Crea sito

Rampage: Asylum meets Cinema coi soldoni.

Penso sia inutile dirlo, perché sicuramente lo sapete, cari amici miei nerdacchioni, ma siamo di fronte a un film tratto da un videogioco. Si giocava a Rampage back in 1986 grazie alla Midway Games, la stessa che ci ha regalato Mortal Kombat e distribuito in occidente giochi come Space Invaders e Pac-Man. Funzionava così: tu, uomo, ti trasformavi in un mega animale – la scelta era tra un megagorilla, una megalucertola e un megalupo – e poi dovevi spaccare dei palazzi. La gente nei palazzi poteva gettarti delle bombe addosso, ma tu potevi anche mangiarli e fare altre cose divertenti tipo spiaccicare delle macchine. Quando finivi l’energia per le troppe bombe ricevute in fazza, ti ritrasformavi in un uomo (ignudo) e scappavi fuori dallo schermo. Se non ve lo ricordate o non ci avete mai giocato, ecco a voi.

Nel 2009 la Warner Bros si compra la Midway per 33 milioni di dollari (un quarto del budget del film di cui stiamo per parlare) e decide di fare un film ispirato proprio a Rampage. D’altra parte con una trama del genere (mostri che sfrociano palazzi) non si può sbagliare. Una volta messo nel cast Dwayne Johnson si decide di chiamare come regista il signor Brad Peyton. Parliamo un po’ di Brad. Allora, il ragazzo s’è fatto notare con un cortometraggio dal titolo Evelyn: The Cutest Evil Dead Girl, che potremmo definire una cacata arty ispirata a Tim Burton e anche un po’ alla roba che andava di moda a inizio secolo, tipo Emily The Strange e altra roba goticheggiante e cute. Il passo successivo (nelle orme di Burton e soci) è una serie televisiva dal titolo What It’s Like Being Aloneinteramente realizzata in claymation. La fama di Brad comincia a crescere e Hollywood decide di coglionarlo un po’ regalandogli la regia di… rullo di tamburi… suspense… la tensione! La regia di Cani & gatti – La Vendetta di Kitty, seguito dell’imprescindibile Come Cani & Gatti.  Che ridere. Facile immaginare il nostro Brad tutto preso male: “Ma io! Io che ho fatto di tutto per essere considerato un AdN (Autore di Nicchia), e questi mi fanno fare i film coi cani parlanti! Ma come si permettono?”. Brad è in crisi, vuole lasciare il cattivissimo mondo del cinema che non l’ha capito… ma poi succede il miracolo: conosce The Rock. I due si incontrano sul set del nuovo film di Brad, Viaggio nell’Isola Misteriosa, seguito di Viaggio al Centro della Terra 3D. Sì, quel film tipo “ispirato” a Verne con Brendan Fraser come protagonista. Un altro seguito di una pagliacciata. Solo che questa è una pagliacciata con The Rock. Ma adesso… Flashback.

