Crea sito

Star Trek: Into Darkness: il nuovo trailer

Eccolo!

Da moderatamente trekkie apprezzai la rilettura, coerente e gustosamente citazionistica, di J.J. Abrams per il reboot della serie cinematografica. Ci stava tutto quello che ci doveva essere per cogliere il sapore della serie classica, e al contempo si aprivano anche altre strade.

Con questo secondo film Abrams invece mi spiazza – a giudicare dal solo trailer, beninteso.

Non sembra per niente male in sè: begli effetti, arrivano due attori carismatici come Peter Weller e Benedict Cumberbatch a rinforzare il cast, si intuisce che ci sarà molta azione e -cosa molto importante- pare che gran parte del film sia ambientato sulla Terra e faccia vedere tutte quelle cose che nella serie classica (e anche in successive) sentivamo solo citare, ovvero la Federazione e le sue gerarchie, strutture, palazzi. Vedremo la Terra agli albori della cronologia televisiva, a quanto pare con dovizia di particolari.

Quella è una cosa che mi affascina molto: in Star Trek non si sa mai bene che succede quando torneranno a casa, che cosa li ripaga e motiva a viaggiare dove nessun uomo è mai giunto prima, e ora probabilmente daremo uno sguardo a quelle cose lì. Divertente poi il fatto che Cumberbatch dopo aver costantemente affrontato come Sherlock Holmes il tema della sua controparte malvagia Moriarty nella (bellissima) serie BBC “Sherlock”, ora si trova ad interpretare lui stesso il Moriarty di qualcun altro, ovvero il furioso Khan.

Cosa non mi convince quindi? Sempre a giudicare dal trailer mi sembra che per concentrarsi sull’azione manchi totalmente una cosa che secondo me è una delle chiavi di volta del successo di Star Trek, ovvero “il gruppo”; perchè al di là delle avventure su mondi lontani era l’interazione tra personaggi così differenti, l’eterno compromesso tra caratteri, la cooperazione e lo scambio che aveva l’equipaggio in un contesto in cui tutti erano indispensabili, la chiave di volta dello spirito della serie.

Intravediamo per puzza un Chekov che corre, ma tutto il resto dell’equipaggio che farà? Ci sarà? Dove sta  Doc “Bones” McCoy? Dove è Scotty? L’Enterprise ci sta ma stavolta sembra marginale – e posso anche accettarlo – ma l’equipaggio dove è? Dal cast su IMDb sappiamo che ci sono tutti, ma che faranno? Sembra in alcuni momenti un buddy cop movie con Kirk e Spock, che oddio non suona male messa così eh, però la forza di Star Trek è in quell’alchimia di caratteri e mansioni differenti: scoppiare il gruppo al secondo film mi sembra imprudente quando ancora non li abbiamo conosciuti e visti in azione a sufficienza insieme.

Ripeto: è solo un trailer in cui si enfatizza molto la parte d’azione probabilmente, ma il dubbio su questo aspetto ce l’ho.

Attendo fiducioso in plancia.

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

38 Commenti

  1. L’Enterprise ci sta ma stavolta sembra marginale – e posso anche accettarlo

    IO NO. #teamastronavispaziali
    No, seriamente, se c’è una cosa che nella mia testa eleva un film di fantascienza a prescindere è se si concentra abbastanza sull’astronave, non solo intesa come mezzo di trasporto ma anche come luogo dell’anima. Poca astronave = poco bello.

    A parte questo, sono moderatamente gasato.

  2. Dan

    Le cose che mi piacciono del trailer: c’e’ molta azione, Kirk, Spock e Bones sono molto convincenti, ma piu’ di tutti mi piace Cumberbatch, un degno Khan, e quasi mi dispiace dover vedere il film in italiano e perdermi la sua fantastica voce.
    Quel che non mi e’ piaciuto molto e’ che c’e’ poca ambientazione spaziale.
    Noto inoltre con un pizzico di disappunto che si sta prendendo la stessa strada di DS9: attentati, macchinazioni… tutto questo puo’ essere anche reso ottimamente (DS9, appunto), ma non e’ Star Trek come lo ha inteso Roddenberry.
    Poco male, comunque, a me il cast piace, spero anch’io che sia sfruttato a dovere, e Abrams ha mostrato di saper far bene con il precedente film.
    Lo attendo con ansia.

