Crea sito

Il salto del palazzo: Fast & Furious 7

1498974_10202212480993841_8595334212813048064_o

Lo sapevate?
Ai tempi del terzo capitolo di Fast & Furious, dopo gli incassi deludenti del secondo, Paul Walker venne considerato una vera e propria palla al piede e fu fatta scrivere una sceneggiatura che prevedeva l’esclusivo ritorno del personaggio di Vin Diesel e una di riserva – quella effettivamente utilizzata – che prevedeva un reboot totale. E anche ai tempi del quarto servì un’opera di convincimento, da parte di Justin Lin e Vin Diesel che si erano immaginati la nuova storia insieme, per includerlo ancora.
Questo weekend, sommando i botteghini di tutto il mondo, Fast & Furious 7 è diventato il quarto incasso di apertura di sempre dietro a due film di Harry Potter e agli Avengers.
Fermatevi pure a ragionare un secondo su cosa significa, su più livelli, essere il tipo di film che arriva ad essere il quarto incasso di apertura di sempre.
Poi guardatevi questo filmato di Vin Diesel che introduce la premiére a Los Angeles:

Io non so se voi frequentate festival o cose del genere, ma io un tale coinvolgimento emotivo l’ho visto solo per film d’autore autobiografici, quel tipo di cose prodotte coi propri spicci guadagnati col sudore e poi girate contro tutto e tutti, tipo che ne so, Guida per riconoscere i tuoi santi. E invece è Fast & Furious 7, che parla di un gruppo di tamarri contro un terrorista internazionale.

Prova a incentrare un film qualsiasi fuori da Fast & Furious su uno a caso fra questi tizi e fammi sapere se riesci a evitare il cestone dei DTV

Prova a vendere un film qualsiasi fuori da Fast & Furious unicamente sulla presenza di uno a caso fra questi tizi e fammi sapere se riesci a evitare il cestone dei DTV

Sono già stati scritti mille articoli su come Fast & Furious abbia una storia completamente atipica rispetto a tutti i franchise di successo a cui siamo abituati, nel senso che era partita in un certo senso modesta – un filmettino di poche pretese nato per sfruttare un trend del momento appoggiandolo per risparmiare tempo sulla scaletta di Point Break, e che grazie a un gruppo di mestieranti solidissimi e soprattutto a un Vin Diesel al picco della forma era diventato un successo meritevole di seconda chance – e che dopo due passi indietro aveva trovato una spinta imprevedibile che l’ha portato a ingrandirsi sempre di più contro qualsiasi previsione. Certo, fa abbastanza ridere pensare che il primo film parlava di un agente infiltrato in un circuito di corse clandestine con l’obiettivo di scoprire chi è quel poveraccio che rapina i camion del Mediaworld, mentre quest’ultimo vede il ramo più alto dell’FBI ingaggiare lo stesso team di ex-criminali, che ormai gode di reputazione mondiale, per recuperare un software rivoluzionario (“con questo avremmo trovato Bin Laden in due ore”) e difendersi dagli attacchi di un terrorista internazionale e di un ex-mercenario, programmato dal governo stesso per diventare la macchina da guerra definitiva ma ora ribellatosi e in proprio, che li insegue per vendetta. È un compito che normalmente assegneresti allo Ethan Hunt di Mission Impossible.
Ma è questo che è diventato il team – mi correggo, la FAMIGLIA di Dominic Toretto. Ha fatto la gavetta completa davanti ai nostri occhi, da gang del ghetto a versione muscolosa e stradaiola di Ocean’s 11, fino a squadra speciale per le priorità mondiali più delicate in cui non è importante andare per il sottile. La differenza col franchise pilotato da Tom Cruise è che ci si tiene lontani da ogni complicazione: niente spionaggio, niente intrighi politici, niente tattiche intricate, niente gadget bondiani (per ora) a parte il NOS, ma soltanto una trama lineare e soluzioni che raramente deviano dal puro e semplice “guida meglio degli altri, mena meglio degli altri”. Più ovviamente, il fatto che o sono in ballo anche gravi motivi personali o non se ne fa nulla. Se ci pensate, tolto quest’ultimo punto non obbligatorio, è più o meno quello che sognavano di essere gli Expendables. Ma ancor più precisamente, rimanendo persino su Vin Diesel, era l’aspirazione esatta precisa del mancato franchise di xXx, una roba che in teoria Vin avrebbe già annunciato di voler riprendere se non fosse che paragonato a quest’ultimo film non ha più senso, ora come ora sarebbe soltanto un Fast & Furious in versione solista, paradossalmente più piccolo.
L’altra divertentissima differenza con tutti gli altri franchise del pianeta è che il cast principale è interamente composto da minoranze etniche, con Paul Walker a fare la quota wasp che per una volta si deve accontentare di un ruolo sfigatello più per imprinting che per altro. A questo turno persino Tyrese sembra avere più spazio e un personaggio più interessante anche se sempre più spalla comica classica, ma che vuoi farci, in sala dove ero io hanno riso a tutte le sue gag nessuna esclusa, evidentemente funziona, c’è poco da fare.

Arte.

Arte.

Ad esempio, una cosa che non è fuori luogo far notare è che la rinuncia di Justin Lin non ha lasciato vacante solo la poltrona da regista, ma anche un ruolo da executive producer, nonché la persona che già nel 2006, insieme a Vin Diesel, se n’era uscita con la traccia narrativa – e persino alcune delle sequenze action – su cui sono stati costruiti i capitoli 4, 5 e 6. James Wan sale a bordo invece con la sceneggiatura già completata e il puro compito di eseguire gli ordini, che esegue con mano diligente, sicura e semi-invisibile.
La conseguenza è che il film slaccia immediatamente i pantaloni e si appiattisce sulla formuletta classica del blockbuster moderno medio, incluso il mega-finale lungo oltre mezz’ora. E puoi capire che Vin Diesel vada in giro a dire il contrario: per lui, scomparso non solo un collega ma un vero, grande amico, notoriamente non è  stato semplice mettersi nell’ordine di idee di tornare sul set. Ma il fatto è che quel poco di cuore che è rimasto è tutto concentrato sulla storia fra Dom e Letty, e appiccicato posticcio su quella di Brian O’Conner per dare senso al finale in suo onore.
Il resto non so come descriverlo se non facendo una metafora musicale: tra questo e il quinto film della saga (tuttora il netto picco qualitativo) ci passa, nel bene e nel male, la stessa differenza che c’è tra l’album di una band e il suo Greatest Hits. L’album è solitamente frutto del suo tempo specifico, di un discorso un minimo organico e coerente, in cui ogni pezzo si nutre di quello precedente e condiziona quello successivo; il Greatest Hits è una serie di brani scollegati tra di loro, ognuno dei quali è stato pensato in funzione di se stesso e del suo essere più incisivo e memorabile possibile, ignorando ciò che viene prima o dopo. Il dibattito sul tipo di approccio che preferite è ovviamente apertissimo.
Il male è che quando lo hacker famoso che i nostri devono catturare è ovviamente una gran gnocca, quando sbarcano ad Abu Dhabi e devono recuperare una memory stick che ovviamente è stata piazzata da un personaggio-barzelletta in un posto semi-impossibile e protettissimo senza motivo, quando certi dialoghi passano dallo scemo ma sincero al piatto e scolastico, sono soluzioni sbrigative onestamente degne di un Luc Besson qualunque, al cui confronto FF5 pare Heat di Michael Mann. Il calo di impegno è netto, e non si partiva di certo da capolavori di raffinatezza.