Brad è sul set, una stanza vuota che qualcuno poi riempirà di cacate con il computer. È pronto a girare. Non ha voglia, perché a lui del film non frega nulla. Lui voleva fare altro nella vita ma adesso si trova lì, a dover girare la sequenza in cui Michael Caine, a cavallo di un’ape gigante, ride perché un uccello gigante ha cagato in faccia a Luis Guzman. Che tristezza, pensa Brad. Un tempo Michael Caine era considerato un grande attore. Adesso ride per delle battute sulla cacca. Tutto finito, tutto degradato. È tutto pronto, manca solo The Rock. L’attore tarda ad arrivare. Brad si spazientisce, getta a terra il megafono, si alza dalla sua sedia da regista e cammina a grandi falcate verso la roulotte di quello che i produttori continuano a chiamare “la nuova stella”. Un tempo era lui la nuova stella… Entra senza bussare. Vuole litigare. Perché ‘sto coglione sta facendo perdere tempo a tutta la troupe? Perché non è dove dovrebbe essere? Perché? Perché la sua vita ha preso questa piega? Brad apre la porta della roulette e viene subito investito da un odore forte, intenso. Incenso? C’è una musica strana nell’aria. Sembra l’Adhan, il richiamo alla preghiera del Muhezin. Una melodia avvolgente, che Brad aveva ascoltato una volta nel cuore della notte di Istanbul, tanti anni prima, nel 1994, in quella vacanza in cui decise  che sarebbe diventato un regista. Anzi, era stato proprio durante quella notte che Brad…  “Il segreto è la perseveranza”. Brad era immerso nei suoi pensieri e quella voce l’ha colto di sorpresa. Si gira verso il fondo della roulotte. Inizialmente non vede niente, poi come dal nulla compare The Rock. È nudo. Brad si imbarazza e abbassa lo sguardo. “Brad, guardami. Guardami. Non ti devi vergognare. Lo so, sono bellissimo. Sono un adone, una statua, un bronzo di Riace. È il mio dono, è la mia forza”. Brad sta guardando The Rock. Prima era effettivamente imbarazzato, ora sente come una strana calma che lo pervade. Non c’è niente di male in quello che sta facendo. Non sta guardando un uomo nudo… sta godendo di un’opera d’arte. The Rock ora è vicinissimo a Brad. Quando è successo? Non l’ha neanche visto muoversi. Chi ha alzato la musica? Perché adesso quel profumo di incenso s’è fatto così intenso? Perché la stanza s’è messa a girare? “La perseveranza, Brad”. Il regista non aveva mai notato l’altezza così imponente dell’attore. Sì, certo, aveva visto che era alto. Ma non COSÌ alto. “Ti ho visto al lavoro, so quello di cui sei capace. Sei bravo… ma hai abbandonato il tuo talento. Perché hai tradito il tuo sogno? Un tempo eri puro, Brad. Lo posso ancora leggere ancora nei tuoi occhi, ma vedo che adesso quella purezza non c’è più. E so anche perché. Perché il mondo non ti ha capito, perché la gente non si impegna abbastanza, perché non si apprezza più la vera Arte, il Bello. E tu sei caduto in basso. Hai dimenticato l’Amore, Brad. Ma io sono qui per te. Voglio che tu diventi il mio regista personale. Voglio che tu dedichi la tua vita a fare dei monumenti alla mia persona. Voglio che mi ami. Se accetterai questa missione, ti posso assicurare che diventerai ricco, Brad. Molto ricco, schifosamente ricco”. Brad è in un altro mondo, forse è in un sogno. Ora si trova in ginocchio, ha la mano di The Rock sulla testa. La mano emana calore, e a quanto sembra, anche una luce, come quella che circonda la testa sudata di quell’idolo pagano. “Vai, Brad… abbeverati alla mia fonte”.

Gli brillano ancora gli occhi.

La carriera di Brad Peyton è poi, ovviamente, decollata. Il film successivo è stato San Andreas, il catastrofico in cui Dwayne salvava la moglie Milf Carla Gugino e la figlia fregna Alexandra Daddario. In quel film, se vi ricordate, c’era una scena in cui il protagonista riusciva a guidare un gommone più veloce di tutte la altre barche del mondo, non grazie a una bombola di NOS prestata dal suo (ex) amico Dom ma semplicemente perché era guidato da The Rock. E The Rock è meglio del NOS. È una scena molto importante nella recente storia del cinema, perché sancisce lo status di semi-divinità dell’attore. Egli può tutto perché egli, semplicemente, è. Non è un uomo come tutti gli altri, è qualcosa di più, qualcosa di meglio. E a raccontare le gesta di questa “nuova carne” c’è lui, Brad Peyton, il primo fedele di questa nuova religione. Arriviamo finalmente a Rampage. Com’è? ‘Na bella cafonata mega divertente. Ma soprattutto è il monumento definitivo a Dwayne.

La storia è questa: Dwayne interpreta lo studioso di simmie Davis. Egli è un figo pazzesco. I suoi colleghi vogliono essere come lui, le colleghe gli chiedono sbavando se possono andare a casa sua a imparare delle nuove “tecniche di sottomissione”. Ma lui non ha tempo di scopare le fighe, lui vuole stare con il suo amico George, un gorilla albino bellissimo. Davis ha insegnato a parlare all’animale grazie al linguaggio dei gesti e i due se la intendono alla grandissima. George rispetta Davis perché sa che egli è diretta emanazione della Natura. Solo che una notte, una brutta notte, una navetta con a bordo una scienziata e delle bombolette ripiene di un siero sperimentale che fa delle cose brutte si schiantano proprio vicino allo zoo dove lavora Davis e risiede George. L’animale, e con lui un lupo e un coccodrillo, entrano in contatto con questo siero sperimentale che fa delle cose brutte. E infatti crescono a dismisura, diventano dei megamostri giganti e super aggressivi.