  3. Da non fan di Star Trek “classico” a me la “svolta” JJiana mi piace molto e questo mi ispira di brutto… però ripeto non sono un fan classico :)

  4. Terence Hell

    Il precedente film marchiato JJ a me era piaciuto parecchio. Teneva il fascino del brand Star Trek senza le menate da nerd segaiolo. Probabilmente apprezzerò anche questo. Tra questo e Lo Hobbit però continua a far slittare la terza serie di Sherlock, una delle cose più belle di sempre viste su piccolo schermo.

  5. Lazy Rebel

    Lo aspetto con molta ansia questo film. La fotta è tanta e tanta la paura che possa essere una vaccata… mi consolo pensando che è “solo” un trailer e che magari le cose che mancano elencate da Darth le posso trovare nel film completo. Il primo di JJ mi era piaciuto tantissimo e mi aveva quasi commosso e fatto tornare un poco bambino tornando indietro nel tempo (in una versione aggiornata).

  6. Schiaffi

    In tv davano una serie di sto coso dove uno dei protagonisti era un deforme che faceva il barista dell’astronave e la wikipedia dice che costui trafficava anche armi, drogacce e filmetti porno-olografici. Un eroe moderno in pratica.
    Ecco, la trilogia la dovrebbero fare su un uomo interessante e carismatico come lui, mica su quegli stronzi primi della classe.

  7. Djo!

    chiamate Kevin Smith e chiedetegli di scritturare Schiaffi per il nuovo Clerks !

  8. Biscott Adkins

    #teamastronavispaziali anche io..i primi film mi piacciono molto anche per questo! Ma allora è sicuro che lui è Khan? Smentivano sta cosa fino all’altro giorno…

  9. Ma Lance Henriksen dove sta? Non risulta presente nel film neanche da IMDB

  10. Mah, a me già il rebbot non aveva detto un granché. Guardabile, carino, ma niente di che.

    Qui mi pare si proceda nell’ormai già abusatissima christophernolanizzazione del franchising e nell’ancor più strabusata bladerunnerizzazione di ogni immaginario fantascientifico. Capolavorone Blade Runner eh, ma magari c’ha pure trent’anni e sarebbe ora di provare qualcosa di diverso…

    PS Ma non è confondete Lance Henriksen con Peter Weller?

  11. vespertime

    @Terence Hell: felice di informarti che hanno iniziato a girare l terza stagione di Sherlock proprio in questi giorni e che una quarta è stata confermata un mesetto (o meno) fà.

  12. La quarta non è del tutto confermata, è confermata-ish, Cambebbacc’ ha ritrattato in parte le dichiarazioni.
    Comun

  13. que nel primo film esplodevano dei pianeti, a me basta che qui si arrivi a quel livello, poi per tutto il resto, astronave-casa e tutto, c’è questo.

  14. La prima Trekkata di JJ mi è sembrata molto efficace nello svecchiare visivamente la serie (i suoi bagliori ovunque mi mandano felicemente a male), ma mi è sembrata deficitare molto di uno degli aspetti che ho sempre trovato più affascinanti in Star Trek, cioè il pianeta/razza ignoto/a come metafora di una particolare sfaccettatura dell’animo umano o della nostra società. Qui mi sembra ci sia assoluta coerenza col primo film, credo sarà comunque una visione allegra.

  15. Amici sì, scusate, avevo messo Henriksen al posto di Weller.
    Che volete farci, l’ho scritto di Domenica che è notoriamente il giorno dedicato all’hangover e del tudifarsi, secondo le scritture.
    Ho corretto il post e anche le tag.
    Siete fortissimi!

  16. banshee

    Io ho sperato fino alla fine che Cumberbatch interpretasse Gary Mitchell e sono un po’ delusa. Ma da “moderatamente trekkie” mi fido abbastanza: Abrams è uno che studia, si applica e la cosa si è vista nel primo film. Speriamo bene.

