un capolavoro (non sarà così, in fin dei conti, ma è OK), contengono una tale quantità di tocchi sovversivi e arguti da mettervi a tacere, voi e il vostro senso critico. Lasciatelo in soffitta e tiratelo fuori il giorno dopo, quando ci starete ripensando a mente fredda: alcune cose vi faranno indubbiamente incazzare, ma almeno vi sarete goduti il viaggio.

Il punto è che Abrams e Kasdan, dovendo conciliare così tanti elementi e interessi sostanzialmente impossibili da far convivere, scelgono di giocarsela facile quando si tratta di dare uno scheletro narrativo a questo colosso. Prendono la sceneggiatura di Episodio IV, cambiano un po’ di nomi, ci innestano un paio di soluzioni prese a prestito da Episodio V e VI e lentamente, studiatamente, ripercorrono le orme di quel film che nel 1977 cambiò la storia, rivisitandone personaggi, luoghi e idee senza alcuna vergogna. Nel frattempo, quasi in silenzio, aggiornano alcuni di questi elementi e ne seppelliscono per sempre altri. Guardare Episodio VII è come guardare la metamorfosi di un bruco, tagliata bruscamente nel momento in cui sta finalmente per mostrarsi come farfalla. È un’esperienza ricca di speranza e a tratti tediosa – mi sorprende dirlo, ma spesso, durante le scene che coinvolgevano il #teamvecchi, mi sono ritrovato a sperare che finissero in fretta e che potessimo tornare a scoprire cose nuove sui personaggi nuovi e vivere con loro avventure nuove invece che sentire Han Solo che ci spiega un’altra volta che il Millennium Falcon ha fatto la rotta di Kessel eccetera.

La carenza di immagini ufficiali di questo film mi obbliga a regalarvi una roba che potrebbe o non potrebbe essere un'orrenda shoppata.

La carenza di immagini ufficiali di questo film mi obbliga a regalarvi una roba che potrebbe o non potrebbe essere un’orrenda shoppata.

Siamo purtroppo arrivati a un punto in cui vi ho detto più o meno tutto quello che posso dirvi senza raccontarvi il film, e per quanto io possa dare per scontato che lo abbiate tutti quanti già visto mi sembra comunque doveroso tracciare qui sotto la linea dello SPOILER, sotto la quale vi avventurate a vostro rischio e pericolo perché non mi risparmierò in alcun modo dal rovinare anche le sorprese più clamorose.

Vi presento la linea dello spoiler:

resize

OK, cominciamo?

Possiamo affermare con una certa sicurezza, almeno credo, che Episodio VII sia un reboot di Episodio IV. Circola questa roba sull’interwebs, alla quale uno potrebbe anche replicare con quest’altra roba e citando il solito Joseph Campbell e il viaggio dell’eroe e le funzioni di Propp. La verità è che non è tanto un problema di replicare gli archetipi – che anzi, poi ne discuto meglio, a volte vengono sovvertiti in maniera deliziosa –, quanto le soluzioni narrative spicciole. Il pianeta che è anche un’arma per distruggere altri pianeti, disattivare gli scudi per facilitare l’arrivo della cavalleria, il dualismo tra il cattivo con i superpoteri e il cattivo militare nell’animo, i droidi come comic relief, le precipitose fughe dai pianeti a bordo del Millennium Falcon…

L’amico Darth l’ha descritto come una “cover band di Star Wars che fa un medley a volume basso al matrimonio di un amico” e non ha tutti i torti, soprattutto in quei momenti in cui, pur di replicare il meccanismo che aveva funzionato al tempo, Abrams e Kasdan gettano il buonsenso e la consistenza narrativa dalla finestra – la spada laser nascosta nello scrigno delle meraviglie nella cantina della vecchia saggia aliena? Davvero? Per quanto ambientata in una delle location più originali e bizzarre del film, quella sequenza e quelle che le stanno intorno sono il pasticcio peggiore del film, il momento in cui la storia inciampa su se stessa mentre fa la corsa a rimettersi in pari con le scadenze dopo aver indugiato a lungo sui nuovi arrivi e averceli fatti vedere in azione in tutte le salse. È tornata la Forza! Gli Jedi esistono davvero! I fascisti sono supercattivissimi e compiono genocidi! Dobbiamo ritrovare Luke! Chiamiamo anche Leia che rimettiamo insieme tutto il gruppo! Ora andiamo da Granny MacGuffin a trovare la spada laser! Il cattivo l’abbiamo già visto quindi ora dobbiamo cominciare a far picchiare tutti!

57313e38-07b7-48b9-99ac-6c5c811d5f68-2060x1236

Cattivi!

È un peccato che a causa di tutta questa fretta il secondo atto di Episodio VII sia un pastone, un vortice di idee vecchie e nuove che si inseguono e si scontrano e fanno a gara per farsi notare e una volta arrivati al climax non si è del tutto sicuri di cosa sia successo, ma poco importa perché la ricompensa è più che adeguata, il finale eccezionale e la curiosità sul futuro immensa. È un peccato perché, a modo loro, le tre/quattro nuove leve sono la cosa migliore del film e meritavano di essere tirate in mezzo all’azione con un po’ più di grazia.

Daisy Ridley, che è l’effettiva protagonista del film e molto probabilmente dei due successivi, è ragionevolmente scarsa quando deve trasmettere emozioni diverse dal “ti spacco il culo” ma è per il resto assolutamente perfetta. Un mix tra la Keira Knightley dei primordi e una Winona Ryder più incazzata, oscilla costantemente tra uno stato di badassness assoluta e la vulnerabilità di un cerbiatto. È figlia di qualcuno di importante (io sostengo Luke, altri mi suggeriscono Leia, staremo a vedere) e scopre di poter controllare la Forza in più o meno trentadue secondi: un modo un po’ frettoloso per farla passare da “la protagonista femmina” a “il futuro essere più potente della galassia”, ma per fortuna ora che siamo arrivati lì Abrams le ha già dato abbastanza spazio per ritagliarsi una personalità e un passato interessante (e ovviamente misterioso, altrimenti non sarebbe Star Wars).

Star-Wars-countdown--bo-staff_article_story_large

Lei è tipo superpucci.

John Boyega è uno spettacolo e il mio essere vivente preferito della galassia per le prossime tre settimane almeno. Si vede che è un fan ultra-entusiasta ai limiti dell’overacting, si vede che ha personalità, talento e tempi comici e il modo in cui è scritto – il soldato di buon cuore che abbandona il regime perché odia ammazzare gli innocenti ma sogna di essere considerato un eroe se non fosse sotto sotto un po’ un fifone che prova a sopprimere il sentimento perché vuole che gli altri guardino a lui come a un modello – è uno dei tocchi da maestro di Episodio VII, uno di quegli elementi che meritano di essere consegnati ai posteri.

tumblr_nn6to1uEYn1qdw4dpo1_250

Adam Driver farà discutere in Italia molto più che nel resto del mondo, a meno che anche da qualche altra parte abbiano deciso di far doppiare il supercattivo incazzosissimo potentissimo con il vocione baritonale da un preadolescente che non ha ancora manco i peli sul pube. Il suo personaggio è la metafora perfetta di come Abrams ha affrontato Episodio VII: nell’ombra di chi lo ha preceduto, con l’esplicito sogno di replicarne le imprese e magari – ma sempre con rispetto – superarle. Avete presente quella scena del trailer (succ.: del film) con il tizio vestito di nero che guarda la maschera devastata di Vader e dice «proseguirò quello che hai cominciato»? Ecco, la maschera è Lucas e quel tizio vestito di nero è Abrams, ma è anche Kylo Ren, il Sith (si chiameranno ancora così?) arrogante e insicuro, tentato dal lato luminoso della Forza, incapace di ammettere la sconfitta, in una parola tormentato. Quando Vader dava un ordine e quest’ordine non veniva eseguito, Vader stava fermo immobile e faceva una paura fottuta solo a essere lì. Quando un ordine di Kylo Ren va a puttane, Kylo Ren sfodera la spada laser e SPACCA TUTTO IL MOBILIO.

(il fatto che il suo mentore sia un’enorme proiezione olografica con dentro Andy Serkis e la sua magica tutina probabilmente non lo aiuta: non so come vorranno sviluppare la figura del nuovo Palpatine, ma quello che si vede un Episodio VII è un antipasto piuttosto scoraggiante)

L'armatura però è figa.

L’armatura però è figa.

