Crea sito

R.I.P. Bud Spencer

Ero una bambina minuta e timidissima. Avevo tanta fantasia, ma il mondo reale mi faceva una fifa boia. Una sera mio padre, il Generale  Wertmüller, tutto allegro, mi chiama a vedere la tivù con lui perché c’è un film divertentissimo! Dai, vieni, vedrai che ti piace! Io mi avvicino tutta intimorita e decido da subito che no, i film violenti non mi piacciono.

Tempo neanche un minuto e sono lì che rido come una matta di fronte a un gigante barbuto dagli occhietti schiacciati che prende tutti a sganassoni – e vedo la luce: le botte al cinema sono bellissime! Era nata la calcista in me. Quel film era …Altrimenti ci Arrabbiamo!, il gigante era ovviamente Bud Spencer: campione di nuoto, attore, produttore, musicista, pilota, uomo di grande stazza, grande cultura e grande umanità.

<3

<3

RIP Bud, prendi a pugni gli angeli suonando le campane dello STCHAF.

Bonus pic per estimatrici/estimatori della bellezza maschile:

Ma quanto era figo da giovane?

Ma quanto era figo da giovane?

Tags: , ,

76 Commenti

  1. Carter

    Salve che cosa prende?
    Una frittata.
    Con una o due uova?
    Dodici.
    Ehm… dodici?!? La vuole con le cipolle?
    Eh… no, troppo pesante.

  2. Ace Sventura

    Prossimo “LeBasi” tutto italiano? Magari non solo con questo duo incredibile, ma sul filone western all’italiana.

  3. M.N. Shamannat

    Barbuto, buono, laconico, tosto come il marmo e incazzoso quando serve…. lassù qualcuno rischia il posto. Se la giocheranno birra e salsicce?
    Grazie Carlo/Bud

  4. Dan

    Hai avuto una vita più avventurosa dei personaggi che hai portato sullo schermo.
    Arrivederci zio Bud

  5. Pronto MacReady

    credo che per molti di noi (per me lo è stato) i suoi film siano stati il punto di partenza x il cinema di botte, come scrivi tu Cicciolina.
    veramente una “presenza” portante della mia infanzia. servirebbe un suo sganascione per riprendermi!

    ho letto che la sua ultima parola è stata “grazie”… ma grazie a te, omone…
    Grazie, Carlo

    • Shu-shá

      Ho sempre perculato quelli che “piangono” per la morte dei vippe, ma con questo commento mi ha sparato dritto tra costoro.

      Sudo dagli occhi e ti abbraccio, maledetto.

  6. Come fosse morto uno zio. E di quelli più vicini. Sul serio.

    “…più forte ragazzi” dei loro non era il mio film preferito da bambino, in fondo troppo anti-eroico e adulto, l’avrei riscoperto come uno dei loro migliori film (e probabilmente come il miglior film d’Avventura italiano di sempre) solo un po’ più grande. Però c’era una scena, quella iniziale, che adorai fin da subito e che ritengo ancora oggi il simbolo del loro cinema e del loro fascino: vediamo l’aereo con un motore in fiamme, primo piano di Bud alla guida dell’aereo che sembra preoccupato, controcampo dove scopriamo che in realtà sta leggendo un fumetto, al suo fianco Hill dorme serafico, si sveglia e chiede “Brucia ancora?”, pigramente Bud si gira ad osservare dal finestrino se il motore brucia ancora.
    Ecco, adoravo quella fantastica indolenza, quell’imperturbabilità, quel distacco da straccioni aristocratici. Avrei voluto davvero crescere e diventare così. Naturalmente sono diventato un nevrotico come tutti, però è stato bello crescere avendo almeno davanti quell’esempio di filosofia di vita davvero alternativa.

    • Peraltro la voglia di volare gli venne proprio in quel film. Gira l’aneddoto (non so quanto veritiero) che Bud Spencer a un certo punto della lavorazione del film salì sull’aereo e senza mai aver fatto un corso di pilotaggio inizio a girare sopra il set per poi atterrare rimbalzando sulla pista.

      Era un gran personaggio, uno di quelli con cui vorresti andare a prendere la birra e ascoltarlo per ore raccontare della sua vita.

      Dispiacere infinito per la sua morte

    • jax

      come ha scritto in una dvd-quote recente Jackie Lang “la vita che vorrei e che invece porca troia non vivo”, ecco anche per me è stata la vita dipinta nei film di Bud & Terence.