Godere. Forte.

A questo punto, dopo che Joe Manganiello muore male, arrivano i militari, capitanati da Jeffrey Dean Morgan che fa il cowboy vestito come uno de Le Iene. Vogliono studiare George, capire cos’è successo. Ma George scappa, si unisce al mega lupo e punta dritto verso Chicago, dove c’è la multinazionale del terrore che ha brevettato il siero. A questo punto The Rock insieme alla scienziata figa che ha inventato il siero (per curare il fratello che stava morendo, eh?) vanno anche loro verso Chicago per salvare l’animale. Una volta arrivati in città, parte una lunga sequenza di lotta pazzeschissima in cui George, il megalupo e il megacoccordillo SPACCANO TUTTO. Non solo: dopo aver fatto cadere la Willis Tower, George torna buono e decide di lottare contro il megalupo e il megacoccodrillo per fermarli. Da solo? No, al fianco di The Rock. Avete capito bene, amici. Dopo più di un’ora di roba fondamentalmente inutile, Rampage ingrana la sesta e realizza questa sequenza straordinaria (che da sola giustifica la visione di un film in cui ci sono delle sequenze francamente imbarazzanti) in cui The Rock è talmente fregno che riesce a combattere contro dei mostri che tirano giù palazzi a manate, che schiacciano jeeppette dei militari a uso ridere, che se anche li colpisci con dei razzi non gli fai nulla! Vi ricordate quando in BvS, Batman sfida gli dei e lotta insieme a Wonder Woman e Sup contro Doomsday? Aaaaaadilettantedemmerda! Ma proprio una roba che Batman manco gli allaccia le scarpe a The Rock!

The Rock e George, interpretato da Jason Liles

DVD-Quote:

“Agiografico”
Casanova Wong Kar-Wai, i400calci.com

Aggiungo anche quella di Jackie Lang che da sola vale più di tutta la mia recensione.

“Il primo film ad alto budget che sembra una versione solo un filo differente – e con un titolo meno divertente – di un film della Asylum”
Jackie Lang, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

57 Commenti

  1. Mynky

    Cioè quindi mi dici che almeno le scene di menare e di spaccotutto sono decenti?
    Una chance si potrebbe anche concedergliela

  2. avdf

    ed è ad alto budget… pensa un po’ se era pure basso

  3. Rocco Alano

    La cosa più bella di rampage era mangiare il tuo compagno dopo che era tornato uomo!

  4. Toni Già

    Rece delirante ma divertente…Dwayne The Christ che spezza la croce è…totale!!!
    Molto meglio di Pacific Rim 2, perchè non si prende sul serio (e come potrebbe?) e quando i mostri arrivano in città spaccano di brutto (in ogni senso).
    Vale assolutamente la visione al cinema, dell’Asylum ha solo la trama folle, ma il resto (attori, effetti, doppiaggio) è da serie A.

  5. Pitch f. H.

    Film divertente. Scene action in zona Champions League (e i palazzi non sembrano di polistirolo come quelli di Pacific Rim 2).

    Note sparse:

    Naomi Harris sradica dalle fondamenta ogni cazzata razzista del pianeta appena entra in scena. Bella la foto linkata nella recensione ma non le rende giustizia.

    Dwayne Johnson ha capito che questo tipo di film può e deve fare e questo fa. Del resto in ruoli seri non è credibile (es: Snitch)

    Malin Akerman non perde mai l’occasione di starmi sul cazzo. A pelle, irrazionalmente, non so che dire.

    • Kaiser Zozzo

      Vorrei capire come possono essere di polistirolo i palazzi di pacific rim 2 che ha la stessa qualità di cgi di rampage. Puoi solo dire che ti è piaciuto di meno perchè l’appunto che fai è gratuito. Pacific rim 2 è altro livello questo è ma stronzata divertente e basta… che poi fanno le scimmione fatte bene in cgi lo hanno capito anche i sassi.. è apiderman che volteggia che ancora sembra pupazzetto.. e poi non riescono neanche a schiaffare la faccia di the rock sullo stunt che scende con il paracadute al posto suo

    • Pitch f. H.

      @Kaiser Zozzo

      “Vorrei capire come possono essere di polistirolo i palazzi di pacific rim 2 che ha la stessa qualità di cgi di rampage.”