Infine c’è Oscar Isaac nei panni di Assolutamente Non Han Solo, il miglior pilota della Resistenza tutto fascino e battute sarcastiche e onestamente per come viene trattato (cioè: fatto sparire dal film e convenientemente recuperato per la battaglia finale) non è chiaro se vogliano svilupparlo ulteriormente o se si sarà sempre condannato a questo sotto-ruolo di supporto. La concomitante presenza di Han Solo può avere effettivamente pesato sul risultato finale, e credo che Oscar Isaac possa ben sperare per il futuro visto che Harrison Ford è finalmente riuscito nell’impresa che aveva già tentato negli anni ’80, e cioè quella di farsi ammazzare.

Proprio la sua morte marca per me il momento in cui Episodio VII smette definitivamente di essere una cover di Episodio IV e diventa un film e una finestra sul futuro. Sfortunatamente accade tutto a pochi minuti dalla fine e lo slancio viene stroncato proprio quando, smessa definitivamente la crisalide, il film poteva cominciare a respirare e a crescere. Che abbiano permesso ad Abrams di far morire Han Solo e di depotenziare Luke Skywalker al ruolo di nuovo Yoda che ricoprirà in Episodio VIII (salvo poi morire dolcemente all’inizio di Episodio IX) è, secondo me, il segnale più forte a favore della Mozione Una Nuova Speranza – che non è più quella con cui è cominciato tutto ma quella che i vari Rian Johnson e Gareth Edwards e Lord&Miller possano far esplodere questo nuovo universo e tornare a farci accostare le parole “Star”, “Wars” e “capolavoro”.

Per ora, mi limito a ringraziare Abrams e Kasdan per averci regalato quantomeno qualche altro anno di illusioni, oltre a un paio d’ore di intrattenimento raffazzonato ma divertente e ad alcune nuove, bellissime e scintillanti “cose di Star Wars“.

Diciamo che il pilot mi ha comprato, ecco.

is-this-the-origin-of-star-wars-7-s-kylo-ren-kylo-ren-403380

DVD-quote suggerita:

«FINALMENTE DOPO 32 ANNI IL TANTO ATTESO SEQUEL DELLA TRILOGIA CHE HA FATTO INNAMORARE IL MONDO!»

IMDb | Trailer

P.S. spero non sia sfuggito a nessuno l’ironia insita nel fatto che la trama del film si può riassumere in “questo è il droide che state cercando”.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

463 Commenti

  1. The Gang Bang Theory

    Giuro che pensavo che Kylo Ren fosse figlio di un Agnelli (credo Gianni). Da qui la sua somiglianza con un giovane Montezemolo e la scelta di un nome adatto a far sfondare la FIAT nel mercato orientale: Fiat Kylo Ren…

    La buona notizia è che questo SW ep. VII: Reborn per i giusti/Reboot per i cinici/Reebok per gli amanti del Crossfit, è meno Young Adult di quanto temessi, ha un colpo d’occhio pazzesco e che ha concentrato tutte le (troppissime) strizzate d’occhio nel primo film.

    Per me Rey è la figlia di qualcuno degli Avengers, quindi mi preparo ad un colossale Disney Megagalactic Cross Universe. Comunque gira voce che l’ordine di Ren sarà gestito da Mourinho ora che si è liberato…

  2. Tano Statham

    Scusate, ma secondo voi Kylo Ren è un cyborg come il nonno?

    Sono l’unico che ha avuto questa impressione durante il combattimento finale, quando si percuote il petto come per far ripartire qualcosa?

    Nelle mie fantasie lo è, ed è stato Luke a farlo a fettine.

    • Ollio Kubrick

      Per come la vedo io è semplicemente sclerato e si pugna pensando forte “NON FA MALE NON FA MALE”. Tant’è che sanguina.

    • Davide Linciaggio

      Questo potrebbe spiegare la maschera, oltre al fatto che vuole emulare il nonno.

    • Guarda che ripete solo i gesti di Wolfs of Wall Street

    • Matteo

      Battendosi la ferita si provoca dolore, dato che grazie a dolore e sofferenza i Sith riescono a concentrare meglio il proprio potere.

    • Nero

      Domani sera vado a rivederlo e mi ci concentro. Guardo meglio anche lo sfregio che la signorina gli ricama in faccia.

  3. Tano Statham

    Scusate, ma secondo voi Kylo Ren è un cyborg come il nonno?

    Sono l’unico che ha avuto questa impressione durante il combattimento finale, quando si percuote il petto come per far ripartire qualcosa?

    Nelle mie fantasie lo è, ed è stato Luke a farlo a fettine, come Obi ha fatto a fettine Anakin.

  4. John Connor

    SPOILER!
    Scusate, ma del Sith super cazzutissimo che si fa prendere a spadate dal primo stormtrooper redento che agita la spada come una mazza da baseball? Ne vogliamo parlare?

    E che dire del fatto che in questo film le spade non tagliano nemmeno gli alberi….?

    E che nel cambio di scena mentre dicono “… l’arma farà fuoco fra 10 minuti” Finn e miss “mastering the force for dummies” escono dalla base e percorrono
    5 km di foresta….per scoprire che Kylo “faccia da cattivo” Ren è stato comunque più veloce di loro ?
    Certo , gli servirà a poco visto che si farà comunque rompere il culo dal pacifista e dalla ragazzina che impara in fretta….

    Fino alla morte di Han Solo l’ho trovato divertente e appassionante. Nell’ultima mezz’ora mi è sembrato andare un po tutto in vacca.

    • Davide Linciaggio

      A quanto ci è dato da sapere finora, Kylo Ren e Snoke appartengono al Lato Oscuro ma NON sono Sith, visto che nessuno dei due ha il titolo di “Darth”.

    • Dale Cooper

      Ti ricordo che in ep. IV Luke, Han, Obi Wan e tutta la cumpa si fanno i km in giro per la Morte Nera e incredibilmente riescono a tornare al Millenium Falcon tutti interi e tutti insieme…..

    • John Connor

      @Dale Cooper

      Nel tempo impiegato da una persona per pronunciare “… l’arma farà fuoco fra 10 minuti” ?

      scena sul pianeta : chewbacca si incazza e fa saltare tutto in aria,
      cambio scena nel qg dei ribelli: tizia pronuncia la frase qui sopra
      ritorno scena sul pianeta: sono nella foresta e sullo sfondo tra gli alberi si vede la base dello scudo a energia.

  5. Dott.Gonzo

    Sono d’accordo su tutto nella recensione..

    Aggiungerei..
    Da fan sfegatato gia in tenera età, che si è fatto tutti gli X-Wing-Tie Fighter..Jedy Knight e co.. Le svariate maratone (come la mitica di capodanno 95 con 1 chilo di patatine fritte pronte solo per l’evento) ecc ecc..

    Ho avuto pelle d’oca in tre momenti diversi (SPOILERONI)
    – Dentro il Tie Fighter… sarà che son tornato bimbo.. ma.. SI ho GODUTO.
    – Quando il nuovo villain ferma il colpo in aria.. dopo aver visto dozzine di polpettoni con effetti speciali ecc ecc.. imax ecc ecc.. a me quel basso in quel momento, con quelle luci rade .. ho sognato di nuovo.
    -Quando finalmente nonostante sia amante delle varie score di Zimmer e co.. ho goduto nel vedere la musica che accompagnava un duello che ha i suoi difetti, ma che nella scena della spada presa via forza da lei ha il suo apice musicale.. alla vecchia maniera del mitico John!

    Difetti?
    -la maschera non la doveva togliere se non verso la fine.. quando la toglie.. il “villain” diventa uno sfigato.. e ha rovinato mezzo film.
    -Parliamo tanto di FAMIGLIA con Toretto e co..? qua sembra che senza il sangue di Anakin e co non esistano personaggi in una saga ambientata in una GALASSIA LONTANA LONTANA..
    -troppo lento in alcune parti.. non so come spiegarlo.. ma nonostante effetti speciali DA PAURA, ben fatti e con un dodge & burn da postproduzione di alto livello.. l’inseguimento in mezzo agli asteroidi dell’ep V rimane lassù..
    ci sono troppe scene lente.. Han e Chuw che entrano nella base passeggiando.. lei che si appende.. non so.. mancavano idee?

    Due pro finali..
    Boyega e Isaac da lode.. eccellenti e perfetti..
    E.. lo aspetto in blu ray col mio impianto per rigodermi un montaggio audio video da LODE.

    • Kenya Reeves

      alla faccia delle scene lente…la vera pecca del film è proprio al regia, il montaggio o il passo sempre a tavoletta e al limite del febbricitante, tanto che a tre quarti del film sei in acido.

  6. Ciobin Insurgent

    Team “Merda liquida di Yoda”.

  7. Angus Lee

    Manca di epicità totalmente, peccato perché i nuovi personaggi secondo me sono validi.
    Finn ce lo vedo abusato da Phasma con un dildo laser durante l’addestramento e poi innamorato del pilota capelluto, si fosse baciato con Poe alla fine avrebbero guadagnato le prime pagine di tutti i giornali del mondo, invece hanno perso l’occasione.
    Al posto di Snook o salcazzo si chiama potevano mettere direttamente un hitleroide con baffino accento tedesco, che proiettato sembra enorme e in realtà è un metro e 10 centesimi di euro.

    Reparto patata messo male.

    • Charles Sbronzo

      Ma sai che questa l’ho pensata anch’io!? Scommetto il testicolo sx che quando finalmente si rivelerà sto Snooke, tipo Mago di Oz, si ritroveranno faccia a faccia con un nano.
      Fatto male in CGI e pupazzoso, per giunta. (Sembra un osservatore Marvel)

    • AndreaGnarluz

      @Charles Sbronzo verissimo: assomiglia paurosamente ad un osservatore della marvel!
      Gran parte del film lo salvo ma alcune cose se le potevano anche risparmiare e ne parlerò più in avanti nel tempo perché:
      – siamo in pieno hype, è uscito da troppo poco e non tutti i 400calcisti l’hanno visto perciò mi asterrò da spoilerare;
      – devo vedermelo una seconda volta per poter elaborare e gustare al meglio il tutto: c’è troppa roba ghiotta per un fan della trilogia originaria

  8. iltave

    Secondo me Han Solo fin quando è in scena si mangia tutto il film!!!

    • Darko Ramius

      Appena uscito dal cinema dopo la prima visione ho elaborato la mia personalissima DVD-Quote “Episodio VII è talmente tanto star wars, che senza Harrison Ford farebbe cagare” :D

      Poi sono andato a rivederlo meno di 24 ore dopo :)

  9. Schiaffi

    Dopo essermi addentrato a mio rischio e pericolo nei commenti, ho bisogno di aria

  10. James Franco Franchi

    C’era molta più voglia di raccontare in “La minaccia fantasma” che nella premiata rivendita di pupazzetti pucciosissimi di JJ Abrams, BB-8 faceva venir voglia di romperlo a martellate a ogni squittio. E poi, se tutti cercano ovunque in tutta la galassia un droide bianco e arancio, dargli una mano di verde azzurro o marron nooo? Delusissimo. Però magari è un fatto anagrafico, io SW 1 lo vidi al cinema Manzoni quando uscì. E il commento lapidario di papà mio alla mia superfotta fu qualcosa tipo “Ammazza che stronzata”. Quindi, probabilmente, avete ragione voi che apprezzate.

    • Kenya Reeves

      si, abbiamo ragione noi, te purtroppo, già solo paragonando ep I con questo, dimostri quanto tu non capisca un caxxo e abbia avuto un infanzia sbagliata.

    • Alex

      @Kenya Reeves: Hai ragione, meglio un film come Ep. VII, girato bene ma completamente INCOERENTE con gli altri e SENZA ALCUNA IDEE, ZERO TOTALE, piuttosto che un film come Ep. I, girato male e recitato peggio ma COERENTE con gli altri film e con IDEE e INNOVAZIONI.

    • James Franco Franchi

      Insisto. E aggiungo che il film mi ha pure divertito, e magari tornerò a vederlo: ma la puzza di marchetta permane.

  11. Roby-One Kenobi

    Io l’ho dovuto rivedere una seconda volta per capire se mi piacesse.
    Niente da dire tecnicamente.
    Ma è davvero troppo un clone di una nuova speranza.
    Concordo con chi rivendica la magia e una più ricca immaginazione della seconda trilogia. In ogni caso al netto di tutti i pastrocchi resta un film bello e questo e’ il paradosso.

  12. Roby-One Kenobi

    Chiaramente Harrison spacca il culo ai passeri
    Spoiler
    Spoiler
    Spoiler
    Per questo io ho rosicato tanto nel vederlo Far fuori da un fagiano che
    Spoiler
    Spoiler
    Spoiler
    Con quella faccia Non potrebbe esapere il figlio ma manco se Han e Solo avessero fatto ricorso alla fecondazione eterologa

  13. Barbalbero

    note veloci per Dummies

    Kylo Ren NON è un Sith.. suggerisco un ripasso di cosa sia un Sith.. Kylo Ren è un Jedi in addestramento che usa il lato oscuro

    L’unica speranza di dare un senso a sto pastone è che Snoke sia un holocron Sith, e che Rei sia figlia di Mara Jade.

    Questo episodio 7 sarebbe un bell’episodio pilota di una serie TV, ma decisamente non un film accettabile

    • Mi spiace, niente ripasso, niente Mary Jane o come cazzo si chiama, niente di niente, sopratutto niente holocron che se qualcuno prova a spiegarmi cosa è lo meno.

      Se c’è un motivo principale per il quale J.J. mi ha trascinato convinto al cinema è stato l’aver messo in chiaro fin da subito che non ci sarebbero state queste cacate da expanded universe.

    • TAK!

      Barbalbero: La Sfiga e’ grande in te..

  14. AnnaMagnanima

    ciao mamma! sono su i400calci

  15. Charles Sbronzo

    Il problema è che siamo vecchi noi. Perché mentre io ero lì a farmi i problemi perché no, non è possibile che guarda caso Finn capita nello stesso pianeta di Rey, dove guarda caso c’è il Millennium Falcon, e questa e quell’altra situazione sono uguali a quelle dei film vecchi etc etc, i bambini a fianco sono rimasti con gli occhi sbarrati e sorrisi a 20 denti (o quanti cacchio ne hanno a quell’età) per più di due ore. La stessa espressione beata/beota che ebbi io più alla loro età con gli originali.

    • Devil Dark Slayer

      Ma questo è un problema che ti poni solo tu.

      Se vai a vedere Star Wars aspettandoti una narrativa adulta/seria/coerente è un tuo problema :D

    • Charles Sbronzo

      Sì effettivamente arrivavo da un binge watching di serie tv con mia moglie (the newsroom e the leftovers) e la cosa mi ha un po’ spiazzato. Questo non toglie che mi sia emozionato, molto di più che con episodio I.

  16. Barbalbero

    in versione mobile non mi fa rispondere ai messaggi, ma vorrei dire a Davide Linciaggio che lo sposerei, e che moriremmo tutti e due bruciati sull’altare del pensiero unificato dei 400 calci ma felici..

    Dio Gesù, ho veramente letto dei commenti su “quanto è fico Kylo Ren”… o siete dei troll, o siete malati, ma malati gravi

    • Eh, fico davvero NO.

      Cioè.

      Fino a quando non ti dicono che
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      è il figlio di Han e Leia, è molto fico.
      Poi perde molto, ma a mente fredda apprezzo la scelta di un villain tormentato, giovane, sfiguzz, con le ‘recchie a sventola, che vorrebbe essere come nonno che calciava i culi con la sola presenza, ma che ancora hai voglia le pagnotte da mangiare.
      Insomma, se avessero rifatto Darth Vader avremmo detto “BUUUU COPIATICCIO PURE QUIIII”.

  17. Dale Cooper

    Io vorrei lanciare un appello affinché gli ingegneri la smettessero di commentare il film.

    • Baldazzar

      Comunque gli unici commenti totalmente negativi sono dei troll… Non è un capolavoro (ben lungi da esserlo) ma resta un bel film.

    • Dale Cooper

      Io invece ho paura che siano persone vere, anche perché ho già sentito qualcuno dire “DAAAAI CHE MINCHIATA” nel mondo reale. Cioè, un film che con tutti i suoi difetti ti da 140 minuti di sano intrattenimento liquidarlo come un minchia qualsiasi è veramente da cavernicoli.

    • Baldazzar

      Sono problemi loro.

      Se segue le orme della trilogia originale ci aspetta un gran film nel 2017 e se evitano cadute rovinose come la seconda parte del Ritorno dello Jedi, altro gran film nel 2019. Aspettiamo anche i due spin-off.

      Comunque per i miei 40 anni mi hanno regalato Fury Road, che sarebbe stato più che sufficiente, e pure questo onesto film.

    • Kenya Reeves

      Io ho anche sentito dire che è peggio dei prequels. Ma era chiaramente gente orribile nata negli anni ’90.

    • Dale Cooper

      Ma guarda io per essere onesto i film della mia infanzia (nato nell’86) li ho riguardati tutti e in alcuni casi ho ritrovato delle cose inguardabili. Se sei nato negli anni ’90 posso capire che i prequel abbiano fatto parte dell’immaginario della tua infanzia, ma difenderli a spada tratta è mancanza di onestà.

