Crea sito

Archivio delle etichette: buddy cop movie

Non bene, ma neanche male: l’indifferente recensione di Bastille Day

Il one-man-show di Idris Elba nel remake (non dichiarato) di 48 ore. Venite per le botte, restate per i titoli di coda.

How Do You Like My Nice Guys, Shane Black?

Di quella volta che Shane Black si presentò a una gara di imitatori di Shane Black e arrivò secondo. Ma noi eravamo comunque contenti per l’ottimo risultato ottenuto da Shane Black.

Guida interdisciplinare per fancalcisti alla Trilogia del Cornetto

In cui vi spieghiamo perché Shaun of the Dead, Hot Fuzz e The World’s End sono tre film che ogni buon fancalcista dovrebbe vedere.

#400tv: Arma Letale

In cui, siccome non siamo troppo vecchi per queste cose, annunciamo il finale col botto.

ricercati ufficialmente morti: BLACK RAIN – PIOGGIA SPORCA (Ridley Scott, 1989)

Ai tempi non ti rendi conto che a riguardarsi le videocassette quindici o vent’anni dopo (se hai culo che girino ancora) è più bello rivedere le pubblicità che i film.

The Other Guys/MacGruber: due eccezioni meritevoli al prezzo di una!

Va ora in onda un approfondimento coatto in merito a due eccezioni meritevoli ma dispensabili, che abbiamo deciso di vendervi in un comodo blister da due pezzi. Abbiamo fatto di peggio.
Avete presente Ti Presento i Miei? Ha fatto un mare di soldi E generato due sequel E si è fatto ricordare da qualcuno tra le […]

L’altra faccia del Gesù Compagnone: Red State, il trailer

Lo sappiamo già. Gli spettatori di cinema si dividono in due categorie: quelli che amano Kevin Smith e vanno a vedere ogni suo film, e quelli che odiano Kevin Smith e vanno a vedere ogni suo film. Noi ci piazziamo in una categoria, o nell’altra. Non mi ricordo. Personalmente ritengo che ora, come presa per […]

Non è una figurina, sembra una mela con dei raggi intorno.

Anthony Perkins (senza capelli)

Siamo negli anni novanta, non basta stendere i cattivi con un cazzotto, devi dire qualcosa di spiritoso. Cito, per nulla alla lettera, l’insindacabile momento in cui il cinema del disincanto postmoderno dichiara se stesso al mondo per bocca del suo alfiere più protervo ed arrogante*. Che sarebbe ovviamente Bruce Willis, qui supportato […]