Crea sito

Risultato della ricerca per: blaxploitation

Blaxploitation heroes: Johnny lo svelto

Se Rudy Ray Moore era il commediante che abbozzava (senza nemmeno troppo impegno) improbabili doti kung fu, l’altra faccia della medaglia era Jim Kelly, atleta vero improvvisato attore.
Jim Kelly, classe 1946, nasce come tennista professionista, in seguito appassionatosi alle arti marziali. Dopo qualche comparsata gli capita l’occasione della vita: a pochi giorni dalle riprese Rockne […]

Blaxploitation heroes: Dolemite

Non si può parlare di Black Dynamite senza conoscere Rudy Ray Moore, brutti impazienti che non siete altro, per cui concedetemi prima di stabilire le basi.
Rudy nasce nel 1927 a Fort Smith, Arkansas, tenta di sfondare come cantante R&B e, dopo il servizio militare, trova lavoro in un negozio di dischi. Tra i frequentatori affezionati […]

L’exploitation ai tempi del politicamente corretto: la recensione di Shaft

Tre generazioni di Shaft si riuniscono per rispondere alla domanda: è possibile aggiornare al 2019 il personaggio più giusto della blaxploitation senza scontentare nessuno? La risposta è: Tim Story.

Un comico di due metri entra in prigione: Brawl In Cell Block 99

Se pensavate che fosse una specie di Taken per Vince Vaughn avete sbagliato federazione. Qui ci si fa male sul serio.

Ricercati ufficialmente morti: New Jack City (Mario Van Peebles, 1991)

I palazzi in mano agli spacciatori non li ha inventati The Raid.

L’ABC degli anni ’90: la recensione di Boyz n the Hood

Di come e perchè John Singleton possa raccontare ai nipoti di essere migliore di Orson Welles.

Black Panther being Black Panther

Di quella volta che la Marvel fece uno dei suoi classici film sui supereroi ma tutti si misero a guardare il dito e non la miniera di Vibranio.

Life of Brian O’Conner: 2 Fast 2 Furious

Fast & Furious, now with more niggaz.

La leggenda di Bruce Leroy: L’ultimo drago (1985)

Sono passati 30 anni da quando il leggendario Bruce Leroy andò al cinema a mangiare i popcorn con le bacchette.

Fare in modo che tutto l’action vada bene: Raze

In cui jean-Claude si ferma per definire il termine “tarantiniano” e raccontarvi di quella volta che l’action fece una bella figura.