Crea sito

Archivo delle Categorie: recensioni

Tim Sutton persona non grata: la recensione di Donnybrook

L’articolo 1 della costituzione di Val Verde è abbastanza chiaro: se non ti piacciono i film di menare, non girare film di menare. Tim Sutton non ha ricevuto il promemoria e ha fatto Donnybrook.  »

La Bambola Assassina 2019. Il nostro Toy Story 4.

Di quella volta che il reboot di un franchise tutto sommato poco interessante poteva essere una mezza bomba ma poi il braccinismo c’ha messo il suo e allora niente, dai, sarà per la prossima volta.   »

Missione di giustizia, ovvero un articolo per farvi scoprire Missione di giustizia (1992)

In cui andiamo in missione di giustizia per farvi riscoprire un film intitolato Missione di giustizia che parla di un tizio che è in missione di giustizia contro un’organizzazione chiamata Missione di giustizia. Da qui anche il famoso podcast Missione di giustizia.  »

Rock Steady Row, gli anni ’80 e le fettuccine Alfredo

Tipo Mad Max ma con Bluto al posto di Toecutter  »

Scott Adkins: picchiattore – La recensione di Avengement

Scott Adkins prende in ostaggio un bar e racconta la storia della sua vita. Questa volta è solo la trama di un film ma per quanto saremo così fortunati?  »

Copie di Kickboxer: Bloodfist – Pugni d’acciaio

Mentre The Cannon Group regalava al mondo del cinema JCVD, Roger Corman tentava il colpaccio con Don The Dragon Wilson e la saga di Bloodfist.   »

Punti di Sutura #3: Possum

Di quando Bongiorno Miike si trovò a scegliersi un film. E caso volle che sia stato comunque un film giustamente sbagliato.   »

Uno spreco di spazio – La recensione di X-Men: Dark Phoenix

È lo stesso film del 2006, scritto dalla stessa persona. Non so esattamente cosa ci aspettassimo.  »

Del meglio del nostro peggio: Cynthia Rothrock in Undefeatable (1993)

Di quella volta in cui Cynthia Rothrock è sopravvissuta al regista peggiore del mondo grazie al superpotere delle arti marziali.  »

Che cos’è uno sciacallo: The Haunting of Sharon Tate

Uno dei casi di cronaca più famosi, complessi e sconvolgenti della storia diventa un piccolo horror veramente scemo.  »