Crea sito

Born To Raise Hell: l’esperienza insegna

Born to raise hell
Born to raise hell
We know how to do it
And we do it real well

(Motorhead with Ice-T and Whitfield Crane)

Steve-o, Steve-o. Che dobbiamo fare con te?
Il reality Lawman è andato bene, abbastanza da spingere il network a finanziare una seconda serie (che ho in casa, state “tranquilo”) e probabilmente una terza, e il nostro ormai si sta abituando al ruolo.
Lo ammetto, non li ho visti tutti i film del periodo DTV di Steven Seagal e non posso azzardare un paragone completo, ma l’inizio di questo Born to Raise Hell è di una povertà micidiale, a partire dal più inutile dei narratori in voice over che spiega tutte le scene che si sono dimenticati di girare (tipo il flashback in cui muore il partner del nostro protagonista). A un certo punto inquadrano l’Arco di Trionfo e io, che un po’ di geografia ne capisco, ho pensato “Non mi risulta che ci sia un Arco di Trionfo in Bulgaria”, e per fortuna subito dopo Steve-o viene spedito in missione nei Balcani a indagare su alcuni trafficanti di droga e armi che per non farsi mancare niente stuprano e ammazzano pure (giuro). Con sommo sollievo dei produttori per una volta l’Europa dell’Est può interpretare l’Europa dell’Est invece che, non so, downtown Chicago.
Steve è anche alla sceneggiatura, accreditato da solo (quindi con ghost writer) e tutto questo si vede nel momento in cui il film pare un episodio di Lawman in cui invece che farsi mettere in ombra dai colleghi più vecchi/grassi, si incazza con quelli più giovani/magri. È come se sfogasse tutta la frustrazione che gli sale durante le scorribande per Jefferson Parish con l’SCNGS Alex Norman e i suoi amici, e le piazzasse nel film. Tipo che magari una volta erano entrati in casa di uno spacciatore, Steve-o si stava annoiando e allora, convinto di avere avuto un lampo di genio, aveva sbirciato sotto il letto, e Alex deve averlo visto e detto qualcosa tipo “cazzo fai”, oppure “ci guardi adesso sotto il letto?? Ci abbiamo già guardato noi, è sempre la prima cosa che guardiamo, prima ancora che dietro la porta”. Steven si dev’essere offeso, e allora nel film ci ha messo una recluta della squadra d’assalto che non guarda sotto il letto, ma Steve vede delle ombre e si accorge al volo che c’è qualcuno e lo tira fuori di peso, poi sgrida tantissimo il suo collega che non ci ha guardato il quale arrossisce e abbassa lo sguardo.
Il film è anche ovviamente un modo per Steve per sfogarsi di tutti i battutoni che gli vengono in mente durante le sue avventure con Alex e soci ma che non può dire perché inappropriate o perché gli vengono in mente tardi – non so se avete presente quelle occasionali sequenze nel tv-show in cui lui ha il musone senza motivo. Qua invece può permettersi di pensare con calma: “Allora, in questa scena facciamo che un cattivo mi punta la pistola, e io gli dico di buttarla, lui fa una faccia confusa, allora io gli dico «I’m talkin’ english motherfucker, isn’t that clear enough? Drop your fuckin’ gun!!!», e il cattivo dice «Ah!» e la butta, come se non l’avesse fatto prima solo perché non aveva capito e mica perché in realtà gli conveniva tenerla, al ché anche se ora sta chiaramente collaborando io gli spezzo il polso lo stesso.”
In tutto questo il regista Lauro Chartrand (224 crediti da stuntman in curriculum) ci mette del suo piazzando trovate stilistiche assolutamente inconcepibili, che consistono principalmente in un fermo immagine totalmente a caso ogni 12 secondi. Ve lo giuro. Subito ho pensato mi si fosse inceppato il lettore, per cui ho provato a mettere il mio dvd di Fievel sbarca in America ma quello nonostante l’usura era ok. A furia di andare avanti il Lauro mi ha dato l’idea dell’insicuro patologico che continuava a premere sul pulsante di pausa finché non gli hanno strappato Final Cut dalle mani e ne hanno rimossi la metà, tra l’altro senza che nemmeno se ne accorgesse. E siamo appena al minuto 15!
Il resto del film per fortuna ingrana. Steven, che interpreta praticamente la medesima versione immaginaria di se stesso che fa anche in Lawman, è sciolto e convinto come gli capita raramente, lo script prevede un numero abbondante di scene d’azione e anche il nostro Lauro Chartrand si dà una svegliata. Che se c’è una cosa che Steven sa fare bene oggi come vent’anni fa è massacrare le persone da fermo: dategli una stanza arredata da mobilio scadente, sospendete la Convenzione di Ginevra, lasciategli fare coreografie adeguate, prendete un sound designer decoroso e un montatore che conosce la differenza tra dinamico e confusionario e avrete portato a casa la pagnotta.
Avanti così.
Ah, dimenticavo: c’è una scena di sesso con Steven imbarazzantissima.

Il lupo aumenta i chili ma non perde il vizio

DVD-quote:

“Steven Seagal sa ancora come va fatto e lo fa molto bene (e non intendo l’amore)”
Nanni Cobretti, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

Tags: , , , , , , , , ,

26 Commenti

  1. TruceWillis

    Le scene “all’ ammore” di steve erano imbarazzanti già ai tempi di “duro da uccidere”, nonostante la bella kelly ce la mettesse tutta (e non intendo la buona volontà).

  2. Ricordo bene, come ricordo che infatti smise di farne. Qua essendo sceneggiatore unico deve aver pensato “porca vacca, e’ un sacco che non scopo in tv, voglio scopare in tv”, ma sarebbe stato piu’ sensibile lasciar perdere.

  3. Morgenstern

    Su wiki viene indicato come vegetariano: ora mi chiedo: ma quanta verdura deve consumare per mantere il suo aspetto cetaceomorfo?

  4. Phoenix

    Ci sono sempre i dolci! Povero steven secondo me non è la reincarnazione del dalai lama. O il dalai lama era messo male :D

  5. Secondo me il dalai lama si e’ reincarnato in Steven Seagal nel senso che Steven ora contiene sia la sua anima che la sua massa corporea, in aggiunta alla propria. Comunque pasta e ciambelle sono perfettamente vegetariane.

  6. TruceWillis

    “dieci minuti di rapporto sessuale classico, fanno perdere 250 calorie”
    http://www.alfemminile.com/__e1616-Sesso-e-calorie.html

    Se il povero steve fa una scena di sesso ogni vent’anni potrebbe pure essere crudiano, ma la ciambella in vita non gliela leva nessuno!

  7. Gigos

    1) Confermo per esperienza che, ahimé, vegatarismo e dieta dimagrante sono concetti indipendenti l’uno dall’altro.

    2) Come sei riuscito a resistere alla tentazione di continuare a guardarti fino alla fine quel masterpiece di Fievel sbarca in America?
    O giustamente LO HAI guardato fino alla fine, e solo dopo sei tornato a Tortello Seagal (ma ancora con i lucciconi per la scena finale in cui riabbraccia i genitori col gatto Tigre)?

  8. joe r. lonsdale

    quando steven seagal sfidò uno stuntman e venne soffocato con una presa di judo cagò anche l’anima e da quel giorno per una non meglio precisata psicosi tende a soffrire di stitichezza cronica…

  9. Cicciolina Wertmuller

    Forse si e’ dato alle verdure proprio per aiutare la motilita’ intestinale. Ma come ha fatto notare Gigos, i carboidrati sono fabbriche di ciccia spietate… Ma cosa ci sara’ di male in un bel vassoio di braciole?

  10. @gigos: ma e’ ovvio, conoscendomi essendo solo un test ho messo su direttamente il finale… poi non ho pianto, io non piango mai, ma faccio un lieve cenno di assenso (poi vado via)

  11. Past & Fasul

    PARLIAMO DI COSE SERIE:

    danno il vechhio di seagal più norris più van damme in bulgaria sul set del sequel più atteso del millennio…

  12. Past & Fasul

    PARLIAMO DI COSE SERIE:

    danno il vechio di seagal più norris più van damme in bulgaria sul set del sequel più atteso del millennio…

  13. Stai tranquillo, sono cazzate.

    Torniamo a parlare di ciccioni.

  14. (ciòuncobranellozaino)
    (ciòuncobranellozaino)
    (ciòuncobranellozaino)

    Sono Tornato.

    (ok, ok, basta applausi, thanx)

    E questa volta con nuovi superpoteri.
    E uno zaino nuovo.
    Quando sembrava ormai che l’eroe Harry Piotta fosse svanito, come i Transformers in TR3, ecco che riappare la consueta sagoma dagli enormi occhiali: adesso con più energia sferica.

    Sono qua, ora e adesso. Invincibile.

    Tanto per capirci:
    http://www.youtube.com/watch?v=Nq27dz98dO8&feature=related

    Detto questo, vedo che in mia assenza vi siete subito approfittati delle segnalazioni che vi avevo fatto tempo addietro: avete infatti recensito The bleeding e adesso BTRH: 2 film che io, Harry Piotta, trovavo indecente non fossero presenti. Ma mi avevate snobbato. E adesso, complice il silenzio estivo, avete approvato due legg… ehm, due rece come queste. Senza citarmi. E pensando anche di farla franca.

    Aggiungo solo che in Bulgaria ci sono delle patate esplosive, e mai Stevie avrebbe potuto ritrovarsi in ambiente migliore: ti lascio immaginare dove e come abbia trascorso le pause di lavorazione, se di lavorazione si può parlare.

    (ciòuncobranellozaino)
    (ciòuncobranellozaino)
    (ciòuncobranellozaino)

  15. @harry: lo sapevo che avevi fatto una gran scenata ma eri solo andato al mare a Gabicce ;)

  16. Phoenix

    @harry Il tredicesimo sto cazzo :)

  17. Phoenix

    @harry Ah visto che parli di film, visto filmone ieri dei bei tempi che furono che non sapevo che esistesse con Rurger Hauer che mena: http://www.imdb.com/title/tt0094764/ Dovrebbero fare più post-apocalittici così.

  18. @Nanni
    in realtà mi ero assentato per le riprese di Pellicano Sadico.

    @Phoenix
    Un mega film, che mi sono clamorosamente perso: quei titoli che sai di dover vedere ma per una serie di eventi… grazie di avermelo ricordato. Provvedo.
    Sul post-apocalittico certo, cazzo. Adesso ho una nuova idea, ma più che un film è un reale progetto di conquista del sistema solare usando i gerbilli. Poi ti spiego…

    Saluto i miei fans: l’eroico @PipoloSeagal e la dolce @Magdalena. Swiii :)

    p.s.
    Tredicesimo perché il primo è già preso, contando poi i sequel, i reboot ecc. ho pensato che col Tredicesimo potevo stare tranquillo.

    …cercate il Nappuomoooooooo !!!

  19. ratto felino

    Cazzo ma davvero è il film che è così? E io che pensavo che mi si fosse rotto il disco esterno. ho pure insultato il tizio che.mi ha appena installato ubuntu (andava benissimo prima, vaffanculo te e l’open source)

    Concordo che il punto massimo del film è l’irruzione iniziale con cazziata e frattura gratuita del polso al povero cristo.

  20. Stupenda questa recensione. Davvero. Mi hai fatto piangere.

  21. APPROPOSITO DI Rutger Hauer che picchia, qualcuno si ricorda come si chiama quello in cui è cieco?

    o ho le allucinazioni perche sono vegetariano anch’io?

  22. Phoenix

    Furia cieca? Che attorone Rutger Hauer. Chissà che altro ha fatto che non ho visto.

  23. abraxas capitan Perù

    perdonatemi l’OT, ma volevo fare un saluto all’occhialuto eroe del bene

  24. @phoenix: se ti manca sparati al volo Detective Stone, e’ la sua versione di Predator

  25. @Phoenix: Grazie! me lo cerco tipo subito.

  26. Phoenix

    @nanni Visto! Stupendo, me l’ero completamente dimenticato a parte lui con gli occhialetti. Mi ha fatto venire in mente un altro film che non ricordo assolutamente come si chiami dove c’è un mostro simile e stanno per tutta la parte che mi ricordo in una specie di sotterraneo. Non ricordo gli attori ma mi pare che fosse una squadra tattica di qualcosa.

    @trecool Pure io me lo voglio rivedere quello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.