Scampoli di gloria

Scampoli di gloria

Il bene, porca puttana, è che il 99% dei film al mondo pagherebbero oro per avere un finale che sia grosso la metà di una scena action qualsiasi di FF7. Una qualsiasi. L’ingresso in scena di Statham, per cui sono dovuto scattare in piedi sulla poltrona nonostante mi fossi appena seduto. Lo scontro Statham-Johnson, con quest’ultimo che per la prima volta al cinema si esibisce nella sua leggendaria Rock Bottom. Il frontale Statham-Diesel. L’inseguimento in montagna. La sequenza ad Abu Dhabi, rifinita rispetto al trailer, e la scazzottata RodriguezRousey. Il massacro urbano a Los Angeles con palazzi che crollano a caso e lo scontro Statham-Diesel (“You thought this was going to be a street fight? You’re goddamn right it is”). Dove conta, il film non sbaglia praticamente niente. Siamo praticamente nei territori di Michael Bay, ma con la CGI ridotta al minimo indispensabile (una delle più grosse impronte lasciate da Justin Lin).
Non è ovviamente tutto perfetto: Tony Jaa ad esempio è usato malissimo, al 75% in mosse di combattimento riprese a cazzo per motivi da dividere a metà fra il PG-13 e la controfigura di Paul Walker, roba che per quello che si vede potrebbe anche trattarsi di Liam Neeson con la cinepresa al contrario, e per il restante 25% sono salterelli a caso di qua e di là come una scimmia del parkour qualunque.
Ma in cambio, fra l’ansia di prestazione del dover inventarsi cose sempre più nuove e grosse, la saga acquista per la prima volta un cattivo vero: Jason Statham, signore e signori, non solo è un avversario finalmente davvero carismatico e cazzuto, ma a mio personalissimo avviso ruba la scena a chiunque, Vin incluso.
Il tributo finale a Paul è ovviamente amore puro.
Ma ancora più amore è vedere la FAMIGLIA sul tetto del mondo.

Del Mini-Gatling non si butta via niente

Del Mini-Gatling non si butta via niente

DVD-quote:

“Il greatest hits del cinema spaccone”
Nanni Cobretti, i400Calci.com

>> IMDb | Trailer

Tre note finali:
– il tanto atteso collegamento al terzo film si risolve in maniera francamente imbarazzante. Se la sono sudata per tre film consecutivi, poteva essere la rampa di lancio per una storia clamorosissima, e invece vediamo uno spezzone dal finale del terzo film in cui Sean Boswell (Lucas Black) si appresta a sfidare Dom dopo aver scoperto che era amico di Han, e nell’inquadratura successiva, post-gara, Lucas Black è improvvisamente invecchiato di 10 anni (gli effetti di aver perso contro Vin Diesel?); due frasette di raccordo, e via di nuovo a Los Angeles fischiettando come se niente fosse.
Kurt Russell ha più spazio del previsto e gigioneggia che è un piacere.
– come li vedete i prossimi sequel? Manca il Paul per cui tecnicamente serve un altro bianco (compito ingratissimo), ma c’è una certa aria di abbandono anche da parte di The Rock, che non potendo competere per il ruolo da protagonista piuttosto si ritaglia quello da guest star di lusso. Che combineranno? E soprattutto: dovendo alzare il tiro, chi sfideranno? Secondo me il prossimo cattivo è Ultron.

E' bianco, è amico di Vin Diesel: io voto per Peter

E’ bianco, è amico di Vin Diesel: io voto per Peter

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

214 Commenti

  1. Ecco, la metafora disco VS greatest hits è perfetta. Io, alla fine, ero un po’ imbarazzato. Perché le scene d’azione (una qualunque, come dici tu) sono grandiose, ma tenute insieme da una confezione che è, a tratti, assolutamente imbarazzante. Poi mi sono divertito, ma fa sembrare il quinto capitolo una cosa scritta da Shakespeare in quanto a profondità. I minuti finali su Walker, lo ammetto, li ho trovati troppo tirati per le lunghe e troppo indigesti, ma, oh, io sono un cuore di pietra, dicono. Spezzo una lancia a favore di Jaa, che non viene usato pienamente, ma temevo la fine di Adkins in Expendables 2 e invece, dai, ne esce dignitosamente, contando che è un secondario in un film mainstream.
    Non so che ne sarà, dei prossimi capitoli. Stiamo qui e incrociamo le dita, ma a volte c’è anche da accettare che non si hanno altre storie da raccontare (ma chiaramente non è qualcosa che possa frenare il mercato, ci mancherebbe).

    Zen

  2. Che dire? I momenti belli li hai descritti tutti, Nanni. L’inizio e’ quanto di piu’ bello abbia visto negli ultimi anni. Statham e’ il supercriminale, il cattivo, definitivo, sembra uscito da un fumetto (per me e’ un complimento). Tra l’altro durante tutto il film mi ha ricordato Nemesis di Resident Evil:
    – SPOILER ? –

    arriva, semina morte e distruzione e poi scompare.

    – END SPOILER

    Purtroppo tante sono le cose che non mi sono piaciute: The Rock usato malissimo e troppo poco, anche in maniera ridicola, se vogliamo. Forse come dici tu c’e’ aria di abbandono. E poi effettivamente il modo in cui hanno liquidato la storia di Tokyo e’ ridicola, e per Han praticamente non hanno versato una lacrima.
    Inoltre, ad esempio, i precendenti sono un’iniezione di adrenalina dal primo minuto all’ultimo, si ci sono le scene di raccordo, quelle piu’ riflessive, ma perfettamente incastrate per mantenere alto il ritmo.
    Qui e’ tutto molto piu’ scollato.
    per il prossimo spero sinceramente in qualcosa di piu’.

  3. Ciak Norris

    Quindi è un meh che al netto del superbo Giasone sarebbe stato un mah?
    Per l’action dell’anno dovremo aspettare MI5 e Spectre?

  4. Dopo averlo visto io non ci sono riuscito a commentare il film. Troppa botta emotiva.
    Tornandoci su ora, per me questo è il Die Hard 4 della saga, piuttosto che il greatest hits. Concordo sull’effetto collage e non so se questo sia dovuto o meno al dover far fronte alla mancanza di uno dei protagonisti. Credo di si. Però il film è pieno di limiti e se ci vai senza sapere che Walker è morto ne esci abbastanza convinto abbiano fatto un tot di passi indietro.
    A differenza tua non mi e’ neanche piaciuto l’uso di Rom, perché è proprio ridotto a clown e basta, e a pensarci adesso pure LAFAMIGLIA qui è un concetto abbastanza surrogato, con Vin unico vero interessato a vendicare Han e gli altri impegnati a fare contorno. A conti fatti questo è quasi un f&f in solitaria, dove Russel trova più spazio dei soci di Dom. La mia impressione è che se costruisci il franchise sul concetto di FAMIGLIA e arrivi tuo malgrado al punto in cui questo crolla, portare avanti il marchio potrebbe non avere molto senso. Certo, si sono già reinventati una volta…

    Ps: senza polemica non ho capito dove volevi andare a parare con l’incipit del pezzo, ma penso non mi sia piaciuto.

    • Manq, se non mi spieghi cosa non ti e’ piaciuto faccio anche fatica a dirti se per caso hai equivocato qualcosa o meno.
      L’effetto collage comunque non ha niente a che vedere con Paul Walker, e’ semplicemente che questa sceneggiatura (inevitabilmente se non addirittura giustamente, per molti versi) e’ stata costruita partendo dall’ideazione di scene action che fossero piu’ grosse dei film precedenti, e appiccicate un po’ come veniva.

    • Non ho capito il senso delle premesse sul fatto che più di una volta avessero voluto tagliare Walker dal franchise. Mi sono fermato a riflettere come da richiesta, ma l’unica cosa a cui sono arrivato è che in sostanza la morte di walker ha tolto un problema alla Universal facendole guadagnare un botto di soldi. Da lì il “non mi piace”.

      Rispetto al film a spezzoni, se mi dici che non è stata necessità, ma scelta, per me è ovviamente peggio. Quindi ti chiedo perchè ritieni “giusto” concepire una sceneggiatura partendo da concept di scene fighe incollate insieme. A me la cosa da del pornografico, cosa che non è un male, ma che a tutti gli effetti non capisco come possa piacere.
      Detto questo, come sottolineato da altri, io ho anche dubbi sull’effettivo essere “più grosse” d queste scene. Se si parla di MACCOSA sì, ma se si parla di azione, sia il cinque che il sei in quell’ambito han fatto meglio sia come idea di base, che come realizzazione. La CGI sarà anche al minimo, ma è brutta forte in sto qui…

    • Hahahaha sono un fesso… hai perfettamente ragione, intendevo farvi ragionare su cosa comporta arrivare ad essere il quarto incasso di apertura di sempre ma è un paragrafo completamente slegato da quello sopra, non mi ero accorto di quanto fosse fraintendibile, ora lo correggo.

      Per il resto: il “giustamente” è riferito al fatto che è ovvio che quando vuoi fare un sequel vuoi superare il film precedente, è un action, e a questo turno le coreografie hanno rosicchiato via un po’ tutto il resto, che è ovviamente un gran peccato ma era prevedibile ed è meglio del problema opposto.

    • Ace Sventura

      E ritorna il parkinson.

  5. Ultima immagine con un Vin Disel parruccato veramente male.

  6. Bennett

    Obiettivamente è quello + deboluccio tra gli ultimi fast, peró le scene action son sempre + grosse e divertenti: quindi la sua missione la porta a termine. Sono anche abbastanza convinto che l’effetto collage sia dovuto alla dipartita di Walker, e che meglio di così non potessero fare. Doppio pollice in su per Statham, incazzato e cazzuto come non mai, e che neanche un intero parcheggio che gli crolla addosso riesce ad uccidere… Ecco, la mia unica vera critica è che i personaggi di questa saga siano ormai a tutti gli effetti dei supereroi immortali: volano, si riempiono di mazzate in faccia, esplodono e non si fanno praticamente un cazzo!! Anche Owen Shaw come è sopravvissuto alla fine del 6????
    Peccato anche per Tony e Rocky sottoutilizzati (anche se quest’ultimo tra la rissa iniziale vs Jason e il comeback finale ha i suoi gran bei momenti). Va bè, al netto di qualche cosa gran bel filmone di puro entertainment e girato benissimo. Son curioso di vedere cosa si inventeranno per l’8 a sto punto, e penso che Paul Walker non sarà rimpiazzato: magari Kurt Russell avrà un ruolo ancora + importante e stop.

    • BohBeh

      eh come ha fatto a sopravvivere, lo spirito santo, o è un Terminator sotto copertura. secondo me nel prossimo si risveglia e va a liberare chi-sapete-voi.

  7. Ryan Gossip

    Aspettavo proprio la tua rece per avere un’idea chiara, ho letto in giro (sì l’ho fatto…), gente che con l’action ha poco a che fare, de “il miglior action de (numero relativamente alto di anni)”…
    Io purtroppo dovrò aspettare che ha deciso di mettersi in pari con la saga, non ne ha visto manco uno, l’ho convinto ma dovrò aspettare mercoledì/giovedì…
    In bocca al lupo per il rimpiazzo di Walker. Qui c’è un’altra mano su per Dinklage in Fast 8…

  8. Bennett

    Dimenticavo: miglior scena del film Toretto che si sposa in canottiera!!! Io e i miei amici abbiam fatto partire una standing ovation in tutto il cinema!!!
    Domanda: ma si era già vista sta scena in qualche fast precedente?? Io non la ricordo.

    • No, era un “colpo di scena”. Ed effettivamente la scena non-action definitiva di Toretto.

    • Bennett

      A ok, ero sicuro che non potevo essermi dimenticato di una scena del genere!!!!! Per me vale anche come scena action comunque! Ahahahahah

    • BohBeh

      non si era mai vista, ma penso si collochi molto poco dopo “Los Bandoleros”.

      oh comunque premio Oscar Luigi Scalfaro per la migliore attrice non protagonista a: l’ambulanza.

    • Dr. Stranamorte

      Dom che si sposa con la canotta fra le mie scene coatte preferite! Io e i miei amici siamo scoppiati subito a ridere, ma, inspiegabilmente, siamo stati gli unici in sala. Mah, forse erano tutti in ansia per le condizioni di Dom.. ma ti pare?!

  9. maxnataeleale

    Mah…scene action effettivamente grandiose ma come film l’ho trovato un po’ vuoto.diciamo senz’anima..
    il livello dei maccosa poi è esasperato e inaccettabile!!il mio preferito è
    SPOILER quando la rodriguez interrompe il massaggio cardiaco che poteva salvare la vita a vin diesel per recitare la sua particina strappalacrime!!!poi Tony Jaa vs Paul Walker è una cosa che non sta in piedi neanche sulla carta.

  10. Il Reverendo

    Eh. Per me l’apice della saga è il 6 non il 5. E rispetto al 6 questo va malissimo. Molta meno tamarria, scene di botte confusissime , scene di distruzione più piccole e meno entusiasmanti. La storia non si capisce e ci sono una marea di tempi morti. Un passo avanti e due indietro. Ottima la presenza di statham e jaa, ma come si dice nella rece quest’ ultimo totalmente sotto utilizzato causa shacky CAM. Bella l’idea che statham non parli ma distrugga e basta. Djimon hounsou sacrificatissimo. Bello vedere Kurt Russell. Boh mi sa che wan lo boccio. Tanto nel prossimo lin si riprende la saga e torneranno i fuochi d’artificio. Sicuramente lo riguardo il film, ma a caldo la prima impressione è che è un peccato sia andata cosi..

    • Bennett

      Come torna Lin???? Ma non doveva iniziare una trilogia Wan? E un appunto: marea di tempi morti??? Ma se è un continuo cambio di location con conseguenti scene sempre + eccessive!!!

    • Il Reverendo

      boh, a quanto so io Lin ha firmato per fare gli ultimi tre film della saga che la chiuderanno definitivamente, e spero proprio che sia così. poi non si sa mai.

      sui tempi morti non ti so dire con precisione, come ho detto, il film lo devo rivedere. è che nei momenti non d’azione ho provato una certa stanchezza, cosa che nel 6 non mi era successa.

      comunque sul cattivo devo dire che anche l’altro shaw bros non era niente male. dal distruggere londra a bordo di una formula1 corazzata a stare sul tetto di un automezzo militare sparando sul conducente fino a distruggere le macchine dei civili in autostrada con un carro armato per puro divertimento, io l’avevo trovato piuttosto intenso…

    • Neutron

      quoto.
      l’apice è stato il 6
      e mi sa che doveva finire lì.
      concedo il 7 solo come superstramegaomaggio a Walker.

    • Dr. Stranamorte

      No aspetta, io rispetto le opinioni altrui ci mancherebbe, però.. nel 7 c’è meno distruzione? Meno tamarraggine??? Sicuro?

  11. Come al solito per leggere la recensione giusta devo venire qui.
    Per me il finale è stata la cosa più deludente. Tolto il combattimento di Jason vs. Vin (che comunque ha i soliti problemi legati al PG-13) ho trovato la conclusione un inutile sbrodolamento. Peraltro molto freddo, cioè se se lo paragoniamo alla roba fatta nell’aereo il film prima o alla cassaforte di Rio ne esce ridimensionatissimo.
    Poi ovvio, nel finale ci si commuove. Da me è anche partito l’applauso.
    Però per me dopo Dubai il film grippa.
    Occhio che non dico che è una merda, solo che tolta la dedica a Walker ha il finale più debole del nuovo corso.