  17. Rainer Werner Fassbender

    della serie “stigrancazzi”:
    io il trek di jj abrahams lo vidi in aerio, mentre tutti dormivano, di rientro dagli states, e mi ricordo solo che a un certo punto il dottore faceva le punture a capogrosso per sgonfiargli parti del corpo a caso e gonfiarliene altre. ma mi sa che c’era di più, forse un eric banana truccato. dovrei rivederlo.

    di quelli vecchi invece me ne ricordo uno dove tornano ai giorni nostri per non so che motivo e spock fa la mossa di spock in bus ad un bullo col classico stereo da spalla.
    E basta.
    Su sei film (6, mezza giornata della mia vita) questo è quello che mi è rimasto.
    Forse ST non fa per me.

    Detto questo, il trailer (non so se è questo o un altro che ho già visto, a lavoro non mi apre youtube) mi garba, voglio dire: cascano città intere, come potrebbe non piacere? Anche se le vuvuzela da inception le abolirei per legge.

  18. John Who?

    Secondo voi non c’era un po’ di imbarazzo sul set quando Zachary Quinto e Cumberbatch si incontravano? Una cosa del tipo “è chiaro a tutti qui che avrebbero voluto dare a me la parte di Spock ma siccome avevi già firmato per il sequel hanno dovuto ritagliarmi un ruolo da antagonista.”

  19. Dan

    @John Who?, se avessero preso Cumberbatch come Spock avrebbero dovuto ribattezzare la serie in “Spock featuring the Enterprise Crew”, visto che ha più personalità lui di tutto il cast messo insieme (cast che comunque mi piace, sia ben chiaro).

  20. @Rainer Werner Fassbender: “Anche se le vuvuzela da inception le abolirei per legge.”

    Quelle e i violini che fanno sempre nanananaNANAna durante le scene d’azione. Sempre quelli. Io li collego ai due Bourne di quello con la faccia e il Parkinson, dove erano riproposti in maniera davvero ossessiva in ogni fottuta scena, ma probabilmente vengono da molto più lontano.

  21. La faccia di Greengrass sarebbe “da scemo”.

  22. Ryan Gossip

    io invece ho notato che tutti i poster hanno la scritta INTO DARKNESS più grande di star trek. Solo a me disturba questa cosa?

  23. Aldo Jones

    Non sono mai stato un grande appassionato di STAR TREK. Sono sempre stato più dalla parte di STAR WARS, pur non essendone un fanatico. Questo di JJ lo andai a vedere al cinema e ricordo una prima parte davvero ben strutturata e divertente, in cui funzionavano stranamente anche i siparietti comici, e un calo verticale nella seconda parte, in cui KIRK e SPOCK da soli sbaragliano quello che sembrava un ERIC BANA invincibile.
    Alla fine ritengo ABRAMS uno bravo, con grandi qualità ma che non sa finire i film. Nessuno dei suoi film, eccetto MI3, mi ha mai convinto nella seconda metà. Parte alla grande e poi si spompa a 10 metri dal traguardo.
    Vabbè che poi il Bluray l’ho comunque comprato … ma non ho ancora trovato la forza di rivederlo. Lo farò approfittando di questo seguito che sembra promettere bene, anche se non mi fido più dei trailers.

  24. Terence Hell

    @vespertime
    Grazie, speriamo che sia all’altezza delle prime due!

  25. Gonzo Kent

    Alice Eve.

  26. rash

    @Schiaffi stai citando (credo) Quark, uno degli eroi della mia infanzia che effettivamente merita tutto lo spazio possibile e financo una seria a lui dedicata.

    detto questo l’impostazione “terrestre” del trailer mi alza l’hype a mille perchè tutte le magagne casalinghe son una delle parti meno esplorate dell’universo trekkiano e può venirne fuori una gran cosa

  27. Giovi 88

    Il primo trailer non mi aveva convinto, quest’ultimo invece mi è piaciuto un casino. Anche se ancora qualche dubbio c’è, perché questa faccenda del terrorista, di un film ambientato quasi completamente sulla Terra e poco sullo spazio, di un titolo “oscuro” come Into Darkness, mi fa venire in mente brutti pensieri… Non è che Abrams ha guardato troppe volte Il Cavaliere Oscuro prima di girare questo nuovo episodio di Star Trek?

  28. Tyler Nomak

    Ho una fotta che non potete capire.
    Io sono il nerd di cui @Terence Hell… ho adorato la serie storica, ma il mio interesse in Star Trek è scemato con il procedere di tutte le altre serie.
    Sì sono uno di quelli che alla domanda di Sheldoniana memoria: Kirk o Picard? avrebbe scelto senza alcun dubbio Kirk.
    Non sono però uno di quelli che si fossilizzano sul rispetto ossessivo del “canone” delle serie, anzi: mi piace quando qualcosa viene cambiato. Se fatto bene trovo che dìa nuova linfa.
    Ecco… a me lo Star Trek di JJ è piaciuto davvero un bel po’. Adoro Zachary Quinto da quando era Sylar e trovo che sia NATO per essere il nuovo Spock. E poi Simon Pegg come Scotty meriterebbe uno screentime di circa 6 o sette ore; ma in lingua originale.
    Purtroppo – perdonatemi! – non ho visto Sherlock e posso apprezzare il carisma di “Cucumberbatch” solo dal trailer. Devo comunque dire che già si capisce che è un grande attore e – se è davvero QUEL Khan – posso dirmi esaltato dalla scelta.
    Approvo in toto le considerazioni di Darth.
    Io voglio VEDERE Schiaffi fare un cameo in Clerks III, non mi basta che collabori alla sceneggiatura.
    Fottafottafottafottafottafottafottafottafottafottafottafottafottafotta.

  29. David Kronenbourg

    Bellalì Camembert, ma tanto col doppiaggio che abbiamo sto già piangendo.
    L’unica cosa degna di nota è Alice Eve in reggiseno, per il resto mi sembra la copia di guerresperlari con l’astronave che fa il pelo alle cose, e figurati se non piazzano una minchia di pseudoplot con (dio)Khan che deve sembrare un terrorista e tirare giù palazzi per far giustificare il fatto di dargli addosso.
    Per ora meh, anche se il primo mi era garbato.

  30. Ovviamente, da appassionato del genere aspetto con impazienza l’uscita sul grande schermo anche se non apprezzo molto la parte ambientata sulla terra. Speriamo non sia la parte predominate del film.
    Ettore

  31. izbi

    Concordo con chi ha detto che JJ non sa chiudere i film. E’ un gran creatore di soggetti e un genio a sfruttare l’idiozia della gente e a vendere del fumo nero(ma che citazione colta)

    Ho visto il primo un mesetto fa in un doposbornia con amici e anche cosi la fine e’ propio buttata a caso e il cattivo poteva semplicemente andare sul suo pianeta e magari dire “Oh magari non e’ importatante ma la vedete quella stella? Esplodera’. Vengo dal futuro e io so” “Non ti crediamo” “Guarda la mia astronave, e’ una roba da minatori ed e’ piu’ avanzata della vostra migliore macchina da guerra” “Ah, potresti aver ragione dunque. Daremo un occhiata”

    Detto questo era un blockbuster come dovrebbero essere i blockbuster.

  32. Andy Crop

    @Stanlio
    L’Enterprise ci sta ma stavolta sembra marginale – e posso anche accettarlo
    IO NO. #teamastronavispaziali
    No, seriamente, se c’è una cosa che nella mia testa eleva un film di fantascienza a prescindere è se si concentra abbastanza sull’astronave, non solo intesa come mezzo di trasporto ma anche come luogo dell’anima. Poca astronave = poco bello.
    A parte questo, sono moderatamente gasato.

    Ci sono episodi della serie classica nei quali vengono rivisitate epoche passate, dove l’Enterprise non si vedeva quasi mai, ed erano eccellenti.
    “poca astronave = poco bello”?
    Your Argument Is Invalid.

  33. @ Andy Crop
    I can hear you.
    È che Stanlio è StarWarsista, anche io tendenzialmente eh ma ho anche una sana passione per Star Trek.
    In Star Trek le puntate fuori dal viaggio spaziale erano spesso pura psichedelia, paradossi temporali, mondi paralleli etc. etc.

    Proprio per questo dicevo che “può pure starci, che ci sia meno Enterprise”, beninteso a patto che le vicende a terra ne valgano la pena!

  34. Nessuno

    Per me si corre un grosso rischio nel mostrare la Terra e presumo la guerra eugenetica, sono quei fatti che assurgono al ruolo di mito di cui durante la storia si lasciano mezze frasi qui e lì e lo spettatore/lettore si crea il puzzle più congeniale fantasticando chissà cosa. Il punto è che la realtà in questi casi non supera mai la fantasia e si finisce delusi, per quanto possa venir fatta bene alla fine ti resta la sensazione di aver perso qualcosa, un pezzo di fantasia è morto per lasciar posto a qualcosa di più prosaico che non riesce a rivaleggiare.

  35. Dan

    @Nessuno, io penso che non verra’ mostrata nessuna, guerra, a mio parere la trama sara’: “Khan, soldato geneticamente modificato dalla Federazione, si rivolta contro di essa e cerca di distruggerla”. Praticamente il Giudice Rico del vero film di Dredd. Difficilmente, a mio parere, ci saranno altri geneticamente modificati, anche perche’ Abrams ha fatto di tutto per staccarsi dalla continuity di Star Trek, non vedo perche’ ricollegarsi a qualcosa che, come hai detto tu, e’ appena accennata nella serie.

    @Darth, sulle astronavi: come ho detto va bene anche cosi’, pero’ abbiamo aspettato decenni affinche’ la tecnologia ci permettesse di vedere in un film di Star Trek qualcosa di diverso da due modellini di astronavi appese ai fili, e adesso che ci sono gli effetti disponibili per una bella guerra di astronavi mi ambienta in film (sembrerebbe) quasi interamente sulla terra. E’ solo questo, il problema, poi io sono sempre riuscito a godermi anche le puntate “terrestri” di Star Trek, pur considerandole molte volte meno ispirate di quelle spaziali.

  36. banshee

    Alcune puntate di ambientazione non spaziale, però, sono tra le più ispirate di sempre: The City on the Edge of Forever, per esempio, ma ne potrei elencare tantissime. TOS non è mai stato solo spazio e navi spaziali.
    Comunque, io giudico positivamente la scelta di approfondire l’ambientazione terrestre e, presumibilmente, le dinamiche della federazione. È sicuramente un escamotage per muoversi con più libertà, simile a quello della creazione della nuova linea temporale del primo film. Io, semplicemente, non mi aspettavo la presenza di Khan, perché, al contrario, è una figura che limita fortemente quella stessa libertà. Khan è un personaggio con un passato ben delineato, un passato precedente alla creazione della nuova linea temporale e quindi deve essere reinventato con coerenza.

  37. Tyler Nomak

    – ATTENZIONE: POSSIBILI SPOILER –
    Per chi mastica la lingua d’Albione… ho trovato un’articolo che analizza CHI potrebbe essere il “cattivo” di Into Darkness.
    Pare oramai assodato che NON sia Khan: troppi sono gli “strattoni” che Abrahams avrebbe dovuto dare alla continuity per farcelo quadrare, nonostante le modifiche alla timeline originale dovute ai viaggi nel tempo del primo film: Khan visse centinaia di anni prima di Kirk, fu un dominatore del mondo durante le guerre eugenetiche (anch’esse ebbero luogo prima delòla nascita di Kirk), dopo l’esilio non tornò MAI sulla terra, era di origine indiana, venne trovato da Kirk mentre era in esilio nello spazio, e per finire non fece mai parte della federazione.
    E’ invece molto interessante l’idea che il personaggio interpretato da Cumberbatch (nonostante nella lista del Cast venga chiamato “John Harrison” – ma la fonte non è sicura) potrebbe essere un “revamping” di Gary Mitchell dalla serie storica: Luogotenente della Federazione, che acquista poteri ESP durante un “viaggio” in una zona completamente priva di stelle chiamata “Darkness” (!), viene creduto morto e sepolto per poi tornare e fare casino. Accompagnato e – ULTRAPOSSIBILESPOILER – fermato da Elizabeth Dehner, una collega anch’essa dotata di ESP e guardacaso di bell’aspetto e caschetto biondo (Alice Eve?).
    Insomma altre coincidenze oltre a questa lasciano da pensare.
    Per chi volesse leggere l’articolo originale, è su:
    http://www.hollywood.com/news/movies/45657843/star-trek-into-darkness-trailer-khan-we-tell-who-the-villain-is-analysis?page=all

  38. Dan

    @Tyler Nomak, grazie per le info. Io comunque non avrei problemi a godermi un nuovo Khan, la continuity va bene ma quel che conta e’ che si faccia un bel film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *