Crea sito

“The Box”: dieci cose che nessuno ha ancora avuto cuore di dirvi.

Spoiler: non ci provano.

Fermo restando che l’esimio dottor Casanova Wong Kar-Wai ha ragione comunque, e che quanto da lui scritto qui corrisponde a verità, è ora di inaugurare il primo temporary store dei 400 Calci, uno spazio che potremmo chiamare NON AVRAI UNA SECONDA CHANCE. Mentre ci cantiamo sopra. Come il coro di incappucciati di Oxford University.

Prendete una torcia e seguitemi.

Prima, però, guardate questo contributo multimediale, che un benemerito lettore ci ha lasciato nello spazio commenti (grazie):

1. Il film The Box è TUTTO FOTOGRAFATO COSI’.

2.Il film è anche interamente SUSSURRATO. A parte Frank Langella che fa l’uomo con solo mezza faccia e perciò quando sussurra ENUNCIA, tutti gli altri bisbigliano anche quando sono in casa loro chiusi a chiave e il figlio sta giocando a Monopoli in un bunker a tre chilometri di distanza. Risultato: ho passato metà del film a spippolare col rewind e dire EH? EH?.

2/a. Non fate commenti tipo “infermiera!”. Io ho 29 anni e ci sento BENISSIMO.

3. Cameron Diaz interpreta una donna senza le dita di un piede. Dopo circa 40′ il marito scienziato le regala una specie di protesi da infilare dentro la scarpa, però fino a quel punto Cameron Diaz cammina come L’amico di famiglia.

4. La faccenda delle dita del piede, essendo che siamo nel 1978 e Cameron Diaz ha i suoi anni, non può essere stata causata dal Thalidomide, e viene infatti spiegato come il tristo effetto collaterale delle RADIAZIONI. Però mi sembrava il classico “dettaglio” messo lì per caratterizzare un personaggio a ufo. Un po’ mi incazzavo, poi mi ricordavo che – ehi! – a me i dettagli che NON SERVONO in un film PIACCIONO, e pure tanto, e quindi mi ci rimettevo in pace. Anche se continuavo a temere il METAFORONE.

5. Se in un tuo film la gente per fare dei misteriosi segnali segreti ammicco ammicco alza delle dita nel vuoto, e il risultato sono le immagini nel post di Casanova, io dovrei avere in automatico il diritto di venirti a rubare in casa. Mazel tov, bitch.

6. E sto volutamente tralasciando l’Amico Spiegazione che A DIECI MINUTI DAL FINALE salta fuori e riassume il film a James Marsden. Subito prima che un SUV degli anni ’70 lo riduca in polpette.

7. Richard Kelly ha, con questo, girato tre film imperniati su una figura Christi che si sacrifica anche se non gliel’ha chiesto nessuno. Hai. Rotto. Il. Cazzo.

8. Noto con piacere che alcuni colleghi americani si sono arrazzati per le citazioni di Jean-Paul Sartre contenute nei dialoghi. Ok. Le citazioni sono inserite nei dialoghi con le seguenti modalità: “questo è davvero un brutto momento per la sua famiglia, mi risulta che lei abbia familiarità con l’opera di Jean-Paul Sartre, ripensi allora a quando egli disse”.

9. Se di simbologia catto-apocalittica si deve morire, io mi tengo tutta la vita il vituperatissimo Segnali dal futuro, un altro film che secondo gli internets avrebbe dovuto essere scritto e diretto da Richard Kelly, e che ti porta sì in zona Left Behind ma almeno prima ha la grazia di far scoppiare roba costruire set pieces non ESCLUSIVAMENTE finalizzati a far sentire chi guarda un coglione.

10. Vi ricordate le dita del piede? Beh. Alla fine ERA UN METAFORONE. E Cameron Diaz ha pure un monologo schiantacuore in cui lo spiega a Frank Langella. E considerando di COSA è un metaforone, e QUALI effetti ha avuto, il personaggio di Cameron Diaz si porta a casa la prima candidatura ufficiale dei Sylvester 2011 per la categoria “personaggio più stupido in un thriller/horror”. Battetela se ne avete il coraggio.