  12. Erri De Lucas

    Qualche salamelecco di troppo nella prima mezz’ora, ma per il resto, mammamia.

  13. Giulio

    Visto già due volte. Per me, il più GROSSO action di sempre. Pensateci bene: avete macchine lanciate da un aereo che atterrano in strada e iniziano scontro allucinante con bus blindato, macchine che per sfuggire alla trappola si lanciano dai burroni alla sperindio, macchine che volano tra grattacieli, macchine contro drone nelle strade di Los Angeles…e poi palazzi che si sfasciano, scontri fisici che levati, frasi smargiasse come se piovesse e un finale che se non avete pianto allora vi meritate le scie chimiche. In tutto questo, una regia tutt’altro che piatta e con la mano di Wan ben riconoscibile (pensate al movimento di macchina che “ruota” insieme ai personaggi nei corpo a corpo: ormai è un suo marchio di fabbrica molto efficace; oppure all’uso fantastico dei campi lunghi, mai così tanti). In più, avete due personaggi che si chiamano come Harrison Ford: Han Seul-O e Deckard. Infine, l’omaggio dichiarato di Wan a Spielberg e “Lo squalo” col personaggio di Deckard: arriva sempre, senza farsi notare, è cattivissimo e ti va sempre addosso con tutta la forza che ha, fregandosene delle conseguenze. Ripeto: per me 10 e lode. Poi sono d’accordo che le scene d’azione siano collegate con lo sputo, ma va bene così. Con tutti i “limiti” di un popcorn movie, questa è una roba mai vista prima. Va bene che ci si abitua anche alla cioccolata, ma questo è un 75% Ecuador.

  14. Come sempre per leggere la rece giusta devo venire su questi lidi.
    Per me è stato un film grossissimo fino a Dubai, anche se lì già nella sparatoria all’interno dell’industria abbandonata si intravedeva una certa stanchezza.
    Poi tornati a L.A. è tutto uno sbrodolarsi inutile fino all’epilogo, giusto direi necessario e commovente, dove ci permettono di dire addio a Brian.
    Il finale del quinto era molto meglio costruito, la cassaforte per le strade di Rio era una roba indimenticabile.
    Il finale del sesto era teso e vibrante qualcuno ci rimaneva. La roba dell’aereo colpiva prova ne è il fatto che sulla lunghezza della pista volarono meme e battute. Divenne virale insomma.
    Qua invece è tutto molto anonimo dimenticabile. Attenzione ovviamente è grossissimo, ma a parte l’inizio dello scontro Vin vs Jason e qualche movimento di macchina di quello Walker vs Jaa scivola via.
    La roba di Letty che spinge via Walker e lo fa resuscitare con le parole tenere da fischi e scoregge fatte con le ascelle.
    La chiusura del cerchio a Tokyo invece è quasi una trollata per come è gettata nel cesso.

    Però fino a quel punto mi era piaciuto. Bella l’intro con Jason che fa bordello solo per dire due parole a suo fratello anche se quello non lo può sentire perché è in coma.
    Bello lo scontro con The Rock. Bello l’arrivo di Kurt e l’assalto al bus che porta il pirata informatico. Bella e divertente anche la parte nel deserto. Belli i culi, i corpi esibiti, le macchine. Fino a li mi è piaciuto.
    Poi mi è piaciuto pure, però di meno.

    Comunque se si blocca anche sto franchise Jason se ne deve andare a Lourdes.

  15. Past

    Sta saga però si deve togliere il pg-13 dalle palle, tanto i soldi entrano ormai a cisterne no? E allora fatelo sto benedetto salto che tanto falliti non andate di certo.
    Per il resto concordo col parere del capo ma con una sfumatura meno ottimistica, il meno riuscito da quando la serie ha cambiato marcia, però si meglio sta serie sul tetto del mondo che tutte le altre bambinate che ci propinano.

    • Magari, ma non vorrei essere nei panni del produttore che entra in ufficio e dice “hey ragazzi, che ne dite se col prossimo film facciamo meno soldi che con questo? intendo proprio apposta”…

    • Dr. Stranamorte

      Per me questo è un punto fondamentale, su cui si basa la riuscita dei prossimi FF. Se ci pensate il nuovo corso inizia con il 4, ma il 5 è la vera bomba. Il 6 è il sequel che, per non deludere, deve superare il 5 almeno in tamarraggini, distruzioni e maccosa. Questo 7 fa la stessa cosa, soltanto che ha come riferimento il 6, per cui inizia a mostrare i limiti di questo gioco al rialzo.
      Ora, a meno che l’8 non sia appunto un crossover con gli Avengers o Star Wars, non vedo come possa riuscire a mantenere le aspettattive senza diventare noioso e ripetitivo o eccessivamente assurdo. A meno che.
      A meno che non si abbandoni il PG13. A quel punto per continuare a stupire – e ad entusiasmare – non devi più scervellarti per far qualcosa di meglio delle auto volanti, ma ti concentri maggiormente sulla qualità dell’azione.

  16. kaiser

    puro letame visivo. forse anche peggio di transformers 4.

  17. Hellblazer Joestar

    Visto due giorni fa, più ci ripenso e mentre alcune cose mi crescono dentro su altre mi perplimo.
    Ben detto, ogni singola scena action vale il film, si può solo andare di preferenza (la mia è Abu Dhabi, il doppio salto è da antologia), Statham meraviglioso, The Rock davvero solo guest star (“però il combattimento all’inizio…” Sì, è vero, l’abbiamo pagato, ora dobbiamo usarlo.), Kurt straripante ma anche troppo allegrone (salvo quando dice a Toretto di mollare la Corona per la birra belga, lì l’ho apprezzato).
    Per me il discorso “sono tutti supereroi” ESPLODE alla scena in cui fanno menare pure Ludacris. Ho abbastanza sospensione dell’incredulità per credere pure a Walker-Jaa, ma insomma…
    Su Walker: ogni. singola. battuta. che dice ha il doppio senso mortifero.
    “Non voglio più andare ai funerali..”
    “Solo un altro” poi, come se si fosse ricordato qualcosa, “Il suo”. Però il finale, l’ultima scena, mi ha emozionato.

  18. Ace Sventura

    SPOILER ALERT
    A mio parere hanno gestito male i cattivi.
    Ossia; Statham è quello presentato sin dallo scorso film ed è talmente superfottuto che all’inizio del film gli è stato regalato una presentazione stramega figa.
    Abbatte il Thor di Samoa che neanche Jaa con gli elefanti.
    Si schianta contro Toretto e gli fa capire che lui è un militare, dei più cazzuti.
    Insomma un Jack Reacher dei cattivi.
    Poi compare il compare dei diamanti di sangue; ok, ci sta.
    Poi compare lo sceicco colla rousey; ci sta ancora, ma bah.
    Poi compare nuovamente il compare dei diamanti di sangue; CHE PALLE.
    Dov’è finito Statham?

    MACCOSA INCREDIBILE PIU’ INCREDIBILE DELLA LUNGHEZZA DELLA PISTA D’ATTERAGGIO NEL 6.

    Un fottutissimo elicottero enorme da guerra che lancia DRONI VTO in piena Los Angeles.
    E i caccia arrivano a fine film, giusto inquadrati mezzo secondo.

    Comunque.
    Quotando pillole di cinema aggiungo che:
    Per me è un greatest hits di raccordo, passaggio di consegne; cambia il regista, è morto un personaggio (effettivamente legato solo a Vin), è morto un attore (dedica da applausi ragazzi), sono stati aggiunti nuovi pezzi a LAFAMIGLIA poco graditi, come l’hacker inutile, che spero sparisca solo per aver svelato i ruoli della famiglia nella famiglia, e molto graditi, ossia il buon vecchio Kurt.
    Ma soprattutto la formula che ad ogni film si batta, uccida, il boss di fine livello è saltata.
    Statham ritornerà nel prossimo e spero metta a ferro e fuoco l’intero mondo.

    Per me una sorta di 4° capitolo pompato.

    E la scena dei palazzi BELLISSIMA.

    P.s. i trailer hanno spoilerato una valanga di cose.

  19. Q

    Scusate, dopo aver visto tutti e sei gli episodi, a me la FAMIGLIA ha rotto il CAZZO.
    Sarà che i film di màghine sfrosciate mi piacciono fin là (cioè poco), sarà che odio quella chicana ingrugnata della Rodriguez come i calcoli, sarà che Vin Diesel ultimamente va meno in palestra di me, ma non ho mai condiviso l’entusiasmo del mio sito preferito per questa serie.
    Leggendo la recensione, avevo già deciso di saltare la visione di questo settimo capitolo (balle: avevo deciso di non vederlo dopo il trailer), poi… poi Mastro Nanni mi scrive, una frasetta in coda di recensione:

    “Ma in cambio, fra l’ansia di prestazione del dover inventarsi cose sempre più nuove e grosse, la saga acquista per la prima volta un cattivo vero: Jason Statham, signore e signori, non solo è un avversario finalmente davvero carismatico e cazzuto, ma a mio personalissimo avviso ruba la scena a chiunque, Vin incluso.”

    Jason utilizzato finalmente bene?
    Oh, cazzo.
    Grazie Nanni, ora mi tocca dare altri $ alla Universal.

  20. kaiser

    meglio il 5 e il 6 senza nessun minimo dubbio e… udite udite.. forse anche quei tanto bistrattati 2 e 3. sta merda è solo cibo per lobotomizzati. si salva solo statham. quelli della universal lo pubblicizzano pure come il migliore della serie, ci vuole un gran coraggio. ah.. per chi ancora dice che le scene action sono fatte bene, sono puro sterco steroideo. gli paragonerei qualsiasi film, non della saga, ma in generale. girate male e infarcite di cgi. i combattimenti uguale, fanno cagare a spruzzo. quelle scene di raccordo videoclippare dovrebbero invece bandire per legge.

  21. Gigos

    Ci pensavo anche io l’altro giorno che sono tutti rappresentanti di minoranze etniche e ora è pure morto l’unico wasp. Va’ che è notevole come cosa.
    Che poi, scusate l’ignoranza ma i Toretto sono ispanici o italo?

  22. Sydney Pollock

    Secondo me questa recensione entra direttamente nella top 5 delle recensioni de i 400 calci. Bellissima a dir poco.
    Il film l’ho visto e mi è piaciuto davvero molto, secondo me il migliore della serie dopo il quinto, ma anche un ottimo film in generale. La mazzata finale del tributo è molto più emozionale di qualsiasi altro momento della serie, ma per motivi rigorosamente extracinematografici.
    Rispondendo alla domanda su chi possa essere il sostituto di Paul Walker, per me le opzioni sono 2: o si rispolvera Lucas Black (non come in questo film) oppure una soluzione semplice e per rimanere in FAMIGLIA potrebbe essere uno dei due fratelli di Walker. Hanno già lavorato insieme in questo film, lo si introduce facilmente come fratello di Brian (con una frase “era mio fratello, tutto quello che so me l’ha insegnato lui”) e il pubblico apprezzerà la cosa come un passaggio di testimone.

    • Stavo per dirti che sta cosa del fratello che esce dal nulla è completamente priva di senso, ma poi ho pensato ad un tizio in ambulanza che si getta alla cieca da un ponte e centra un drone.
      Hai ragione tu, ci starebbe.

    • Lucas Black ormai se lo sono bruciati con questo, e comunque fisicamente si e’ imbruttito davvero tanto. I fratelli Walker invece vi ricordo che non sono attori, hanno lavorato come controfigure puramente fisiche, e quindi a quel punto tanto varrebbe usare un vero cartonato…

    • BohBeh

      non sono attori ma Cody Walker penso sia intenzionato a diventarlo.

    • Però all’epoca l’annuncio fu che Black aveva firmato per 7, 8 e 9, quindi magari puntano proprio su di lui o comunque lo vogliono recuperare. E di fondo, se serve un bianco dal carisma relativo, lui va bene.

      Fra l’altro, vista l’attenzione (assurda, ma comunque attenzione) alla continuity, ha senso che nel 7 faccia solo una comparsa: in Tokyo Drift è minorenne e obbligato a vivere col padre a Tokyo, non è che possa dirgli “Oh, babbo, vado via con questi sconosciuti a combattere un terrorista internazionale”. :D

      Poi lo so anche io che ci volevano cinque minuti a inventarsi un pretesto, ma il punto è che il suo utilizzo qui ha un senso anche se l’intenzione è di inserirlo nella famiglia, ecco.

    • Sydney Pollock
  23. Neutron

    Sorry.
    fino a metà ho retto bene, dopo erano più i MACCOSA che i “che figata”.
    lo salvo solo perchè, spero, sia l’ultimo.
    abbiamo fatto una bella cavalcata gente, mi avete accompagnato nell’età adulta.. ma ora basta.
    finiamola qua.

  24. Il Reverendo

    poi ci sarebbe anche da dire che fast7 ha un po’ il difetto dei mercenari, e cioè che non muore nessuno e alla fine finisci per perdere coinvolgimento. alla fine ce la menano ancora con la morte di han avvenuta 4 film fa, questo ce l’hanno spacciato come un duro film di vendetta stile anni ’70 quando invece non è altro che la ripetizione del 6 ma più svogliata e bonaria (basta pensare a the rock tutto sorrisoni che da terminator diventa padre di famiglia). ora scopriamo che nemmeno i cattivi sono morti. il tizio del 6 è solo ferito e statham è in galera.

    va bene perchè vuol dire che nell’8 quello ferito si riprenderà, andrà a liberare statham e li avremo tutti e due come cattivi. allora ok. però qua è un po’ moscio.

    paragonandolo di nuovo con il 6, lì non solo il cattivo moriva (nonostante quello che dicono qua), ma moriva pure la tipa di han, vedevamo han morire di nuovo e veniva introdotto statham. quello era in ascesa, questo in discesa decisa.

  25. annaMagnanima

    comunque, secondo me, l’inseguimento con la cassaforte legata dietro la macchina che spacca tutto del quinto e il salto per prendere letty al volo e salvarla atterrando e sfondando un parabrezza del quinto sono scene insuperabili che – sempre per me – rendono i due precedenti meglio di questo il cui finale non mi è piaciuto. qualcuno ha detto “sembra die hard 4” ed in effetti ci mancava solo la frase
    metaspoiler
    “avevo finito le pallottole”.
    fine metaspoiler
    poi è vero che jason è il miglior cattivo di tutta la serie. ma è anche vero che han è morto e nessuno se l’è cacato. io porto ancora il lutto…

    • BohBeh

      il momento Die Hard 4 è da incorniciare, anche io ho pensato “oddio vuole fare come Bruce Willis”

  26. david

    Dai vostri commenti pare il piu brutto (come MI4) e come MI4 forse sarà l’incasso piu alto ahahaah. Strana la vita

  27. Bennett

    Comunque se vogliamo paragonarlo a un die hard lo vedo + vicino al 5 che al 4: una serie di scene spaccone esaltanti e totalmente surreali (ed eroi immortali) con cambio location ma attaccate l’una con l’altra con lo sputo…

    • Sì, hai ragione per quello.
      A me ha messo in mente il 4 per il fatto che sto giro sono davvero diventati tutti super eroi, tipo Willis che passa da poliziotto a tipo che se la cammina sui jet in centro paese.

  28. Lars Von Teese

    @gigos

    Da wikipedia:
    Dominic Toretto, likely of Italian descent […]

  29. Oh dite quello che vi pare, ma senza Fast&Furious è un mondo più brutto.
    Niente scene spaccone e sopratutto niente recensioni de i400calci sulle scene spaccone.

  30. Schiaffi

    Io dico bomba assurda senza riserve e in assoluto il migliore della serie. L’unica scena davvero inutile come prevedevo è stata il tanto pubblicizzato lancio delle auto 100% real mentre invece era 100% cgi. Quella featurette là mi sa è stata una mossa furbetta…pessima anche l’auto farlocca che vola tra i palazzi ma la scena nel complesso è stata divertente quindi ok. Grossissimo tutto il resto.
    PS
    Curioso come con tutta la roba assurda che potevano mostrare, tutti i trailer si basassero sulle uniche 2 sequenze farlocchissime e su primi piani del cast

    • No vabbeh, te hai personalità multiple.
      Caghi sempre la minchia per la CGI fatta male e questo me lo metti come migliore della serie? :)

    • Toni Già

      Curioso ma le poche volte che un trailer non mostra mezzo film è da benedire perchè rimane la sorpresa al cinema

  31. Dottor Gonzo

    quindi fatemi capire..

    a me che ho amato il 5 , e odiato il 6 perchè tirato per i capelli con troppi maccosa nonostante fosse un bell’action con siparietti alla Bay, il 7 farà bestemmiare in austroungarico?

    Tentatissimo di lasciare la mia donna a vedere Cinderella all’Odeon per farmi la serata al Vue solo per vedere Statham cattivo…
    MA a leggere la rece e i commenti mi sa che avrebbero interrotto la proiezione per le bestemmie italiche…

    Qua però tutti ci dimentichiamo la cosa più palese.. è l’episodio 7!!! ok, facciamo finta di togliere il 2 e il 3..

    E’ l’episodio 5 … ditemi una serie che oltre a volere rubare soldi grazie al solito metodo universalmente riconosciuto del brandizzare i film, che riesce a tenere alto il livello di cinema al numero 5…
    Die hard si è fermata al 3… Arma letale al 4 con il 3 cacca, Alien al 2, Indy al 3 col 2 cacchina (visti i tempi il 2 sarebbe stato da oscar oggi), MI forse non è mai esploso con alti e bassi…. bon..
    C’era da aspettarselo..

    Ripeto la domanda… viste le mie premesse vale un’esborso di pound e gli insulti della mia donna?

    • BohBeh

      no MI di bassi aveva il 2, era SCIALBISSIMO, roba che ho sentito il primo sparo dopo più di un’ora di film

    • Dottor Gonzo

      Guarda.. l’avevo visto al cinema ai tempi e non mi era piaciuto (tranne che per il fatto che da allora e nei due anni successivi, ho lavorato solo per poter comprare una Speed Triple…)..

      Visto qualche mese fa in una scolastica di MI… L’ho amato, sai perchè?
      In un periodo di scene concitate dove non si capisce più una sega fra pg13 e telecamera tremolante, quello è come andare al teatro e godersi le scene action con colonna sonora seria , perfettamente filmate e perfettamente godibili nonostante maccosa assurdi..

      Altri tempi ma quel John Woo sgracca in testa a molti dei nuovi successi da botteghino di oggi..

  32. Al Bacino

    @il Reverendo e @Nanni Cobretti: premetto che devo vedere ancora il 7, ma l’apice rimane il 6 e NON il 5; ho visto giustappunto il 5 domenica e francamente ci sono dei maccosa imbarazzanti : 1) il boss DI TUTTO il Brasile con dalla sua parte TUTTA la polizia brasiliana ha bisogno dei nostri per recuperare il solito chip in una macchina sequestrata?? 2) vincere con le corse le auto + veloci per non farsi riprendere dalle telecamere , progettare il mega colpo veloce e silenzioso e poi si decide DI FAR SFONDARE IL MURO DAL BLINDATO DI THE ROCK e staccare la cassaforte dal muro? maccosaaa?? Allora perché non prendevano direttamente un carroarmato? Anche FF6 è incoerente su tanti punti della trama ( a cosa cavolo serve che il buon Paul si faccia mettere in galera per ottenere due informazioni del cazzo che Toretto nemmeno vuol sentire ?), ma almeno a livello di action si pulisce il culo con il 5.
    Spero di alzarmi sulla sedia vedendo il 7!!
    Ah, dimenticavo, la FAMIGLIAAAAA

    • Dottor Gonzo

      Vedrai maccosa nel 5…

      ma il 5 HA la scena madre , Vin vs The Rock al momento giusto, cose da alzarsi in piedi e urlare dalla felicità per come parte..
      Ha una trama che tira e che cresce…

      Il 6 sembra girato da Sceneggiato da Nolan per come è montato, buchi ovunque, maccosa da record.. Antonov che stanno su piste da 20 km che non decollano per 3 auto, voli sui ponti che manco x men, carri da 100 tonnellate fermati da un cavo con una escort (non quella che paghi per fare sesso, quella che paghi per stare su un cesso), Londra deserta di notte al centro che manco South Central di LA, Brian che toglie chip dal frontale della m5 con la magia indotta.. e le scene da rissa più finte della storia.

      Bello si perchè l’hanno condito alla transformers, ma… vabbe i gusti son gusti.

    • BohBeh

      che poi per la scena dell’Antonov si sono giustificati dicendo EH MA SONO PIU’ COSE CHE SUCCEDONO NELLO STESSO MOMENTO… dei fan hanno provato a rimontare la scena e DURA LO STESSO PIU’ DI TRE MINUTI :P

  33. Roman Sionis

    Io dico solo una cosa…
    FINALLY… The Rock has layeth the smackdown.
    Quella rock bottom che attendevo da anni è magistrale ed è valsa da sola i prezzo del biglietto.

  34. Giorgio Clone

    Io mi fido di @Schiaffi.

  35. Pronto MacReady

    porca miseria che ansia! devo aspettare questo week end x vederlo!
    boss, mi confermi con piacere che jason ha finalmente un ruolo come si deve!
    da quel che ho capito mi divertirò un sacco! (da quel che ho capito non devo far conto dei raccordi di trama tra una scena e l’altra ma godermi i pezzi :)
    evviva kurt russell che gigioneggia!

  36. kaiser

    si può anche tollerare che a qualcuno possa piacere questa accozzaglia di scene action girate male e vendute per “definitive”; ma porca troia, con tutta la buona volontà, dire che è il migliore di tutta la saga vuol dire seriamente che c’é in giro gente che non capisce proprio un cazzo. c’é un limite anche nei giudizi. vi meritate sta merda. “viva la merda”

  37. Una cosa che ho pensato subito e poi, rivedendo il 5 in tv l’altro giorno, è che le scene d’azione sono montate male, sia gli inseguimenti che i fight. Non si può dare la colpa al PG-13 perché pure Justin Lin ce l’aveva, né alle difficoltà di integrare con CGI/controfigure i buchi lasciati da Walker nel film, perché pure nei fight The Rock-Statham e Vin-Statham ho trovato problemi.

    Senza avventurarsi in cazzabubbole tecniche, a me sembra che manchi sempre il senso di continuità, con stacchi troppo frequenti e gestiti male. Es. vedi il fight Rodriguez-Rousey, quasi sembra che si teletrasportino qua e là nell’appartamento.

    O l’inseguimento dell’autobus, a livello di stunt coreografato bene per carità, però non costruisce la tensione nel modo giusto: Walker che salta dovrebbe essere il picco come nel 6 Vin che piglia Letty al volo in autostrada (e in entrambi i casi sai già che si salvano tutti quindi non è lì il problema); ma mentre nel secondo caso funziona, tiri il sospiro di sollievo proprio lì, nel primo sei distratto dall’eccessivo tirarla per le lunghe e da Vin che scende per i monti che quando Walker salta sbadigli anziché avere il fiato sospeso.

    Peccato perché a livello di cast è il top della saga (Statham e Russell immensi), come budget il più ricco e reparto stunt/coreografie della madonna, però credo sia James Wan a non avere la necessaria esperienza nell’action. Che so, un film così grosso a Isaac Florentine non l’avrebbero mai dato, ma secondo me se lo sarebbe portato a casa meglio: più sgrauso nelle poche scene di raccordo (ma chissene) ma almeno fight più comprensibili. Vabbeh, poi incognita scene d’azione più grosse (altra cosa: sia i fight al buio Jaa-Walker che il finale notturno si potevano farli molto ma molto più fluidi, es. Justin Lin gestiva davvero meglio le luci in questi casi).

    Boh, in conclusione io spero che ritorni a bordo Lin.

    • kaiser

      i fight di questo 7 fanno cagare. colpi troppo di spalle e stacchi molto bruschi tolgono fluidità al combattimento. e ancora leggo in giro in gente che trova questi combattimenti ottimi; cioè ma che cazzo di film vi guardate? quelli del 5 e del 6 non sono neanche paragonabili. poi ci sono gli stunt con troppa cgi e non montati al meglio. sboronate computerizzate inutili. e poi il cast sprecato. solo statham regge bene. kurt puttanella russel dovrebbe vergognarsi a presenziare in certi obbrobri.

    • noto che non sono l’unico che, dal lato tecnico/registico, ha visto un passo indietro nel passaggio da lin a wan. poi, non so se il problema era tecnico (aka proiettore digitale del cinema tarato male) ma alcune cose in CGI erano messe veramente col culo. una tra tutte: la panoramica iniziale dell’ospedale.

      poi per il resto LE LACRIME.

    • Confermo CGI orrenda in praticamente tutte le scene in cui è stata usata.

    • John Blacksad

      Io non capisco questa tendenza al turpiloquio che anima certi commentatori del kaiser.
      Non è che il concetto era meno chiaro se non scrivevi “kurt puttanella russel “

  38. Gigos

    Peter Dinklage che spara abbarbicato sulla spalla di The Rock stile Groot & Rocket Raccon vincerebbe i miei soldi facilmente.

  39. Poisoned Ivy

    Vado stasera.

    Sappiate che vi odio tutti perché non posso leggervi (il primo spoiler stava al commento 3).

  40. vespertime

    Una cosa sicura, almeno dalle dichiarazioni che avevo letto non ricordo dove di Wan, è che finire e rimontare il film è stata una gran faticaccia. “Il lavoro più pesante che mi sia mai capitato di fare, spero di tornare ai miei horror che in confronto a questo film saranno una passeggiata”. Mi pare che avesse dichiarato una cosa del genere. Non so quanto sia vero e se la morte di Walker abbia effettivamente stravolto completamente la sceneggiatura tanto da dover reinventarsi un film ormai già girato in gran parte. La storyline di Walker è sicuramente tirata via con scene incollate in mezzo per dargli lo spazio e la tensione narrativa da giustificare quel finale nella spiaggia li. I risultati di tale disgrazia purtroppo sono sotto gli occhi di tutti e il film a livello puramente narrativa arranca come se davvero mancassero dei pezzi. Walker poi nelle sue scene mi è sembrato ancora più cartonato del solito, forse perché era previsto uno spazio narrativo differente. Se penso alle sue scene “recitate”, quindi non quelle action, me ne vengono in mente pochissime e per il resto è un esterno che guarda gli altri gigionare. Questa cosa mi ha destabilizzato abbastanza. Come dice la recensione alcuni personaggi hanno più spazio del dovuto e il film risulta sbilanciato in quel senso. Dall’altro lato abbiamo invece lunghissime e tostissime scene d’azione che quando cominciano ti incollano allo schermo e ti fanno alzare dalla sedia. Quelle scene penso che siano il metro di giudizio del film e puntano davvero in alto. Wan ha già detto che non tornerà per un altro film, troppa la fatica e troppi gli altri progetti (penso che gli siano slittate diverse cose). Quindi non me la sento proprio di dirne male a questo film. Mi ha divertito, le scene d’azione sono grosse, le macchine che volano, Statham che, come qualcuno ha già detto, pare Nemesis di RE3 che arriva spacca tutto e scompare, Russel che gigioneggia (forse troppo), The Rock che appare poco ma che quando appare è da applausi. Insomma, al netto dei grossi ostacoli credo che sia venuto fuori il miglior film possibile.

  41. @Nanni: ti ho letto, e sei andato alla grande come sempre, ma da come hai messo insieme i concetti e soprattutto dal paragone musicale si capisce chiaramente quanto poco tu stia condividendo la tua delusione.
    Lo so, non è facile, e anche se una parte di te la pensa o vorrebbe pensarla esattamente come Schiaffi, c’è anche l’altra parte, che ormai siamo troppo vecchi per ignorare.

    Io, a 20 anni o poco più, vidi il primo, e mai avrei immaginato che mi sarei trovato, 15 anni dopo, seduto accanto a una donna incinta di 7 mesi (e dopo aver ceduto a compromessi inimmaginabili perchè ciò avvenisse) a vedere il SETTIMO CAPITOLO.

    Peraltro pare che il nano nella panza abbia gradito parecchio, sgomitando e scalciando come in uno “street fight”.

    • Guarda, il fatto e’ che l’ideale sarebbe un album che casualmente contenga anche i singoli migliori, dopodiché mille volte meglio un Greatest Hits pretestuoso che un disco stanco o una raccolta di b-sides.
      E’ importante capire che campionato si sta giocando, e una volta che ti rendi conto che le regole non sono piu’ quelle della saga di pseudo-nicchia per fans bensi’ quelle del franchise che prova (e guardando gli incassi riesce, quindi ha ragione) a piacere a tutti, c’e’ poco da fare, e’ per mille aspetti qualcosa di molto simile al meglio che si possa pretendere dalla vita.

    • vespertime

      Secondo me è palese il cambiamento e la trasformazione in altro per poter sopravvivere. Avevo letto qualcosa anche a riguardo. I produttori dissero che si doveva cambiare qualcosa altrimenti la gente avrebbe cominciato a stancarsi. F&F si sta avvicinando, come dici anche tu Nanni, a Mission Impossible. Con l’ingresso della figura di Kurt Russel poi, già confermata per il prossimo capitolo, la questione mi sembra abbastanza palese.

    • BohBeh

      tu avevi la donna incinta, da me c’era direttamente un neonato. e un bimbetto di 7 anni seduto di fianco a sua madre.

    • @Nanni tu ti senti di escludere che i numeri di questo capitolo siano legati parecchio alla questione Walker? Io no.
      A mio avviso qui c’era da giocarsi la cosa meglio perchè si trattava di riportare al cinema la gente che questo l’ha visto. 5 e 6 son film belli, nel genere. Questo a conti fatti non lo è e la cosa può essere un problema in termini di traino al prossimo, che avrà anche un protagonista in meno.
      Io ero con diversi amici e tutti alla fine mi hanno detto una roba tipo “Son venuto per vedere come la chiudevano, ma adesso anche basta” perchè questo capitolo, effettivamente, non ti lascia tanta voglia di averne ancora. Non ci sono questioni aperte da risolvere: i protagonisti son redenti, la tipa ha riacquistato la memoria, tutti i compari son stati vendicati, uno di loro ha deciso di vivere bene come padre di famiglia. A mio avviso, anche la gente che commenta qui, se potesse scegliere tra un altro F&F ed un film con Diesel e Statham a spaccare cose in un contesto diverso forse opterebbe per la seconda cosa, in modo da levare tutto ciò che, onsetamente, ormai non serve più.

      Anche io #TeamGravida, ma mia moglie è al nono mese e avrebbe potuto partorire lì. Ci speravo, ovviamente.

    • Di sicuro Walker ha dato problemi, ma certe soluzioni sbrigative tipo l’aggancio per andare a spaccare tutto ad Abu Dabhi (“ciao sono un arabo buffo e scemo che ha venduto una roba non sua allo sceicco senza motivo, pigliatevi pure il vostro quarto d’ora per recuperarla in modo spettacolare”) non hanno nulla a che vedere con lui.
      Sul resto se la sono giocata timidi nel senso che da una parte era giusto non fare gli arroganti sicuri di poter andare avanti senza co-protagonista (tipo mettendo una scena post-credits o lasciando discorsi gravi aperti) in un film che e’ diventato invece un tributo a lui, ma dall’altra non potevano nemmeno fare un finale davvero definitivo perché e’ ovvio che il potenziale per continuare lo stesso c’e’ eccome.
      Continueranno, ma i problemi delicati da risolvere come giustamente intuisci non sono pochi.

    • BohBeh

      che poi tra l’altro l’arabo scemo gli aveva pure detto di mantenere un basso profilo haha

    • vespertime

      spero solo che tutto questo successo e allargamento di pubblico non porti ad un peggioramento, o meglio, ad un rendere fin troppo accessibile al casual la saga.

    • BohBeh

      e sempre a proposito di nuovi nati e di chi deve ancora nascere, Vin Diesel ha chiamato la sua terza figlia Pauline. ma tanto lo sapevate già.

    • ECCO cosa avevo dimenticato di linkare all’interno del pezzo, grazie

  42. solero

    SPOILERINO
    mi ha un po’ fatto sorridere che tutta la parte del recupero dell’ hacker e quella successiva del recupero dell’ occhio diddio erano teoricamente funzionali solo alla ricerca e individuazione di Deckard per vendicarsi, il quale però è spuntato fuori di sua spontanea volontà in entrambe le scene e quindi ammazzarlo subito no?
    hehehehe

    • vespertime

      Ci avevo pensato anche io. C’è da dire che nel finale, con il piano di tornare a LA per attirare tutti in territorio conosciuto (costretti dalle circostanze) la cosa può essere parzialmente spiegata. Certo, rimane comunque una roba tiratissima.

    • Bennett

      Oltretutto Statham ha sempre beccato la Famiglia in ogni angolo del mondo senza il bisogno di nessuno occhiodidio…

  43. solero

    @Nanni: dal titolo della rece si direbbe che non credi in un seguito, è effettivamente così o volevi solo usare questo giuoco di parole/fare il parallelismo?

    • Volevo sottolineare il salto di categoria e il fatto che per i sequel temo che ci si debba aspettare un’aria sbragata come in questo se non peggio. Lin era riuscito nel miracolo di avere un minimo di storie coinvolgenti da raccontare nell’arco di tre film (con l’ultimo semi-sabotato allo scopo di tenersi qualcosa aperto per questo), ma dai prossimi mi aspetto solo una serie di pretesti alla vaffanculo.

    • annaMagnanima

      questo commento secondo me è un super spoiler sul f&f 8.

    • Fabrizio

      Secondo me i prossimi sequel saranno dominati dallo scontro tra The Rock e Statham, con Vin Diesel e gli altri comprimari che lentamente andranno via via ad assumere ruoli sempre più secondari.
      Passeremo dalla saga Fast & Furious alla trilogia Furious 8, 9, 10 molto più incentrata su combattimenti corpo a corpo e meno sugli inseguimenti.

      Accetto scommesse… :)

  44. Will Gaiman

    La Rock Bottom la facevano anche in Il Tesoro Dell’Amazzonia.

    Detto questo gran film, inferiore al 5 e al 6 per tenuta della storia ma superiore per tecnica e grossezza e cafonaggine. Non capisco molto le critiche, specialmente quelle sui MACCOSA, ma vi rendete conto di cosa siete andati a vedere, e sul cambio di stile, raga è dal 5 che la serie ha cambiato modo di essere.

    Come al solito rece splendida, bisogna sempre aspettare voi per avere l’unica opinione giusta

    • kaiser

      superiore tecnicamente al 5 e il 6? ribadisco, ma che film vedete? e soprattutto, come li vedete?

  45. solero

    @vespertime: se non ricordo male il piano di cosare le cose a LA è venuto fuori dopo non era già pianificato appunto..cmq vabbé tanto per rider

  46. annaMagnanima

    a me sti commenti annidati mi fanno perdere il filo.
    era meglio prima.
    #teamnostalgici

  47. Steven Senegal

    velocemente: grande intrattenimento cafone senza ritegno. Tutto nonostante le cagate e le difficoltà contestuali ma per me ampiamente dietro capitolo 5 e 6. Una riprova è pure l’assenza di esaltazione a caso che prese un po’ tutti due anni fa con scene d’isteria e di guida senza senso immediatamente usciti dal cinema.
    Scena dell’assalto al bus che un po’ sa di già visto ma per me girata con le mani sante della madonna, non capisco le perplessità.
    Uno degli incipit più fighi di sempre e un finale dovutissimo ad uso dei fan di ma pure degli improvvisati della ultima ora, quelli che “dobbiamo vederlo a tutti i costi è il suo ultimo film”, gente che nemmeno sapeva del suo ruolo circense in brick mansion. E no eh o sei fan di walker sempre, oppure nulla

    e wan queci 5-6 slow mo o avanti veloce + zoom se li poteva pure risparmiare, non mi pare abbiano precedenti nella saga

    ps. minchia così sulle prima la struttura dei commenti pare poco funzionale, se arrivi tardi sembra tipo alla ricreazione quando arrivi in ritardo e ci sono già i gruppetti in cortile

    • vespertime

      in effetti risulta a conti fatti molto dispersiva. Primo perché devi aprire tutti i sottogruppi per leggere i commenti e capire se è un argomento dove puoi ficcarti dentro e secondo perché, se così non fosse, si rimane esclusi. Mi do del tempo per capire se è la novità che spaventa ed è questione di abitudine o se è effettivamente una castrazione in termini di leggibilità.

    • Anche noi ovviamente continuiamo a osservare come va e se serve aggiustiamo la mira. Personalmente mi sto godendo un sacco il poter rispondere direttamente a uno specifico commento sapendo che la mia risposta non andra’ persa nell’oceano della discussione generale.

    • annaMagnanima

      nanni, le tue risposte non andavano MAI perse.
      però le nostre si da ora in poi.
      ci metti i bastoni tra le ruote :)

    • Macché, la tua e’ qui sopra, l’ho vista…

  48. kaiser

    quei cazzo di slow mo lenti e veloci sono insopportabili. di quarta categoria proprio.

  49. vespertime

    C’è da dire che questo 7 perde totalmente in credibilità più di chiunque altro. Ricordo nello scorso episodio tutto a bocca aperto per un semplice “volo” da una macchina all’altra e qui invece sembrano gli avengers, tutti addestratissimi, tutti che menano le mani fortissimo, tutti che volano e non si fanno niente, ribaltamenti e nessuno che si fa mezzo graffio ecc ecc. Anche a me piace il “grosso” ma mi chiedo se questa deriva non arrivi a snaturare tutto. In Mission Impossibile per esempio gli stunt e le robe “grosse” rimangono credibili. Capisco che quello non è un film di menare e bisogna fare le giuste proporzione però boh, questa cosa del “tutti addestrati e tutti di gomma” mi ha fatto un po’ storcere il naso in diverse occasioni, cosa che nei capitolo precedenti non era successa.

  50. BohBeh

    aaaah un attimo di silenzio, hanno appena annunciato che Star Wars 7 esce in Italia due giorni prima che nel resto del mondo. DOVEVAMO ESSERE GLI ULTIMI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.