Crea sito

R.I.P. Roddy Piper

Piper21

17 Aprile 1954 – 31 Luglio 2015

È il 1987.
“Rowdy” Roddy Piper sta per salire sul ring di Wrestlemania III al Pontiac Silverdome, dove combatterà contro Adrian Adonis davanti a una folla record di 93.000 spettatori. Il suo agente gli comunica che un certo “John Carpenter” vorrebbe parlargli. Roddy dice «ok, ma dopo il match». Non lo ha mai sentito nominare.
Quella sera, per Roddy, è memorabile: il suo non è il main event – l’onore tocca a allo scontro fra Hulk Hogan (con cui Roddy aveva una rivalità storica) e André the Giant – ma lui sente di essere al picco della forma, ed è convinto che ciò non gli venga adeguatamente riconosciuto.
La cena fra John e Roddy, che nel frattempo si era informato a dovere, al contrario non è particolarmente memorabile: «Vuoi essere nel mio prossimo film?» «Ok» «Uhm, bene. Mi passeresti le patatine?». Roddy la racconta così. Di base comunque non aspettava altro: ora può andare da Vince McMahon e mandarlo a fare in culo, e poi magari tornare dopo, forte di un film con John Carpenter, e rinegoziare un contratto come si deve.
Il film – lo sapete tutti – si chiama Essi vivono: Carpenter veniva da una serie di flop clamorosamente ingiusti (La cosa, Starman, Grosso guaio a Chinatown), si era rotto il cazzo e aveva voglia di prendere tutti quanti a mazzate con un bel metaforone sul capitalismo che non andasse per il sottile. Roddy, un wrestler col fisico da muratore (mica quelli superscolpiti di oggi), tanto bravo a menare quanto a smitragliare insulti creativi, era l’eroe perfetto.
C’è una scena in cui Roddy si ritrova in una banca armato di fucile e circondato di alieni.
Sebbene il suo personaggio sia perlopiù un tizio taciturno alla John Wayne, Carpenter lo lascia libero di improvvisare la sua battuta di ingresso.
Roddy se ne esce con «I have come here to chew bubblegum and kick ass – and I’m all out of bubblegum».
Oggi, questa frase è ancora scolpita lassù fra le migliori mai pronunciate nella Storia del Cinema.

Roderick “Roddy” George Toombs non era scozzese, ma canadese.
Da giovane imparò a suonare la cornamusa – non ricorda nemmeno lui perché – e questa cosa, oltre a servirgli per guadagnare due spicci per strada nel suo periodo homeless, gli rimase appiccicata quando decise di entrare nel mondo del wrestling e l’annunciatore al suo primo match dovette inventarsi una cazzata al volo per dare uno straccio di colore al suo personaggio.
Ho avuto la fortuna di vederlo dal vivo, appena un anno fa, in uno spettacolo in cui raccontava aneddoti dalla sua vita, e ve ne ho parlato brevemente nella rece di un film indegno, dalla quale vi riporto il relativo paragrafo:

Dal vivo Roddy – che oggi ha trasformato il Piper’s Pit in un podcast di successo – è un grandissimo: ride e saluta ogni fan come se fosse un amico che non rivede da tempo, e ha un repertorio di aneddoti micidiali raccontati con consumata stoffa da narratore e il tono dell’uomo vissuto.
I migliori riguardano i periodi in cui era povero o nullafacente, per cui accettava qualsiasi cosa per due spicci: ad esempio, quella volta che accettò la sfida di tale “Victor the bear” senza rendersi conto che “the bear” non era un soprannome, ma si trattava di un vero orso. Oppure quella volta che lo convinsero a incidere un singolo folk rock. Oppure quando fece Hell Comes to Frogtown. Dagli due spicci, fallo bere, fallo divertire, e Roddy è dei tuoi.

Forse il più grande cattivo di tutti i tempi nella storia del wrestling.
Di sicuro sfruttato poco e prevalentemente male come attore, anche se fortunatamente immortalato da un esordio inarrivabile.
Ci mancherà tantissimo.