      Se guardassimo solo il pedigree di chi se ne è occupato, ovvero la DNEG (con i suoi 4 Oscar) + altre tre label specializzate che ora non ricordo, la qualità della CGI di PR2 sarebbe teoricamente anche migliore di quella di Rampage.

      Il problema sta a monte. Negli Stati Uniti c’è una ferita ancora aperta, e lo rimarrà per molto, ossia il 9/11. Che ha mostrato al mondo cosa succede *realmente* quando un colosso di X decine di tonnellate impatta a tutta velocità su un grattacielo di ferro e cemento, progettato, come tutti i grattacieli, per assorbirne la collisione. Dal quel giorno, e per un bel po’ di tempo, l’entertainment americano ha dovuto tenerne conto.

      Cito da qui: https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_entertainment_affected_by_the_September_11_attacks

      “The September 11 attacks in the United States in 2001 had an important impact on broadcast and venue entertainment businesses, prompting cancellations, postponements, and changes in content. In the United States and several other countries, planned television screenings of films and fictional programs where terrorism, plane crashes, bombs, or other related disasters were the primary subject were postponed or cancelled.”

      Ma, come si dice, the show must go on, non si può cancellare per sempre l’idea di: oggetto che fa crollare un palazzo. Quindi adesso, quando ce ne deve essere una, o rimane in background (non è il fine ultimo del film) oppure viene spettacolarizzata a discapito del realismo. Insomma l’effetto “polistirolo”, in maggiore o minore misura, lo dobbiamo accettare. In Pacific Rim -che è sì fantasy ma si sforza di avere un contesto, diciamo,
      plausibile- questo effetto è marcatissimo, quasi fastidioso: l’avevo fatto presente anche nella recensione su i400calci, prima di vedere Rampage.
      In Rampage la fisica del palazzi è ben lontana dal ricercare il realismo, ma è *leggermente* più plastica e materica (insomma: un minimo di resistenza agli urti ce l’hanno).

      “[…] questo è ma stronzata divertente e basta… ”

      Odiami. Ma per me è un pregio.

    • Kaiser Zozzo

      quando le risposte di chi si accusa di qualcosa sono così ben articolare non si può fare altro che condividere. ;)

  6. Alimentare Watson

    Non c’è mai Godzilla quando serve.

  7. aaaaa

    “Il film successivo è stato San Andreas, il catastrofico in cui Dwayne salvava la moglie Milf Carla Gugino e la figlia fregna Alexandra Daddario.”

    Date una medaglia a quest’uomo

  8. Norton Antichrist

    Ormai The Rock quando non fa film per quell’orda di barbari capitanata dall’eretico Diesel è impegnato nell’edificazione di un nuovo genere, il suo. Solo nell’ultimo anno abbiamo: “The Rock a Miami”, “The Rock nella giungla” e “The Rock contro animali giganti”. Tutta roba che ha diritto di esistere ed essere giudicata/recensita/notata unicamente perché c’è The Rock. Onestamente, a parte il divismo degli anni del cinema in bianco e nero (il cui sunto, per capirci, è incarnato dal protagonista di The Artist) fatico a trovare qualcosa di simile, neanche le grandi icone dell’action ‘80-‘90 avevano un’idea di cinema così cartoonistica (in questo momento non mi viene altro termine). Il problema è che ci si diverte un mondo e il merito va esclusivamente, manco a dirlo, a The Rock che funziona dannatamente bene. Spielberg aveva ragione.

    • aaaaa

      E quest’estate esce “The Rock a Hong Kong” (Skyscraper)

    • Norton Antichrist

      Basta l’immagine di lui che spicca un salto impossibile verso un grattacielo, il film sarà tutto lì. E il bello è che lo andremo a vedere felici, con l’animo di un bambino.

  9. Past

    mi è venuta la brutta idea di recuperare l’ultimo jumaji…emadonnasantamia…roba che il film con robin williams a confronto diventa stand by me…

    alla fine sbagliare un film coi mostroni è difficile…cioè puoi sbagliare tutto il resto come insegnano i vari godzilla,kong, pacific rim ma quando poi se devono mena capisci perchè hai perso tempo fino a quel punto lì.

    spiace solo che the rock, in un momento storico dove può fare il cazzo che gli pare, non riesca a tirare fuori il suo filmone, il suo terminator,rocky,predator,rambo…quel film che tra 10-15 anni rivedresti volentieri insomma e che ogni tanto ti torna in mente…

  10. Capitan Ovvio

    Joe Manganiello, solo in ammeriga

  11. The Mat(Bat)

    L’agiografia di The Rock mi ha fatto sudare gli occhi in tram.
    Spero molto in Hobbs & Shaw.

