Archivio delle etichette: simon rumley

Sentenza di morte: Johnny Frank Garrett’s Last Word

Dove Stanlio Kubrick scopre che l’ultima parola di Johnny Frank Garrett è “Garrett”

Beh, io le mie vacanze le ho passate al Frightfest 2016 (la Top 10)

Mi dispiace che voi eravate a sorbirvi il caldo sole d’agosto mentre io sono rimasto chiuso cinque giorni nel buio di una sala a spararmi ventiquattro film horror di fila. Ve ne segnalo dieci.

Il bignami dell’horror odierno: The ABCs of Death

Un film in cui tre episodi su 26 hanno al centro del racconto una tazza del cesso, e “F is for Fart” non è uno di essi.

Little Deaths: si sa che noi donne ci mettiamo più tempo a venire…

…Ed è per questo che anche la recensione di questo bel prodottino uno e trino ci ha messo tanto. In compenso, quando noi donne veniamo non la smettiamo più, ci calmiamo un attimo e poi di nuovo, sorpresa!, ed è per questo che dopo la rece di Little Deaths vi darò in pasto pure l’intervista […]

Violenza Domestica: Novembre 2011

USCITE ITALIANE
Little Deaths, Sean Hogan e Andrew Parkinson e Simon Rumley (2011)
Da tempo mi riprometto di guardare ‘sto film e regolarmente me ne scordo, eppure la premessa è una figata: tre episodi dove giovani barbone vengono seviziate e costrette a giochi erotici, una tizia è il frutto di un esperimento nazista sugli spermatozooi e altre […]

Violenza Domestica: Ottobre 2011

USCITE ITALIANE
Red, Robert Schwentke (2010)
Oh, RED, ne ho sentito parlare un sacco bene di RED, persino il Wim ne ha parlato bene, quindi l’ho visto tutto carico e speranzoso ed evviva i vecchi che tornano in auge (tranne Willis, Willis è sempre stato in auge) e ci fanno sognare come una volta. Ma alla fine […]

Rottendamn 2010: sangue e dim sum

Cari lettori, la vostra Cicciolina oggi indossa gli immancabili occhiali, zoccoletti di legno, cappellino a punta, grembiule a tulipani e, ovviamente, nient’altro. Questo è infatti il primo reportage dal meraviglioso International Film Festival Rotterdam, il festival per un mondo migliore; un tripudio di film underground/intelligenti/violenti/asiatici/omoerotici/eteroerotici/sontuosi/oscuri/sanguinari (abbinate a piacimento) proiettati su schermi lussuosi, città suggestiva e […]