Tags:

42 Commenti

  1. Slum King

    Lasciando perdere che spaccava proprio il culo nel suo campo, il wrestling, ma quella scena lì, di Essi Vivono, è veramente una delle Best Fight Scene Ever.
    Bel ricordo Nanni, grazie.

  2. John 4°DiMilius

    MAVVAFFANCULO.
    adesso abbiamo tutti più gomme da masticare.

  3. Angelo Russo

    Tristezza a palate! Notabile anche la sua partecipazione a un video didattico del noto bassista Jeff Berlin

  4. Zen My Ass

    Bel ricordo. R.I.P.

  5. Ruggero Deodorantato

    Chi ama il cinema migliore ha un grande ricordo di lui. Grazie per l’articolo, ero sicuro che fosse un simpatico anche nella vita di tutti i giorni.

  6. Luotto Preminger

    Unendomi senza dubbio al RIP, mi sono rivisto per l’ennesima volta la scazzottata di Essi Vivono… E mi sono reso conto che il nero è Keith David, cioè Elroy della sesta stagione di Community. Mi piangono le lacrime dagli occhi per la gioia.

    • BohBeh

      toh, Keith David, quello che non ti ricordi mai che c’è in certi film, poi lo vedi e dici “toh, Keith David”

    • BohBeh

      tipo Armageddon e Vulcano, per dire.

    • BellaZio

      è molto grave riconoscere Keith David come Elroy di Community. Keith David è solo e solamente il nero di Essi Vivono, perché tutto viene dopo Essi Vivono.

    • Anal Smithee

      Madonna, anche io lo stesso flash uguale.

      Ho sempre ricordato quella scena in quel film come uno dei combattimenti più realistici e cazzuti che io abbia mai visto.

      Questo è un articolo bellissimo, grazie.

  7. uwe pól

    Mi rimetto subito a giocare a Saint Row IV dove Roddy reinterpreta (solo vocalmente aimé) Essi Vivono ma con l’outfit da wrestling, praticamente quindi il memoriale definitivo.
    E, Luotto, anche lì c’è Keith David. Interpreta Keith David nello spazio.

  8. Che presa male. :(

  9. Past

    insegna agli angeli a mettere su quei cazzo di occhiali

    RIP

  10. Ryan Gossip

    Saputo stamattina, mi è scesa una tristezza di quelle pesanti.
    Ci sono praticamente cresciuto con lui: tecnicamente mediocre sul ring (tant’è che il suo unico vero match memorabile, da questo punto di vista, è quello per la cintura Intercontinentale a WMVIII con Bret Hart, con cui facevo bella figura anch’io) ma provate a chiedere ai lottatori attuali chi prendono come riferimento dal passato. La risposta è ovvia: lui. La conferma è Ronda Rousey, che si è anche presa il soprannome Rowdy.
    Ciao grande. Ho voglia di rivedere Essi Vivono adesso.

  11. ryomare nagare

    Che peccato! Quando vidi Essi in Vivono nell’ ’88 non avevo idea di chi fosse Roddie Piper e ci rimasi malissimo quando scoprì che negli incontri di Uestrling faceva il cattivo.
    L’ ho rividi nei primissimi ’90 in film con B. Banks di cui ho cercato il titolo su imdb, “Back in Action”, ma io ricordo che Italia 1 lo trasmise con il titolo “sotto i colpi dell’ aquila” o roba simile.
    Poi negli anni l’ ho sempre rivisto in They Live, troppo giusto quel roulo per lui.
    L’ Ice Cube di Fantasmi da Marte ha carisma zero rispetto a lui, IMHO.

  12. Mattanza De La Fuente

    Tra l’altro, a mio avviso, avrebbe potuto davvero prendere a calci nel culo qualsiasi attore di genere..
    Grandissimo.
    Un abbraccio.

  13. fart

    Un grande.Insegna agli angeli a masticare gomme!come dici?le hai finite??Uh…

  14. Dr. Stranamorte

    Grazie per l’ aneddoto, Nanni.
    Non sapevo fosse un wrestler, RIP Roddie.

    La battuta è tra le mie preferite! Un grande!

  15. BellaZio

    Ciao Roddy, sei stato il protagonista del film più importante degli ultimi 30 anni, tu la storia l’hai fatta veramente.

  16. annaMagnanima

    questo post non poteva non finire con questo video.

  17. BlackPorkismo

    Tecnicamente Piper era un brawler(rissaiolo),è ingiusto che non abbia mai vinto un titolo mondiale,Essi Vivono ha la più lunga è insesata scena di lotta

  18. pasqualobianco

    Noi del club Antonio Inoki abbiamo oggi una lacrima dedicata per dovere.

  19. AndreaGnarluz

    è ora di mettermi a pescare dal torrente Essi Vivono, Noi Dormiamo…..
    porcaccia se mi mancherà!

  20. Attila

    Ho rivisto 4 giorni fa Essi Vivono in tedesco, che Pro 7 lo ha rimostrato qui in Germania…

    Cordialità

    Attila

  21. GioF
  22. DarkKnight

    Mi vergogno ad ammetterlo, ma io l’ho conosciuto soprattutto per la serie a cartoni di Hulk Hogan, dove lui era il capo dei wrestler sleali e pasticcioni (e odiava pure il rock,n,roll)
    https://www.youtube.com/watch?v=3rpGcgGDr7k&list=PL58tGHK9bn-xeCegLy4-dxG5Vz9Fc2__B&index=10

  23. Cico Ford Coppola

    Correrò a rivedere Essi Vivono!!!! Riposa in pace,campione….

  24. Il_Presidente

    “Just when you thought you knew the answers, I changed the questions!”

    Addio campione…

  25. Il_Presidente

    Oddio quotavo a memoria ma il senso è quello…

  26. kaiser Sozzo

    Una cosa che non ho mai capito è relativo al suo corpo. Quando faceva il wrestler aveva un fisico di merda… poi in essi vivono è quadrato. Si è allenato solo x quel film? Mai più visto con quel fisico prima o dopo essi vivono.

  27. Manuel

    R.I.P., Roddy.
    Anch’io mi misi a fare il side suplex dopo avertelo visto usare come finisher in quella gloriosa scazzottata.

  28. Chow Yun Fart

    Corro a rivedere Essi Vivono :(

  29. Giorgio Clone

    Niente, non ci posso credere, se ne va un altro pezzo fondamentale della mia adolescenza. Roddy era un grande cazzo, e sicuramente un talento sfruttato non come avrebbe potuto.

  30. Lolly

    Grande Roddy… citato anche nello splendido picchiaduro tra robottoni per PC “One Must Fall”… con una piccola variazione… (uno dei cattivi era un coniglio!): “I have come here to eat carrots and kick ass – and I’m all out of carrots”.

    Ci mancherà. Fortissimo anche in “Apocalisse a Frogtown”… DVD nei cestoni a pochi euro ma film talmente trash che meriterebbe un approfondimento.. :-D

  31. Zavits

    Non so se è già stato detto ma alla fine del’incontro dove ha piallato la faccia dell’avversaria per il titolo mondiale, mi sembra la brasiliana Correia, ha dedicato la vittoria proprio alla memoria di Roddy Piper.

  32. Gianni Carpentiere

    Ci mancherai mitico Roddy. Senza di te They Live non sarebbe stato lo stesso. Peccato che solo il genio John C. Ti abbia valorizzato a dovere.

  33. Roddy era una di quelle personalità indimenticabili, gli davi un microfono e ti tirava fuori una promo sempre ottima e di qualità. Carpenter scelse bene il protagonista del suo film, che non poteva che essere che lui….per questo ringrazio sempre il Maestro per averlo impresso nella cinematografia mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *