Crea sito

Archivio delle etichette: ray winstone

Red Bull presenta: Point Break edizione 2015

Il momento preciso in cui decidi che cancellerai un evento dalla tua memoria

Sparare in alto e gridare AAARGH: il remake di Point Break (trailer)

Tra questo e Fast & Furious, in bocca al lupo a capire chi ha copiato chi

Sean Penn, sparaggi e un pezzo di Italia: The Gunman (trailer)

Vai Jasmine sei tutti noi!!!

Il cane, il gatto, io e Darren Aronofsky: la recensione di Noah

Eruppero tutte le sorgenti del grande abisso e le cateratte del cielo si aprirono, e Darren Aronofsky si fece Roland Emmerich e pompò tutta la CGI dell’universo e il respiro epico si allargò su tutta la pellicola per quaranta giorni e quaranta notti.

Il disaster movie originale: Noah (trailer)

2012: the prequel

The Sweeney. Dalla serie che nessuno ha visto, un film che dovreste vedere tutti

L’innominabile Starsky e Hutch, il darkissimo Miami Vice, l’inaspettatamente esilarante 21 Jump Street e il recentissimo (tant’è che non si trova un sottotitolo manco a fare brutto con chi fa i sottotitoli) The Sweeney: polizieschi usciti dell’ultimo decennio accomunati dal fatto di essere tutti adattamenti di telefilm del secolo scorso, amati dal pubblico, rivalutati dalla […]

13, il remake americano che non è mai uscito nelle sale americane

In cui introduciamo con grande sfarzo il nuovo redattore Quantum Tarantino, selezionato attravero un campionato di roulette russa.

Speciale nanosservatorio: a mille ce n’è

Mi vergogno un po’ a dire quello che sto per dire, ma Nanosservatorio è il genere di rubrica che non guarda in faccia a nessuno (a meno che non si metta in ginocchio). Tanto vale, quindi, che mi tolga subito il dente: oggi sono qui per parlarvi di un paio di film su BIANCANEVE.
Lo so, […]

Un weekend da Statham

Perché il Jason ci ama, e ci regala due trailer al prezzo di uno!
Il primo si chiama 13, ed è il remake di un film franco-georgiano di qualche anno fa che non era bruttissimo, ma che funzionava solo se non avevi la minima idea di che cosa parlasse (che non è mai un pregio). In […]

Fucili a pallettoni VS Norman Rockwell (un paio di motivi per vedere Edge Of Darkness)

I film con un solo attore di richiamo e venti caratteristi di ultima fila sono una razza in via d’estinzione, soprattutto da quando gli studios hanno capito che piazzare Stanley Tucci a fare il giornalaio pedofilo porta in sala un milione di cineblogger che si muovono solo ed esclusivamente per lui. Se butta bene ci […]