Crea sito

Aggiornamento Simon West: Stratton

Simon West, regista, amico nostro, forse ai fasti di Con Air non ci tornerà mai, ma negli ultimi anni si è dimostrato degno di queste pagine quando ha deciso di infilare, uno dietro l’altro, The Mechanic e The Expendables 2. Era, fino ad almeno due anni fa, amicone di Jason Statham. Ce lo ha fatto correre e saltare di qua e di là nel modo giusto, si è preso le sue lodi ma anche le sue gran critiche, perché Simon West è un po’ così, uno dalla mano facile, che si adagia comodo comodo su quello che sa fare bene e non si muove di un millimetro. Le sue scene d’azione sono quasi sempre da manuale dell’action normale: hanno ritmo, funzionano, ma potrebbero esaltare molto di più con qualche idea fuori dal melone. Però magari non è colpa sua, ed è solo una questione di budget. Sapete dove lo vedo bene? A girare uno dei prossimi Fast & Furious. Vedrete, succederà. È anche uno che, più di tutto, lavora da dio con gli attori. Per questo Jason Statham con lui ha tirato fuori alcune delle sue cose migliori, e Nicolas Cage è la forza di Con Air, e il suo Fast & Furious avrebbe delle scene con La Famiglia in cui persino Ludracris sembrerebbe un attore shakespeariano. È bravo ma ha bisogno del progetto giusto, la rivalsa definitiva, e c’è da dire che aver girato Tomb Raider non è proprio un gran curriculum.

In Stratton lo vediamo alle prese col film più normale possibile. Una roba che funziona dall’inizio alla fine senza prendersi il minimo rischio. È una specie di James Bond/XXX in versione miniaturizzata: ci sono dei membri della Special Boat Service (forze speciali navali/costiere) che devono salvare la faccenda, la salvano e in mezzo fanno un salto a Roma, che è ormai tappa fissa per le produzioni a medio budget, alla faccia del prestigio. È la Romania dei monumenti storici.
Il ritmo è sempre carico, sempre in equilibrio con le scene più dialogate in cui tocca spiegare cosa cazzo sta succedendo e quelle d’azione che filano lisce come burro riscaldato, senza andare da nessuna parte. Né nell’olimpo dell’action, né nel cestone delle schifezze. Inizia lanciandosi dritto in una missione che dura venti minuti tra sparatorie, inseguimenti e spionaggio vario. Sembra di vedere una cosa bellissima, ma che per qualche motivo è solo bellina. Dominic Cooper è un buonissimo attore che senza sforzo tiene in piedi tutta la baracca, e totalmente a sorpresa le scene col padre pescatore sono forse le più convincenti (prova schiacciante che Simon West è portato per girare film con La Famiglia).  Non possiamo nemmeno dare del cane maledetto a qualcuno, nemmeno al rimasto di Harry Potter, quello biondo, che essendo il più maffo è presente in circa quattro scene.
Ci fosse stato Jason Statham sarebbe stato il The Mechanic 2 che non abbiamo mai avuto. Sì, lo so che l’abbiamo avuto, ma lo “abbiamo avuto”? Eh? No.

Stratton è un film OK, un compitino portato a casa con la sufficenza. Come si parla di un film OK? È difficile, perché c’è veramente poco da dire. L’importante, secondo me, è che Simon West continui a fare queste cose se proprio non riesce a stare fermo. Mi sembra un buon allenamento, magari una scusa per farsi venire delle idee da mettere nel suo Fast & Furious. Ho già deciso che succederà, non potete negare quanto sia ovvio e logico. È pure amico di Jason. E sapete cosa? Ci sarà anche Nicolas Cage. Interpreterà lo zio di Ludacris. E se non gli faranno fare quello ci accontenteremo dello spin-off sui fratelli Shaw. Segnatevelo sull’agendina, sappiamo il futuro.
Nel frattempo ha in cantiere il remake di The Blob. Sono abbastanza gasato.

UUUUUUUUUH

DVD-quote:

“Il Fast & Furious del cinema NORMALE”
Jean-Claude Van-Gogh, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , ,

10 Commenti

  1. Fabio

    Nota a margine: Stratton è stato girato in gran parte tra Brindisi e Roma.

  2. Donnie Harlin

    Grazie per la rece @JCVG!
    Ho visto il trailer e Stratton mi sembra il solito onestissimo film di West.
    Si sparacchia tanto e si esplodono cose, ma sembra si meni poco, forse per questo Simon non ha chiamato il suo vecchio amico Jason (o magari Jason c’aveva altro da fare).
    Lo recupererò sicuramente dal cestone delle offerte, anche se al momento su Amazon UK non lo vedo neppure in preorder (in Germania sì, ovvio, esce il 28 luglio, in Germania qualunque cosa esce in Blu-Ray).

  3. Ryan Gossip

    O meglio, regista dello spin-off con lo Shaw che ci interessa (Jason ovviamente) e Rocky. Quello sì.
    Sono sempre alla ricerca di action guardabili. Aggiudicato.

  4. Pippo

    Quindi mille parole su un F&F inesistente e tre in croce sul film vero e proprio.

  5. Axel Folle

    Era partito proprio bene Simon con “Con Air”, certo che la produzione di Bruckheimer avrà influito molto, tanto che sembra quasi di vedere un Michael Bay dei ’90 che pur senza la sua vena folle nel girare rimane pompatissimo e dal ritmo senza scampo.
    Poi si è perso subito, Lara Croft è semi inguardabile, The Mechanic è robetta sufficiente, I Mercenari 2 è un filmettino pure coi suoi momenti esaltanti e probabilmente avrà deciso tutto Stallone, Joker ha delle belle scene d’azione ma date col contagocce, il resto della storia dovrebbe mettere a fuoco il dramma ma West non è esattamente un narratore capace di dare densità alla vicenda o a tratteggiare il lato psicologico dei protagonisti e alla fine anche qui ci si annoia.

    Stratton dal trailer pare promettere quanto scritto nella rece e per me, se West si decide a calcare sulla tanta azione è più sufficiente, appea riesco lo recupero.

    • jax

      Ti dirò che tutto sommato Tomb Raider, rivisto di recente su Rai4, mi ha fatto venire un pochino di nostalgia. Rimane una cacatona ma ci son affezionato.

    • Alucab

      Si ci sono dei film cosi’

      Io per qualche oscura ed inspiegabile ragione sono affezionato a IL SANTO
      Con Val Kilmer

      Sara’ per elizabeth shue…

  6. Ugo

    visto.
    oh Cooper a me piace, era bravo in preacher, è bravo qua.
    ma il film è proprio un filmetto: tutte le rogne sono telefonate, tutte le soluzioni ovvie.
    succede esattamente quello che ci sia aspetta, si dicono esattamente quello che tutti pensavano.
    insomma, alla fine è come se l’avessi visto prima ancora di vederlo.
    comunque film ok. eppoi c’è la Nielsen…

  7. Cristoforo Nolano

    Film discreto da pomeriggio piovoso: Gemma Chan è una figa da far pensare non sia della stessa razza delle femmine umane, Cooper ha una bella fazza adatta e tutto sommato la storia è anche carina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.