  18. Johnny Pneumonic

    Confermo che la seconda visione da tutt’altra forza, facendomi volere tripletta. Anche Kylo Ren migliora e a rivederlo non sembra più un hipster che vuole fare l’idraulico aggiustando lavatrici con la spada laser.
    I miei grandi maccosa: il Cancelliere supremo che non è Sith ma vuole terminare l’addestramento di Kylo. Con la bacchetta di Harry Potter?
    Rey: che la forza aspettava solo lei per intortarsi in un attimo un trooper e poi ricordare a un idraulico che i lavori di urbanistica sono sua responsabilità.
    Carrie Fisher che in realtà è Liza Minelli.

  19. Giorgissimo

    io non capisco tutti i commenti negatici: e’ un bel film con i suoi difetti, ma sono tutti peccati venali. Non capisco neanche l’accanirsi su scelte di sceneggiatura quali:
    -Rey non puo imparare ad usare la Forza in 30 minuti!!!!!
    -Kylo Ren e’ un cattivo sfigato e non puo’ essere cosi sega!!!!

    io le trovo solo delle scelte, opinabili, ma che fanno parte della storia. Da quello che mi dice il film Rey e’ davvero superiore a qualsiasi personaggio visto fino ad ora tanto che impara ad usare la Forza in poco tempo senza alcun allenamento. Perche deve essere un buco di sceneggiatura? Potrebbe semplicemente essere un Jedi piu unico che raro, l’essere piu forte della galassia. E Kylo Ren? Vuole essere il nuovo Vader ma e’ una sega. Ci sta! E lo rende un personaggio molto interessante!
    La trama ripropone situazioni gia viste, e’ vero, ma e’ solo il primo di una trilogia e, nonostante l’idea di distruggere lo starkiller e’ stra abusata, lo trovo comunque interessante. Si tratta sempre di una favola fantasy: il canovaccio e’ sempre lo stesso…. Il risveglio dell’eroe, il viaggio, l’oggetto magico, il cattivo da sconfiggere, il colpo di scena con la morte (semi)inaspettata…. Poteva essere un capolavoro, ma e’ comunque il filmone!

    • Ajtwmd

      Ok ma se in 30 secondi è il Jedi più fico dell’universo..che fa nei prossimi due episodi?!?!? Può solo morire e risorgere in pieno Matrix style

  20. alex

    Dopo due visioni la carenza più forte è quella sull’elemento epico/mistico, area in cui si prende le pizze anche da Episode III. Che poi è l’area dove Star Wars si differenza da un Guardiani della galassia, un Avengers o da uno tra le dozzine di sci-fi degli ultimi 20 anni.

    • No, mi spiace, concordo sull’assenza dell’epicomisticità, ma un qualunque film con trottola-Yoda non può dare le pizze proprio a nessuno, quanto a questo.

    • sebach

      per quanto bello, questo film non le raggiunge minimamente le vette di SW 3

    • Sì, ma quali vette? Io vedo che ci sono molti fan di Ep.III anche tra gli hater dei prequel, ma io sinceramente…

      Io di Ep.III salvo il primo respiro di Vader e la scena con la Morte Nera.
      Ci sarebbero in realtà mille altre scene potenzialmente fighe, tipo Anakin ammazzamocciosi, ma rovinate dall’essere infilate in maniera totalmente #maccosa.

      Non citatemi i duelli perché dei jedi saltimbanchi mi ero rotto il cazzo già al secondo duello di Ep.I

    • sebach

      Quali vette? Tipo il piano sequenza iniziale? Che è la migliore intro della saga dai tempi del quarto episodio. O la purga dei Jedi? E i venti minuti finali che sono diretti, montati e musicati magnificamente?
      Per me La Vendetta dei Sith non è un film in cui “salvo” alcune cose, è proprio il migliore di Star Wars insieme a L’Impero Colpisce Ancora. E Abrams per quanto abbia sfornato un’ottima pellicola non ha diretto sequenze memorabili come quelle di Lucas.

  21. Edgar Wrong

    Mi trovo molto d’accordo con la recensione, l’ho visto con un gruppo di amici fan della saga e tutti siamo usciti dal cinema soddisfatti e gasati, poi più a freddo sono emerse molte delle perplessità espresse da Stanlio ma il giudizio rimane comunque positivo. Fun fact: una di noi fa parte di quella cerchia che InFondoLaNuovaTrilogiaNonÈPoiCosìMale ma ritiene che questo Episodio VII sia superiore a Episodio I come prima parte di una trilogia.
    P.s. Due piccole cose che non mi sembra siano già state dette:
    – “l’elsa laser” di Ren oltre che essere esteticamente figa ha anche una certa utilità pratica
    -Abrams ha dato una spiegazione, più o meno convincente, sul risveglio improvviso di R2

    • Insomma… l’utilità dell’elsa è bruciacchiare
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      SPOILER
      negri sulle spalle mentre combatti a lame incrociate.
      Ma, da hater di quella spada delle prima ora, l’ho apprezzata, perché si adatta bene al Darth Vader wannabe che è Kylo Ren.

  22. Lou Shaemooneeto

    Quest’episodio surclassa i tre prequel. Vero, si tratta comunque di un remake/Reebok non esente da alcuni errori riguardanti la sceneggiatura e il lato tecnico, ma le commoventi citazioni, le reliquie delle navi imperiali e la ripresa del tema centrale della trilogia originale, ovvero la costante lotta fra padre e figlio, mi hanno riportato alla prima volta che ho visto (meglio usare il passato remoto, quindi “vidi”) il quarto capitolo.

  23. Wim Lenders

    Ma questi superfasci del Primo Ordine che fanno il saluto a pugno chiuso con la sinistra? J.J. voleva comunicarci qualcosa?

  24. pasqualobianco

    Spoiler I aka Il babbo di Chewbecca:
    https://www.youtube.com/watch?v=OOvJOV0PxHg

  25. Roby-One Kenobi

    Maledetto t9
    Volevo dire che il fagiano non potrebbe essere figlio di Han e Leia neanche se avessero fatto l’eterologa

  26. LordHyo

    Per me, è un MEH.
    Bellissima fotografia, buoni i nuovi personaggi, ritmo accettabile.
    Però il film ha smesso di prendermi prima dell’ultima mezz’ora. Per colpa di JJ, credo: già in Star Trek se ne andava a giro a rompere regole a casaccio, qui esagera e senza motivo apparente.
    SPOILER ALERT da qui in poi.

    – La Forza richiede anni di addestramento per essere padroneggiata. Qui una ragazzina arriva ed in 5 minuti fa quello che vuole, più o meno. Ed un maestro con anni di addestramento le prende da lei e da uno armato di mazza laser.

    – L’iperspazio è una cosa complicata, viene detto chiaramente più volte nella prima trilogia. Non puoi saltare a caso. Ed invece… Qui il Falcon parte direttamente da dentro un’altra nave, e la “flotta” ribelle parcheggia in doppia fila in attesa di uscire su chiamata direttamente prima dell’attacco.

    – Gli scudi sono scudi, punto e basta. In EP. IV ci mettono mezzo film a disattivare la stazione sulla Luna Boscosa, per poter attaccare la seconda Morte Nera. Qui, il piano astuto è uscire dall’iperspazio (a occhio, senza calcoli) dopo che sei passato attraverso gli scudi stessi.

    Magari sembrano commenti da nerd, ma quelle regole, applicate e rispettate, avevano dato un senso a buona parte delle situazioni epiche della prima trilogia. Darth Vader fa una paura fottuta, perché per due film e mezzo è un avversario non alla portata. Parlatene a Kylo Ren (che è uno che ferma un blaster a mezz’aria, quindi non un incapace). Attaccare una stazione spaziale corazzata richiede un piano, delle risorse e mettere in conto che potresti non farcela.
    Ecco il mio problema: quando di fronte ad una minaccia senza apparenti punti deboli, Han se ne esce con “ok, qualcosa ci inventeremo, tanto scoppiano sempre”, e nessuno contesta… Mi è caduta completamente la tensione.
    Ancora oggi, quando vedo l’attacco alla prima Morte Nera, sento il dubbio.
    Stavolta, anche se il piano prevedeva 3 disgraziati con una sacca di bombe a mano con 20 caccia al seguito contro un pianeta e relativa flotta, non ho mai avuto il dubbio di come sarebbe finita, e neanche troppo interesse a capire come avrebbero fatto.
    In sintesi: se invece di scrivere una cosa sensata (nei limiti di un fantasy, e con le sue regole), ti limiti a suggerire: inventiamoci qualcosa, tanto siamo i buoni e funziona… Mi hai perso.
    Poi, magari i prossimi due saranno delle bombe assurde, i personaggi per costruire su ci sono, però se le premesse sono queste si rischia Pirati Dei Caraibi Into Space.