    Sarebbe bello ragionare su The Rock come punto di arrivo/congiunzione/ibridazione di un certo corpo irreale dell’action anni ’80 (Commando) e dei catastrofici fine 90 inizio 2000 (Volcano, Dante’s Peak, Deep impact etc). I primi catastrofici spettacolari insistevano sullo scontro impari della natura contro l’uomo, che può solo sopravvivere con la sua intelligenza o adattarsi a un mondo modificato.

    Se rifacessero Volcano oggi, non solo The Rock potrebbe correre più veloce del palazzo che cade, ma probabilmente camminerebbe sulla lava a piedi nudi…

  12. Sex de Fer

    Ma the rock ormai fa sempre la stessa parte, ovvero se stesso ?

  13. Simmione

    La storia di Brad e The Rock ha uno splendido gusto Phazyano!

  14. El mariachi

    A the rock credo manchi solo.un bel film vm18 con sangue eccetera, gioca troppo facile (e fa bene xk è stra pagato). Ma nelgiro di un paio d anni secondo me deve osare di piu se vuole rimanere nella memoriacon un film serio e non puttanate varie

    • Axel Folle

      anche perché esclusi i FF che sono film corali che film belli ha in curriculum The Rock? A me viene in mente solo Il Tesoro Dell Amazzonia

    • Cecchi Gore

      “Il Tesoro dell’Amazzonia” molto bello, ma ci metto anche “Il Re Scorpione” tra quelli belli

    • Attila

      Pain&Gain ! Cavolo!

      Come si fa a non ricordare il più bel film di Michael Bay degli ultimi anni!

      Cordialità

      Attila

    • aaaaa

      ci vorrebbe un remake di The Rock con The Rock.

    • El mariachi

      The rock – hypercube

    • L'ozio è il padre di Virzì

      The Rock con The Rock farebbe finire il mondo al solo annuncio.

    • Axel Folle

      Vero Pain e Gain è un filmone però è già un qualcosa deviato dai canoni action in cui vorrei (vorremmo?) vedere The Rock. è la sua incuriosione insieme a Bay in un cinema in un certo senso autoriale, quindi certo, è tra i film con The Rock da segnalare ma io mi riferivo ai film con Dwayne personaggio action.

      Il re scorpione lo avevo dimenticato in effetti.

      e basta farmi sognare col remake di The Rock con The Rock diretto da Bay perché veramente finisce che mi bagno.

    • Kurt Plissken

      The Rock con The Rock nella parte di…. ?
      Stanley Goodspeed? Sarebbe credibilissimo nella parte del chimico imbranato…

    • Axel Folle

      del generale spaccaculi Dell esercito

    • jax

      Aaah il tesoro dell’Amazzonia….quanti ricordi. Quando Peter Berg (si è di Peter Berg), faceva spaccare a The Rock pilastri di cemento con le braccia. Gran film

  15. El mariachi

    Cmq troppi Spoiler nella rece secondo me, ci hai gia detto il twist finale :(

  16. LAnnoScorsoaValVerde

    A Gundam è piaciuto?

  17. Steven Senegal

    pensavo si trasformasse lui un scimmia

    • aaaaa

      io pensavo diventasse gigante e facesse tag team con lo scimmione…

    • Toni Già

      Per un attimo ci ho pensato anch’io lol!!!

    • Capitan Ovvio

      Un non caucasico che si trasforma in simmia? Già pronti i cortei di protesta in piazza coi coretti, i cartelli scritti coi pennarelli da tenere in alto e un sacco di # sui socialcosi

  18. L'ozio è il padre di Virzì

    Film da domenica pomeriggio senza grossi sbattimenti. Una puttanata divertente ma quando viene giù tutto… Viene giù veramente tutto!

