Archivio delle etichette: Povia

Anche se nessuno l’aveva chiesto: Scream 4, il teaser

Qual è la saga horror di cui si sentiva meno la mancanza in assoluto, e che nessuno ha creduto stessero davvero riattivando fino a quando non sono comparse le prime foto dal set?
Ebbene, per quelli come me che continuavano ostinatamente a non crederci neanche dopo quelle, è arrivato il teaser.
Signore e signori, ecco a voi […]

FF10 report: Monsters

Diciamolo subito: a me tira il culo fare la rece di un film del genere, perché non è un horror.
Uno pensa che District 9 abbia già iniziato a fare danni e invece, un po’ a sorpresa, qua il maggior responsabile è Lasciami entrare. Già. Quello che presto verrà ricordato suo malgrado come il capostipite del […]

Menopeggio TV: Jeepers Creepers 2

Minirecensione in dieci punti da leggere stasera davanti al televideo.
Jeepers Creepers 2
Jeepers Creepers 2 – The Second Night
DOVE: RAI 4
QUANDO: 22.40

1) La trama: un’intera squadra di basket maschile (venti maschi in pieno sviluppo ormonale) e tre cheerleader (apparentemente in precoce menopausa) vengono bloccati in mezzo al nulla, dentro ad un pulmino chiamato Betty Boop, […]

Discuti il trailer di “The A-Team” qui

Dio santo, un po’ di pazienza, non è sabato mattina anche per voi??

Le impressioni del Dr. Nanni Cobretti, 32 anni, sagittario:
– La premessa è la stessa: bene
– Il tema musicale è lo stesso, anche se rielaborato: bene
– Il tema musicale non è stato rielaborato da The Edge: bene
– Liam Neeson (Hannibal) è bravo e conosce […]

Indy era pedofilo

Eh, quel padre che non c’era mai… Povia avrebbe capito tutto subito.
Ma contestualizziamo a modo.
È il 1978.
George Lucas ha appena fatto Guerre Stellari.
Steven Spielberg ha appena fatto Lo squalo e Incontri ravvicinati del terzo tipo.
Lawrence Kasdan non ha ancora fatto un cazzo (soprattutto non ha ancora fatto L’acchiappasogni), ma viene invitato dai due suddetti ad […]

My Bloody Valentine 3D

Qui Nanni Cobretti, che dopo aver saputo che in My Bloody Valentine 3D avevano supplito a un qualsiasi coinvolgimento di Kevin Shields con la presenza di una nana – messicana, per di più – è corso immediatamente al cinema con l’ansia di chi sta accompagnando la moglie al Pronto Soccorso a partorire.
Questo mi è possibile […]