  7. Poisoned Ivy

    Ecco ecco, pensa Cicciolina che io tutt’ora, quando vedo botte in un film, proprio non riesco a non sentire quello STCHIAF in testa.
    Cioè si menano in The Raid e io sento STCHAF. Fortissimo, sempre.

    Ciao (a me piacevi anche in quella specie di Miami Vice all’italiana)

    • Shu-shá

      Quello che faceva il detective a tipo Miami o insomma un posto truccato male per sembrare Miami?
      Che poi in realtà era un cuoco mi pare, che si appassionava ai delitti.

      (potrei stare mischiando ricordi in pieno stile “La memoria del pesce rosso”)

    • ale

      ha fatto un telefilm con un attore di colore, mi sembra detective extralarge, ma negli ’80/90. L’altro dove fa il cuoco è molto molto piu recente

    • Shu-shá

      Ahahahah vedi che mischiavo :D ?

    • Gaz

      Beh l’attore di colore era proprio Philip Michael Thomas di Miami Vice ;)

    • DarkKnight

      Prima ha fatto Big Man, dove era un detective assicurativo in costa azzurra. Poi Detective Extralarge, dove era un investigatore ex-sbirro in quel di Miami. Una prima stagione con Philip Michael Thomas di Miami Vice, e una seconda con Michael Winslow (il rumorista di Scuola di polizia)

    • Poisoned Ivy

      Siii bravitutti!
      Detective Extralarge. Che metteva insieme due miei idoli dell’infanzia (quanto ho sognato che facesse una comparsata anche Don Johnson!).

      Ecco, io ho la memoria che il pesce rosso mi da due lunghezze, ma lo ricordo bello.

  8. Al Bacino

    Ciao Bud,
    da te due schiaffoni l’avrei presi volentieri!!

  9. Ryan Gossip

    Mi sento come tutti voi. Con lui e Terence ci sono cresciuto, quante serate passate a ridere e divertirmi a vedere schiaffi e pugni…
    Però mi hanno fatto incazzare tutte le testate giornalistiche, che hanno dato la notizia così: “è scomparso il gigante buono”. Tutte, dalla prima all’ultima. Che pigrizia…

  10. Sono dispiaciutissimo è morto sicuramente l’attore che prima di tutti mi ha tenuto incollato ad uno schermo. Ieri quando l’ho saputo c’è mancato poco che non mi commuovessi.

    Ha avuto una vita pienissima, ma ovviamente per me è stato e sarà un eroe del cinema, un gigante buono e indistruttibile che ambisce a farsi i cazzi suoi, ma pronto a difendere i più deboli.

    I due superpiedi quasi piatti è un capolavoro, qualche mese fa l’ho rivisto con i rissosi amichetti trovati qui dentro e mi sono divertito come quando avevo 10 anni.

    Mi riempie di tristezza il pensiero che ora forse quello che era l’eroe più grande della mia infanzia sia morto.

  11. elle

    “ruspa, Galina, ruspa”!

  12. Kaiser Zozzo

    Questi due, hanno insegnato metaforicamente a molti bambini come difendersi dai bulli. La sera, feriti nell’orgoglio per l’ennesima umiliazione mattutina, vedevano un loro film e magicamente riprendevano forza e vigore per la giornata seguente. Magari ce le ribuscavano, però il coraggio e la dignità erano stati onorati. Grazie Bud

  13. Shu-shá

    Il suo era il vero cinema di MENARE!

  14. hendrall

    Pensavo di essere pronto da anni a tutto questo. Non lo ero.

    RIP amico mio

  15. Redferne

    Ciao Bud,e grazie a te,piuttosto.PER TUTTO.Se sono cio’ che sono lo devo anche ai tuoi film.Ci mancherai.

  16. Il pisciatoio

    Ora tutti a frignare, bravi bravi. Ma come mai non c’è manco una mezza rece di un suo film ? Perché Perché ? :-‘

    • Ruper Tevere

      Perché sono commedie. Volevo protestare anche io ai tempi, ma poi il motivo in fondo è chiaro.