Ho finito, grazie.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

20 Commenti

  1. gigi

    Spiegone e metaforone sono due must dei film horror/thriller/ non si capisce una fava…

    la prossima volta che me ne capita uno mi metto a fare la ola in sala “S-P-I-E-G-O-N-E”, così per rende più drammatico il momento.

    Per Richard Kelly: ormai non gli riesce più niente, direi che un filmetto straight to video targato Asylum potrebbe aiutarlo ad abbassare la cresta da grande autore impegnato che piace ai giovani

  2. the mighty abraxas

    -prenda questo oggetto, ma attenzione porta con sè una terribile maledizione-
    -questo è male-
    -ma con esso è compreso un congurt gratis!-
    -questo è bene-
    -anche il congurt ha una maledizione-
    -questo è male-
    -ma può arricchirlo con uno sciroppo di frutta-
    -questo è bene!-
    -gli sciroppi contengono benzoato di potassio…-
    -…-
    -…e questo è male-
    -posso andare ora?-

    http://www.youtube.com/watch?v=7STiTgapMpk

  3. Gigi: davanti a un film altrettanto irritante come Southland Tales la mia reazione (per citare un saggio amico) era “un po’ ci speravo, però non me la aspettavo”. Questo non è neanche una cazzata facilmente derisibile. Ci si rimane solo tristi.

  4. Hellblazer

    Se c’era ancora una minima possibilità che lo vedessi (tipo: hai ancora tre ore, poi sarai nel miglio verde, ti lasciamo un lettore dvd e The box) dopo l’avviso del metaforone mi farò friggere subito.

  5. Uh, e se vi restassero dubbi in proposito, non c’è manco mezzo scivolone nel WTF? destinato a sopravvivere al film, tipo “Seann William Scott allucina Justin Timberlake coperto di sangue che canta i Killers in mezzo alla fia”:

    http://www.youtube.com/watch?v=zePfScJNdwo

  6. Q

    sembra il nome di una nuova drrroga.
    “sabato scorso ero a un rave con richard kelly, e ci siam strafatti di metaforone”

  7. odder

    …anche io Q, però mi ha preso male!

  8. Mai quanto a lui.

    (tsssssshhh)

  9. odder

    vabbé se mi si sottovaluta a priori smetto…

  10. … e con “lui” intendevo “il metteur en scéne”. Per quanto riguarda la sbattuta di piatti non ho il ritmo nel sangue.

  11. odder

    ops, non volevo… e comunque, dai, non hai cioccato i piatti, stavo facendo il “calimero”

  12. Pipolo Segal

    Metaforone.
    Hai vinto l’Internèt.

    (Piccola Lola, grazie per lo spoiler. Non che volessi vedere il film. E’ che lo spoiler mi fa sempre un po’ fastidio)

    (Non so se avevi letto il post in cui ti chiedevo il permesso di chiamarti Piccola Lola. Sotto, nel caso)

    (Però dopo lo spoiler ti amo un po’ meno)

  13. Mi ci puoi chiamare solo se lo canti, posibilmente così:

    http://www.youtube.com/watch?v=M4bnKVZHkQY

    (Scusa per gli spoiler, ma credevo che il titolo fosse abbastanza esplicativo in proposito.)

  14. Uwe Pòl "mangio strada facendo"

    @ gigi: non voglio Kelly nel MIO film Asylum. Mi farebbe incazzare a bestia.

    @ dolores: grazie per Justin, stavo già andando a cercare, se non lo guardo almeno una volta alla settimana qualcuno nel mondo muore.

  15. LOL

    Mai lette così tante stronzate in un solo articolo, complimenti LOL

  16. Simone Darko

    Non sei tu che devi chiedere ad un Regista una figura che si sacrifica…io credo che una persona sia libera di esprimere la sua arte come meglio crede…il cazzo lo hai rotto tu…se il film ti ha annoiato/a visti i tuoi commenti sulla Diaz….datti a Twilight…

  17. abraxas

    e diamo il benvenuto al millesimo contagiato dalla S.d.S.O.

  18. Sì, non immaginavo che Kelly si portasse dietro una simile fascia special needs, però lo fa. E’ bello imparare le cose.

  19. 1234gimmesomemore

    Eh questo ego invincibile, che figurette che fa fare.. quando invece bastava dire che non hai capito il film :)

One Trackback

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.