Crea sito
Xena Rowlands

L'angolo di Xena Rowlands

Post | Blog | Biografia
Xena Rowlands non è nata, ma è stata forgiata dal fuoco di mille battaglie, al tempo degli dei di Val Verde, dei signori della guerra e dei 400 calci che spadroneggiavano su una terra in tumulto. Dopo aver diretto in gioventù un cartello di amazzoni narcotrafficanti, oggi gestisce un’onesta attività di contrabbando spaziale. Ha modi burberi, ma un cuore d’oro. Abita su un’astronave, spesso ormeggiata nei dintorni della stella Deneb, insieme a suo marito Olimpio Cassavetes, e ai loro adorabili animalini, una puffosissima manticora di nome Lilo e un tenero xenomorfo di nome Stitch. Nonostante un’agenda fitta di impegni, conduce con successo e perizia multitasking anche le carriere parallele di wide receiver dei Pittsburgh Steelers e di cantante nei peggiori night di Betelgeuse. Nel tempo libero adora Satana e cucina muffin.

Il primo CineUniverse è femmina: Supergirl – La ragazza d’acciaio (1984)

Siamo nell’era di Wonder Woman e Captain Marvel e non ce lo ricordiamo più: com’era un cinecomic mainstream femminile nel 1984?  »

Billy Supermaxieroe: la recensione di Shazam!

Ah ah ah! Hai detto la parola magica!  »

Prendi due paghi uno: la recensione di Alita – Macchine mortali

L’offerta del giorno: una recensione per due film. E tanta RABBIA CONTRO LA MACCHINA.  »

On Wednesday We Wear Blood: la recensione di Assassination Nation

Ti distrai un attimo, e Sixteen Candles diventa The Purge. URLANDO.  »

Mamma mia! Here we go again – La recensione di Suspiria (2018)

Due capitoli e un epilogo nella redazione unita.  »

Vieni a Londra, dicevano: la recensione di Final Score

In cui Xena e Dave Bautista vanno in vacanza nella perfida Albione e si ritrovano sul set di Die Hard nello stadio.  »

La ballata dei 400calci su La ballata di Buster Scruggs

Dove Xena, Jackie, Darth e Stanlio vanno nel deserto in cerca di risposte e ci trovano LA MORTE  »

Mark, taci un attimo, ché non sento le esplosioni: Mile 22 (o Red Zone, se vi pare)

Dove un logorroico Mark Wahlberg deve portare Iko Uwais all’aeroporto, ma incontra qualche intoppo lungo la strada.  »

Incontri di combattimento: Scienza vs Fantascienza – Starcrash al Circolo Gagarin

In cui i 400 calci si scontrano con la scienza e voi venite a fare il tifo.  »

Tre colori: Film buio, ovvero Hold the Dark

Dove fa molto freddo e i lupi non sono quello che sembrano, ma amore mio non devi stare in pena questa vita è una catena e qualche volta fa un po’ male.  »