Crea sito

Archivio delle etichette: blumhouse

Tonni di un futuro futuro: la recensione di Upgrade

Quando non puoi permetterti il branzino, il tonno può andare bene uguale.

Ora combattiamo: la rece di La prima notte del Giudizio

Violetta Bellocchio vi spiega la saga di The Purge, la quale a sua volta vi spiega come stiamo messi. Stateci.

Sette piccoli idioti: la recensione di Truth or Dare

Dove Stanlio Kubrick va in Messico e torna con la fazza deformata tipo il video di Black Hole Sun

Ti goes Western: In a Valley of Violence

Di quella volta che la Blumhouse, casa di produzione horror, chiamò Ti West, un regista horror, per realizzare il sogno di Ethan Hawke: fare un western. Wait, what?

The Conjuring 2 – Il Conguaglio

Di quella volta che James Wan tornò sul luogo del misfatto ma senza tanta voglia.

Nessuno può sentirti urlare se non ci sente e basta, AKA la recensione di Il terrore del silenzio

Niente premesse, niente conseguenze, solo caccia

So ’90s thriller edition AKA The Gift – Regali da Uno Sconosciuto

Dall’inferno degli anni ’90 per voi. Ne avevate di certo un bisogno impellente.

Non guardate Sinister 2. È la scienza che ve lo dice

Alle volte la critica può essere oscura, noi abbiamo gettato un raggio di luce con la scienza

Morte per CTRL + Q: la recensione di Unfriended

Dove Stanlio si logga in una chat privata con tre fregnette, un nerd e due bro, e ci scopre Eto’o e un fantasma

Jason Blum ti voglio bene

Il più grande produttore degli ultimi anni, l’unico capace di ridare vita da solo ad un intero genere e di farlo con gli spicci che ha in tasca