Crea sito

Quel gran pezzo della dama per cui uccidere: Il trailer di Sin City 2 – A Dame to Kill For

Avrò avuto si e no 19 anni quando vidi il primo Sin City al cinema ed, ebbro dei miei 19 anni, ebbi l’avventatezza di considerarlo la più grossa figata cui avessi mai avuto la fortuna di assistere (seguì in quest’ordine: iniziare a fumare, parlare solo per frasi fatte recitate rigorosamente a voce bassa, essere in bianco e nero).

Eh beh, ne fai di cose imbarazzanti quando non hai ancora 20 anni, ma che ve lo dico a fare, ci siete cascati tutti, TUTTI, quindi non rompete le palle: è anche colpa vostra se oggi ogni 15 giorni qualcuno butta fuori un nuovo grindhouse fatto ironicamente male o un nuovo thriller tutto in bianco e nero ma — ohhhhhh — con il sangue a colori. O se Frank Miller si è convinto di poter girare dei film. La nostra ingenuità ha causato danni irreparabili al cinema d’azione, bravi stronzi, facciamoci un applauso.

Ora, a 10 anni di distanza dal primo capitolo, quindi a 9 anni e mezzo da quando è stato annunciato la prima volta, arriva sul grande schermo un seguito che sarebbe stato probabilmente accolto molto meglio se fosse uscito allora, mentre adesso può suscitare al massimo un cauto “uhm, ok..?”.

Uhm, ok..?

Uhm, ok..?

Vediamo assieme cosa stanno combinando quei due delinquenti di Rodriguez e Miller.

Il soggetto viene evidentemente da Una donna per cui uccidere, uno degli ultimi fumetti decenti cagati da Miller e l’unico capitolo della saga abbastanza “ad ampio respiro” da poterci tirare fuori una sceneggiatura (per chi non se lo ricordasse, il primo film è composto da tre episodi ricavati da altrettante storie). Il tutto è ambientato prima del primo Sin City (per la precisione è il prequel di The Big Fat Kill/Un’abbuffata di morte), il che spiega perché metà dei personaggi siano ancora vivi, e il cast pare una perfetta reunion rovinata da alcune cause di forza maggiore: Michael Clarke Duncan e Brittany Murphy sono morti (saranno sostituiti rispettivamente da Dennis Haysbert e… Lady Gaga?), il personaggio di Dwight non si è ancora rifatto la faccia (non è una battuta, è proprio un elemento della storia) quindi avrà l’aspetto del bellissimo Josh Brolin invece che del bellissimo Clive Owen, mentre Devon Aoki e Michael Madsen si vede che semplicemente non avevano sbatta (il che è strano perché sono due che avranno rifiutato tre ruoli in tutta la carriera). Ciò che conta è che ci sono Bruce Willis e il naso finto di Mickey Rourke, che anche nel film più inutile del mondo fa comunque piacere ritrovare, mentre Jessica “ho sborrato pure dal naso [cit non mia]” Alba continuerà a ballare attorno a un palo. A proposito di sborra, saluto con un elegante cenno del capo la new entry Eva Green nel ruolo di una dama per cui uccidere. eva

Inutile lanciarsi in particolari elucubrazioni, dal poco che si vede sembra di avere di fronte un collage di scene eliminate dal primo film, e a proposito di questo mi preme solo ricordare che, se tutto si ripeterà come allora, quello con cui abbiamo a che fare non è il Rodriguez che vuole solo divertirsi (Machete) o che vuole solo far divertire i suoi figli (Spy Kids), ma il Rodriguez nerdazzo degli effetti speciali, quello tecnicissimo e tutto concentrato sulle potenzialità di luci, trucco e green screen, la cui priorità non è cacciare fuori un film bello ma cacciar fuori il modo più figo e cartoonesco di tradurre in immagini in movimento il bianco e nero di Miller: un esperimento già portato a termine 10 anni fa (decidete voi se con successo o meno) di cui non si capisce veramente la necessità di un reprise.

Chiudo con un’importante riflessione che riporto scrupolosamente da una mail del capo:

l’immagine qui sotto si intitola “autogoal”

autogoal

Tags: , , , , , , , , , , ,

52 Commenti

  1. marcopac

    #lovedremosolopermickeyrourke

  2. pasqualobianco

    @Manzanarre Mazzacane
    Il Cinema e la musica si amano… di nascosto!!

    http://www.youtube.com/watch?v=wO89_H7GqaQ
    (This is not dubstep, this is fuckstep)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.