    • Il pisciatoio

      Stai scherzando vero ? E i film di shane black cosa sono se non commedie ? L’ultimo dei boyscout o il recente Nice Guys non sono forse commedie ? E gli Iron Man ? La verità che non si spiega questa assenza dal sito. Per questo trovo incredibile che si pianga per un calcista come Bud senza averne mai parlato. Sarebbe bello, aggiungo, che ne parlasse per la prima volta in una recensione specifica una vera Calcista come Cicciolina, che non a caso è l’unica ad aver scritto il memoriale (bellissimo) su di lui.

    • Shu-shá

      Ok, ma se Sly fosse morto un anno fa, su questo sito in 6 anni non si sarebbe mai recensito ROCKY.

      Per dire che i filme sono tanti.

    • Il pisciatoio

      @ShuSha Eh, ma qua è un po’ diverso. È come se non si fosse mai recensito un film di Stallone e mai se ne fosse parlato in altre recensioni, sempre per seguire il tuo paragone. Davvero ti sembra normale che con tutti i film di Bud nemmeno uno, ripeto nemmeno uno, abbia trovato spazio come ne hanno trovato tanti altri inguardabili (a giudizio dei redattori stessi peraltro) ? È vero che i film sono tanti ma bisogna vedere quali film ci portiamo nel cuore. Ma poi Bud aveva anche le sue mosse ricorrenti: il cazzottone in testa e la gragnuola di pugni quando si liberava da cento uomini in un colpo solo. Dai, via non ci sono scuse. È una profonda ingiustizia. Checcaz.

    • Shu-shá

      Quello che volevo dire é che qui i film usciti prima del 2009 vengono recensiti “quando capita”, perché ciò che sta in sala ha la precedenza.
      In questa ottica, é potuta capitare l’assurdità, per un blog di menare, che ROCKY non venisse recensito per 6 anni, pari all’assurdità che BUD SPENCER non lo sia mai stato, perché, concordo, é assurdo.

    • Il pisciatoio

      Sì ho capito cosa intendi. Ma ci sono state tante recensioni di film del passato e non solo di nuove uscite. Una volta per il compleanno di Nanni è stato richiesta proprio la rece di uno dei film di Trinità, se ti rileggi i commenti la troverai. C’era anche la rubrica del pesce rosso in cui hanno recensito film vecchissimi, nonostante le “nuove uscite”. Ma MAI i film di Bud Spencer. Quindi sta cosa del favorire le nuove uscite non esiste. Semplicemente di Bud Spencer non è mai fregato veramente a nessuno dal momento che è l’unica vera grande omissione totale. Spiace dirlo, vez, ma è così. Toccherà mettere una petizione pro Bud Spencer al I Congersso Nazionale del P.C.I. che si terrà, ti ricordo, il 4 luglio. Spero di vederti. Tra l’altro ci sono state nuove incredibili sottoscrizioni.

  17. Ciak Norris

    per favore Bud
    dicci che stai solo scherzando.

  18. Leonardo Di Capri

    “Mescal non dimentica!”

    Neanche noi

  19. Axel Folle

    Che personaggio ragazzi, uno che coi film in cui ha partecipato è diventato uno di quei fenomeni popolari tanto da diventare un personaggio familiare (nel senso proprio che pare faccia parte della tua famiglia). Per questo ha poco senso discutere sui suoi effettivi meriti cinematografici (come mi è capitato in altri lidi in queste ore) quanto più ricordarlo come icona di un certo cinema. Tra l altro tanti dei film con Bud sono sinceramente meritevoli, vanno oltre il solo fattore affettivo e sarebbe bello prima o poi coprirne qualcuno per omaggiarlo.

    Personalmente di quelli fatti senza il socio adoro “Piedone lo sbirro” gran bel poliziesco non ancora virato troppo verso la commedia come i seguiti,ho un bel ricordo di “Anche gli angeli…” ma non lo vedo da tempo e potrei sbagliare

    Di quelli in coppia con Hill troppo dura scegliere, farei prima a scrivere quali non mi sono piaciuti

    • Toni Già

      Senza Hill vanno citati i due sportivi “Bulldozer” e “Bomber”.
      Col compagno di una vita: Tutti!

    • Il pisciatoio

      Ottima Axelina la Pazza non delude mai e ci regala un “uno che coi film in cui ha partecipato”. Coi film in cui ha partecipato Hihihiihi !!! W la scuola dell’obbligo (anche se in certi casi servirebbero strutture specifiche).

    • Axel Folle

      Si bravo ritardato ora torna a giocare in autostrada e ricorda alla mamma che è sconsigliabile accoppiarsi tra cugini. Mica glielo devi dire eh, basta che ti fai vedere in faccia.

    • Axel Folle

      Poi oh come mi stai addosso merdaiolo. Ora non puoi fare a meno di rispondere ai miei commenti, datti una calmata. Solo perché ho reso pubblico il tuo ritardo comprovato da tue affermazioni come la svolta video, thief film scrauso e barbarash nuovo John Woo. Non devi avercela piccolo topogigio la vita va così. Sei un mongoloide giusto? Lo dobbiamo dire non c’è nulla di male ad esserlo. Non è manco colpa tua se vogliamo ma dei cugini che si accoppiano, tu sei solo il prodotto di uno sbaglio.
      Però dai basta riempire di piscio questo post facciamo che tutti concordiamo sulla tua natura di povero imbecille.

    • Il pisciatoio

      mongoloide ? Non sentivo questa parola dal 1999. Certo usarla ancora nel 2016 deve avere un suo reprobo fascino. Bisogna esserci nati con un certo lessico. Pensavo che al monastero vi facessero studiare di più ma in effetti uno che si esprime come Salvatore del Nome della rosa non ha molte chances come frate intellettuale. Chissà cosa hai fatto tutto quel tempo rinchiuso nel monastero dei frati. Ma non vorrei che con questi commenti rabbiosi che ti tiri dietro ti salisse troppo la pressione, che poi il cuore ti va in sofferenza e inizi a sbavare sulla tastiera.
      https://www.youtube.com/watch?v=UAgsq8Suna4 Ma una curiosità: parli come lui perché hai deciso di imitarlo o ti viene naturale, dolce Axelina ?

    • Zen My Ass

      Riusciamo a evitare questo circo almeno per un articolo commemorativo? Grazie

    • Axel Folle

      Ma infatti ora che la genesi incestuosa che ha dato vita a Ciobin è venuta a galla ogni discussione cade, il suo cromosoma extra è una corretta giustificazione a questo suo atteggiamento.

      Comunque per rispondere a Toni Già: Bomber (che poi è Bulldozer ma in salsa pugilistica) l ho rivisto non molti anni fa e non era granché, comunque guardabile, forse le aspettative era un poco più alte del dovuto visto che alla regia ci stava Lupo che comunque garantisce un comparto tecnico dignitoso. Nel weekend pensavo di rivedere Bulldozer che non lo rivedo da tanti anni.

    • Toni Già

      E come dimenticare il grande Charleston? Elegantissimo e raffinatissimo, tanto da sembrare più un film americano o inglese che italiano, ed in cui peraltro il doppiatore di Bud non era il solito immenso Glauco Onorato ma il doppiatore solito di Gene Hackman.
      “Morris! Morris!! Morris!!!…..

  20. robert redford

    Credo che Altrimenti ci arrabbiamo sia il film da me visto più volte in assoluto. Nei tanti passaggi televisivi, pur conoscendolo a memoria non riuscivo proprio a spegnere e andarmene. E poi entrare in un locale con l’auto e sfasciare tutto fa uscire fuori il piccolo devastatore dentro di me.
    Infine frase per me diventata cult di Bud: Non c’è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo tratta da chi trova un amico trova un tesoro.

    Io sono ateo ma spero lo stesso che Bud possa trovare qualcosa dopo una vita così intensa come la sua.

  21. Gabriel Puntello

    Il mio ricordo coincide al 100% con quello di Cicciolina, ed il fatto che la sua ultima parola sia stata “Grazie!” me lo rende immenso…

  22. Ruper Tevere

    Come ho scritto nell’altro post, spero proprio che inventeranno una macchina del tempo, che io userò per fare il mio regalo all’umanità: tornare negli anni ’70 e fare girare un film di robin hood e little john a Bud e Terence, settando lo standard per i successivi duemila anni

  23. Toni Già

    Ma quale morto, vivrà per sempre nei suoi film.