  19. Steven Senegal

    cmq ormai il suo segmento è questo, pace. La cazzatona divertente per famiglie col babbo che guardava la wwe in tv e ora porta i figli al cinema. Non a caso l’unica volta che lo vedi recitare una parte in un film e non pensi a lui come a The Rock è in un film d’autore di un autore che fa un film lontanissimo dai suoi film per i quali appunto gli è valsa la nomea di autore.
    Chissà da vecchio che film farà, sempre che non lo trovino esanime prima in una qualche stanza di mothel.
    Lo vedo bene vecchio e crepuscolare in un remake del frankhenstein di branagh diretto da branagh, film che non uscirà mai per superato limite di ego

    • L'ozio è il padre di Virzì

      E vecchio e crepuscolare tipo Eastwood in un remake di “Million Dollar Baby” come lo vedresti?

    • Steven Senegal

      si porta dietro una fisicità imbarazzante che gli preclude molti ruoli, poi bisogna vedere come sarà fra una 20anni se ci arriva

  20. Simone

    Divertente, chiaramente i produttori non avevano i diritti per King Kong e Godzilla e hanno fatto questo, comunque mille volte meglio di quella cagata di “Kong: Skull Island”. Però al netto della spettacolare parte finale (anche se SPOILER non si capisce come prima i mostroni siano immortali e non vengano fermati neanche dalle bombe e poi possano essere uccisi con un pungolo gigante SPOILER) c’è da dire che tutta la prima parte è parecchio indigesta, con le battutine da elementari, gli spiegoni di dieci secondi (“sai cos’é il CRISPR?” spiegato al cellulare), i cattivi usciti dritti dritti da un film per bambini e la regia inesperta e indecisa (il primo attacco del lupo sembra ricalcata da Jurassic World). In tema di mostroni meglio Godzilla o il primo Pacific Rim, anche se comunque un’occhiata la merita.

  21. Ma vorrei spendere un paio di belle parole anche solo per la recensione. Tipo la parte nella rulotte…è andata davvero così? Io sono sicuro di sì.

  22. “Il primo film ad alto budget che sembra una versione solo un filo differente – e con un titolo meno divertente – di un film della Asylum”
    Jackie Lang, i400calci.com

    E qui c’è il secondo: https://www.youtube.com/watch?v=E2VYLKmxxug. Abbiamo una tendenza.

    • David Kronenbourg

      che è Deep Blue Sea con lo squalo più grosso, e la cgi peggiore…

    • Urgh, se mi parli di CGI peggiore rispetto a DBS vado in crisi perché la ricordo veramente orrenda (film che ebbi il piacere di proiettare più volte in sala, tra l’altro). Però già il turnover Jane/Statham vale la visione.

    • aaaaa

      ci sarà pure il terzo: Jurassic World Fallen Kingdom.

      nell’anticipazione del trailer che esce domani si intravede il Mosasauro in pieno oceano dentro un cavallone. giuro.

  23. Stefano

    Ricordo con poca gioia i commenti (non tutti grazie a Dio) schizzinosi alla trama (la trama!) Di Godzilla e le critiche a questo o quello (cosa mangia Godzilla come produce il raggio laser Godzilla come caga Godzilla ecc) . Penso che questo putridume e altri cento film peggiori in uscita a sto punto siano una punizione divina più che meritata.

  24. Cooking Nemo

    Gorilla albino bellissimo…da impagliare ed esporre nel salone d’entrata di casa. 100’000€ Posa plastica ed installazione compresa.

  25. Blackporkismo

    Infatti The Rock e nell’Olimpo della WWE assieme a Hulk Hogan e Stone Cold Steve Austin,vi consiglio il memorabile match contro Hulk a Wretlemania 19 sembra di vedere due bisonti scornarsi.
    Per me The Rock dovrebbe fare come Arnie che sapeva scegliersi i migliori registi action e non aveva il pg 13.
    Comunque anche per me Pain e Gain è il capolavoro di Bay assieme al primo tempo di The Island

  26. Rubo di Kubrick

    La scena di Brad e Dwayne nella roulotte mi ricorda quella di Leonida e Serse su 300

  27. GGJJ

    “per me esistono due tipi. C’è l’action star che crediamo di poter essere, come Indiana Jones, e quella che sappiamo non potremmo mai essere, come Terminator, un robot del futuro.

    Dwayne è un mix delle due: è sia l’uomo con cui ti puoi identificare, sia quello che non potrai mai essere. È parte del motivo per cui amo lavorare con lui: può fare tutto. E mi sono sempre chiesto perché Dwayne non fosse Terminator: potrebbe esserlo tranquillamente”
    – Brad Peyton –

    Se non è amore questo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.