    • Clang Attack

      A questa pila di incoerenze più o meno indifendibili aggiungerei il fatto che Phasma passi da spaccaculo definitiva a capitano Cocciolone che si fa buttare nel compattatore: che fottuto spreco.

    • Basta farvi le seghe su questa Asma, se non fosse per voi che la citate di continuo nei commenti non avrei nemmeno saputo il suo nome. Ed è giusto così.

    • the laughing man

      Oh, finalmente qualcuno che dice “il re è nudo”. Mi pare che tutti stiano osannando il film solo perché è uno Star Wars meno peggio di ep I, II e III.
      Concordo con tutto, a tratti diventava la fiera delle assurdità.
      Tanto per fare un esempio, la scena in cui Kylo scopre che lei è scappata dalla cella e si mette a sfasciare tutto con la spada laser gridando “guardie, guardie”, con i due soldati che fanno dietro front… mi è sembrata uscita direttamente da un Rat Man.

  27. Kenya Reeves

    Allora facciamo così: se conosci a menadito tutto l’EU, ti sei fatto le seghe su clone wars, se tanto rispetti la trilogia prequels perchè ‘eh si ma Lucas ha fatto anche cose buone e lì ce la storia più importante ovvero quella di anakin che diventadarthvader….no.’, ma non conosci a memoria le tre battute di Bib Fortuna allora TE NON PUOI COMMENTARE SU QUESTA RECENSIONE. esistono dellle cazzo di proprietà, mdnn maiala

  28. Seagal93

    Da ammiratore della saga ma non fan sfegatato, dico che questo capitolo 7 è davvero eccezionale…tantissime emozioni…attori della madonna tutti perfetti…aspetto con il seguito :)

  29. Questo Star Wars è una vergogna, un abuso di posizione dominante, un oltraggio ai fedeli. Il suo peccato più grande è che ha due, dico due emozioni, l’inizio della diserzione ed il Solocidio, il resto è materiale di repertorio

  30. Chinoppi

    Non ho mai visto Star Wars. Di solito vedo film di gente che si pesta senza motivo. Ma ho deciso di avvicinarmi alla saga perché ne parlano tutti e perché mi fido di questa rece. Ma mi viene il dubbio che forse dovrei partire dall’inizio e non dalla fine. Il problema è che non ho ben capito dove inizia il tutto. Voi in che ordine mi consigliate di vedere i film ? Grazie.

  31. Dragooo

    SPOILER
    Quando la forza viene tirata fuori senza pathos e senza costruzione, manco fosse per SuperMario beccare la stellina che lo fa diventare invincibile;
    Quando il più grande mascalzone figlio di buona donna sgamato dell’intero universo che risponde al nome di Han Solo muore per mano di John Dorian di Scrubs; quando nessuno lo piange, non un rosario non un post su facebook niente; quando uscito dal cinema la prima domanda che ti poni è: ma sti cattivi, poracci, senza armi e senza guida, adesso che torna pure Luke quanti calci nel culo si prendono nel sequel?
    Quando quindi realizzi che a sto film mancano epicità, senso di minaccia incombente rappresentato da un cattivo cattivo cattivo, calore umano e sgamatezza di Han Solo…niente, ti incazzi… che devi fa?

  32. Darth Water

    Il difetto più grosso del film è che si è costretti ad aspettare il prossimo episodio per trovare una giustificazione ai grossi momenti #maccosa del film.Ad esempio SPOILER. SPOILER. SPOILER.
    “Rey e l’uso della forza in 30 secondi netti e di conseguenza Kylo Ren che le prende come l’ultimo degli scemi”. E se per una serie tv ci sta, lo stesso non potrebbe valere per un film in sala. Di sicuro lo rivedrò sul raggioblu per contenere l’attesa di episodio VIII. In fondo Star Wars è anche una questione di fede.

  33. mki

    io sono indecisissimo se andare a vederlo..

    Da un lato visivamente al cinema sarà sicuramente una figata..
    Dall’altra ho già capito dai commenti che trama e personaggi fanno cacare..

    • Q

      Caro coso, non hai capito un cazzo. Forse forse, era meglio se te lo vedevi senza commenti e spoiler, e poi decidevi da solo.

  34. Zoidberg

    Un commento veloce semi-tecnico: il miglior pregio di questi effetti speciali è l’integrazione dei laser con l’ambiente. Se negli altri film i laser erano dei buffi colori a cui applicare effetti successivi (tipo esplosioni bruciature o graffi brutti come leia su endor); qua esplodono le robe. Durante il bombardamento i laser dei tre scavano dei crateri.
    Davvero bravi a rendere fisica una presenza tanto onnipresente quanto impalpabile negli altri film.
    Peccato che per esigenze di pg13 non abbiano reso reale anche l’interazione uomo-laser, ma immagino che portare sullo schermo gente esplosa sarebbe stato ” inappropriate” per la Disney.

  35. genecyst

    non ho visto nessuno nominare il cameo di iwo uwais e mad dog… è perchè si sa già da una vita e io l’ho scoperto solo in sala o semplicemente ho glissato la parte in cui l’avete già detto in questa pagina?

  36. Lando Buzzlightyear

    Film fatto per conquistare nuovo pubblico senza fare incazzare i fan.

  37. Dopo aver letto la saggia recensione e la valanga di commenti spassosi mi va di fare un’osservazione e buttarla nel mucchio. Secondo me Kylo Ren, tra il culto della personalità di Darth Vader, la fragilità emotiva e l’irreprensibile desiderio di primeggiare, rischia di diventare il miglior villain di sempre. Non vedo nessun fallimento e nessuna redenzione nel suo prossimo futuro… Mi piace.

    • A mente fredda, dopo la delusione del momento, sì.

      Insomma, hai la pressione del mondo addosso… Mamma è il capo dell’universo, Babbo il più grande scopatore della storia, Nonno il più cazzuto force user di sempre e Zio quello che l’ha sconfitto… tu però sei un adolescente sfiguzz con poco carisma all’aspetto… e allora che fai? Funcoolo a tutti, cosplay di Darth Vader e passo al lato oscuro! Scleri! Spadate laser al mobilio! Femare i blaster a mezz’aria! Cumpa! Garelli! Smarmittare! UAAARGGGHHH!!11!!!!

    • Darko Ramius

      Minchia bordello. Ci sta

    • Giustissimo. Quelli come lui, che non cambiano mai idea, che hanno il timore di essere sgamati, che sono disorientati dall’assenza della loro stessa personalità, sono potenzialmente i più bastardi perchè oltre alla debolezza non possono vantare altro.
      La sequenza tanto criticata – che per inciso io ho trovato perfetta – di Driver che cala la maschera, non è un errore di climax (il cattivo si mostra ed è uno sfigato, che babbo JJ Abrams), ma un messaggio ben preciso: il cattivo si mostra ed è un ragazzino viziato pieno di rancore verso se stesso, la sua famiglia e un mondo disneyano che gli fa cagare. E infatti uccide il padre quasi per noia, perchè gli aveva rotto le scatole. Il lato oscuro della forza? Non è un credo che lo inserisce nell’organizzazione del male (l’Impero), ma un mezzo per mettere in pratica i suoi egoismi. E’ una scheggia impazzita e pericolosa, sia per se stesso, sia per gli altri.
      Aspettiamoci il peggio (o il meglio…)

  38. Dr. Stranamorte

    Remake un cazzo.

    Io sono uscito dalla sala soddisfattissimo. Vogliamo ricordare per favore che è un blockbuster multimilionario prodotto dalla Disney, che riporta nelle sale la Saga delle saghe, con l’OBBLIGO morale di accontentare i vecchi fan (3,5 miliardi di persone) e soddisfare i nuovi potenziali fan (i restanti 3,5 mld)?

    Per me è un lavoro encomiabile! Il canovaccio è preso palesemente da “Una nuova speranza”, vero, ma tutto il resto è totalmente differente e soprattutto moderno, con Han e Chewbe a fare da ponte. Eddai su:
    – I nuovi personaggi, sono NUOVI. Ditemi se non è originale presentare Kylo Ren come un mezzo sfigato. Criticabile come scelta? Forse, però gli dà quella giusta dose d’imprevedibilità e follia, e se il personaggio evolverà come spero, sarà il punto di forza della nuova trilogia. Degli altri che dire? Non ce n’è uno sbagliato. Rey e Finn si completano a vicenda, e Poe? Pochi minuti e già è il mio mito.

    – I trooper umanizzati e che sono in grado di colpire qualcuno (vi sembra una rivoluzione da poco?); il figlio di Solo che ha abbracciato il lato oscuro e la (probabile) figlia di Skywalker che lo combatte, non è materia per un sequel affascinante?

    – Gli attori nuovi poi sono dei ragazzetti, ma a voi è sembrato un film da ragazzetti, come un qualsiasi Hunger games, ad esempio? Il tono è invece spesso cupo e ruvido, senza però diventare iperrealistico e perdere la caratteristica fantasy (alla Nolan per intenderci).

    – Il PG13, raga, il PG13! Qualcuno se n’è lamentato? No? Lo credo! C’è gente trafitta, torturata, civili massacrati, personaggi buoni che muoiono male. Certo, non c’è sangue (anzi un po’ ce n’è), ma che differenza rispetto ai pigiamoni!! Negli scontri non sembrano mai sagome di gomma, ma soffrono e sudano!

    E poi che suggestioni! Che paesaggi! Che ritmo, che scontri! E sti cazzi che sullo sfondo c’è sempre una Morte Nera che esplode (che poi non era comunque un ossessione anche nella trilogia?). In primo piano infatti, si scontrano le nuove leve della Forza e del suo lato Oscuro, ed entrambe sono intenzionate ad addestrarsi per poter prevalere sull’altra. Fantastico.

    Certo che ci sono imperfezioni, alcuni buchi, altri passaggi un po’ affrettati. Ma adesso venitemi a dire che nella trilogia originale non ce ne sono altrettanti. Ciò che conta è se vi siete divertiti. Io molto.

  39. Flo

    Ottima e interessante recensione. The Force Awakens è un film molto imperfetto eppure sono uscita dal cinema contenta, sia per la vagonata di ricordi provocata dalle vecchie glorie, sia per i nuovi personaggi, che mi sembrano intriganti.

    **SPOILER ALERT**

    Cose che non mi sono piaciute: In 6 film ci mostrano che i Jedi hanno bisogno di addestramento e di un maestro che insegni loro le cose per imparare ad usare la Forza, mentre qui Rey impara ad usarla “in 32 secondi” e da sola; l’uso amatoriale della spada laser; Kylo Ren non mi sembra temibile come villain e ciò mi toglie tensione in vista dei prossimi film; il finale: avrei preferito che finisse qualche secondo prima, con Rey e Chewie che partono a bordo del Falcon alla ricerca di Luke, invece di mostrarci l’incontro già ora. E poi la mancanza di originalità nella trama di cui già avete parlato.

    A Stanlio, Nanni e a chiunque vorrebbe dire la sua: Mi piacerebbe sapere che ne pensate di queste considerazioni fatte da questo ragazzo, le ho trovate interessanti.
    https://medium.com/@tonyszhou/the-force-awakens-is-a-deeply-broken-film-b-c-one-character-shouldn-t-be-there-spoilers-b31e33a44ee6#.6p89iaqid

    • Se ti interessa sentire la mia per quanto riguarda il ragazzo su Medium, ci sono alcune considerazioni interessanti e più o meno condivisibili, soprattutto per quanto riguarda il rapporto che si instaura tra il “culto” degli originali e il nuovo film, ma con una grossa forzatura di fondo nella sua analisi, quella di attribuire in maniera completamente arbitraria le storyline ai personaggi piuttosto che leggere quello che il testo gli dice.
      Sostiene infatti che il percorso di Han coincide con quello di Leia e della Resistenza, e che culmina con l’attacco la “Starkiller”, rimanendo staccato dal plot principale che riguarda i protagonisti. In realtà questo non sembra mai l’obiettivo del personaggio di Solo, che si muove in modo puramente affettivo. Solo nel film “recupera” i pezzi del suo passato. “Recupera” il Falcon, l’oggetto feticcio. “Recupera” Leia, dopo che si son mollati anni prima. Cerca di “recuperare” il figlio, e in questo snodo c’è un rilancio, perché è l’unico elemento inedito che fa parte del passato del personaggio non raccontato dai film originali.
      Visto che in modo più o meno ingenuo o ingegnoso (a tratti) uno dei temi del film (e dei discorsi che ne possiamo fare attorno) è “riallacciarsi con le origini” e LA FAMIGLIA, non mi sembra che la tesi dell’estraneità di Solo, per come l’ha posta, regga…

    • Esatto.
      Mio fratello, classe ’93, ma addestrato da me coi VHS, c’è rimasto malissimo per il plot del suo personaggio preferito – Han Solo, appunto.

      Ma a me, guardandolo con la maturità di un padre, è piaciuta molto la sua storyline.
      Inizia come l’Han Solo di sempre (braccato dai creditori, costretto a salvarsi a cazzo di cane “Indy style”).
      Ricongiunge i pezzi del suo passato come detto (Falcon, Leia, Resistenza).
      Gli viene chiesto dalla madre di suo figlio di portarlo a casa, e lui lo fa, contro ogni logica, contro ogni probabilità, contro ogni piano. Perché chiunque di noi non potrebbe che rispondere “ma certo” alla richiesta dell’amore della nostra vita di salvare nostro figlio. E muore così da grande.

    • Flo

      Grazie a entrambi per la risposta.

  40. Tiger D Big

    È uno dei film con i soldi più brutti del quinquennio. Di epico non ha nulla, inizia con il nuovo quasi Darth Vader che fa laggare un colpo di fucile laser e finisce con lo stesso sfigato che viene preso a calci da Harnold prima e da una teenager poi. Menomale che il mago di oz ha promesso di completare l’addestramento del suo pupillo, fara’ scintille. Unica scena degna di nota, le due guardie che quando sentono Lapo Agnelli sclerare se la Svignano. Non è bastato nemmeno Han Solo a correggere il tiro di sta schifezza. Ah, bellissimo pure Luke, che sull’orlo del suicidio post sbronza in scozia si trova una figa davanti e si perplime.

    • Ahahahahahahaha non sono d’accordo per un cazzo, ma mi hai fatto ridere – veramente :D .

      E’ proprio vero che conta molto più come scrivi un’opinione, piuttosto che l’opinione stessa ;) .

  41. Gianmaria a Volontà

    Premessa:

    Partivo ultra prevenuto con questo film, cose tipo: merda Disney e merda JJ.

    Invece devo dire che il film non è male,anzi. Solo che non è Star Wars! È’ un discreto film di fantascienza che è diventato un fenomeno solo,perché ha le scritte star wars e due tre elementi che lo riconducono ad essi. Il buon JJ e’ un mestierante che tira su tutto quello che gli capita per fare un film. Nel calderone ho visto tutto: Alien, Mad Max, ambientazioni post atomiche di certi manga…

    Alla fine mi sono divertito, ma ho avuto la sensazione di aver visto un film in versione Ultimate della Marvel. Cioè ho visto Guerre Stellari in un universo parallelo. Un what if? Di guerre stellari per intenderci.

    La fiaba spaziale di Guerre Stellari come lo conosco e’ finito nell’83. Se devo dire cosa non mi è piaciuto? Le tre cariatidi mi hanno fatto venire tristezza. Il film ne avrebbe guadagnato dalla loro assenza. Ford non vedeva l’ora di levarsi dalle balle. Gli altri due mi hanno fatto pena per come si sono ridotti. Leila sembra una vecchia di 80 anni e Luke un’imbriagone con lo sguardo fisso.

  42. Marfi

    Mio Dio mio Dio! I miei due maggiori punti di riferimento culturali (in senso buono) sono in contraddizione tra loro!
    Voi ne parlate bene. L’Osservatore Romano lo ha stroncato, invece! Come posso fare? A chi dare retta?

    • Reinkaos

      A nessuno dei due. La risposta è dentro te, Marfi.

      Se lo guardi con gli occhi di un bambino non puoi non apprezzarlo. Se lo guardi con gli occhi di un appassionato, lo puoi apprezzare se decidi di chiudere un occhio su alcune cose fatte in maniera un pochino grossolana.

  43. John Who?

    Film del cazzo.

    SPOILER

    Avete atteso tutta la vita un film in cui l’eroe più figo della vostra infanzia si fa ammazzare come un coglione dal figlio di Jannacci.

    Statece.

    • No no.

      A casa mia siamo #teamSolo, ma l’arco narrativo che ha in questo film mi è piaciuto molto.

      O preferivate vederlo saltare e scazzottare con un’improbabile Indy settantenne per altri 2 film?

    • Toni Già

      Il figlio di Jannacci è la battuta più… TOTALE DELLA GALASSIA!!!

  44. Gianmaria a Volontà

    Questo non è il sequel di Episode VI. È’ un’invenzione alternativa pensata da Topolino & co per vendere pupazzetti e farci andare sulle giostre. Quindi mi possono ammazzare Solo, Luke diventare trans ecc, non mi interessa. Non è, per me, il proseguimento del film dell’83.

    Scusatemi ,ma queste sono le mie sensazioni riguardo a questo lungometraggio

    Sinceramente, a dirla tutta, sarei vissuto felicemente anche senza sto film……E’ come se, con le dovute distanze, qualcuno continuasse i promessi sposi o Pinocchio. Che cazzo volete che si inventi di nuovo? Raschia il barile
    all’inverosimile per tirare fuori una storia decente. È che qui l’hanno vitaminizzato con effetti, inquadrature e paraculate del caso. Se ci metti il 3D poi…

    • Ruggero Deodorantato

      Esatto, pure io lo vedo come EU al cinema. La storia vera finisce col Ritorno dello Jedi

    • Pensate a quanto poteva essere BRUTTO se ci avessero messo davvero la roba dell’expanded universe – che a parte per il videgioco Jedi Knight: Jedi Academy, mi sono guardato bene dal conoscere anche solo di striscio.

    • Gianmaria a Volontà

      Sicuramente, però è’ stato fatto lo stesso lavoro dei film Marvel. Si è preso spunto da una immensità di informazioni presenti nei libri ecc (EU) e si è’ fatto un adattamento che risultasse godibile. Con i vecchi c’è’ una storia fatta e finita. Qui, e a riprova sono i mille spin off che usciranno,si espande tutto, con chi più ne ha è più ne metta.

      Il pericolo è che possa logorare nel lungo termine, sopratutto la sovra produzione di spin off, non tanto i film.

  45. Cristoforo Nolano

    Rivisto ieri sera, confermo il grosso sì. Non è il film di Star Wars che i fan si meritavano ma quello di cui la saga aveva bisogno.

    A chi non è piaciuto, vi meritate solo Jar Jar Binks e serie animate spigolose con gli occhioni.

    • Ruggero Deodorantato

      Sì però è troppo comodo ammazzare la discussione con “Vi meritate solo Jar Jar Binks”, anche perchè in questo sito chi ha mosso critiche le ha argomentate

  46. Reinkaos

    A me personalmente è piaciuto abbastanza, ma ci sono alcune cose che non sono riuscito a mandare giù.
    Lungi da me fare un papirone, ma ho bisogno di consolazione su una cosa, una soltanto.

    Perché la ragazzina ultima arrivata (bel personaggio tutto sommato) riesce a manipolare la forza in trenta secondi, senza che quasi ne fosse al corrente, senza maestri né niente? Non si può chiudere un occhio qui. Si tratta di andare contro quello che è stato, si tratta di andare contro uno Skywalker che s’è fatto il culo per arrivare ad un certo livello, si tratta di svilire un mito, una leggenda, per rendere iper potente (senza giustificazione) il nuovo arrivo. Si tratta di andare contro a tutto ciò che era stato insegnato e tramandato dai grandi maestri Jedi del passato. Manco con goten e trunks in dragon ball z sono stati così sfacciati.

    Sono io che son troppo severo?

    • Io lo spiego così. E procedo con la spiegazione.

      La premessa è che questo film disconosce in maniera totale i prequel. Non i personaggi stessi non vi fanno nessun riferimento, ma c’è anche proprio un’attenzione maniacale nello script a evitare qualunque concetto introdotto nei prequel.
      Ci avete fatto caso che il pianeta su cui sta il Senato non è Coruscant, ma un altro di cui non ricordo il nome? Questa cosa non può essere casuale, il messaggio è chiaro: di quella roba non vogliamo sapere nulla.

      Ora.

      Il fatto che per diventare potente serva un lungo addestramento e tocchi iniziare da giovanissimi è una fissazione che sta tutta nella trilogia prequel. E’ lì che vediamo i padawan cazzeggiare coi remoti fin dall’età di tre anni.
      Nella trilogia classica, Luke diventa un jedi abbastanza potente da sconfiggere DARTH VADER (DARTH VADER) addestrandosi quanto?
      Una mezz’ora con Obi-Wan e una giornata con Yoda. Il resto, autodidatta.
      Alla luce di questo, posso anche accettare una nuova jedi, potentissima (è una Skywalker?), che in pochi giorni diventa “bravina”.

    • the Gang bang Theory

      Vero. L’idea che l’addestramento debba comiciare fin da piccolissimi era funzionale al passaggio al lato oscuro di Anakin. Troppo grande=troppo legato alla madre=cedere ai sentimenti è da Sith= Vader

      Il massaggio più significativo dei prequel è che per diventare jedi si debba sostanzialmente essere indifferenti a tutto compresi i sentimenti universalmente considerati come positivi. Una rinuncia sofferta, quasi contro la natura umana e per questo semi-impossibile. Il lato oscuro è “facile” proprio perchè più umano. in EP VII la forza sembra veramente un qualcosa alla stregua del mana in un gioco di ruolo.

      E poi che film calcista è senza un training montage come dio comanda

    • Be’, forse non è un film calcista, semplicemente.

      D’altronde mai visto un training montage, in SW.

  47. Angus Lee

    Varianti migliorative:

    LeiLa: Riportalo a casa, vivo o morto (e Han che gli schianta il Millenium Falcon in faccia)

    Chewbacca berserk dopo la famosa morte che stacca teste a troopers e le tira al cattivo

    Iko e Mad Dog che prendono a calci i protagonisti e si prendono il film in mano.

  48. DeadHead

    Aspettavo la fece per capire se quelle che pensavo vaccate erano solo nella mia testa o erano opinione comune, ma più ci pensavo e più mi chiedevo (come si è chiesto qualcuno più in alto) ma come pacco fa uno che ha fatto la scuola jedi di Luke (salvatore della galassia e più cazzutissimo jedi della storia)(anche se a joda gli fa un uncinetto) che ha spazzato via tutti gli altri aspiranti jedi in un momento di sclero (che sia affetto dal morbo del midiclorian pazzo) a farsi tenere testa da un trooper cagasotto; e in quei 2 minuti un altro colpo basso, mentre kylo e Rey sono fasciodiluce contro fasciodiluce, ma dico, Rey chiude gli occhi e richiama la forza, per un tempo che sembra non finire mai… cioè dai, davvero?? e intanto Kylo che fa? si scaccola? Non si può criticare tutta la scena ma quel frangente è davveeeeeeeero pietoso. La scena della spada di Luke finita lo non si sa come l’avete detto voi…e meglio non aggiungere altro, oltretutto i flashback (che la mia professoressa di diritto chiamava “fishback” ma ora non c’entra niente) sono sballatissimi, un altro espediente poco riuscito per fare input e fantasticare su chi sia, perché se è la foglia di Luke non sarebbero spiegabili alcuni e se fosse la figlia di Solo e Leyla (come ho immaginato io, non hanno tre figli sti due?) non sarebbero spiegabili altri. Bah comunque io me lo sono goduto lo stesso perché ho avuto sotto il naso il profumo di Star Wars fin da fuori il cinema, però certo che quelle buche in cui JJ è inciampato non me le aspettavo, le cose più buone del film secondo me sono le scene aeree, la prima fuga del mfassolutamente spettacolare (passando sopra al fatto che Rey non avendo MAI guidato il falcon lo usa come un go-kart) e l’ultima con gli xwing (e tie ovviamente) che finalmente volano come ci si aspetterebbe. La resa visiva spacca il culo, ma questo era il minimo con un background del genere… Salutos

  49. Per me con complesso è un sì. Vado per elenchi.

    COSA FUNZIONA
    – i nuovi eroi: mi interessa di loro, anche di Poe Dameron che non ha un vero ruolo, voglio sapere cosa capiterà al negro e che farà Rey con Luke, quindi funzionano
    – Kylo Ren: dopo lo sconcerto iniziale (figlio di Han e smascherato nell’arco di 30 minuti, ed è un sfiguzz), ho capito dove vuole arrivare Kasdan, e mi piace; mi dicono da oltreoceano che GUARDA CASO il nostro doppiaggio non gli rende giustizia
    – il Primo Ordine: è l’Impero, finalmente, con la concept art dell’Impero, finalmente; è fascionazi il giusto, e ha i suoi personaggetti che funzionano, tipo l’ammiraglio attention bitch che compete col cosplayer di Vader per avere le attenzioni di nuovo_imperatore
    – Harrison Ford: si mangia il film per un’ora, poi conclude la vicenda di Han Solo un modo secondo me magistrale (ho spiegato più volte qui sopra perché)
    – Hammil: alla fine di un film in cui ti hanno fatto vedere tutto e subito, ce lo lasciano lì muto con lo sguardo vacuo: ci sto, J.J.
    – BB8: da hater della prima ora del “robot palla”, ammetto che è stato dosato in maniera giusta, e se non ti viene da volerlo uccidere vuol dire che funziona
    – tutta la parte tecnica (ma non sono un esperto): la fotografia, i paesaggi, i campi, le scene in volo, il reparto audio, tutto
    – il fatto che sia segato volontariamente ogni riferimento ai prequel e ai concetti introdotti nei prequel, e all’expanded universe
    – IL TONO, IL CAZZO DI TONO DEL FILM, che è la vera cosa che ha rovinato i prequel e che qui è stato azzeccato alla grande
    – alcune incoerenze sulle “regole” con la trilogia classica (parcheggiare a velocità luce anyone?)
    – Naturalmente Chewbie <3

    COSA NON FUNZIONA
    – Carrie Fisher: sembra un po' spaesata, sinceramente in tutte le scene in cui dovresti pensare "sta così perché ha perso un figlio", in realtà pensi "sta così perché è bollita cazzo".
    – Snooke Dogg o come si chiama il nuovo_imperatore: salvo grosse manovre nel prossimo film, per ora è davvero il più grande #maccosa della pellicola
    – la scena della visione, brrrr
    – il siparietto coi contrabbandieri/mercenari presi di peso da Mass Effect: apprezzo che Han Solo riparta come simpatica canaglia per poi evolvere, ma si poteva fare in maniera più breve e meno caciarona
    – in ultimo, perdono tutto della trama, ma uno sforzo per NON fare la terza morte nera della storia non si poteva compiere? Anche solo per evitare che la gente dicesse quello sto dicendo io, dai, Kasdan

    COSA NON FUNZIONA #perridere
    – l'impero che si conferma la solita amministrazione pubblica inefficiente
    – ancora zero addestramento alla mira dei trooper
    – che il negro da quando non è più trooper invece la mira gli funziona bene
    – i soliti problemi con i sistemi centralizzati per scudi e morti nere
    – architetti froci della scuola neo-funzionalista imperiale che continuano coi canyon e pozzi senza fondo

    In defintiva… ti ha messo voglia di vedere il prossimo? SI'.
    Torneresti in sala domani per rivederlo? SI'.
    Tanto ci dovevano, e per ora mi basta.

  50. HMBob

    Visto il film non mi è piaciuto anzi ho sbadigliato.. vorrei dividere il commento in 2
    NON AVETE MAI VISTO LA TRILOGIA CLASSICA E SIETE NEOFITI
    E’ un discreto film ambientato nello spazio, combattimenti decenti tra astronavi, discrete inquadrature, il tutto confezionato per il pubblico odierno di ragazzi/ini che si annoiano facilmente e skippano RAN di Kurosawa dopo i primi 30 secondi, comq MAD MAX Fury Road è su un’altro livello se parliamo di remake

    SIETE FANATICI DI STAR WARS E AMATE LA TRILOGIA CLASSICA
    Deludente… ma partiamo dal lato cinematografico.. i punti che non mi sono piaciuti:
    1) attori troppo giovani, il generale del NUOVO ORDINE sembra appena uscito dal liceo, insomma, guidi un’armata almeno qualche capello bianco devi averlo, senò puoi sbraitare finchè vuoi ma non sei credibile, sembri sempre un ragazzino incazzato… Kylo idem, quando si è tolto la maschera stavo per piegarmi dal ridere
    2) computer grafica che a volte sembrava un’animazione della PIXAR, il leader supremo era gollum, la vecchietta del bar si muoveva a scatti… meglio qualche maschera in gomma di più, poi ritoccata a computer che personaggi interamente digitali
    3) trama lacunosa, insomma, prima c’era la repubblica, poi arriva l’impero che viene sconfitto dai ribelli, ora torna la repubblica e questi cattivoni ce l’hanno con la repubblica perchè? fomenta i ribelli?? :/ cioè in 30 anni la repubblica non ha un esercito ma paga i soliti noti per combattere i cattivi? Cioè, o ha le casse in rosso come l’INPS o qualcosa non quadra…
    Il falcon fugge dal pianeta, guidato da una ragazzina che non si sa come sà pilotare una nave (ma non potevi rubarlo prima?) l’incrociatore spaziale in orbita scompare e compare Han Solo che “per caso” era lì e “per caso” ritrova il falcon… :/
    4) dialoghi poco curati al limite di un gangsta movie, l'”addetto alle latrine” è stato poi il tocco di grazia…
    5) la trama poteva essere scritta in 15 minuti da chiunque… jedi cattivo ferito più fiamme mi ricorda qualcosa… robottino in fuga braccato dalle truppe “imperiali” mi ricorda qualcosa… ma poi, l’arrivo dei ribelli durante il primo scontro aereo… ma dove cavolo avevano parcheggiato gli X-WING?? al bar di fronte? “ragà, stanno facendo casino al bar della vecchia, andiamo a dare una mano…”

    il tutto in un minestrone di strizzate d’occhio ai fan di videogiochi, o nerd più accaniti… affogata qualsiasi epicità, pathos, in un brodo di personaggetti da operetta le cui “innate abilità” sembrano spuntare per caso… Luke per far centro nel condotto di scarico della Morte nera almeno un paio d’ore di addestramento dal vecchio Ben le ha ricevute, Rey tenta mosse mentali a cavolo solo per “sentito dire”…
    Insomma in soldoni JJ mi ha deluso, mi aspettavo una regia più attenta e semmai più rispettosa, Tarantino in Bastardi Senza Gloria cita Leone in ogni dove, lo “svecchia”, rende attuali certe inquadrature, pone estrema attenzione sui dialoghi, JJ parte in quarta, sicuro che peggio della trelagio prequel non si possa fare e scivola sulle bucce di banana.. forse avrei preferito attendere altri 5 anni e vedere un film più curato e meno pressapochista

    • E’ vero, sono giovani, ma a me quest’aria da “hanno tutto davanti” piace, sia per i buoni per gli sfigat… cattivi.

      Il lìder maxim Snoop Dogg ha fatto cacare pure me, ma se parliamo di grafica pura, mille volte fatto meglio quello che Yoda verde fosforescente di Lucas.

      L’idea che abbattuto l’Impero si sia una grossa “contro-resistenza” lealista è molto più realistica e passabile del finale posticcio di Lucas in cui dopo mezz’ora che è morto l’imperatore fanno festa in tutta la galassia coi fuochi d’artificio. Per dire quanto i ritocchi a posteriore siano #lammerda.
      D’altronde, anche nella trilogia classica (e nell’OTTIMO Rebels), ci fanno vedere che una volta instaurato l’impero la galassia è tutt’altro che sottomessa e ci sono interi sistemi che resistono fin da subito al nuovo ordine.
      O per te nel mondo reale basta dire “abbiamo vinto” e tutta la nazione che un secondo prima era in guerra civile si mette dalla tua parte?

    • HMBob

      Il tuo ragionamento sulla fanta-politica non fa una grinza, se non fossero trascorsi 30 ANNI (cavoli fanno l’esercito dei cloni in 2 minuti, in 30 anni c’è pure tempo per il pensionamento)..
      Forse avrebbe avuto più senso una trama del tipo “Caduto l’imperatore un governatore regionale tenta di espandere il proprio dominio facendo leva sul vuoto governativo creatosi” (nb 5-10 anni dopo, 15 anni dopo, 20 stiracchiati)
      Il Leader supremo è osceno, non paragono alla trilogia prequel, ma nel 2015 non ti puoi permettere di usare una computer grafica degna di masha e l’orso

    • Scusa, ma il dannato leader (più parliamo e più penso alla puntata de I Simpson sui Movimentariani, tra l’altro) appare come ologramma. In termini di grafica che siamo abituati a vedere, è forse fatto TROPPO bene, per essere appunto un ologramma.

      L’esercito dei cloni lo fanno in tipo 30 anni, mi pare… va ad ordinarlo il maestro Syfodias o come se chiama… e Palpatìne lo ritira.

    • Michele

      postilla sui ribelli che arrivano appena iniziato lo scontro: è la cosa più lineare della trama. Appena entra la cumpa nel bar il vecchio, il peloso e il droide vengono riconosciuti, e subito un tizio chiama i ribelli e una figotta aliena avverte l’impero. As simple as that. Potevano metterci tutti e due di più? sì. E’ il buco più grosso? non è nemmeno nella top ten

    • sebach

      @Shu Shà: certo che ci vuole coraggio a lamentarsi di uno dei personaggi in cgi più fotorealistici degli ultimi anni (che ormai risale al 2005) ed esaltare la fattura di uno realizzato mediocremente nel 2015..

    • Sì, ma almeno di questo, fino al prossimo film, posso pensare “è un ologramma, per quello è fatto male” :D .

    • sebach

      bè, dipende, per quanto ologramma tutta l’immagine è sembrata posticcia per essere una creatura realizzata con le moderne tecniche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.