  24. Toni Già

    Curioso come mettesse d’accordo tutti la coppia Spencer-Hill, penso che nessuno fosse immune dal divertimento e dalla simpatia che provocavano i loro film

  25. Baracca

    Eh, un mito vero cazzarola. Grande campione di sport tra l’altro,primo italiano a scendere sotto il minuto nei 100 stile libero e se non sbaglio anche campione d’italia nella pallanuoto, in un’epoca in cui lo sport era ancora sport. Da attore, complice anche il doppiatore del quale purtroppo non ricordo il nome, che lo caratterizzava alla grande, nonostante ovviamente non avesse le doti recitative dei mostri sacri, riempiva lo schermo con quel faccione che ti rimetteva in pace con l’universo. Da lui (e da Mario Brega) un bel “pizzone” in testa l’avrei preso col sorriso. Una comicità innata, nelle espressioni, nelle movenze, che pochissimi attori hanno. Pur non essendo un fanatico dei suoi film, rido sempre di gusto. Personaggio a cui credo fosse impossibile non volere bene.

  26. Bud Spacey

    Notizia bruttissima

    ascolto un po’ sta canzone per ricaricarmi https://www.youtube.com/watch?v=5Od0Jb1HPC0

  27. LannoScorsoaValVerde

    E niente, prima ho visto che stavano ridando Piedone lo Sbirro sulla RAI. E comunque ogni volta che devo andare in Comune ripenso a Banana Joe che deve fare la carta d’identità.

  28. Steven Senegal

    eroe vero della gente, ora ci sarà la corsa a nobilitarlo da parte di critici con baffi e maglione e da parte della stampa che lo ha sempre ignorato, tipo quel poveraccio che su Il Giornale ha scritto il coccodrillo chiamandolo a più riprese Trinità
    io poi quando muore una parte di un sodalizio forte, c’ho sempre paura che l’altro lo raggiunga di crepacuore
    stay strong terence

    • Oggi sul televideo RAI dopo un breve accenno alla sua filmografia più nota c’era un odioso “Ma ha lavorato anche con Olmi e ha girato film di denuncia come Torino nera”. Ecco quel “ma” mi ha fatto incazzare. Come se aver fatto (grande) cinema popolare fosse e aver avuto un succeso immenso fosse qualcosa in un certo senso da riscattare con film “d’autore” e “di denuncia”. Che poi nel film di Olmi il suo era poco più di un cameo e Torino nera è semplicemente uno dei film più fiacchi e brutti da lui interpretati.

      E poi le cazzate sui giornali, tipo leggere un po’ dovunque che il successo in coppia con Hill arrivò con Trinità, quando invece i precedenti “I quattro dell’ave Maria” e “Dio perdona… io no” erano già stati dei mega successi, superiori almeno al primo Trinità.
      Boh, magari sbaglio io a incazzarmi per questo pressapochismo, ma cristo basterebbe prendersi quei cinque minuti per consultare wikipedia prima di andare avanti a luoghi comuni e roba per sentito dire…

    • Capisco quello che intendi. Ancora oggi leggevo su un sito “Olmi gli ha ridato il suo nome” e mi sono stizzito moltissimo. Come solo ai tempi della morte di Tony Scott quando parlavano del suo rapporto con Ridley praticamente nemmeno per sentito dire. Proprio a cazzo di cane.
      Il pressapochismo è totale metto qui il link a futura memoria del sito de IlGiornale, un quotidiano nazionale che nel suo coccodrillo lo chiama a più riprese Trinità.
      Roba da pigliarli a sberle vere.

      http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/addio-bud-gigante-buono-sue-ultime-parole-grazie-1276784.html

    • Il pisciatoio

      Bel pezzo Steven. Hai parlato a nome di tutti, hai parlato con il cuore. Per il buon Terence non temere, è uno che non teme nulla. E poi ha talmente fatto il pieno di botox che si conserverà per almeno altri 40 anni tipo antico Egitto. Di eroe vero della gente (mai definizione fu più giusta) ci rimane lui, Don Matteo.

  29. Enrico

    Incontrato anni fa ad una mostra del cinema, gli ho stretto la mano e mi sono fatto fare l’autografo, che ancora non riesco a ritrovare, ma dovrei averlo da qualche parte, c’era pure quello di Dario Argento.
    Comunque per me Più forte ragazzi è un film perfetto di azione avventura, come non se ne fanno più, lo rivisto un po’ in Air America che infatti è un film che rivedo con piacere.
    Poi arriva porgi l’altra guancia, non a caso sono film internazionali e amanti in tutto il mondo.
    Alla fine è inutile rattristarsi nessuno esce vivo da questo mondo, neanche Bud Spencer.

  30. Shu-shá

    Se la Redazione ha un cuore, il banner del sito andrebbe cambiato in “le 400 manate” per almeno 3 giorni.

  31. pasqualobianco

    Colonna sonora del martedì, le MANI DI BUD;)

  32. jena123

    Nei miei 200/300 film preferiti in almeno una quindicina ci stà lui. Ciao gigante buono,insegna agli angeli a fare a botte.

  33. Stasera in pizzeria attacco rissa, mi faccio spaccare sedie sulla schiena e tiro cazzottoni in testa, pugni sui piedi e schiaffoni a lato collo.
    Ciao, Bud.

  34. Woody Harley Davidson

    Ma la rubrica “eroi” dei 400c è nata e morta con Danny Trejo ? Sir Christopher Lee , Bud Spencer…tanto per dirne due non meriterebbero ?

  35. Pasquale

    tvb bud

  36. Ciak Norris

    posso dire che mi aspettavo qualche parola in più da un pò tutti i recensori?
    Nanni?

  37. Vin Diesel30€grazie

    Ricordo mio nonno che rideva a crepapelle per i suoi pugni e ceffoni.
    Come Stanlio e Olio, Toto’, i fratelli Marx ed altri, credo che la comicita’ sua e di terence hill sia non replicabile da nessuno.
    Un grandissimo, ci mancherai davvero tanto.

  38. GGJJ

    Se a qualcuno che legge è necessario spiegare l’importanza e la grandezza di Bud Spencer, costui sta semplicemente leggendo il sito sbagliato. Questo luogo non fa per lui.

  39. FERMI TUTTI. Qualcuno sul mio Facebook ha appena scritto “Un giorno ho visto Bud Spencer che ENTRAVA IN UNA SMART”.

    Secondo me era successo il contrario, era Bud che si stava mangiando la Smart in un sol boccone. Ma se non fosse così, allora vuol dire che Bud era anche un contorsionista. Ed è un’immagine stupenda.

    • Kylo Pontecorvo

      Lo incrociai anni fa in un negozio di strumenti musicali: faccio un metro e ottantasei e sfioro il quintale, e mi sono sentito annichilito. Non credo esistesse smart che potesse contenerlo senza aprirsi in quattro come in una scena dei suoi film.

      TSCHAF forever.

  40. Alucab

    L’unico di cui abbia mai chiesto l’autografo e di cui mi sia interessato come persona.

    Ciao Bud.

  41. Probabilmente la diffidenza/ignoranza dei critici verso i film di Bud e Terence è dovuta al fatto che, al contrario della tradizione della commedia italiana (anche di quella più leggera), nelle loro pellicole è assente qualsiasi tipo di critica sociale, tocco melodrammatico, riferimento all’attualità.

    Nei loro film (sia in quelli fatti in coppia che quelli in solitaria di Bud) l’universo narrativo è sempre sganciato dalla realtà, un mondo un po’ italiano, un po’ americano e un po’ latino tutto sgangherato e cartoonesco nei personaggi, nei plot e nelle battute.

    Questo ovviamente, a dispetto della critica, li rende molto più internazionali e trasversali rispetto al pubblico di tutte le età, e anche più amati e rivisti. Soprattutto è notevole come abbiano spaziato in tutti i generi, dal western all’avventura al poliziesco alla fantascienza, mantenendo una loro precisa identità (un po’ come Kubrick, a ben vedere).

    Insomma nel cinema di genere italiano ci sono stati pacchi di filmacci ignobili oggi rivalutati a cazzo e senza motivo, però nel caso di Bud e Terence motivi per rivalutarli anche criticamente ce ne sono eccome.

    • Robert Down a Giugno

      Guarda… ieri ho letto su FB il commento di un mio amico, di quelli fissatissimi con GOMBLODDI eccetera… che si è messo a infilare di forza la critica sociale e la satira politica dentro i film più famosi di Bud Spencer… del tipo che in “Lo chiamavano bulldozer” c’è la satira antimilitarista perché piglia a calci in culo il colonnello dell’esercito… o che in Banana Joe attacca le lobbiss e le multinazionali…

      Questa gente è quella che poi vede A.C.A.B. e gli scoppia la testa perché non riesca trovare lo schieramento dei BUONI.
      Speriamo lo veda presto, ora che ci penso.

  42. Mec Maru

    Prima di Schwarzy e Stallone, quello che mi avvicinò al cinema d’azione..fu lui, i suoi film.
    Per me è stato il primo vero mito.
    Ciao Bud
    Mancherai :'(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *