Crea sito

Risultato della ricerca per: uwe boll

IncrediBoll! Ce n’è un altro!

Due nuovi trailer di Uwe Boll a poche ore di distanza! Inaudito! Neanche Takashi Miike gira con questo ritmo!
Signore e signori, è con le lacrime agli occhi che vi presento Uwe Boll’s Darfur. Ripeto: DARFUR.
Il dramma politico/sociale/equosolidale di denuncia in piena regola.
Se con Final Storm parlavo di ambizione, questo me lo spiegate voi come lo […]

UnstoppaBoll

Innanzitutto voglio sottolineare che ho guardato su Google e nessuno, NESSUNO ha usato questo gioco di parole prima d’ora, per cui nel prossimo futuro se lo vedete in giro l’hanno ufficialmente copiato da me. Sono un maledetto geniaccio, ammettetelo.
Dopodiché: Uwe Boll. In tanti credevano che fosse finito. In tanti credevano che, dopo l’ultimo fiasco tratto […]

Uwe Dogma! Stoic

Uwe Boll, mica cazzi. Al Ravenna Nightmare. Introdotto come “l’ex-peggior regista del mondo”, grossomodo, dal boss del Ravenna Nightmare con gli occhi umidi. La maturità di Uwe Boll, roba fatta e finita E applicata ad un dramma carcerario che passa come horror solo nel senso de L’ORRORE L’ORRORE L’ORRORE del colonnello Kurtz in Apocalypse Now […]

Nel nome di Uwe

Feticisti di Jason Statham! Vi spiego io cosa c’è da sapere di In the Name of the King, in uscita oggi nelle sale italiane.
È un film di Uwe Boll. Un film di Uwe Boll di due anni fa, per giunta.
Ora, ho promesso che non parlerò mai male di Uwe Boll e mantengo assolutamente la mia […]

Il fermo-immagine della settimana

Quel film di Uwe Boll sulla casa degli zombie dove la casa compare solo a mezz’ora dalla fine

Un nuovo modello di antieroe: Rampage – Capital Punishment

Uwe Boll ha qualcosa di serio da spiegarvi.

SEED 2: poche idee. Ma ben confuse.

Di quel sequel di un film di Uwe Boll. Sequel. Di Uwe. Boll.

Del meglio del nostro peggio: Cynthia Rothrock in Undefeatable (1993)

Di quella volta in cui Cynthia Rothrock è sopravvissuta al regista peggiore del mondo grazie al superpotere delle arti marziali.

Un uomo solo al Sonderkommando: “Il Figlio di Saul” come eccezione meritevole

La risposta ungherese alla domanda «Perché parlare di Il figlio di Saul sui 400 Calci?»

Gli indignati della porta accanto presentano: I Spit On Your Grave 3

Venite per vedere stupri e cazzi tagliati, rimanete per riflettere sulla condizione della donna nella società moderna!