Crea sito

#400tv report: Commando

– You don’t understand a country like Val Verde
(Arius)

C’eravamo noi e il Premio Sylvester in carica…

Cosa si può aggiungere su Commando che non sia già stato detto?
La cosa più incredibile è forse ribadire che usciva appena due mesi dopo Rambo 2 e, di base, era già pronto a portarlo agli estremi e sfotterlo.
Lo scopo di Commando, in teoria, era fare un action “normale” con un tizio che fino a quel momento era stato solo Conan e Terminator.
Solo che “normale” era impossibile, bastava guardare quel “gigantesco figlio di puttana” (cit.) di Arnold per capire che non te la cavavi con un Missing in Action qualunque.
Non si era mai visto prima di quel momento un tizio grosso come Schwarzy in un contesto non fantasy: toccava inventarsi qualcosa di nuovo.
E allora il maestro Steven E. deSouza scalda la macchina da scrivere, si tira su le maniche, alza l’asticella dell’azione al massimo e centra quel perfetto punto di equilibrio tra il machismo e l’autoparodia in cui nessuno dei due infastidisce l’altro.
Di base, sorpassa Rambo 2 a destra e rende Rambo 3 un inevitabile flop quando ancora Sly stava contando i soldi incassati dal secondo.
Ve ne parla Jackie Lang:

Per il resto voglio soffermarmi sul Director’s cut, messo in commercio qualche anno fa.
Trattasi di edizione fuorviante/frustrante, in cui le aggiunte si dividono in due categorie.
Da una parte abbiamo le scene di violenza, soprattutto nel massacro finale, in cui il montaggio indugia qualche decimo di secondo in più sulle morti più cruente: fin qui tutto bene.
Dall’altra vengono aggiunte due scene fra Matrix e Cindy: in una si introducono formalmente, e Arnold spara un poco convincente “Matrix, John Matrix”; nell’altra Arnold racconta di come sia un padre single, e di come la moglie sia morta di parto mentre lui era stanziato in Laos, cosa che lo aveva portato a ritirarsi dall’esercito.
Sono entrambi, come potete intuire, spiegoni totalmente inutili, che dubito che un regista normalmente asciutto ed essenziale come Mark L. Lester abbia davvero sentito il bisogno di re-inserire.
È Commando, per l’amor del cielo!
Ce n’è mai fregato qualcosa del background???
Io quando avevo 8 anni me ne sono accorto solo alla quarta visione che quel pescatore che viene fatto splodere all’inizio era Bennett, a tutt’oggi mi chiedo perché dovrebbe interessarmi che si finga morto, e se non mi lamento è solo per via dell’esplosione in più.
In 35 anni NESSUNO si è mai chiesto che fine avesse fatto la signora Matrix.
Anzi, quella scena rovina due delle mie fan theory preferite (entrambe mie):
1) John Matrix, un uomo capace di portare tronchi in spalla, sradicare cabine del telefono occupate e massacrare da solo un plotone di 80 scagnozzi, ha partorito Jenny da solo (il nome gli è stato pietosamente suggerito da un’infermiera, lui era indeciso fra Lady Arnold e Pupa George);
2) la moglie di John Matrix è il cerbiatto che vediamo durante i titoli di testa, vittima di una tremenda maledizione in stile Ladyhawke, che riassume fattezze femminili soltanto nelle notti di luna piena ed è interpretata da Sandahl Bergman.

La famiglia tradizionale

Comunque: abbiamo rispolverato la #400tv perché ci sembrava la cosa più logica da fare in un momento in cui c’era bisogno di sentirci più vicini del solito.
Siete stati voi a suggerirlo.
E non ci aspettavamo che funzionasse come le prime volte, ma è successo eccome, e con un rincuorante mix di fazze vecchie e nuove.
Avevamo inizialmente previsto quattro serate, la durata standard delle nostre rassegne, ma abbiamo tirato volentieri a otto.
Noi ci prendiamo una pausa, ma ci teniamo a ringraziarvi tantissimo per la compagnia e per una nuova collezione di splendidi ricordi.
Until next time.

#SoloCadaveri:


 

Tags: , , , , , , , , ,

13 Commenti

  1. Biscott Adkins

    #solocadaveri

  2. #solocadaveri

  3. #solocadaveri

  4. Attila

    L’unico dubbio che mi viene su Commando è il seguente:

    Ma Schwarzy aiuta il General Esperanza a diventare il presidente di Valverde difendendolo da Arius e i suoi mercenari (che a questo punto sono comunisti)? Oppure Val Verde, dopo che Schwarzy va via, cade sotto ai comunisti e il colonnello Stuart lo aiuta a diventare il nuovo dittatore?

    La velocità dei ribaltamenti politici di Val Verde negli anni ’80, francamente, mi disorienta un po’…

    Cordialità

    Attila

  5. Wallace

    “Era di istanza nel Laos” in America non si può sentire E’ come dire che era un mitomane :D

  6. Cristoforo Nolano

    #solocadaveri

    P.S. W la director’s cut!

  7. Ciak Norris

    Si.ok…ma fece tipo un decimo degli incassi di rambo 2

    In ogni caso:
    #solocadaveri.

  8. Spitefix

    Tutto meraviglioso. Tutto vero. Però adesso non aspettiamo la prossima crisi globale per farne un’altra! Promesso?

  9. Mettendo a confronto Rambo 2 e Commando si vede proprio la contrapposizione tra Sly e Schwarzie.
    Due diverse filosofie, due diversi modi di affrontare la vita.
    Arnoldone e’ un vincente, capisce al volo chi ha davanti, e soprattutto e’ una bruttissima bestia da avere contro.
    Qui e’ sempre lui a dettare il ritmo, e a tenere sotto scacco i cattivi. Non e’ mai in vera difficolta’.
    Sly, dietro ai muscoli invincibili, ha un’umanita’ incredibile.
    Intimamente si sente un perdente. Ogni sua vittoria, come Rocky, e’ strappata ad un destino avverso.
    Rambo sbaglia (all’inizio, con l’aereo…), fa errori, viene catturato e umiliato. Ne prende una caterva poi, come Balboa, si scatena quando gli altri hanno finito la birra e spazza via tutti.

    • Nonnino

      Chissa’… forse il primo e’ di chiara ascendenza teutonica e il secondo invece e’ italiano…

    • Nick

      Proprio qui sul sito un redattore aveva fatto lo stesso ragionamento, paragondando Schwarzy a Superman e Stallone a Batman, per le stesse identiche caratteristiche (purtroppo non ricordo in che recensione fosse, forse proprio in quella su “Batman vs Superman”, ma non ne sono per niente sicuro)

  10. Non e’ un caso se ritengo, a titolo personale, che ai tempi d’oro nel confronto diretto abbia vinto Schwarzie.
    Ma Sly si e’ preso la rivincita alla lunga distanza.
    Facendo capire al resto della gente quello che noi sapevamo da un pezzo.
    Ridendo e scherzando…Stallone c’e’ ancora.
    Ok, ha dovuto riprendere i suoi personaggi piu’ famosi, e giocare sul sicuro.
    Ma Rocky e Rambo sono universali.
    Funzionavano trent’anni fa, funzionano oggi e funzioneranno tra altri trent’anni.
    Manca giusto Cobra, pero’.
    Io ci spero ancora.

  11. LeChuck

    Lo si è proposto da più voci prima e dopo (durante non si poteva fare altro che ammirare il film) Commando, #autogestione400tv?

    #solocadaveri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *